sabato 30 maggio 2009 0 vostri commenti

La giostra delle parole. Dai dubbi di Ratzinger alle convinzioni di Maroni

Papa Ratzinger, "ancora ho difficoltà a capire come il Signore possa aver destinato proprio me a questo ministero, ma lo accetto dalle sue mani. E' una cosa che mi sembra molto oltre le mie forze. Ma il Signore mi aiuta", effettivamente anche noi ci siamo posti la stessa domanda... la risposta latita.
Berlusconi, "I giornali di sinistra scendiletto del Pd"... lui se ne intende cambiando ogni giorno il scendiletto... Bondi, Ghedini, Rossella, Vespa, Fede, Liguori, Belpietro, Feltri, Giordano, Tremonti, Carfagna, Carlucci, Alfano, Dell'Utri... e molti altri... un cambio al giorno...
Nicolò Ghedini commenta il sequestro delle foto socmodi, "fa seguito ad una esplicita richiesta che noi avevamo avanzato e dovrebbe chiudere la vicenda, anche se naturalmente la decisione spetterà all'autorità giudiziaria"... caspita questa volta hanno trovato gli unici giudici non di sinistra... a volte la fortuna gira proprio... nel provvedimento pare rientri anche il fotografo della comunione di Silvio... fotografato con le dita nel naso...
Il ministro Maroni al G8 sicurezza, parla dei respingimenti, "sono delle operazioni in linea con il diritto comunitario e internazionale, solo qualche "anti-razzista di professione li contesta a priori"... fa molto ridere disprezzo nei confronti di una possibile professione "anti-razzista"... io mi candido eventualmente per il posto... credo che per autoconvincersi il ministro se lo ripeta anche da solo alla mattina prima di farsi la barba... in linea con ii diritto comunitario... il linea con il diritto comunitario...
0 vostri commenti

Un dubbio atroce... ma in che anno siamo?

Ho avuto un flashback storico... mi sono passati velocemente nella mente molti dei fatti accaduti ultimamente...

...il capo del governo attacca ogni giorno la magistratura...

...un esponente della destra picchia un contestatore che protestava contro un ministro in visita in una città del nord...

...identificato e portato via dalle forze dell'ordine un contestatore che protestava contro un ministro in una città del nord...

...ronde cittadine contro gli stranieri...

...leggi elettorali modificate senza il consenso...

...volontà di plebiscito...

...il ministro dell'interno chiede la sospensione di un patto internazionale per evitare cortei di protesta...

...emanate leggi razziste...

...proposte di segregazione sui mezzi di trasporto...

...foto sequestrate ad un fotografo curioso che ha ripreso i festini del capo del governo...

...giornalisti che si trasformano in portavoce del capo del governo...

...censura degli artisti...

...patti imbarazzanti con la Libia...

...descrizione del capo del governo... basso... pelato... con manie di grandezza... egocentrico... ama i bagni di folla... ama il consenso smisurato... odia l'opposizione...

...ma in che anno siamo?
venerdì 29 maggio 2009 0 vostri commenti

Berlusconi pronte per i terremotati le... crociere.




"Per l'estate stiamo organizzando una serie di vacanze nel mare Adriatico e stiamo vedendo anche delle crociere sul Mediterraneo dove intendiamo mandare famiglie intere e ragazzi"... il presidente del consiglio Silvio Berlusconi

Basta, basta e ancora basta. Ma ha preso l'Italia per un parco giochi... non lo capisce che quelle persone hanno diritto ad una casa, alla loro casa con le loro cose e le radici... hanno bisogno dei rapporti sociali.
Non può continuare a prendere in giro la gente e a insultare la dignità delle persone... che ci vada lui in crociera, si porti Bondi per avere la colazione ogni mattina, La Russa per la sveglia, e la banda dei leghisti per avere sempre il ponte lucidato...
Deve tenere a mente che sta parlando di persone, non sta parlando ai suoi dipendenti da mandare in viaggio premio per stare bravi e in silenzio... non ci invidiavano tutti dall'estero per la nostra così ammirevole bravura nell'emergenza... alle persone si danno risposte non le si manda su una nave nel mediterraneo lontano come un problema che si vuol dimenticare e non prendere in considerazione... basta, basta e ancora basta... non bastano più i post ora ne dice una ogni minuto...
0 vostri commenti

La Russa contestato a Lecco... prove di regime.



Questo è quello che ci attende... questi sono i metodi democratici degli amici del presidentissimo... nessun dissenso può essere tollerato. Perché un onesto cittadino non può esprimere la sua libera opinione su un politico, su un governo. Perché deve essere arrestato, portato via, malmenato. Come si permette un ministro, che viene pagato dalle tasse di quella stessa persona, di dire portatelo via... vanno in giro per le piazze questi politici, parlano di dialogare, di libertà, l'hanno messa persino nel nome del loro partito... poi appena incontrano persone che li contestano subito ricorrono all'arresto... guardate gli occhi di La Russa, ascoltate l'arroganza delle sue parole... e pensare che in quella piazza qualcuno gli ha detto anche "grande"... quello si può dire, guai a chi contesta. Ligi al dovere e all'ordine... logicamente l'informazione latita, non vede non sente non parla...
0 vostri commenti

Cofferati non risponde sulla coerenza



...nessuna riposta... nessuna coerenza... nuovi personaggi e nuove idee per sconfiggere il cavaliere...
0 vostri commenti

La giostra delle parole. Noi cittadini del Berlusconistan

Dal New York Times, "Gran parte del successo di Berlusconi nasce dalla sua abilità di leggere gli umori del Paese. Ora molti si chiedono se finalmente non abbia fatto un calcolo sbagliato e non stia spingendo troppo in là i tolleranti italiani, e se la sua reputazione di fine carriera non somigli sempre più alla decadenza imperiale del Satyricon di Fellini", mah... a me sembra sempre l'inizio della fine.

Berlusconi, "Quando con delle sentenze basate sul ribaltamento della realtà si vuole ribaltare la decisione popolare e si vuole sostituire chi è stato eletto dal popolo, questa si chiama con una parola sola: volontà eversiva e eversione"...quando chi è al governo ha in mano informazione, sicurezza, controllo, autority, parlamento e vuole anche comandare la magistratura si chiama dittatura.

Il ministro Carfagna, "Il Parlamento vede tra i suoi banchi alcuni uomini dalle assai dubbie capacità politiche. Ma nessuno si sorprende. L'aula di Montecitorio è stata frequentata da personaggi condannati per banda armata e concorso in omicidio, facinorosi violenti" e da "onorevoli che candidamente hanno ammesso di prostituirsi prima di approdare alla Camera, altri che sono stati sorpresi a contrattare per strade prestazioni con transessuali. Mai nessuno si è scandalizzato"... toglietemi tutto ma non il mio Silvio.

Sempre la Carfagna, "sorprende che le dichiarazioni dell'ex fidanzato, condannato per rapina, secondo qualcuno meritino più rispetto dell'impegno e della persona di una donna che ha l'unica colpa di aver lavorato in tv"... beh allora dovrebbe rivedere le liste del suo partito piene di indagati e condannati che non si limitano a dare pareri su vicende di gossip ma bensì su leggi che riguardano tutti noi...

La Lega dichiara, "siamo contrari all'abolizione delle Province"... altrimenti dove li mettono gli amici degli amici... qualcuno sa a cosa serve la Provincia?!?!?

Dal settimanale Time, "Berlusconistan"... pronta la ristampa del Risiko.

Le Figaro parla di "Affaire Noemi"... cero che sono proprio cambiati i tempi, una volta di parlava si Affaire Dreyfus.

Dal Guardian, "per capire quanto sia in difficoltà Berlusconi basta il fatto che persino i Blair stanno prendendo le distanze da lui"... ora effettivamente in Italia siamo tutti più tranquilli.

Il Pais, "convertito in un caso globale dalle proprie contraddizioni (ha mentito ripetutamente sulla vicenda), il caso Noemi coinvolge ogni giorno nuove persone"... avanti il prossimo si parla già di Silvio a Uomini e Donne come tronista.

Dal Christian Science Monitor, "nel mezzo di una crisi economica, l'Italia sembra occuparsi più del presunto affaire del primo ministro con una teenager che del summit di luglio"... apro gli occhi e ti penso... la realtà è che non esiste più la realtà.
0 vostri commenti

Roma. Un altro G8... scelta strategica?


Leggendo la notizia dell'ennesimo G8 in Italia, questa volta tocca alla capitale e il tema è la sicurezza, mi è sorta una domanda... come mai tutti questi G8 da noi? come mai? Poi subito dopo è venuta fuori anche la probabile risposta. Siamo vicini alle elezioni, perché non far vedere al popolino ancora indeciso che il governo si preoccupa del futuro del paese e soprattutto del mondo, far vedere che con la destra siamo più importanti infatti organizziamo le riunioni, far parlare del G8 e non dei casini e delle schifezze che sta facendo questo governo e soprattutto sperare che qualche anarchico faccia casino, fare passare i contestatori come pericolosi appartenenti alla sinistra per apparire quindi come gli unici in grado di governare e rendere sicure le nostre piazze e le nostre strade... poi viene anche da ridere perché organizziamo il G8 sulla sicurezza quando nel nostro paese non paghiamo gli straordinari alle forze dell'ordine che a volte si trovano con i mezzi fermi per mancanza di benzina... chissà forse il governo ha imparato la lezione da Cossiga... meno sicurezza, paura... più poteri a chi vi può proteggere...
0 vostri commenti

"Come un uomo sulla terra", un film per informare.



In questi giorni in alcune città italiane viene proiettato il film "Come un uomo sulla terra" dove viene documentata la vita degli immigrati che hanno dovuto affrontare le brutali modalità con cui la Libia tratta i flussi migratori.
Voce diretta, esperienza in prima persona. Finalmente un film dove a parlare sono i protagonisti che troppe volte anche nelle cronache quotidiane diventano solo numeri e non più esseri umani.
Un film che dovrebbe essere proiettato nelle scuole, che dovrebbe essere acquistato dal ministero dell'Istruzione per poter far vedere e ascoltare ai giovani la realtà delle cose... qualche giorno fa il ministro ha dichiarato di voler andare su you tube di aprire un canale per stare più vicino ai giovani... inizio da questo inizi a sensibilizzare coloro che poi saranno gli uomini e le donne di domani. Questo però il ministro non lo farà mai... andrebbe contro il padrone e questo non si fa.
Sul sito potete trovare tutti i particolari del progetto e anche le modalità di acquisto del dvd per sostenere le organizzazione che si sono occupate della produzione. Inoltre, c'è anche la possibilità di sottoscrivere una petizione per richiedere una commissione d'inchiesta internazionale che indaghi sui respingimenti del governo italiano e sui rapporti con la Libia che gestisce i flussi migratori barbaramente.
0 vostri commenti

I piani di Berlusconi... consenso totale.


