lunedì 22 agosto 2016

4 anni di letargo

4 anni.
Questo è quanto impiegano gli italiani, forse non solo, per accorgersi della presenza di altri sport.
Atletica leggera, tiro al piattello, lotta greco romana e tutto il resto sembrano comparire solamente nel momento in cui compare magicamente una fiaccola. Contemporaneamente ogni cittadino che si rispetti diventa espertissimo di tutte le discipline. Quelli che commentano la pallavolo reclamando schemi, quelli che parlano di tecniche sopraffine per migliorare la mira, quelli che pensano di distinguere un bel tuffo da uno brutto mentre loro non lo fanno neanche a bomba.
Ora tutto tace, il Brasile può togliere da sotto il tappeto le Favelas e il campionato di calcio ha invaso le prime pagine dei giornali, dei marciatori che arrivano al traguardo esultando per un 75mo posto non frega più niente a nessuno.
La speranza è che qualche ragazza o ragazzo si sia innamorato di uno sport minore grazie alla visibilità di questi giorni, perché non esiste solo il calcio e lo dice uno che c'è dentro da più di trent'anni.

10 commenti:

  1. le olimpiadi ci danno la possibilità di ammirare virgulti all'opera in discipline che non puoi neanche immaginare. A me fanno impressione i pallanuotisti, soprattutto le donne per quanto menano! I nuotatori di fondo: ma quanto caspita si allenano? E più in generale gli atleti che fanno sport di resistenza, per esempio il triathlon o il pentathlon moderno (altro che iron man...). Di quelli che sparano bene non mi fido tanto, è meglio non averli come vicini di casa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mi danno proprio l'idea dello sportivo, della fatica, dell'allenamento e della voglia di emergere... che però vediamo solo ogni 4 anni

      Elimina
  2. ...e la triste realtà è che per altri 4 anni ci dimenticheremo di loro...

    RispondiElimina
  3. Annoso problema ... in verità non mi sono visto niente di queste Olimpiadi (sono allergico alla tv), mentre degli europei di calcio, una partita, perché era accesa la tv ad una cena estiva (per la cronaca era Italia - Germania). Preferisco andare al cine, nonstante sia un fan di Paolo Conte :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. visto poco anche io per questioni di orari e altro... mi da fastidio però il fatto che in giro si sentano intenditori di ogni disciplina che poi magicamente spariscono

      Elimina
  4. Speriamo che lo sport dia anche un segnale forte per aiutare di più poveri in Brasile e nel resto del mondo.

    RispondiElimina
  5. xpisp (Stefano)31 agosto 2016 14:48

    Caro Ernest, dove si sviluppano queste discipline?
    L'anno scorso era previsto un corso multidisciplinare per i bambini(calcio, basket, pallavolo, atletica, rugby, ecc) che avrebbe dovuto dare a tutti un'infarinatura dei vari sport e permettere di comprendere le singole attitudini.
    Sparito per mancanza di iscrizioni...!
    Su certi sport poi mancano le strutture, ci pensi che per portare un bimbo di 6 anni alla piscina per i tuffi mi devo fare 30/50 km...che è la distanza che ho da Milano????
    Sul fatto dell'essere tuttologo... allenatore di pallone, meteorologo, politologo, ecc è in ognuno di noi :P

    saluti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è un problema enorme che non viene preso in considerazione... le scuole calcio in generale dovrebbero insegnare nei primi anni i fondamentali per poter accedere ad ogni sport ma i pratica non lo si fa mai... nel calcio ad esempio per i più piccoli non dovrebbero esserci né partite né tantomeno risultati invece ci sono classifiche e la federazione se ne frega... un saluto

      Elimina

Latest Tweets

 
;