giovedì 25 febbraio 2016

Governo contronatura

"È stato un bel regalo all'Italia avere impedito che due persone dello stesso sesso cui lo impedisce la natura, avessero la possibilità di avere un figlio. Abbiamo impedito una rivoluzione contronatura e antropologica, credo sia stato un nostro risultato". 

Queste sono le parole del ministro dell'Interno Alfano. E queste invece le parole di Giovanardi,

"Se il presupposto delle unioni civili è l'amore, allora qualsiasi combinazione dovrà essere riconosciuta come tale"

Basterebbero questi due nomi per non discutere nemmeno, invece uno è un ministro e l'altro siede da troppi anni in parlamento. 
L'unica cosa contro natura in questo paese direi che è avere ancora gente come questa in parlamento e farci un governo insieme.

32 commenti:

  1. Contronatura? E loro sono contro la storia umana. E fanno ricatti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. siamo fermi Alberto, completamente fermi

      Elimina
  2. I diritti umani in Italia sono un optional.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. abbiamo perso l'ennesima occasione di parlare seriamente di una cosa importante

      Elimina
  3. C'è da inorridire a sentire questi due, pronunciare parole come antropologica e amore

    RispondiElimina
  4. Dovremmo stralciarlo questo Parlamento , non sono pronti per questa società ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sono anni luce indietro hai ragione

      Elimina
  5. In questi due imbecilli si riconoscono i cattolici.
    Ciao,fulvio

    RispondiElimina
  6. Non che l'opportunistica opposizione si sia dimostrata migliore, vigliaccamente azzeccata pure essa al carro di santaromanachiesa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. dentro ci sono tutti, hanno perso ancora una volta l'occasione di far fare a questo paese un salto in avanti, invece siamo ancora fermi

      Elimina
  7. Non solo fermi, a me sembra che si scivoli sempre un po' po più indietro...
    Emanuela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. in pratica camminiamo sul sapone... :-(

      Elimina
  8. Un mio commento? Copio e ricopio quello di emanuela rossi.
    Un salutone,
    aldo.

    RispondiElimina
  9. Adesso mi sorge un dubbio: è giovanardi ad essere alfanoso o è alfano ad essere giovanardoso? O sono tutti e due merdosi?

    RispondiElimina
  10. Sono d'accordo con te sull'artificiosità di questo governo. Riguardo le Unioni Civili..se ne parla così tanto e troppo, in confronto a quelli che sono i problemi (e le minaccie) vere che l'Italia e altre nazioni stanno subendo.. Fumo negli occhi, per non farci pensare ad altro. saremo civili quando, oltre a poter tornare a scegliere chi ci governa, potremo avere diritti come singoli individui, non come coppia. Parlando d'altro... come figlia non so se vorrei genitori dello stesso sesso, probabilmente no... ma questa è solo la mia opinione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Serena e intanto benvenuta :-) io credo che invece se ne parli poco e male e in generali di tutti gli argomenti... un governo come si deve avrebbe affrontato il problema a 360gradi occupandosi ad esempio di mettere ordine alla gestione della adozioni che sono in un vortice imbarazzante (leggere un articolo su pagina99 della settimana scorsa) ma qui in Italia abbiamo un brutto vizio cioè occuparsi delle cose raramente e male facendosi tirare come sempre la giacca come in questo caso da santa madre chiesa... che dire. Diritti da conquistare hai ragione ce ne sono tanti ma purtroppo io vedo poco impegno della società civile... a presto allora :-)

      Elimina
  11. Due mostri , eppure hanno fatto strada.
    La vignetta di Altan su l'Espresso
    Il bimbo " Papà perchè Dio ci ha dato il libero arbitrio?
    Il padre " Perchè Dio non sopporta il lieto fine.
    Quindi aspettiamoci sempre il peggio dalle scelte umane.
    Cristiana


    RispondiElimina
  12. Credo che avesse ragione Scanzi quando disse che "ncd non esiste in natura".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. nemmeno Mary Shelley poté tanto....