"Se ci fosse uno show down allora dovremmo ripresentarci davanti agli elettori. Chiedere il loro giudizio. E sono convinto che gli italiani staranno ancora con me"... pronto il piano B di Berlusconi.
Vediamo nel dettaglio il piano A...
... approvazione del lodo Alfano...
... apparire ovunque anche se non si fa niente di concreto...
... continuare a evitare i dibattiti con contraddittorio...
... fare dichiarazioni e smentirsi dopo pochi minuti...
... sguinzagliare l'esercito di giornalisti al libro paga...
... dire che la crisi non esiste...
... apparire come vittima lasciata dalla moglie per colpa della sinistra...
... apparire come vittima della sinistra che accusa il premier di andare con le minorenni...
... portare il dibattito su temi di gossip, niente contenuti...
... indurre l'opposizione a fare dichiarazioni sulla mia vita privata...
... allontanare gli ultimi alleati moderati rimasti...
... e poi...

...Piano B...
... elezioni anticipate...
... plebiscito... unica scheda... approvate voi questa lista fornita dal premier... una casella per la risposta... unica risposta... SI...

0 vostri commenti

Amnesty International denuncia i respingimenti italiani


Amnesty International tuona contro i provvedimenti del governo...'un nuovo tipo di violazione dei diritti umani è il respingimento in mare verso la Libia dei barconi di migranti'. Azioni che non rispettano la dignità dell'uomo che fanno si che l'Italia sia "responsabile di ciò che accadrà a ognuna delle persone riportate in Libia".
La sensazione è che tutto faccia già parte del passato, nei Tg la notizia è già scomparsa, nei dibattiti ancora prima... ora è il momento di Gino e della zia ì, temi che rendono tutto un po' più semplice... d'altra parte si sa l'immigrazione è un tema scomodo... se molli da una parte sei un o che vuol far entrare tutti... se molli dall'altra sei razzista, quindi lasciamo andare intanto le notizie di oggi sono cancellate appena escono dalle labbra del conduttore del telegiornale... diventano fatti mi accaduti... vanno a finire assieme agli altri, episodi che hanno segnato profondamente il destino delle persone interessate e anche la dignità di democrazia ma che sono messe da parte in fretta.
Quindi cosa importa se Amnesty International denuncia che il fatto grave è avvenuto "senza alcuna valutazione sul possibile bisogno di protezione internazionale degli stessi e quindi violando i propri obblighi in materia di diritto internazionale d'asilo e dei diritti umani"... sono le solite organizzazioni fastidiose quelle che ti fermano per strada... sta sparendo la nostra memoria cercano di sovraccaricarla con spazzatura che deve coprire il peggio.
2 vostri commenti

Saramago. Il nobel censurato


"Einaudi dice no al Nobel. Non pubblichera' la traduzione italiana del prossimo libro di Jose' Saramago, autore presente con ben 20 titoli nel catalogo della casa torinese" è l'Espresso a rivelarlo... parli del premier? Vuoi criticare il governo? Ti arrangi vatti a cercare un'editore... però se fai romanzi va bene. Questo sostanzialmente il messaggio arrivato al premio Nobel... dal 1994 la storica casa editrice è della Mondadori quindi la scuderia del capo non può remare contro soprattutto in momenti come questo il capo va tutelato, anche se si tratta di un Nobel... le lunghe mani della censura continuano a muoversi minacciose per il paese... Si dirà "caspita la casa editrice è la sua potrà fare quello che vuole"... ok mi va bene ma fa riflettere il fatto che questa persona con la sua presenza ingombrante in ogni ambito della vita sociale del paese, gridi sempre al complotto degli organi dell'informazione in mano ai comunisti. Poi notizie come queste... la censura di un Nobel... da quella casa editrice che nel dopoguerra pubblicò i Quaderni e le Lettere dal carcere di Gramsci... altre parole non servirebbero per rimarcare lo sdegno.
0 vostri commenti

Cercasi firme disperatamente. Niente mozione di sfiducia


Tutti i giorni la pseudo opposizione del Pd dice di voler mandare vi Berlusconi.... dichiarazione indignate sui provvedimenti ma poi nel concreto?
Niente... Una mozione di sfiducia contro il premier non arriva neanche nelle Camere perché non raggiunge il numero di 63 firmatari. L'Italia dei Valori ha provato a proporla ma niente da fare. Come si può spiegare ciò... paura che vicino alle elezioni essere battuti in Parlamento possa danneggiare i risultati? Oppure paura di dare troppa visibilità a Di Pietro che comunque rimane un personaggio abbastanza scomodo per il Pd... Io sarei più per la seconda ipotesi. Basta con questi giochini qui c'è da salvare un paese dal baratro, anzi cercare di tirarlo su perché siamo già sul fondo.
Non bastano le dichiarazioni televisive o le sparate per sconfiggere questa destra. Occorrono fatti, idee e nette prese di posizione. Il paese ha necessità e merita un'opposizione che vigili e che sia intransigente e che si metta a disposizione delle persone per bene che non riescono a convivere con la politica dell'impero.
Neanche 63 firme...assurdo.
2 vostri commenti

La giostra delle parole. Le mille e una scusa

Il ministro Brunetta, "bisogna mandare i poliziotti nelle strade. Ma non è facile farlo: non si può mandare in strada il poliziotto "panzone" che non ha fatto altro che il passacarte, perché in strada se lo mangiano", avanti il prossimo dopo i dipendenti pubblici il ministro cambia obiettivo... è partita la vendetta per non essere stato protetto dal fotografo autore del Brunetta dormiente.

Tentativo di aggressione a Genova ai danni di La Russa, parla il senatore Bornacin "nel corso del giro ci avevano avvertito che c'era uno scalmanato per questo volevo che finisse presto. E ora mi chiedo se ci sia venuto da solo o se lo abbiano mandato. Siamo in un'Italia dove un ministro della Repubblica viene aggredito in un centro storico. Questo non era avvenuto neanche negli anni più pesanti"... effettivamente il pericoloso anarchico era appena sceso dal treno del Pd... domanda e se invece se lo fosse mandato da solo La Russa? Comunque se questo non era avvenuto negli anni più pesanti loro lo sanno bene in quel periodo giravano in gruppi e avevano il vizio di alzare la mano destra...

Silvio Berlusconi, "io non ho mai più detto niente di niente. Ho risposto da subito alla sola domanda se avessi mai avuto rapporti 'piccanti'. E ho risposto: 'Assolutamente no'. Ci ho messo anche il carico del giuramento sui miei figli. Non ho mai più detto assolutamente niente. E invece guardate che cosa tocca leggere su certi giornali"... effettivamente questa volta ha messo il carico pesante... ha giurato non solo sulla testa. Domanda, quando dice mai avuto rapporti piccanti intende in generale... ora si capisce il motivo della separazione...

Franceschini, "mi dispiace davvero se i figli del premier si sono sentiti offesi, loro non c'entrano, non ho mai parlato di loro, nè lo farei" , aiuto la berlusconizzazione del paese è sempre più forte il virus della smentita comincia a colpire.

L'onorevole Casini, "noi consigliamo da sempre al Presidente del Consiglio di rispondere alle domande di Repubblica ma il fatto di oggi sono le polemiche di ieri: è molto triste che quando si è accecati nei confronti di qualche avversario politico dall'odio si usino espressioni che feriscono le famiglie ed i sentimenti dei figli"...non so se quando parla Casini mi viene più da dormire o da incazzarmi... un colpo da una parte e uno dall'altra, la scuola Dc impera.

Secondo Berlusconi, "chi vuole fare del male fa il pm, il delinquente o il giornalista" migliore autodescrizione non poteva fare... i tribunali sono suoi ormai... le leggi non le rispetta... beh nella sue mani sono molte le penne di molti giornalisti.
giovedì 28 maggio 2009 0 vostri commenti

Confesercenti... Berlusconi attacca la magistratura




28 maggio 2009 Assemblea di Confesercenti...

"Io non lascerò la politica fino a che non ci sarà la separazione delle carriera tra pm e giudici e test psicoattitudinali per i pm. Quando mi hanno detto di governare il Paese io ho posto la condizione che questa magistratura, che prima delle scadenze elettorali è intervenuta sempre, non potesse perseguirmi: non devo subire le aggressioni delle toghe rosse"

Analizzate la seconda parte della frase... quando mi hanno detto di governare il paese... chi i suoi avvocati? altrimenti sarebbe finito in galera... la sua famiglia? altrimenti con tutti i reati commessi avrebbero perso l'impero e il potere mediatico sul paese... oppure lo spirito santo nella figura dell'Arcangelo Gabriele, vai e salva il mondo. Attenzione poi una confessione in piena regola tra le righe...che questa magistratura non potesse perseguirmi... ora guardando parecchie volte Jessica Fletcher, Perry Mason e Matloch direi che questo è uno di quei punti della storia in cui il colpevole si tradisce e confessa involontariamente...
Giudici che, insieme a pm e giornalisti sono "tre categorie che fanno male".
Non finisce qui perché sempre dal palco di Confesercenti, questa volta con una platea tiepida e a volte fredda sulle dichiarazioni del premier, ha apostrofato i giudici definendoli...

..."grumi eversivi tra le toghe"...

logicamente solo quelli che indagano su di lui, che lo condannano quando non interviene una delle sue leggi, che tentanto di far rispettare la legge.
Per finire logicamente la solita definizione di se stesso il superuomo del momento, il supereroe moderno...

