martedì 26 febbraio 2013

Perché si perde... sempre

Perché il centro sinistra non ha avuto il coraggio di andare a votare 16 mesi fa, si è fatto infinocchiare da un governo tecnico che di tecnico non aveva niente, si è fatto imbrigliare dalla lacrime di un ministro che ha dato vita ad una politica del lavoro che ha steso definitivamente ciò che B. aveva tramortito.

Perché sedici mesi fa il centro sinistra avrebbe vinto le elezioni radendo al suolo le percentuali di un personaggio che ormai era quasi, ripeto quasi finito. Invece gli ha permesso di eclissarsi, sparire e lasciare in mano il pdl ad angelino in modo da non apparire all'italiano nel momento un cui la disoccupazione saliva al 35%  nei giovani e il portafoglio delle famiglie italiane era sempre più vuoto, lasciando inoltre il palcoscenico al centro sinistra che si è suicidato firmando ogni provvedimento di Monti.

Perché la Cgil  in 16 mesi di Monti non ha fatto un sciopero generale contro il governo.

Perché la frase "con questa dirigenza non vinceremo mai" sarebbe da tatuare su ogni candidato.

Perché hanno permesso a B. di tornare dopo 16 mesi praticamente ripulito con in mano il pallino del gioco a fargli urlare "io avevo lasciato il paese in migliori condizioni", come se uno ferito a morte possa dire di star bene... ma loro lo  hanno permesso e l'italiano ha bevuto tutto come al solito.

Perché mentre il centro sinistra si beava delle sue primarie all'americana de noatri gli altri il M5s prendeva voti da tutte le parti, e proprio mentre Renzi diceva a tutta l'Italia che il suo segretario era da rottamare, gli altri si coalizzavano con partitini dal nome quasi impronunciabile.

Perché lo snobismo radical chic di una certa sinistra pensa di poter vincere a prescindere dalle cose che vengono proposte sul territorio alla gente... pensa che basti dire che dall'altra parte c'è il male o un comico per prendere voti. 

Perché in troppe Regioni per avallare le politiche di Monti le giunte hanno tagliato cose e servizi che un partito di sinistra non deve fare MAI, a costo di perdere le elezioni (e su questo siamo sicuramente preparati).

Perché la dirigenza del centrosinistra non ha ancora capito che B. in Tv vince sempre e che loro perdono sempre, quindi forse sarebbe meglio tornare nelle piazze, nelle strade, nei posti di lavoro e non nei teatri.

Perché ci sono dirigenti nelle nostre aziende che dicono di essere di sinistra, e magari hanno anche una tessere, e da una parte criticano la Fornero mentre dall'altra appena possono piazzano contratti precari o condizioni di lavoro da liberisti sfrenati.

Perché non quella dirigenza non sa più a chi sta parlando e non conosce più il suo paese, perché gente come la Bindi, la Finocchiaro, D'Alema, Letta, Franceschini, Di Pietro e molti altri dovrebbero trovarsi un altro lavoro o andare al parco.

Perché alla fine una buona parte degli italiani è come Berlusconi, vorrebbe essere come lui, lo idolatra, lo venera, pende dalle sue labbra, quotidianamente si comporta come lui, non ti da mai lo scontrino, se può ti frega, ti raggira, ogni tanto ti canta una canzoncina, mentre ti racconta una barzelletta di ruba il portafoglio, si traveste da fino postino e ti porta via la pensione, parcheggia in doppia fila o nel posto dei disabili, finge di essere invalido, pretende senza mai dare niente, va a messa e quando esce insulta l'extracomunitario e poi va a trovare l'amante, fa battute sconce alle colleghe, ama il potere, adora la televisione di serie B, non legge un libro dai tempi del libro Cuore delle elementari e se non stai attento ti frega la fidanzata quando ti giri.

Perché all'italiano non interessa sapere dove e come prenderà i soldi dell'Imu... li vuole punto, intanto poi se i comuni sono costretti ad alzare altre tasse il problema non è suo, intanto se in questo paese ci sono persone che hanno 10 prime case intestate a figli, cugini, zii, nipoti e portinai il problema non è suo.

Perché ci siam abituati ormai a votare il meno peggio, e questo vizio ci ha portato ad avere la classe dirigente più inutile della storia della sinistra (se si può ancora chiamare così). Perché B. ha plasmato i nostri cervelli, ci ha bloccato su di lui per vent'anni che ci hanno visti impegnanti sconfiggerlo, dimenticandoci però che avremmo potuto farlo con in contenuto, parlando alla gente, cercando soluzioni per chi vive i problemi reali... anni in cui avemmo dovuto andare a prendere per il colletto i dirigenti del centro sinistra e non perdonarli sempre per paura di dare il paese in mano a B. (che intanto lo ha in mano comunque).

