lunedì 23 ottobre 2017

Scatole vuote ma autonome

Diversi milioni di euro.
Ecco basterebbe fermarsi qui per capire quanto fa girare le scatole una spesa del genere per due referendum che si potevano evitare visto che esiste già una strada legislativa da percorrere in caso di richiesta di autonomia. 
La cosa che però di più spaventa è la via tracciata verso l'azzeramento dei principi di solidarietà,. Viviamo in un periodo in cui i muri sono all'ordine del giorno e chi sta bene, o meglio, non ci pensa nemmeno a condividere ciò che ha.
Spesso è fumo negli occhi da buttare in faccia alla gente. Autonomia non è sinonimo di funzionamento, di risparmio e di efficienza. Ultimamente badiamo sempre di più al contorno e sempre meno al contenuto o alla capacità di chi fa determinate leggi. 
Prendiamo ad esempio il nostro Sistema Sanitario Nazionale, invidiato negli anni e poi lacerato, nato il 23 dicembre del 1978. Al governo c'era Andreotti sostenuto da un monocolore democristiano. Fatevi un giro adesso nelle Regioni, venite a vedere cosa sta facendo Regione Liguria alla Sanità, non è autonoma vero ma molte delle competenze di quel settore dipendono già dai governatori. Tagli alle riabilitazioni per disabili e psichiatrici, pronto soccorso che sopravvive facendo aspettare le persone all'infinito, un disegno politico per spostare l'asse verso la privatizzazione.
Guardare il dito mentre dietro sta succedendo di tutto non ci porterà a nulla, è assurdo non capire che referendum come questi suonano più come eventi di campagna elettorale a spese della comunità. Poi la persone hanno votato, evviva quindi la democrazia. Ma i contenuti non cambiano.
Alla fine è sempre una questione di soldi.

25 commenti:

  1. Sempre detto.
    E far esprimere il popolo è praticamente un fare la faccia buona per lavarsi la faccia :)

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io in passato ho lodato parecchi referendum, ma in questo caso mi è sembrata proprio una campagna elettorale a spese pubbliche...

      Elimina
  2. Ciao Ernest, dici bene! Due referendum totalmente inutili, costati quasi 70 milioni di euro ai contribuenti lombardo-veneti. Inutili perché alcune prerogative di "autonomia" non possono essere riconosciute ed altre perché già le hanno ma non le applicano

    Due referendum utili sono ai promotori degli stessi, interessati a mettere in difficoltà il fascioleghista e lepenista salvini e decidere chi sarà il futuro leader della lega.

    Due referendum nei quali, come hai ricordato, la questione più importante era quella che ha convinto il 57% dei veneti e il 39% dei lombardi a vorare SI. Una questione di soldi, delle tasse da non versare allo Stato italiano.

    Che Paese di individui senza anima, di miserabili senza dignità alcuna, da nord a sud. Mi verrebbe da pensare che meritano di essere presi per i fondelli dalla classe politica che si meritano, miserabile e misera quanto loro, se non fosse che dobbiamo subire tutto questo anche noi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Carlo
      ma guarda ciò che abbiamo di fronte è anche merito dei cittadini, del poco impegno, dell'interesse rivolto solamente a ciò che si ha sotto casa e a volte anche solo sul pianerottolo... abbiamo a e stiamo lasciando il potere in mano a personaggi assurdi, anche nei posti di lavoro.
      Ma poi sta cosa del tenere i soldi nelle Regioni sembra nn tenere conto delle gestioni dei governi regionali degli ultimi anni, dove ci sono stati scandali, spese pazze, buchi o politiche volte a favorire amici degli amici
      che dire

      Elimina
    2. Scusa Ernest perchè quindi poi si propone la Germania come esempio di efficienza?
      il problema è il federalismo o l'assoluta mancanza di pene per chi ruba(dal topo di appartamento al finanziere o politico)?
      Con la parte centralista dello stato non si ruba?

      infine... ditemi che frutti ha dato il vostro voto delle ultime nazionali?
      Avere un sacco di seggi regalati dal premio di maggioranza imbrogliando?
      Caspita!

      Elimina
    3. PS
      amici degli amici come il giudice che ha tenuto a processo Vendola?
      Raccontami dei governatori di sinistra e dei loro successi.
      Perchè sento parlare dei difetti dei pentastellati ma dei disastri di altri no!
      Per non parlare poi di chi va all'estero perchè la legge italiana non gli consente di fare ciò che vuole!

      Elimina
  3. E noi cosa aspettiamo a ripristinare la gloriosa Repubblica Ligure?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e ma vedrai che tra poco Toti si accoda...