"A chi mi dice di farmi confessare, io dico che sono il campione degli imputati, ma 'sono stato sempre assolto"... balla tremenda non sempre assolto casomai prescritto o non perseguibile perché il reato non è più un reato (aiuto tutte le volte che scrivo questa caso mi sembra di essere pazzo)..."Ho subito più di 100 indagini più di 587 visite della guardia di finanza, mi son dovuto difendere in 2500 udienze"... ma se la maggiorparte delle volte in tribunale mettevano la sua foto per dare un senso al processo, ricordate la frase "la legge è uguale per tutti ma se permettete per il presidente del consiglio è un po' più uguale...
...per finire il solito proclama... "Una volta al governo ho voluto che l'Italia diventasse un paese come gli altri, come la Francia dove c'e' la sospensione dei procedimenti per chi ha responsabilità di governo''... piccolo appunto in tutti gli altri paese d'Europa lui non esisterebbe.
0 vostri commenti

La trappola di Berlusconi


Credo che il Pd sia definitivamente caduto nel tranello di Berlusconi... portare lo scontro politico a Tarallucci e vino... trasformare la politica in un vero e proprio reality. "Chi avrà ragione la fantastica e ricca famiglia ormai divisa di Arcore oppure coloro che puntano il dito? Coraggio la telefonata costa solo 1 euro al minuti e se mandate un sms spendete meno basta scrivere Silvio oppure Vergogna... fra una settimana a reti unificate in diretta dagli studi di Cologno Monzese vi daremo i risultati".
Questo è quello che vuole l'imperatore e la sua banda, passare ancora una volta come vittima. Dirà "vedete questi comunisti non hanno rispetto della famiglia... vogliono distruggermi... hanno rovinato la mia famiglia... hanno diviso una coppia fantastica".
Credo che se si vuole sconfiggere questo personaggio bisogna inchiodarlo sul piano del suo comportamento politico, delle sue vergognose leggi da ricordare ogni giorno agli italiani, sul piano della sua posizione sulla giustizia e non con attacchi da reality... la zia... Gino... il panettiere... qui in ballo c'è l'Italia. Ricordo ancora qualche appello di alcuni esponenti del Pd in campagna elettorale delle politiche... non disperdete il voto ci vuole il bipolarismo, quindi se non votate Pd votate Silvio (vedere le dichiarazione della Finocchiaro)...
Se proprio il centro sinistra vuole attaccare il premier agganciandosi agli ultimi avvenimenti perché non fa dichiarazioni del tipo "Facile partecipare al family day e poi fare il don Giovanni in giro"... argomenti. Ci sono famiglie di fatto che lottano ogni giorno con problemi burocratici perché politici che si dicono paladini dei valori cattolici non permettono la loro esistenza...
Attenzione quindi perché agli italiani questi fatti di gossip piacciono... gli sms partono, arrivano, fanno classifica e alla fine chi perde è solo il paese...
0 vostri commenti

Porta a Porta. L'imcompetenza va in scena


Altro ottimo esempio di informazione ieri sera a Porta a Porta. Una puntata in cui si doveva parlare di Europa, di politica concreta, di provvedimenti. Invece, il solito teatrino orchestrato dal maggiordomo di Arcore. Ospiti David Sassoli per il Pd, La Russa per il Pdl, Roberto Cota per la lega nord e Agnoletto per la Lista Anticapitalista.
Per tutta la trasmissione la bava di Vespa è stata per gli esponenti del governo logicamente, non bellicosa nei confronti di Sassoli e assolutamente indisponente nei confronti di Agnoletto.
Emblematico è stato il momento in cui l'esponente della Lista anticapitalista, interpellato sul problema delle pensioni, ha cercato di spiegare agli altri che le pensione dei dipendenti non sarebbero in pericolo se si facesse come nel resto d'Europa dove i soldi dei dipendenti devono rimanere per i dipendenti e non come nel nostro paese dove vengono usati ad esempio per pagare le pensioni del manager... nessuna reazione dagli altri... Vespa impassibile. Poi Agnoletto ha provato a parlare di ciò che realmente succede nel parlamento europeo... ad esempio l'iter si una direttiva comunitaria proposta dal consiglio per aumentare le ore lavorative settimanali (si parlava di 64 ore con una pausa in mezzo di 11 ore giornaliere, una cosa folle), non approvata per fortuna solo per 15 voti... dico 15 voti...
... reazione di Vespa...
..."Si ma chi l'ha proposta..."
..."Che governo Agnoletto?"...
..."Scusi ma chi la voleva?"...
..."Ma è sicuro?"...
Si sa che Vespa non è abituato ad avere politici che parlano di politica vera... ormai ha più a che fare con scrivanie d'epoca, plastici e casi umani di veline abbandonate.
Una serie di interruzioni fatte ad arte da lui e da La Russa non su argomentazioni (magari!) ma basate sulla loro impreparazione... questa gente non sa di cosa sta parlando, esempio di come fanno politica, di come si occupano di Europa. La situazione è diventata imbarazzante quando Agnoletto messo alle strette cercava di spiegare come funzionano le cose, chi propone le direttive e chi le deve votare... risultato... lo prendevano in giro... La Russa arrogante come sempre con l'aria "si ma queste sono stupidaggini" e Vespa con l'atteggiamento di quello che non sta nemmeno ascoltando e pensa già alla stupidaggine che chiederà dopo... ha liquidato Agnoletto con questa frase "la legge non è mai passata quindi qui si parla di utopia"... qui l'unica utopia è sperare in un'informazione degna di un paese civile...
0 vostri commenti

La giostra delle parole. Dalla rivolta della prole alle zie di Casoria

Dario Franceschini, segretario del Pd, "Alle italiane e agli italiani vorrei rivolgere una semplice domanda: fareste educare i vostri figli da quest'uomo? Chi guida un Paese ha il dovere di dare il buon esempio, di trasmettere valori positivi", il problema è che questo personaggio sta educando il paese già da parecchio tempo con le sue televisioni...

Pier Silvio Berlusconi, vicepresidente Mediaset, "ma Franceschini come si permette? Forse sbaglio a prendere sul serio una battuta di così pessimo gusto, ma anche alla campagna elettorale c'è un limite. Io, proprio io, sono stato educato da Silvio Berlusconi. E i miei valori sono i suoi. Amore per il lavoro, generosità, tenacia e rispetto per gli altri. Quel rispetto che Franceschini dimostra di non conoscere", bene ora sappiamo che la dinastia è pronta...

Luigi, 20 anni, il più giovane dei figli del premier e di Veronica Lario, "sono contento e orgoglioso dell'educazione che ho ricevuto e dei valori che mi sono stati trasmessi dalla mia famiglia. Non vedo perché la politica si permetta di giudicare Silvio Berlusconi come padre. Si tratta di piani diversi che non dovrebbero essere mai sovrapposti"... tutti gli italiani sarebbero ben lieti di non parlare più dei problemi dell'imperatore, deve solamente fare una cosa...

Marina Berlusconi, presidente Fininvest e Mondadori, "Franceschini dovrebbe vergognarsi. Chi gli dà il diritto di giudicare Silvio Berlusconi come padre? Con le sue parole offende anche me come figlia. Una figlia profondamente orgogliosa del padre che ha e dei valori che mi ha trasmesso"...oltre ai liquidi, alle proprietà, ai conti nascosti, alle amicizie importanti e chissà magari una legge che estenda il lodo Alfano anche ai figli.

Parla anche la zia di Noemi, "alla fine del 2008, tra novembre e dicembre, ho visto per la prima volta durante un pranzo familiare Noemi alzarsi da tavolo allo squillo del suo cellulare, e l'ho ascoltata dire papi. Non avevo assolutamente idea, all'epoca, chi potesse essere. Ho pensato a un gioco tra ragazze. Notai soltanto che intorno a lei ci si dava da fare per evitare ogni curiosità", pronta una puntata speciale di "Uomini e Donne" della De Filippi per decidere chi dice la verità.

Ancora la zia..."mi fu detto che Berlusconi chiese espressamente a Noemi di essere invitato e pretese di ricevere dalle sue mani l'invito. Non so se poi Noemi lo abbia raggiunto a Roma e come siano andate le cose. In ogni caso, nella nostra riunione di famiglia al pranzo di Pasqua, ci fu confermato ancora di "prepararci" perché avremmo conosciuto il presidente il 26 aprile, alla festa organizzata nel ristorante di Casoria"... siamo sicuri che volesse l'invito dalle sue mani il premier... forse tra "giovani" si chiama così ora.

Adolfo Guglielmi, del Movimento per la sicurezza affiliato al Coisp, nell'area del centrodestra, parla della situazione delle forze dell'ordine "facciamo turni massacranti anche di 12 ore ci spediscono come pacchi postali da una città all'altra per coprire i buchi degli organici. Ci fanno tornare a Roma dalle trasferte a Napoli o da altre città d'Italia perché è più conveniente pagarci 3 o 4 ore di straordinario piuttosto che il pernottamento in albergo. Poi, però, non ci pagano proprio quegli straordinari che ci obbligano a fare"..."il primo sciopero delle forze dell'ordine per sabato"... beh quando i poliziotti si decideranno a mettere le camicie verdi forse avranno anche i soldi...

"Ho deciso di aprire un canale su YouTube perché intendo confrontarmi con voi sulla scuola e sull'università"..."Voglio accogliere idee, progetti, proposte, anche critiche" di il ministro Gelmini... se vuole sentire cosa ne pensano gli studenti di lei e dei suoi progetti basta che vada in piazza quando ci sono gli scioperi.




mercoledì 27 maggio 2009 0 vostri commenti

Maldini - Mentana - Bongiorno. I profughi dell'impero di Silvio


Tre persone in questo periodo sono rimaste nelle righe della cronaca quotidiana in maniera inaspettata.
Sto parlando di Mike Buongiorno, Mentana e Paolo Maldini... tutti e tre prima erano accomunati dal fatto di stare sotto il libro paga della stessa persona... ora invece con una cosa in più da condividere... la vera natura di Silvio Berlusconi e dei suoi discepoli...

Maldini alla sua ultima apparizione come giocatore al Meazza viene fischiato da una parte di tifosi..."la società non mi ha difeso, sono deluso".... Galliani,"caro Paolo, meglio il silenzio..."

Mentana viene "dimesso" per diversità di opinione con la rete per aver mandato in onda il GF al posto di uno speciale sul caso Englaro... Berlusconi dichiara ad una cena "se va fora, l'è meglio...".