Perché se nel dibattito delle primarie non citi neanche una volta Gramsci... Berlinguer... e molti altri ma citi santi, preti e via dicendo forse bisognerebbe iniziare a porsi delle domande.

Perchè noi ci dividiamo e in più facciamo la corsa al centro.

Perché se continui a dire che hai vinto anche quando hai perso il 20% di voti rispetto al 2008, probabilmente è arrivato il momento di salutare tutti e andare alla bocciofila.

Perché troppi italiani sono razzisti e  se ne fregano di chi sta peggio.

Perchè Santoro dopo quella trasmissione se la deve dimenticare Bella Ciao e il suo fido Travaglio quando ha davanti il suo "nemico" dovrebbe parlare non balbettare.

Perché negli anni passati abbiamo accettato gente come Capezzone e Buttiglione.

Perché se non riusciamo a vincere quando il Pdl perde il 40% dei voti rispetto al 2008... quando vinceremo?!?!

Perché il centro sinistra ha preso in considerazione anche minimamente di allearsi con Fini, che qui a Genova nel luglio 2001 ha lasciato un bellissimo ricordo. 

Perché se una settimana prima del voto Bersani gioca con Monti a dire che potrebbero stare insieme poi, anzi poi ci ripensano, poi interviene Vendola dicendo "con Monti mai" poi però ci ripensa perchè per le riforme potrebbero stare insieme, poi ci ripensano tutti e tre ma si smentiscono suibito dopo. Probabilmente dovrebbe rileggersi "L'arte della guerra".

Perché la gente si ricorda solo l'utlimo mese e ha già rimosso il Bunga Bunga, lo spread, la Merkel che aspetta uno che telefona, il Capò dell'Unione Europea, le battute sulla mafia, i soldi che non ci sono, i processi, i terremoti e le battute.

Perché siamo sempre più a sinistra di quello che abbiamo vicino.

Perché negli scioperi ormai siamo i soliti 10 che si salutano e a Natale si fanno anche il regalo.

Perché anche mio nipote di 6 anni aveva capito che Grillo sarebbe arrivato al 20% e a quelle persone che lo hanno votato bisogna parlare, non snobbarle, bisogna spiegare che se un movimento si basa solo ed esclusivamente sul volere di una persona la percentuale di democrazia nel paese di abbassa di una tacca, perché quando si sentono i "grillini" dire che loro voteranno le idee buone vuol dire che se fossero stati presenti durante  i governi mussolini avrebbero votato dei provvedimenti del duce (vedere alla voce parere di Grillo su Casa pound). Però se queste persone, che in parte prima votavano a sinistra, sono passate al M5s non si può sempre cercare il motivo negli altri forse è il caso che chi sta ai vertici si domandi quanto e cosa comunica alla gente e che forse è arrivato il momento di dimettersi (ma sul serio non per finta).

Perché non possiamo sempre incazzarci con chi non ha votato (per scelta politica non per menefreghismo sia charo) perché il "dover andare per salvare il paese" ci ha portato a questa situazione, ci ha portato ad avere nelle nostre giunte dei personaggi inquietanti che non vorremmo avere sul pianerottolo e ci ha portato ad avere assessori (esperienza personale) che non sanno nemmeno che contratti vengono applicati nelle aziende che sotto il loro controllo.

Perché questo paese non ha speranza, ha battuto le mani ad un monarca per anni, ha deriso chi voleva giustizia e libertà, ha riempito le piazze davanti al duce per poi riempirle subito dopo in piazzale loreto, perché ancora oggi c'è chi mette in dubbio il valore della resistenza, perché ci siamo tenuto 40 anni di democrazia cristiana senza fare un cazzo, perché abbiamo esaltato ed esaltiamo imprenditori che hanno fatto i soldi, e ancora ora fanni, grazie allo stato, perché abbiamo nascosto stragi e abbiamo dato la colpa a chi voleva solo la verità, perché abbiamo festeggiato l'avvento del garofano e sperperato soldi nella Milano da bere, perché ancora oggi costruiamo cattedrali nel deserto, facciamo guerre se ci fanno un fischio, chiudiamo ospedali e compriamo F15, perché non abbiamo fermato Occhetto, perché subito dopo aver  tirato le monetine a Craxi quelle stesse persone sono andate al seggio a votare Berlusconi, perché il nostro vicino è un affarista, perché alla fine la cosa importante è che non fermino il campionato di calcio, forse allora in quel caso vedremo la gente nelle piazze.

(sono ben accetti altri perchè...)


27 commenti:

  1. scusate per la lunghezza... ma sono leggermente incazzato

    RispondiElimina
  2. ...dimenticavo, perchè ora nessuno dirà che lo ha votato!