      Elimina
  13. xpisp(stefano)1 marzo 2016 09:06

    Il problema caro Ernest è che in Italia non si vuole mai fare le cose come vanno fatte.
    Si tira fuori un argomento e poi ci si buttano dentro più cose possibili perchè così si progredisce!
    Da anni attendo la possibilità del riconoscimento delle coppie omo(e solo per le coppie omo perchè gli etero dispongono di tutti gli strumenti).
    Il riconoscimento cosa significava?
    Significava riconoscere una diversità(nel senso positivo del termine)
    Significava dire che due persone che si amano hanno diritto di potersi curare, amare, e di veder riconosciuto diritti e DOVERI tra loro.
    Io, sono sincero, ho serie e molteplici perplessità sull'adozione.
    Primo non potrebbero accedere praticamente a nessun paese estero
    Secondo l'adozione nazionale è fortunatamente insufficiente per le richieste attuali, onestamente voi tra una coppia etero e una omo con i medesimi requisiti e le stesse teoriche capacità genitoriali a chi li affidereste?

    C'è poi la questione utero in affitto, quella che ha reso nonno, ops scusate, papà Vendola.
    Io su questa pratica ho fortissimi dubbi, sia che a praticarla siano etero che gay.
    Primo andrebbe regolamentata in maniera drastica per evitare un commercio schifoso(vi ricordo che l'adozione estera a tanti di quei paletti proprio per evitare certe cose ripugnanti che una mente normale manco immagina), poi renderla disponibile non solo a chi ha soldi...ma resterebbe comunque un dubbio.
    Il figlio non si sentirà abbandonato come capita ai figli adottivi?
    Di fatto sono bimbi abbandonati da chi li ha portati in grembo per 9 mesi, credete sia una cosa semplice?
    Recentemente ho incontrato una donna di 85 anni che è stata adottata a 6 mesi.
    Diceva che era stata fortunata, che ha avuto dei genitori meravigliosi ma che ancora oggi ha un buco, una mancanza, lei non sa da dove viene.
    Voi siete disposti a creare questo disagio?
    chi è l'egoista in questo discorso?
    Io personalmente me ne fotto del politicamente corretto e anche se non va di moda, su questo quantomeno c'è molto da parlare!

    RispondiElimina
  14. xpisp(stefano)1 marzo 2016 09:25

    mi sono perso un'h...ops!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io non credo di avere il lumino della ragione in questa vicenda. E' un argomento spinoso che andrebbe trattato da persone libere mentalmente senza condizionamenti dettati da dogmi che sappiamo tutti essere presenti nei pensieri di molti nostri politici. In Italia questo non è possibile... non lo è mai stato sappiamo il perché.
      Io credo che tutto ciò rientri nella sfera di una scelta libera delle persone, prendere decisioni sulla base di ciò che è naturale o meno non ha senso. Allora verrebbe da dire a questi signori che si mettono dietro la bandiera del super cattolico che spesso loro si muovono dettati da una fede che dal punto di vista scientifico non ha basi, eppure prendono decisioni in base a questo ma non ora da anni.
      Su una cosa hai ragione, questo paese ha perso l'ennesima occasione e non riesce mai, per i motivi che ho scritto sopra, a parlare seriamente di cose del genere.
      Tempo fa ho letto un articolo sulle adozioni da mettersi le mani nei capelli... stanno diminuendo le persone che decidono di adottare un bambino perché il percorso da fare è assurdo, i cosiddetti controlli sulla famiglia dovrebbero durare circa due mesi invece vanno oltre... non c'è vigilanza in merito e sapete perché? Esiste una commissione che da 2014 non si è MAI dico MAI riunita... Per le adozioni all'estero è ancora peggio... ci vogliono dei veri e propri capitali per adottare un bambino fuori Italia. Intendiamoci i controlli ci devono essere ma qui siamo alla follia legislativa... ci sono banche che hanno messo su dei servizi di finanziamento ad hoc per queste cose... ci sono famiglie che dopo anni di attesa rinunciano all'adozione... per non parlare del fatto che purtroppo si sta verificando un nuovo processo inverso spesso le famiglie "riportano" i bambini indietro perché non ce la fanno.
      io mi aspetterei da un paese serio un vero e propio discorso generale, ma questo da anni non lo è purtroppo e francamente penso anche la maggior parte dei cittadini... basta leggere i commenti sui social.
      un saluto