Dopo anni di fedele militanza non viene rinnovato il contratto a Mike Bongiorno... senza neanche una telefonata... lo sfogo del presentatore "Quando ho fondato con Silvio Berlusconi Mediaset, mi aveva detto:”Mike, staremo insieme tutta la vita!”, poi prima di entrare in politica mi disse:”Se vuoi ti faccio il contratto a vita”… A Natale non è arrivato il rinnovo del contratto … un funzionario mi ha detto:”Sai non abbiamo soldi quindi non ti rinnoviamo il contratto”. Pensa te a parlare di soldi: ci sono rimasto così male, non mi hanno preavvisato, non mi hanno chiamato anche per dare un saluto e dire grazie per i trenta anni che hai lavorato per noi … Non è possibile lavorare per trent’anni per un gruppo e poi di colpo sei fuori e nessuno ti preavvisa e ti dice grazie … ho chiamato Silvio Berlusconi, sono passati cinque mesi e non mi ha mai chiamato … Quando vado a dormire vado a dormire triste, perché non capisco come è possibile che Berlusconi non mi abbia più chiamato. Io mi auguro un giorno di ricevere questa telefonata, perché ti giuro che è un dolore, un dispiacere".

Facile denunciare questi personaggi solo dopo essere stati scaricati, dopo essere rimasti al libro paga per anni. Certo si diceva che Mentana, assieme a Striscia la notizia (di cui non ricordo un servizio sulle numerose leggi della vergogna), fosse la prova della libertà di opinione a Mediaset... assurdo... mai un affondo degno di inchiesta da parte del conduttore di Matrix, certamente non schierato come il fedele Fede ma neanche paladino della verità. Ricordo ad esempio un episodio nell'ultima campagna elettorale con un Berlusconi che praticamente faceva da padrone in studio, oppure un vecchio filmato datato 1994 dove il futuro imperatore dettava le domande al dipendente-giornalista... facile ora gridare allo scandalo...

0 vostri commenti

La Giostra delle parole... inutili.

"Preoccupazione inuti­le. Io, che lo frequento, tro­vo che Berlusconi sia in una forma strepitosa. Ma hai visto come ha affronta­to l’emergenza del terremo­to in Abruzzo?", dichiara Carlo Rossella... ieri era contemporaneamente a raccogliere i pomodori nei campi, in una risaia e a guidare i lavori nei cantieri...uno e trino.

Carlo Rossella sulla vicenda Noemi, "non mi risulta. E, co­munque, non userei la parola 'minorenne' a vanvera...È un termine vecchio. Semmai, direi che la ragazza di cui si sparla aveva meno di 18 anni..." pronto un decreto ad personam per abbassare la maggior età...

"Non è chiaramente un altro Mussolini, ma è un pericolo per l'Italia e un maligno esempio" un anonimo sul Financial Times noto giornale comunista.

Montezemolo, "per Opel abbiamo fatto tutto ciò che potevamo"... per gli operai c'è sempre tempo.

D'Alema, "Non rientra nei miei programmi la prospettiva di candidarmi a fare il leader del Pd", intanto da fuori riesce a danneggiarlo anche meglio.
0 vostri commenti

Il ministro Pisolo


E fu così che i nanetti si addormentarono stanchi dopo una giornata di lavoro passata a fare conferenze a dire a tutti che il riposo è l'ultima cosa a cui bisogna pensare.
Particolarmente stanco era il nanetto Presuntuosolo, sempre pronto a vantarsi per i finti traguardi raggiunti, sempre pronto a riprendere gli altri, intransigente con tutti....

...stampatela a caratteri cubitali, fate delle magliette, adesivi, copertine di liberi, riviste e giornali, mettetele nelle vostre macchine e quando siete in coda guardatelo così invece di premere il clacson vi sfogherete un po'... lui che ha scritto la "Rivoluzione in corso"... magari lui dormiva però...
0 vostri commenti

Ballarò. La libertà secondo Belpietro



Non avevo mai pensato che effettivamente essere dipendenti della Mondadori non vuol dire essere dipendenti di Berlusconi... è proprio vero noi stalinisti di sinistra siamo i migliori a fare delle congetture...
0 vostri commenti

Bondi. Il ministro della follia


Cosa deve succedere ancora per poter riempire le strade e le piazze e prenderli personaggi come Belpietro e Bondi a calci nel sedere...
Qui oltre alla disonestà e all'ipocrisia, si tratta di follia pura... uno che dice di non essere dipendente di Berlusconi ma della Mondadori... parliamone... l'altro che urla cose senza senso e dice agli altri di non alzare la voce... uno che non vuol parlare con chi gli da del tu... allora dico ma vogliamo rispondere nei dibattiti adeguatamente a questa gente, fare ad esempio come Vendola che ha mandato garbatamente a fare un viaggio quell'altro essere di Gasparri. Altrimenti purtroppo si rischia che nelle case passi il messaggio che abbiano ragione.
Ripeto... quando si degneranno le forze della sinistra a portare le persone in piazza? Attenzione perché dittatura è anche quella che sotto gli occhi cambia la realtà delle cose...

...chissà magari Bondi direbbe le stesse cose al Financial Times e all'Indipendent che dalle loro pagine avvisano Berlusconi "è un pericolo per l'Italia e un maligno esempio"...
4 vostri commenti

Il discorso di Berlusconi che non sentiremo mai

Ho fatto un sogno. Ho sognato un paese con un presidente del consiglio. Ho sognato un presidente del consiglio in parlamento che parlava mestamente ai deputati Ho sognato un discorso a reti unificate Un discorso…
“Cittadini, elettori, italiani. Vi chiedo scusa per tutto.
Per aver cambiato profondamente questo paese.
Chiedo scusa per...
..aver plasmato il cervello delle persone e parlo soprattutto con te proprio con te che a 15 anni guardavi Drive in, a te che eri contento perché potevi vedere i tuoi telefilm preferite. Ti chiedo scusa perché ti ho fatto vivere nell’illegalità. Che ne sapevi tu di vedere cassette preregistrate trasmesse da diverse parti d’Italia contemporaneamente, che ne sapevi tu che tutto quello che avveniva sotto i tuoi occhi era fuori legge.
...per aver fatto accordi sotto banco con Bettino… per la legge Mammì che ha distrutto la democrazia in questo paese.
...per quella tessera della P2, ho sempre avuto grandi progetti e quello era un grande progetto.
...per quel famoso anno, il 1994… chiedo scusa per essere sceso in campo...si sa rischiavo troppo.
...per aver ammaestrato migliaia di persone a dire sempre si al padrone e per aver creato un esercito di apostoli sempre ligi sempre pronto a difendermi
...per aver insultato giudici, per averli attaccati. Per quel famoso decreto salvaladri, ma avevo un po’ di conti da saldare.
... per aver fatto scendere in campo tutti i miei dipendenti della televisioni contro il referendum per regolarizzare il conflitto di interessi.
...per aver berlusconizzato del paese, ad ogni suo livello.
...per aver riportato ex democristiani ex socialisti e fascisti al governo per aver insultato la resistenza e il 25 aprile.
..per i decreti della vergogna, per le leggi ad personam, per il falso in bilancio, per la ex-Cirielli, per l’abbassamento dei tempi della prescrizione e per l’ultimo Lodo Alfano.
...per quella legge sulla successione ma dovevo pensare ai miei figli...sparsi.
...per la legge Gasparri... per la legge Pecorella che ha tagliato le gambe ai pm.
...per aver mandato via Luttazzi, Biagi e Santoro.
...per non essermi mai presentato in tv in un dibattito pubblico.
...per i tanti condoni edilizi che ho fatto e per quelli fiscali.
...per aver cambiato la legge elettorale senza averlo detto a nessuno.
...per aver mentito ai giudici o aver inventato appuntamenti con finti politici per non presentarmi in aula.
...per aver giurato sulla testa dei miei figli di essere innocente.
...per i falsi conti di Tremonti.
...per l’articolo 18 e per aver inventato un finta cimice nel mio ufficio.
...per aver dato dei coglioni agli elettori.
...per aver salvato più volte Rete4, ma si sa che le telenovelas sono importanti.
...per quello che è successo a Genova durante il G8.
...per il progetto del ponte sullo stretto.
...per aver parlato al telefono delle veline da piazzare e per aver fatto organizzare ad arte le trasmissioni di Vespa.
...per aver chiamato capò il rappresentate tedesco a Strasburgo e per aver danneggiato l’immagine dell’Italia all’estero.
...per la legge sulle rogatorie internazionali, ma dovevo bloccare alcuni documenti.
...per aver avuto uno stalliere mafioso, per non aver mai detto da dove venissero i miei soldi e per aver corrotto finanzieri.
per aver pianto finte lacrime davanti ai clandestini e per aver respinto poveri immigrati in mare.
...per le leggi razziste che ha fatto il governo... per la Bossi-Fini.
...per la legge Cirami sul legittimo sospetto, ma avevo dei processi un po' scomodi.
...per aver danneggiato la scuola pubblica e per aver azzerato i fondi alla sanità pubblica.
...per tutti i debiti che non ho mai pagato.
...per la legge fatta per far comprare i miei decoder.
...per aver avuto come migliori amici Bush e Putin e per aver fatto partecipare l'Italia a guerre vergognose.
...per aver calpestato più volte la costituzione.
...per il decreto salva manager per poter salvare i miei amici e magari mettermi al riparo per il futuro.
...per avervi tolto ogni libertà, piano piano, ma ve l’ho tolta.
Chiedo scusa per… queste parole che non dirò mai…
Ragazzi ora potete accendere le telecamere…
Carissimi sudditi... qui è il vostro amato imperatore unico che vi parla da Milano5, sede del telegoverno, davanti ai 10 grandi elettori della camera unificata, parlo a voi che mi state guardando dai vostri minischermi obbligatori… ricordate che il vostro presidente vi guarda sempre… sorrisi sempre splendenti che al resto ci pensiamo noi… cioè io."