    RispondiElimina

  3. Il PD non ha niente a che vedere con la vecchia sinistra, che lottava insieme al popolo.
    Oggi la classe politica è troppo radical chic e per non parlare dei sindacati tradizionali, avere S.p.A. al servizio dei vari governi, senza fare il minimo interesse dei lavoratori.
    Sul nuovo exploit di Berlusconi, mi arrivano solo conferme della poca memoria italiana.
    Come avevo pronosticato qualche mese fa, faremo la fine della Grecia, se non peggio. La soluzione è una sola: sciopero nazionale a oltranza e ritorno nelle piazze.

    RispondiElimina
  4. ...è difficile riprendersi...

    RispondiElimina
  5. Perchè con la cultura non si mangia e gli ignoranti si possono manipolare.

    Perchè il clientelismo è uno strumento che la sinistra ha fatto suo per aumentare il tesseramento non importa se alle posizioni strategiche ci sono incompetenti e ladri.

    RispondiElimina
  6. Ottimo e abbondante.Applauso. No, non ce l'ho con quelli che non hanno votato, forse sono quelli che hanno fatto meno danni! (io ho votato)

    RispondiElimina
  7. perchè hanno avuto 20 anni circa di opposizione per preparare uno straccio di programma e non l'hanno fatto e se l'hanno fatto poi forse ci si sono puliti il c.... perchè a noi non ce l'hanno raccontato

    RispondiElimina
  8. Perché una gran parte degli italiani è come Berlusconi.
    Punto.
    E le menti superiori dei capi PD non lo vogliono capire. O forse non ne sono capaci.
    In entrambi i casi, gente da mandare a casa.

    RispondiElimina
  9. Perche' la sinistra da troppo tempo vive solo di anti-berlusconesimo.

    Questa e' un'atroce verita'.

    Ed io devo sentirmi dire che avendo votato Grillo ho contribuito alla sconfitta del PD e dovrei fare autocritica e pentirmi amaramente?

    E non ho il diritto di disgustarmi del successo, molto relativo comunque, del nano?

    Ma che e' il PD, il mio unico Dio?

    E la facciano loro un po' di sana e severa autocritica, che di ipercazzate ne hanno accumulate fin troppe, perDiana!

    RispondiElimina
  10. Perchè ad una gran parte dell'Italia va bene così. Perchè la sinistra non è più la sinistra da anni.

    RispondiElimina
  11. Siamo (almeno) in due ad esserlo amico mio... :-(

    RispondiElimina
  12. Hai ragione da vendere!
    16 mesi fa il PD aveva l'Italia in tasca!
    Cristiana

    RispondiElimina
  13. Perché la Sinistra ha impedito il ricambio generazionale, eccetto che per i cooptati, figli, cognati e fidanzate.

    RispondiElimina
  14. perché viviamo in lobotom-italY...

    concordo su quasi tutti i punti, però sull'atteggiamento dei 5 stelle voglio dire una cosa: premesso che io ho votato a sinistra (e che per una volta era meglio evitare l'effetto capponi di Renzo e liberarsi di Don Rodrigo, e lo "spareggio" fra Grillo e Bersani, o chi per esso, giocarselo dopo) non mi sembra poi così sbagliato l'atteggiamento di valutare di volta in volta le singole riforme e le singole idee. Mi sembra anzi un ritorno all'essenza della politica come buona e illuminata amministrazione. Ovvio che se vinco e governo devo avere un programma preciso e a questo attenermi, ma se governano altri, perché dovrei dire sempre no (perché mi stano sul culo) o sempre sì (per ottenere sottobanco inciucieschi privilegi)? Trovo più intelligente e onesto valutare volta per volta.
    Meglio ancora sarebbe, poi, dover valutare UNA SOLA volta: per fare una legge elettorale finalmente decente. Siamo andati a votare con la schifosa Porcata, sapendo che c'erano 99 probabilità su 100 di avere una maggioranza alla Camera e un'altra (o nessuna) al Senato, e così è stato. E la colpa non era di Grillo.

    RispondiElimina
  15. Sono d'accordo con te su tante cose. Soprattutto, su una politica progressista che nasce dal basso. Di questa esigenza - e di persistenti pericoli di destra - qui avevo già detto.

    RispondiElimina
  16. Direi che bastano i tuoi...
    Dimenticavo : perchè supponiamo che votare Pd significhi essere di sinistra.

    RispondiElimina
  17. - perchè siamo un popolo di ignoranti coglioni
    - perchè se stiamo bene noi che cacchio ce ne frega degli altri
    - perchè alleviamo e cresciamo "squali predatori"
    - perchè ... caro Ernest è da quando ho iniziato a votare che cerco di darmi una spiegazione, neanche la merda che ci sommerge basta a farci ricapitolare. Il succo... che vadano tutti a farsi fottere, eletti e relativi elettori.
    Scusami ma sono troppo incazzata per essere diplomatica, forse è il caso di iniziare a trattare ognuno per ciò che è.