      Elimina
  4. Accipicchia, ma sai che ora abito in Toscana, per pochi metri...sigh!

    RispondiElimina
  5. Se penso alla "gestione" Galan, se penso al Mose, e alla Pedemontana, mi metto le mani nei capelli a pensare di lasciare maggior autonomia ai ladri dilapidatori

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mettiamoci anche l'appoggio alle banche venete, i buchi di Formigoni ce ne sono parecchie cose da dire

      Elimina
  6. Io combatto da sempre per l'annullamento delle autonomie per quelle regioni che ancora oggi sono autonome in Italia, invece si continua a discutere di ulteriori autonomie quando si dovrebbe guardare molto più in alto.
    Beh io ieri volevo andare a votare ma semplicemente per votare no, poi ho deciso che era meglio ignorarli del tutto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si dovrebbe guardare ai contenuti ma scarseggiano oltre ai cervelli al potere

      Elimina
    2. dovevi votare no!non hai ignorato nessuno, ti sei fatta ignorare.
      La richiesta di un trattamento diverso è legittimata proprio dall'esistenza di 5 anomalie con nessun senso!
      Comprendo il senso sulla lingua, magari un'aiuto all'isola più isolata ma poi basta!
      O tutti uguali o una federazione di regioni!

      Elimina
  7. Si è trattato di un inizio di campagna elettorale pagata dai cittadini, che pensavano di conquistare una libertà da Roma, che in anni di governo leghista non hanno ottenuto. Peccato che anche il Pd, e tutti quanti i partiti a parte noi sinistra radicale, abbiamo spinto per il voto e il voto positivo, non per convinzione, ma per poi rivendicarne il successo. Vergogna, dovevano tutti denunciarne il carattere elettoralista, invece, anche lì, sono prevalsi gli interessi di parte.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciò che rimane del Pd è totalmente allo sbando o in balia delle follie renziane e di chi lo sostiene, completamente scollati dalla realtà del paese, sug

      Elimina
  8. E adesso voglio vedere come si conciliano Lega e Fratelli d'Italia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si conciliano a colpi di poltrone da spartire, quelli si mettono sempre d'accordo

      Elimina
  9. E' sempre questione di soldi,ma soprattutto di come vengono spesi.Io ho vissuto in Lombardia e adesso in Friuli Venezia Giulia regioni nelle quali la sanità è efficiente (me ne accorgo adesso che ne ho bisogno).
    E' giusto aiutare chi ha meno,ma non è giusto che i miei soldi vadano ad ingrassare le tante regioni,soprattutto al sud, che per clientelismo,mafia o imperizia,non sanno o non vogliono essere virtuose.Un esempio su tutte,il porcaio regionale siciliano,retto per anni da Crocetta.
    Ciao ,fulvio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ora sinceramente parlare di efficienza con dei passati buchi di 200-300 milioni di Euro lasciati dalla gestione Formigoni in Lombardia mi sembra francamente surreale... io credo che uno Stato civile si fondi anche sui principi di solidarietà e aggiungo che spesso i punti di comando delle mafie hanno basi nel nord, e fanno soli in tutta la penisola. Poi è chiaro che la "questione meridionale" non è mai stata chiusa...
      un saluto

      Elimina
  10. Ernest la solidarietà è una cosa il furto a mano armata un'altra!
    Quando senti certi numeri non si parla di solidarietà!
    1° in certe regioni "virtuose" nonostante la politica i soldi non piovono da cielo ma da fatica e impegno.Da costi della vita più alti, da ritmi di vita "accelerati"
    Quando senti che alcune regioni versano 10 pro capite e ricevono 1 e altre esattamente l'inverso non parli di solidarietà!
    Altrimenti la comincio ad applicare ad ognuno di quelli che sostiene questa cosa un sano principio di solidarietà! da domani il 50% del vostro stipendio andrà a sostegno del mantenimento di un ente benefico a vostra scelta. E sono più buono dello stato!

    Infine caro Ernest ... belin che caspita dici? Certo che la Mafia al Nord fa affari, si va dove ci sono i soldi a fare soldi.. ma vatti a leggere i cognomi di quelli che arrestano per favore e il luogo di nascita...grazie.
    Certo non perchè a nord non ci sia chi farebbe(e c'è chi fa anche peggio) tutto questo ma perchè le imprese di famiglia restano in famiglia ;)

    RispondiElimina
  11. Abito nel Veneto, non ho voluto esser complice e per la prima volta non sono andato a votare, sono andato al mare, d'inverno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il mare d'inverno è meraviglioso...

      Elimina
    2. Un bello schifo 'sto referendum comunque.

      Elimina

Latest Tweets

 
;