...un incubo...
martedì 26 maggio 2009 0 vostri commenti

Morti sul lavoro. Tragedia a Cagliari

Continua ad allungarsi la vergognosa lista dei morti sul lavoro. Oggi pomeriggio l'ennesima tragedia è avvenuta a Cagliari presso la raffineria Saras della famiglia Moratti. Tre persone, dipendenti di una ditta esterna, hanno perso la vita mentre lavoravano alla pulizia di un serbatoio dell'impianto di desolforazione. Ancora una volta il mondo del lavoro piange delle vittime, ancora una volta nel nostro paese delle persone sono morte mentre facevano il loro mestiere... in questi momenti il pensiero va ai famigliari degli operai.
0 vostri commenti

Cossiga addolorato per Berlusconi


"Mi addolorano i veleni gettati sul premier e sulla sua famiglia" ha dichiarato Cossiga in soccorso dell'amico premier... io direi che addolora ancora sentire parlare uno come Cossiga dopo tutte quello che ha fatto a questo paese... da Gladio all'affare Moro... per non parlare delle sue ultime dichiarazioni sugli studenti... "Maroni dovrebbe fare quel che feci io quand’ero ministro dell’Interno. In primo luogo, lasciare perdere gli studenti dei licei, perché pensi a cosa succederebbe se un ragazzino rimanesse ucciso o gravemente ferito… Lasciarli fare (gli universitari, ndb). Ritirare le forze di Polizia dalle strade e dalle Università, infiltrare il movimento con agenti provocatori pronti a tutto, e lasciare che per una decina di giorni i manifestanti devastino i negozi, diano fuoco alle macchine e mettano a ferro e fuoco le città. Dopo di che, forti del consenso popolare, il suono delle sirene delle ambulanze dovrà sovrastare quello delle auto di Polizia e Carabinieri. Nel senso che le forze dell’ordine non dovrebbero avere pietà e mandarli tutti in ospedale. Non arrestarli, che tanto poi i magistrati li rimetterebbero subito in libertà, ma picchiarli e picchiare anche quei docenti che li fomentano. Soprattutto i docenti. Non dico quelli anziani, certo, ma le maestre ragazzine sì… questa è la ricetta democratica: spegnere la fiamma prima che divampi l’incendio"... ecco dobbiamo ancora ascoltare questa gente? Direi che sono interviste... visto che le leggi e le commissioni di inchiesta non hanno avuto il potere di inquisirle queste persone vanno lasciate sole con se stesse... neanche con la loro coscienza che li ha lasciati da un bel po'.
0 vostri commenti

Anno zero. Moratti for President



... perché parlare di persone che non sono presenti... perché parlare delle condanne del premier in TV... non si deve parlare degli assenti, non fa parte delle regole della democrazia, ci vuole sempre un contradditorio... EH!?!?!?!
Contradditorio? Con chi? Con una persona che non si presenta in Tv per un dibattito da oltre 5 anni, con una persona che accetta di andare solo negli studi del sacrestano Vespa naturalmente in puntate organizzate (vedere le intercettazioni), con una persona che non accetta di farsi processare. Cosa si dovrebbe fare secondo il genio incompreso della Moratti andare in Tv e parlare del suo taglio di capelli... lasciare perdere tutto ciò che riguarda il premier perché è assente... allora i palinsesti dovrebbero essere azzerati, fermo immagine di qualche bel paesaggio italiano e una bella musichetta...
Poi logicamente perché non sparare su Travaglio... due condanne!!! Vergogna... poi non deve interessare a nessuno che non sono state condanne... che Travaglio anche se fosse stato condannato non guida una nazione, non è un politico... che lui eventualmente non avrebbe neanche potuto farsi una leggina ad personam per evitare la condanna... che i fatti giudiziari degli altri sono sempre condanne ma quelle del premier invece no, perché attenzione prescrizione non è uguale ad assoluzione (soprattutto quando è il diretto interessato ad aver abbassato i termini di prescrizione), perché attenzione che legalizzare un reato non vuol dire essere innocenti (vedere il falso in bilancio)... poi lei parla di tristezza... come diceva Totò... ma mi faccia il piacere...
0 vostri commenti

Annozero. La Moratti preferisce il silenzio



E' vero ormai dovremmo essere vaccinati per qualsiasi cosa. Abituati alle peggiori nefandezze che ci vengono propinate dalla quotidianità della nostra politica non dovremmo più stupirci...mai dire mai. Ieri sera "Anno Zero"... si parlava di infiltrazioni mafiose a Milano. Della Mafia degli appalti, nell'edilizia... della mafia presente su tutta la tratta dell'alta velocità Milano-Venezia. Presente anche il sindaco Letizia Moratti.
Chiaro che Milano non è solo ciò che di negativo si è visto ieri sera, come non lo sono le città del sud... Palermo, Catania, Napoli... sempre al centro delle cronache degli ammazzamenti mafiosi. Secondo il sindaco si dovrebbero far vedere le cose che vanno bene... non il marcio... non i problemi, quelli devono stare nell'ombra. A Milano, come nelle altre città, soprattutto se governa la destra, deve andare tutto bene... il cittadino non si deve preoccupare. In questo terreno la mafia di oggi vive e si sviluppo... nel silenzio, agisce nel silenzio, indisturbata... fa meno attentati eclatanti che attiravano l'attenzione... omicidi di persone sconosciute, intimidazioni, infiltrazioni... fare affari, affari sporchi e chi si oppone non deve nemmeno apparire.
Ieri sera nessuno ad Anno Zero ha detto che Milano è solo quello... che Milano uguale mafia... ma anche quello. La Moratti ha avuto il coraggio di dire "ma voi non siete servizio pubblico? Perché non fate vedere quello che funziona...", per quello ci sono già i politici che sicuramente non nascondono ciò che va bene facendo l'opposto con i fastidiosi problemi quelli che non devono emergere.
La concezione del servizio pubblico della signora Moratti è molto particolare... sembrava quasi stupita... ma come voi site dipendenti pubblici (ricordate) dovete essere ligi, fare servizi come i cinegiornali luce, pronti a tessere le lodi degli amministratori... Certamente vanno segnalate anche le cose che funzionano ma sicuramente la precedenza va data ai disservizi, ai crimini, ai reati e alle ruberie che purtroppo rimangono nascoste all'ombra della vanità e dell'ipocrisia dei sindaci e dei politici come la Moratti.
0 vostri commenti

Raicondicio... subito agli ordini



"Da indiscrezioni risulterebbe che le immagini mandate in onda dalla Rai, senza alcun vaglio, siano opera di una emittente locale sarda, Videolina, di proprietà' di casa Berlusconi. Questo grandioso spot elettorale deve essere chiarito al più presto: mi rivolgo quindi al presidente Zavoli e ai direttori delle testate giornalistiche per avere chiarimenti immediati sull'accaduto. Mi riservo infine un'interrogazione urgente al ministro competente", questa è la denuncia del senatore dell'Idv Pancho Pardi.
Così "mamma Rai" si appresta ad entrare nella fase calda delle elezioni. Quindi perché non ricorrere a mezzucci, pubblicità occulta. L'intervista della CNN era un appuntamento troppo importante... un avvenimento con continui contatti sia televisivi che magari via Web, quindi perché non usare le immagini di... Videolina... signori e signore, immagini da un'emittente che gravita attorno alla famiglia del premier. Un'intervista che doveva porre fine alle continue richieste della noiosissima stampa e perché non mandarla in onda con la scritta "Berlusconi presidente".
Diranno che sono dettagli... che l'opposizione si attacca a tutto... che gli italiani comunque sono dalla sua parte e che sanno già per chi votare... che quelli che ora la pensano in maniera diversa "non sanno quello che fanno"... che prima o poi passeranno tutti di la... che capiremo... che lo fa per il nostro bene... e che anche se non ci va bene... ci siamo capiti...
2 vostri commenti

La giostra delle parole. Noemigate botta... e risposta

Elio Letizia, "Noemi più volte aveva espresso il desiderio di vedere una sfilata di moda dal vivo e avevo chiesto al presidente di accontentarla. Fummo invitati a Roma. Noemi andò subito a Villa Madama. Io rimasi a palazzo Grazioli con Alfredo, il maggiordomo, con il quale vedemmo la partita dell'Italia, un'amichevole con la Grecia", sta assomigliando sempre di più ad una puntata di Jessica Fletcher... ora c'è anche il maggiordomo.

Si spiega Silvio Berlusconi, "ho visto non più di quattro volte e sempre accompagnata dai genitori"... con la giustificazione firmata aggiungerei...

Sempre Silvio..."è' vero, è stata ospite a casa mia a Capodanno insieme a tanti altri ospiti, non capisco perché debba costituire uno scandalo", chi non vorrebbe passare un capodanno col premier e le centinaia di risate finte... domanda gli invitati nel guardaroba invece degli abiti lasciavano gli avvisi di garanzia?

"Niente e nessuno mi farà tornare indietro", Veronica Lario, la signora come disse il premier, sta andando in giro come Saverio Borrelli...resistere... resistere... resistere...

Veronica Lario, "Non accetto i consigli di Emilio Fede"... sui numeri da giocare o sul divorzio?

Secondo la Prestigiacomo "lui ha bisogno della famiglia. Spero che non si separino, per Berlusconi la famiglia è un grande rifugio"... in effetti si era messo Mangano in casa per avere la "famiglia" come rifugio...

Daniela Santanché , "Veronica ha fatto un danno agli italiani"... la Santanché lo fa tutte le volte che appare in TV a parlare... oddio parlare...

Barbara Saltarmartini. "la sinistra utilizza le donne, infangandole e attaccandole, per colpire il presidente Berlusconi"... beh direi che un passo avanti lo ha fatto prima mangiava i bambini...
lunedì 25 maggio 2009 2 vostri commenti

Le ultime di Silvio...

"Carcere per chi rovina centri storici"... e se iniziassimo da chi ruba e non si fa processare occupando da fuorilegge la presidenza del Consiglio?

"Città come Tokio e Pechino, non c'è un mozzicone, una plastica, una carta, scritte sui muri. Anzi c'era una legge, cambiata qualche mese fa, con cui chi deturpava le strade veniva punito con delle nerbate"... in città come Tokio che sbaglia si dimette, chi ruba va in carcere, chi perde non si ripresenta... per quanto riguarda Pechino beh più che le nerbate chi scrive sui muri rischia qualcos'altro... dettagli per il presidente... ma a Pechino non sono comunisti? Dimenticavo quelli che fanno fare soldi come Putin vanno bene...