    RispondiElimina
  18. @zioscriba. Si zio è vero che votare proposte di altri a volte è saggio e credo anche che dovrebbe essere la normalità della politica (a parte i casi di fiducia)... quello che volevo dire è che ho sentito la stessa risposta da tutti i grillini su qualunque domanda... io rispetto chi si è impegnato in politica per la prima volta ma mi domando chi sarà il loro punto di riferimento quando saranno li sempre grillo? E potranno votare secondo coscienza o avranno sempre l ansia di essere messi alla gogna in rete?!?
    Un saluto zio

    RispondiElimina
  19. Sì, adesso capisco cosa intendevi: che possano sembrare dei disciplinati robottini, e in questo senso la tua paura è condivisibile.
    Buonanotte, caro amico!

    RispondiElimina
  20. perché non puoi votare gente che ti dice:" basta che non ci sia Berlusconi poi va bene tutto" vedi alla voce Finocchiaro

    perché non puoi votare gente che ti ha fatto ingozzare Dini e Mastella per battere Berlusconi

    perché non puoi votare gente come Violante

    perché non puoi votare gente che ha avallato i bombardamenti su BELGRADO

    perché la gente si è rotta il cazzo di radical chic boriosi e spocchiosi

    perché non hanno fatto le leggi che dicevano di voler fare, ma poi si sono cacati in mano davanti a Berlusconi.

    Dimissioni, altro che governo !

    RispondiElimina
  21. Sottoscrivo e faccio mio l'intervento di Harmonica, se mi propongono la Finocchiaro per un incarico di livello...faccio come Fabio Cuzzola, mi iscrivo al club degli Anarchici.

    Ne ho le palle piene dei discorsi della moglie di un indagato per interessi prvati in progetti pubblici, lavori ottenuti grazie alla carica della moglie.

    Diciamo che sono tornata all'idea che è meglio ricominciare a riempire bottiglie e lanciarle ai fautori di un governo di deficienti mentali.

    Unico modo per far capire a chi verrà dopo che ne abbiamo le scatole piene.

    RispondiElimina
  22. Perche' noi non facciamo promesse.

    Hasta
    zac

    RispondiElimina
  23. concordo col commento di Zio Scriba.
    come ho detto altrove(tu sai dove) forse questa può essere un'opportunità notevole.
    Se faranno ciò che serve e che è condiviso e che in fondo chiede oltre il 60% della popolazione non ci saranno problemi di stabilità.
    E' ovvio che è una fase transitoria, ma se fai azioni condivisibili da tutti(legge elettorale e riforma dello stato) chi si oppone ha già perso le prossime e vicine elezioni.

    RispondiElimina
  24. Dimenticavo Ernest, ma perchè nei partiti, salvo quando c'è il voto segreto, si vota in coscienza o si vota come decide il partito?
    Scusa ma se votassero in coscienza non avremmo avuto i casini che abbiamo avuto.
    L'unico momento in cui tutti votano secondo la loro coscienza è quando si aumentano i benefici...li non c'è maggioranza, opposizione, ecc.

    RispondiElimina
  25. @xpisp. si storicamente il voto di "coscienza" si ha quando c'è lo scrutinio segreto... raramente abbiamo visto prese di posizione differenti dal proprio partito. La cosa migliore, utopistica, sarebbe quella di essere in un movimento che non ti costringe a prendere decisioni e linee diverse. In In questo caso ciò che mi spaventa nel M5s è che il pallino è in mano ad un solo uomo, anzi 2 (Casaleggio), che decide la linea di tutti senza democrazia interna direi, per non parlare della "democrazia" digitale che non credo possa essere presa come metodo per gestire un paese.

    RispondiElimina
  26. posso concordare con i tuoi timori.Devo però dire che siamo eternamente incontentabili.
    Ci siamo lamentati fino all'altro giorno che la politica non ascoltava la gente, ora ci lamentiamo che ascolterla troppo è un rischio.
    Mi ricorda un pò la legge elettorale, prima dovevamo cambiarla x' si diceva che con le preferenze era facilitato il voto venduto o peggio, ora vogliamo tornare indietro.
    Penso che ogni opzione presenti dei rischi, proviamo a vedere così come va.
    Non mi sembra che fin qui ci siano state grosse lamentele della gestione della sicilia.

    PS
    spesso chi ha votato secondo coscienza, in base alle sue promesse e non in linea col partito è stato estromesso.
    Direi che per ora i Grillini non hanno fatto nulla di peggio di chi c'è già.(non ne hanno ancora avuto il tempo)

    RispondiElimina
  27. ammesso che con i se e i ma non si fa la storia, se Renzi fosse stato al posto di Bersani avrebbero vinto facilmente

    RispondiElimina

Latest Tweets

 
;