      Elimina
    2. xpisp(stefano)1 marzo 2016 10:32

      Ernest, i tempi entro cui l'Asl deve presentare una relazione al tribunale dei minori è di 6 mesi, considerando che hai vari incontri, la visita a casa, ecc un tempo che oggi dopo aver passato tutta la trafila, serve per rendersi conto di cosa si sta facendo.
      La diminuzione delle richieste(apice se ben ricordo 2006/2007) è dovuta in parte alla situazione economica.
      in molti paesi verificano la tua stabilità finanziaria, indi se non hai lavoro stabile...ciao!
      Le "restituzioni" o meglio fallimenti adottivi non sono una novità e spesso sono dovuti ad una mancanza di post.
      io dopo l'adozione continuo a fare incontri, a confrontarmi con altre famiglie.
      Serve a sentirsi compresi, da soli può essere dura, un pò come le depressioni post parto.
      Sulla scelta libera ti blocco, l'eutanasia è una scelta libera, implica la tua vita, il diventare genitori creando un bambino coinvolge un altro essere.

      PS
      sono felice di vedere che si può parlare civilmente di questo argomento.
      Sono ancora basito sul tuo silenzio/assenso sulle parole dolci rivolte alla mia persona e alla mia storia adottiva dal tuo amico Zac
      Ricordati che il silenzio ha provocato tante vittime! E ricordati di essere padre quando leggi parole che offendono un bambino e la sua storia!

      Elimina
    3. xpisp(stefano)1 marzo 2016 10:59

      Permettimi di aggiungere una nota, la CAI è l'organo che si occupa di adozioni in Italia ma è l'interfaccia tra il governo e gli enti riconosciuti i quali sono soli di fronte ai paesi dove poi si va ad adottare.
      Inoltre è previsto un rimborso spese per chi adotta all'estero.
      Tale rimborso è fermo al 2011, può essere un ulteriore motivo di calo?

      Elimina
    4. Qui ci sono alcuni spunti interessanti http://www.pagina99.it/2016/02/12/adozioni-etero-gay-o-single-una-casa-per-tutti-i-bambini/

      Elimina
    5. xpisp(stefano)1 marzo 2016 11:30

      Personalmente mi sembra un pelino generica e di parte.
      Ti do i numeri che conosco sulla mia storia.
      Quando ho fatto la domanda di adozione al tribunale di Milano(uno dei due della Lombardia) la mia domanda era circa la 1500(eravamo quasi a Novembre), l'anno precedente furono dati in adozione dal tribunale di Milano 150 bambini(che non significa 150 domande evase!)
      Posso anche dirti che il calo di domande è specialmente sull'estero per ovvi motivi economici!
      Quello che sfugge è che gli istituti sono pieni di bambini NON adottabili perchè si crede ancora (possibile anche per interesse) che ci possa essere un reinserimento in famiglia.
      Quindi siamo pieni di bimbi per l'affido(aperto ai single!) ma non per l'adozione.
      Chi dice il contrario probabilmente millanta!

      http://www.anfaa.it/famiglia-come-diritto/adozione/cose-ladozione/i-dati-delladozione/

      Elimina
  15. xpisp(stefano)1 marzo 2016 19:34

    e questo è quello che temo venga creato con l'utero in affitto:
    http://www.nontogliermiilsorriso.org/drupal/articoli-vari/ladozione-e-la-ferita-dellabbandono#.VtXgA_nhCUk

    perchè vi ricordo che di solito si dice che una donna quando vede suo figlio...
    e questo bambino si chiederà perchè sua madre non ha avuto il bisogno, la voglia di tenerlo con se!
    ma è una mia convinzione.

    RispondiElimina
  16. Iih, che ribrezzo! Persino i miei studenti americani che amano tanto l'Italia ci sono rimasti male.

    RispondiElimina

Latest Tweets

 
;