"Purtroppo, dopo 15 anni di incuria e di degrado della sinistra, non basta certo un anno di lavoro per risolvere la situazione del decoro e della pulizia dei luoghi pubblici", ha dichiarato l'imperatore riferendosi alla situazione di Roma e di altre città... pare che abbia incolpato alcune frange della sinistra estrema per la contestazioni di Maldini ieri al Meazza.
2 vostri commenti

Il ministro Brambilla sugli immigrati


Non sono finiti ancora i festeggiamenti per il suo incarico come Ministro del Turismo che Michela Brambilla vuole entrare di prepotenza nella giostra delle dichiarazioni dei membri del governo... quindi cosa c'è di meglio dell'appoggiare i provvedimenti razzisti e disumani del governo. Per il neoministro l'immigrazione "dilaga ovunque, e non mi riferisco soltanto a chi sbarca a Lampedusa ma anche ai moltissimi che entrano via terra. Ecco, questo dilagare contribuisce ad alimentare un clima di insicurezza nelle grandi città', a causa della microcriminalità' diffusa: scippi, furti, rapine"... ma come non era col centro-sinistra che le città erano meno sicure? I cittadini non potevano uscire di casa? Le ville erano prese d'assalto ogni giorno?
E aggiunge... "i visitatori cambiano meta, i tour operator dirottano i clienti su altre destinazioni meno insicure. Sono le imprese turistiche a segnalarci episodi critici o il degrado di certi quartieri"... come mai al ministro non vengono in mente i problemi legati al turismo che il decreto del governo sulla casa porterà... villette espanse... costruzioni sempre più invasive ai danni della natura... forse i turisti amano il cemento? Come mai al ministro non viene in mente che in Italia abbiamo dei prezzi vertiginosi nei nostri stabilimenti balneari... forse non vuole perdere una buona parte dell'elettorato pidiellino... Non parliamo di alcuni provvedimenti di sindaci che fanno scappare la voglia di entrare nei centri storici dei alcune delle nostre città... l'immigrazione è una problematica da affrontare a livello globale, europeo argomento troppo serio per essere preso minimamente in considerazione dalla signora Michela Brambilla una che si è sudata il posto...
0 vostri commenti

Rete4 richiamata all'ordine... multa ridicola



DELIBERA
Le emittenti radiotelevisive pubbliche e private sono richiamate ad attuare l’immediato riequilibrio dell’informazione, assicurando la presenza equilibrata di tutte le liste concorrenti ed evitando la sovraesposizione del Governo, nel rispetto di quanto previsto dalle norme legislative e regolamentari richiamate nelle premesse della presente delibera
ORDINA
Alla società R.T.I. Reti Televisive Italiane S.p.A., esercente l’emittente televisiva in ambito nazionale “Rete 4”, con sede in Roma, Largo del Nazareno n. 8, di di provvedere nelle edizioni del notiziario TG4 all’immediato riequilibrio dell’informazione politica tra tutte le liste partecipanti alla campagna elettorale, evitando, altresì, la sovraesposizione del Governo, nel rispetto di quanto previsto dalle norme legislative e regolamentari richiamate nelle premesse della presente delibera .

Queste le due delibere dell'Agcom che ha richiamato all'ordine tutte le reti televisive che stanno facendo campagna elettorale a senso unico a sostegno del governo in maniera palese o velata. Ancora più nello specifico va il provvedimento contro Rete4 multata e alla quale viene ordinato di riequilibrare l'informazione durante il TG4.
Già viene da ridere a sentire associare la parola informazione al telegiornale di Emilio Fede, inoltre il ridicolo continua se si pensa al fedele compagno del presidente del consiglio costretto a riparare... più volte sono stati fatti richiami, multe e riprese da parte dell'autorità. Niente ha smosso il direttore sempre in prima linea, anzi più volte ha anche preso in giro e deriso la stessa autorità.
Questi provvedimenti sono ridicoli... non vanno a scalfire minimamente il livello di informazione nel nostro paese... vogliamo parlare di Vespa che più volte ha ospitato il premier senza possibilità di confronto... magari con tanto di scrivania e soubrette pronte a sbavare per il capo... faccia il piacere l'autorità si tenga questi provvedimenti ridicoli... 180 mila euro di multa (probabilmente il premier li tiene nel portafoglio) è una cifra irrisoria e offende ancora di più la dignità della democrazia che non deve essere difesa da multe ridicole ma da provvedimenti che ci ridiano un'anima da paese civile.


2 vostri commenti

La giostra delle parole. Noemigate

"Berlusconi faccia chiarezza. Non si può sottrarre alla legittima richiesta che viene dai media", Famiglia Cristiana attacca il premier per il caso Noemi... nella speranza che lo esorti anche ad entrare prima o poi in un'aula di tribunale.

"I genitori di Noemi non c'entrano niente. Il legame era proprio con lei. È nato tra Berlusconi e Noemi.", Gino ex fidanzato di Noemi. Pare che i fratelli Vanzina abbiamo già comprato i diritti della storia per il prossimo film di Natale.

Sempre l'ex fidanzato..."Noemi mi dice che, in quell'agenzia di Roma, va Emilio Fede e si porta via questi "book", mica soltanto quello di Noemi. Non lo so, forse gli servono per i casting delle meteorine"... certo che gli amici si vedono nel momento del bisogno.

Continua Gino... "Era pomeriggio, le cinque o le sei del pomeriggio, Noemi stava studiando. Berlusconi le dice che ha visto le foto; le dice che è stato colpito dal suo "viso angelico", dalla sua "purezza"; le dice che deve conservarsi così com'è, "pura""... d'altra parte è l'unto del signore a parlare...

"Una sera, Emilio Fede e Berlusconi insieme hanno chiamato Noemi. Lo so perché ero accanto a lei, in auto. Ora non saprei dire perché il presidente le ha passato Emilio Fede, non lo so"... e fu così che il gatto e la volpe portarono Pinocchio davanti al campo dei miracoli...

"La via per affermarsi o addirittura per rappresentare il paese non può passare attraverso il mondo dello spettacolo" qualcuno avvisi Don Sciortino, direttore Famiglia Cristiana, che è residente in Italia.

"Mi accusano di aver mentito? Allora, reagirò, spiegherò esattamente com'è la situazione e avrò ancora una volta tutti gli italiani con me; e ancora una volta quest'accusa sarà un boomerang per coloro che me l'hanno rivolta", parola di Silvio alla CNN... si sa che le cazzate più grosse vanno sparate fuori dai confini.

"Trovo indegno il comportamento di chi entra in una vicenda privata per farne motivo di attacco politico. Per il resto la stampa italiana, e soprattutto due giornali della sinistra, avevano illustrato la mia partecipazione a una festa di compleanno di una famiglia amica, ed era il compleanno dell'unica figlia che compiva 18 anni. Anche mia moglie è caduta in questo errore e ha creduto a quanto comunicato da questa stampa"... povero Silvio... noi sudditi ingrati e indegni di stare al suo cospetto...

Berlusconi sull'economia..."La crisi è grave e la paura c'è ancora. Ma è una paura dovuta, per esempio in Italia, ai media e soprattutto alla sinistra, che cantano ogni giorno la canzone del pessimismo e del catastrofismo. Questo è contro l'interesse del Paese, contro l'interesse di tutti noi, anche contro il loro interesse. Ma purtroppo continuano a comportarsi così"...presto sarà pronto il decreto Unieuro per accompagnare il paese nell'era dell'ottimismo.

Berlusconi sugli immigrati..."Le sembra umano prendere queste persone e metterle in un centro alcuni mesi in condizioni di non libertà per poi rispedirli indietro? Io penso che sia più umano riportarli là da dove sono partiti e consegnarli alle agenzie dell'Onu che verificheranno sul posto se sono nelle condizioni di poter chiedere asilo"... peccato che la sia la Libia, peccato che in Libia non sia così semplice ottenere il diritto di asilo, peccato che gli uffici dell'Onu siano frequentati pochissimo a differenza delle prigioni lager istituite da Gheddafi... peccato che la parola umano Berlusconi dovrebbe smettere di usarla.

"L'opposizione non è necessaria, non è indispensabile per fare le riforme"... questa l'ha detta Silvio o Benito...
venerdì 22 maggio 2009 0 vostri commenti

La giostra delle parole. L'impero della follia


"Avete un governo che per la prima volta è retto da un imprenditore e da una squadra di ministri che sembrano membri di un Cda per la loro efficienza. Dobbiamo però fare i conti con una legislazione da ammodernare perchè il premier non ha praticamente nessun potere e dovremo arrivare ad un ddl di iniziativa popolare perché non si può chiedere ai capponi e ai tacchini di anticipare il Natale", Berlusconi alla Confindustria... gli italiani sono pregati di recarsi alle urne per esprimere il proprio consenso alla lista unica "Il Biscione".

Secondo Berlusconi il presidente del Consiglio "non ha nessun potere perché la Costituzione è stata scritta dopo il ventennio fascista e quindi tutti i poteri sono stati dati al Parlamento e non al premier"... certo che questi partigiani hanno veramente rotto... effettivamente il premier ha pochi poteri non è riuscito a fare una legge per trasformare i tribunali in bivacchi... per ora.

Sempre il premier dichiara, "quando si votano centinaia di emendamenti nessuno sa che cosa si stia votando. Come si vota? si guarda il capogruppo che indica con il pollice se si vota così. Diranno che offendo il Parlamento, ma questa è la pura realtà". Bene ora siamo più tranquilli... peccato che a tutti torni la memoria quando c'è da votare un provvedimento che interessa l'imperatore... vedere ad esempio il lodo Alfano... solo qualche giorno...

Il Parlamento è "pletorico e controproducente"... questo messaggio riportavano i cinegiornali Luce, il duce sarà in piazza alla stessa ora... si raccomanda la partecipazione "volontaria".

"Ieri sera la presidente di Confindustria è venuta a trovarmi a Palazzo Chigi e un commesso mi ha detto: 'C'è di là una velina'. Era la presidente, era in gran forma, elegante, tutta vaporosa perché aveva una cena: sembrava volasse sui tappeti di Palazzo Chigi"... poveri commessi non ci capiscono più niente non riescono più a distinguere i nani dalle ballerine, le ballerine dalle veline, le veline da Franceschini, Franceschini dalla Marcegaglia e la Marcegaglia da Brunetta... fermato l'altra sera perché scambiato per una minorenne.

Un po' risentita dichiara la Marcegaglia..."Non ho niente contro le veline e quando si hanno 40 anni fa anche piacere sentirsi dire di essere come una velina. Ma preferisco essere considerata come ha detto Bonanni, una persona seria, onesta e libera che sta portando avanti un lavoro concreto"... perché Noemi non sta portando avanti un lavoro concreto?

"La tenda inebetisce, massacra il morale, riduce l'intelligenza a zero e il corpo vitale di un lavoratore ad oggetto da assistere. Mangiamo bene tre volte al giorno, ci fanno fare la doccia e i bagni sono disinfettati due volte al dì... Le guardie ci controllano, gli infermieri ci aiutano e noi siamo lì reclusi e beati. Gente a cui il destino ha offerto prima della morte una vacanza, magari di merda, per un sacco di tempo", commenta l'architetto Antonio Perrotti leader di uno dei comitati nati nelle tendopoli in Abruzzo... se questi sono uomini qualcuno scrisse... ma il governo prima o poi riferirà a Porta a Porta.

La giunta comunale dell'Aquila esorta con un provvedimento i cittadini a costruire da soli e a proprie spese delle strutture in legno o altro materiale vicino alle case... "Non potevamo comportarci diversamente, abbiamo necessità di restituire un po' di vita alla città e di rispondere alle esigenze minime e urgentissime" il commento di un consigliere comunale... scusate ma non venivano dall'estero per vedere la nostra efficienza o mi sono perso qualcosa?

Montezemolo sui possibili licenziamenti Fiat, "Non mi sembra il caso di parlarne prima che l'accordo vada in porto. Ne parliamo, come si dice in gergo, a bocce ferme"... ma le bocce che girano a vuote nel suo cervello qualcuno è in grado di fermarle? Forse si riferiva alle bocce degli operai che girano da parecchi anni...

Nelle pagine dell'ultimo libro di Vespa Berlusconi dichiara che Mills "era uno dei tantissimi avvocati di cui all'estero si era servito occasionalmente il gruppo Fininvest. Io non ricordo di averlo mai conosciuto"... nella prima stesura del libro la frase finiva con "scusate ma ora devo andare a cena con Topolino"... internare prego internare...
2 vostri commenti

Il barbatrucco di Berlusconi


La politica del barbatrucco. Una soluzione ingegnosa, un colpo d'astuzia per ingannare, una magia per arrivare dove normalmente non si potrebbe giungere.
"Resta di stucco, è un barbatrucco ...", così dicevano i Barbapapà ma potrebbe essere anche l'inizio di un comizio di Berlusconi... "il popolo non mi deve vedere affaticato, non devono vedere le rughe, non devono vedere che sono vulnerabile, ricordati Silvio apparire apparire sempre apparire"... quindi ecco li il barbatrucco, un dischetto di trucco nascosto nel fazzoletto... tanto ora fa caldo... il premier si può asciugare un pò di sudore... "io non invecchierò mai".
Questa è la società dello spettacolo, questo è il risultato del berlusconismo come ha ridotto questo paese, dove è importante apparire piuttosto che essere. Dove i fatti non sono più importanti, l'importante è il venditore abile a raccontare la balla di turno, abile a mostrarsi forte per proteggere la nazione dai "cattivi". Un condottiero giovane che deve far sentire il popolo al sicuro.
Questo è diventata la politica... un dischetto di trucco che esce da un fazzoletto... nascondere i problemi alla gente, che non deve sapere, che non deve informarsi, che deve fare il compitino quotidiano... alzarsi alla mattina, andare a spendere i soldi della colazione, lavorare lavorare lavorare lavorare, fare poca pausa possibilmente e tornare al lavoro, dire sempre di si ai superiori ai dirigenti, dimenticarsi il verbo ribellarsi, prendere l'utilitaria comprata dalla fabbrica nazionale, consumare un po' di sana benzina, spendere soldi al supermercato, comprare qualche prodotto del premier, magari nella libreria del premier, arrivare a casa accendere la TV... seguire i TG del premier sulle reti del premier... controllare i documenti del conto corrente nella banca del premier, sedersi sulla poltrona e aprire il giornale del premier... guardarlo in TV che parla come il messia, come colui che ci porterà fuori dal nostro Egitto... guardarlo bene mentre si porta il fazzoletto al viso... essere in pensiero per lui che suda per il bene della nazione... come è giovane il nostro premier... cosa stava dicendo? Mah non importa... l'importante e vederlo... noi non dobbiamo fare troppe domande.
giovedì 21 maggio 2009 0 vostri commenti

Vendola invita Gasparri a...



Finalmente uno che riporta il nostro pensiero a Gasparri e compagnia...
0 vostri commenti

Mazza e Minzolini a Ra1 e Tg1... il premier mette in campo l'artiglieria


Augusto Minzolini al Tg1.
Mauro Mazza a Rai1.
Scampato il pericolo della presenza della bava di Belpietro al telegiornale della prima rete pubblica. Siamo salvi? Pernsavo di si, ma andando a cercare qualche informazione sul signor Minzolini, ora editorialista a "La Stampa", ho notato com piacere che attenzione attenzione qualche mese fa era in corsa per diventare il portavoce per Berlusconi. Beh direi che ha raggiunto l'obiettivo, più portavoce di Tg1 direi che non si trova niente in giro... è stato anche rubrichista a Panorama e nel 1995 rinviato a giudizio per diffamazione nei confronti di Violante... ci aspettano giorni pesanti... l'artiglieria è entrata in campo. Effettivamente Belpietro era troppo evidente questo entra anonimo al grosso del pubblico.
Alla direzione di Rai1 va Mauro Mazza un po' più conosciuto dell'altro... ex direttore del Tg2 che lui stesso ha più volte definito vicino al centrodestra... che altro aggiungere... elezioni vicine... direttori vicini...
Effettivamente l'informazione è in mano ai comunisti....
2 vostri commenti

La giostra delle parole. Il caso Mills.

"Qualcuno mi consiglia di evitare in questi giorni il Parlamento", Silvio Berlusconi. Veramente un folto gruppo di italiani vorrebbe che il premier evitasse di stare in Italia.

"Su questo non possiamo seguirlo", dichiarazione di Umberto Bossi interpellato sulle esternazioni del premier sui giudici. Tanto le leggi razziali che la lega voleva le ha ottenute...

Secondo il presidente della Camera Fini, "il Parlamento non c'entra niente con il processo di Milano", ma dove è stato negli ultimi 15 anni.

"A due settimane dalle elezioni c'è un attacco politico ad orologeria e Silvio Berlusconi risponde con il calore e l'umanità che gli sono propri ma subito si legge sui giornali dello 'sfogo', 'dell'ira' del premier", parole di Paolo Bonaiuti... si risponde con calore e umanità a Vespa ma se ci facesse il piacere di presentarsi ogni tanto in qulache aula del tribunale.

"E' inaccettabile che da parte di esponenti politici e di rappresentanti del governo vengano rivolte invettive e accuse di carattere personale nei confronti dei componenti del collegio del tribunale di Milano ed in particolare del suo presidente" reagisce la Anm... forse si è dimenticata di essere in Italia.

"La governabilità del paese va anteposta alla conclusione di una vicenda processuale che è stata cristallizzata sospendendo i termini per la prescrizione"...sottolinea Nicolò Ghedini... un vero politico che porta avanti gli ideali per i quali ha combattuto una vita intera... il diritto alla parcella.

Per Cicchitto ''Oggi vale il lodo Alfano perché altrimenti subiremmo una destabilizzazione totale di tutto il sistema politico italiano in un momento delicatissimo'', è come qualndo giocavamo da piccoli che si diceva "pugno" per fermare il gioco e le regole... solo che qui è in ballo la democrazia.

"Ho trovato un grande senso di indignazione perché la gente si aspetta che i politici si occupino dei problemi delle persone, della crisi Berlusconi non ha trovato due minuti di tempo per venire in aula a parlare dei problemi degli italiani, vuole venirci per autoassolversi e sollevare un polverone politico", dichiara Dario Francheschini... quando il Pd troverà due minuti per portare insieme a tutta la sinistra la gente in piazza, non basta la sua indignazione per sconfiggere Berlusconi servono fatti.

Antonio Di Pietro, "Siamo pronti a una mozione di sfiducia se Berlusconi riferirà in Parlamento. Berlusconi come tutti gli italiani deve andare a difendersi in tribunale"... ma il re non si può abbassare a tanto... i tribunali sono per i poveri, per i ricchi ci sono i talk show.

Mills. "Quando il caso sarà chiuso certamente parlerò. Sono deluso e sorpreso ma faremo appello, e l'appello ha un'eccellente prospettiva di successo, ma non voglio aggiungere altro oltre al fatto che sono deluso e sorpreso"... nel frattempo attende le ultime rate da Arcore.
0 vostri commenti

Inviamo una mail a Napolitano...5 domande.

Cinque Domande

Riempiamo di mail il presidente della Repubblica. Questa l'iniziativa di Beppe Grillo per porre 5 domande a Napolitano...

PRIMA DOMANDA
Perché ha firmato il Lodo Alfano che consente l'impunità a Silvio Berlusconi nel processo Mills?
SECONDA DOMANDA
Perché non si è auto escluso dal Lodo Alfano dato che non risultano reati a lei imputati?
TERZA DOMANDA
Perché ha firmato il Lodo Alfano in un solo giorno quando invece poteva rimandarlo alle Camere?
QUARTA DOMANDA
Perché ha firmato il Lodo Alfano senza consultare la Corte Costituzionale per un parere preventivo?
QUINTA DOMANDA
Perché ha firmato il Lodo Alfano sapendo che in precedenza era stato bocciato dalla Corte Costituzionale il Lodo Schifani che del Lodo Alfano è una fotocopia?

Io l'ho fatto. Dobbiamo continuare a "rompere le scatole" a tutti, sempre e in ogni posto. Farci sentire in tutte le maniere possibili. Intasiamo la mail del Presidente della Repubblica.
Basta cliccare sul banner sopra il post e seguire le istruzione del blog di Grillo.
Il banner delle "5 domande a Napolitano" rimarrà sul mio blog comunque nella parte destra... cliccate gente... inviate gente... facciamoci sentire.
mercoledì 20 maggio 2009 0 vostri commenti

L'ira funesta di Silvio contro Repubblica


Avete più di 70 anni?
Possedete qualche televisione?
I capelli vi stanno lasciando?
Solitamente vi fate vedere in giro a feste con minorenni?
Partecipate ai party vestito come "sberla" dell'A-team?
Non volete sentire nemmeno nominare la parola vecchiaia?
Chiamate vostra moglie "la signora"?
Avete costruito nel vostro giardino un mausoleo gigante... forse per compensare qualcosa.
Ogni mattina quando vi guardate allo specchio, salendo sullo sgabello, vi sentite l'unto del signore?
Smentite ogni dieci secondi quello che dite?
I due vostri migliori amici sono un cowboy ignorante del Texas e un ex kgb che ama le arti marziali?
La vostra futura ex-moglie ha detto che state male?
Usate le leggi per i vostri scopi?
Avete costruito il vostro impero sulla TV invadendo le case degli italiani ma non volete dare spiegazioni agli italiani?
...ma soprattutto avete il 75% degli italiani dalla vostra parte?

Allora siete tranquilli perché nessuno e soprattutto la stampa potrà mai farvi domande, mettervi in difficoltà... nessuno mai... soprattutto se le domande sono queste...

1. Quando e come Berlusconi ha conosciuto il padre di Noemi Letizia, Elio?

2. Nel corso di questa amicizia, che il premier dice «lunga», quante volte si sono incontrati e dove e in quale occasioni?

3. Ogni amicizia ha una sua ragione, che matura soprattutto nel tempo e in questo caso – come ammette anche Berlusconi – il tempo non è mancato. Come il capo del governo descriverebbe le ragioni della sua amicizia con Benedetto Letizia?

4. Naturalmente il presidente del Consiglio discute le candidature del suo partito con chi vuole e quando vuole. Ma è stato lo stesso Berlusconi a dire che non si è occupato direttamente della selezione dei candidati, perché farlo allora con Letizia, peraltro non iscritto né militante né dirigente del suo partito né cittadino particolarmente influente nella società meridionale?

5. Quando Berlusconi ha avuto modo di conoscere Noemi Letizia?

6. Quante volte Berlusconi ha avuto modo di incontrare Noemi e dove?

7. Berlusconi si occupa dell’istruzione, della vita e del futuro di Noemi. Sostiene finanziariamente la sua famiglia?

8. E’ vero, come sostiene Noemi, che Berlusconi ha promesso o le ha lasciato credere di poter favorire la sua carriera nello spettacolo o, in alternativa, l’accesso alla scena politica e questo «uso strumentale del corpo femminile», per il premier, non «impoverisce la qualità democratica di un paese» come gli rimproverano personalità e istituzioni culturali vicine al suo partito?

9. Veronica Lario ha detto che il marito «frequenta minorenni». Al di là di Noemi, ci sono altre minorenni che il premier incontra o «alleva», per usare senza ironia un’espressione della ragazza di Napoli?

10. Veronica Lario ha detto: «Ho cercato di aiutare mio marito, ho implorato coloro che gli stanno accanto di fare altrettanto, come si farebbe con una persona che non sta bene. E’ stato tutto inutile». Geriatri (come il professor Gianfranco Salvioli, dell’Università di Modena) ritengono che i comportamenti ossessivi nei confronti del sesso, censurati da Veronica Lario, potrebbero essere l’esito di «una degenerazione psicopatologica di tratti narcisistici della personalità». Quali sono le condizioni di salute del presidente del Consiglio?
3 vostri commenti

Europee 2009. Una campagna fantasma.

Qualcuno si è accorto di essere in campagna elettorale?
Soliti dibattiti con personaggi politici che magari spaccano il video, che possono attirare il grande pubblico, che possono fare audience. Il 6 e il 7 giugno andremo a votare per l'Europa ma nei dibattiti televisivi non si parla di futuri provvedimenti da prendere in sede europea. Una volta esisteva tribuna politica, gestita da un giornalista che di fronte ad una platea con tutti i rappresentati dei vari partiti italiani iniziava con una serie di domande di politica.
Cosa volete fare per il mezzogiorno?
I salari dei lavoratori?
Le tasse dei dipendenti?
Come affrontare la crisi?
Serve o non serve il federalismo?
Quali provvedimenti deve prendere l'Unione Europea? Quale il suo futuro?
C'è una reali integrazione?
Insomma domande concrete seguite da risposte concrete. Invece niente di tutto ciò. Appaiono alcuni partiti, spariscono quelli meno rappresentativi. Ancora una volta il premier non partecipa ad un dibattito fregandosene delle normali regole democratiche.
Questa l’Italia, questa anche quella che si è vista ieri sera a Ballarò con un Gasparri carico della sua solita arroganza messo alle corde da Tabacci, attenzione attenzione, un ex democristiano, sull'argomento "Mills"...
...“Scusa Gasparri ma tu dove eri nel 1992 a tirare le monetine o a difendere quelli come me, politici della prima Repubblica?”
Ebbene si Gasparri tirava le monetine, faceva parte ancora del Msi e saliva sui banchi del Parlamento per gridare contro i ladri. Ora invece cosa fa? Difende a spada tratta, come tutti i suoi amici, il premier dall’attacco come detto da lui “dei giudici di magistratura democratica”… il triplo salto mortale è servito… sostiene che il premier debba avere il diritto di ricusare il giudice, dicendo in questo caso una doppia stupidaggine perché intanto il suo amico di Arcore non si farà processare grazie al Lodo Alfano. Per Gasparri c'è un disegno politico dei magistrati, insomma la solita storia... il presidente del consiglio è gi stato più volte dichiarato innocente secondo lui, balle su balle su balle, innocente è chi non ha fatto niente lui è stato prescritto oppure non processabile perché il reato da lui commesso è diventato "non reato" grazie ad una sua legge...mio dio che tristezza quando mi ripeto questa cosa... liberateci nos a malo...
2 vostri commenti

Sondaggio chiuso. Veltroni prossima compagna del premier

Forse era un risultato scontato... forse no. Gli avversari erano di elevato valore. Emilio Fede ha gettato la spugna solo all'ultimo. Vedo già la nuova coppia passeggiare per Portofino, con la bandana in testa, Apicella al seguito per la serenata galante e... Veltroni guardare negli occhi e dire... "tu si che se il miglior esponente dello schieramento che prima mi era avverso!"... via mano nella mano.
2 vostri commenti

Il trasformismo di Fini


Fini sta cercando di stupire…
Sta cambiando schieramento…
E’ impazzito…
E’ il sosia…
No. Niente di questo, credo che l’ex leader di AN stia cercando di dar vita a qualcosa di nuovo per staccarsi da Berlusconi. Probabilmente ha capito che il fatto di essere stato messo alla presidenza della Camera ha significato la scomparsa dalla scena politica dei dibattiti, meno visibilità e quindi perdita di consensi logicamente tutto a vantaggio del premier. Si è reso conto forse che l'incarico istituzionale che gli è stato affidato non era arrivato come encomio ma bensì come isolamento... come allontanamento dalla sua ciurma di ex fascisti, arruolati nel Pdl e che ora si spintonano per difendere per primi il padrone di Arcore.
Forse Fini si è accorto che Silvio continua a spararle grosse e sempre di più e che magari per lui potrebbe esserci una nuova via politica... in fondo in fondo il Pd non sta sfondando, qualche malcontento nel Pdl per le dichiarazione e la vita del premier è presente...quindi cosa fare... tirarsela da supercentrista... fare qualche dichiarazione a favore dello stato laico... indignarsi per i respingimenti... prendere posizioni sulla bioetica… disappunto per alcune azioni del governo per il terremoto... le posizioni sul caso Englaro… un grande partito di centro con tendenze a desta.
Il centro sinistra è avvisato l’entrata in scena nel panorama politico di uno come Fini è in grado di strappare consensi da una parte e dall’altra provate ad immaginare una maggioranza berlusconiana e una opposizione un movimento con a capo Fini… nemmeno il peggiore film dell’orrore potrebbe prospettare una trama simile.
martedì 19 maggio 2009 0 vostri commenti

Scontri a Torino per un finto G8


Come era logico che accadesse in queste ore stanno avvenendo scontri in piazza a Torino.
Le immagini che girano per il web fanno tornare alla mente le giornate vissute nella mia città. Tra le dichiarazioni di questa mattina si poteva leggere "non sarà un'altra Genova", invece ecco servite le immagini di poliziotti che trascinano manifestanti.
Quello che mi viene in mente è che ci sia un disegno per esasperare i toni, per far apparire i manifestanti come violenti, per far vedere all'opinione pubblica che alla fine serve un governo forte, un governo che può fare tutto ciò che vuole...dalle leggi vergogna fino a calpestare i diritti umani... ma la cosa importante che sia un governo dell'ordine. Chi sta dalla parte del dissenso deve sempre apparire un facinoroso, un violento, uno che vuole il disordine. Passeggiando per le strade delle città si sento discorsi delle persone che se la prendono col sistema si sento frasi del tipo..."Così non si può più andare avanti!"..."Bisogna fare qualcosa!"...poi appena ci sono manifestazioni (in questo discorso non rientrano il Black Block di tendenze fasciste che agiscono solo per distruggere i movimenti) sono i primi che magari esortano all'ordine, si spazientiscono se i vigili fanno cambiare percorso alle macchine...
Il disegno a volte sembra chiaro. Altrimenti non vedrei alcun motivo per chiamare G8 dell'Università una riunione tra Rettori di varie Università del mondo. I governo ormai sanno che la gente è stufa di vedere pseudo-governanti o rappresentanti delle classi dirigenti che si chiudono nei palazzi storici delle città a discutere su provvedimenti che non attueranno mai, a fare dichiarazioni che poi verranno smentite nei fatti. Prendete ad esempio l'Italia. Che senso ha fare un "G8" del genere in un paese dove il governo attuale ha tagliato gli investimenti nella ricerca, dove da anni non investiamo sui nostri studenti, dove da anni i cervelli migliori vanno all'estero. Questo non vuol dire che discutere non serve, ma vuol dire che discutere e non fare diventa una presa in giro. Provoca rabbia a studenti che pagano tasse assurde per strutture fatiscenti e servizi a volte imbarazzanti per un paese civile.
La storia insegna il partito fascista acquisì consenso nei salotti bene proprio perché all'inizio del secolo le squadracce di Mussolini scendevano in piazza per fermare i corte, per bastonare i "rossi". La storia insegna bisogna fare attenzione a non cadere nelle trappole le nostre libertà e nostri diritti sono in pericolo e la cosa peggiore è che a volte non ce ne accorgiamo neanche.

Latest Tweets

 
;