venerdì 23 settembre 2016

Lapalissiano

Niente Olimpiadi. Ognuno chiaramente avrà la sua opinione. Credo però che non si parli di un aspetto fondamentale, ossia il fatto che ogni manifestazione sportiva debba per forza essere accompagnata da spese assurde, interventi su impianti e costruzioni varie.
Una manifestazione sportiva, se parliamo ancora di questo, dovrebbe esistere a prescindere da tutto e aggiungo che gli impianti sportivi dovrebbero essere a norma al di là di un'imminente Olimpiade o Mondiale che sia.
Perché davvero qualcuno mi deve spiegare (lo so) il motivo per il quale Mario di 7 anni debba correre in un impianto pericoloso per la sua incolumità, perché la signora Maria che ogni mattina va a fare AcquaGym rischi qualcosa, perché il Pulcino di una squadra di calcio di periferia ogni volta che entra in campo deve toccare ferro.
Ma sarà troppo tardi probabilmente quando lo capiranno.

18 commenti:

  1. perché la terra dei cachi è il paese delle emergenze, non si programma, si vive sempre come se non ci fosse un domani, si spende sempre come non ci fosse un domani

    RispondiElimina
    Risposte
    1. esatto, e aggiungere il paese dove si dimentica tutto facilmente e in pochissimo tempo

      Elimina
  2. Un duro colpo per quelli che già allungavano le mani sulla città di Roma; la stessa genia di quelli che "ridevano" la notte del 6 aprile 2009.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. su quelli sai cosa penso... io vado oltre domandandomi ( con tanto di risposta che conosco già) perché ci sono in giro impianti non a norma, perché bisogna per forza costruite per fare sport...

      Elimina
    2. penso si tratti di responsabilità che provengono sempre dello stesso milieu.
      Lo sport è una foglia di fico per esercitare potere e intascare denaro. Lo insegnano fin da bambini a perseguire la carriera sportiva per il denaro.

      Elimina
    3. Viene il dubbio che lo sport non renda.
      Se un centro sportivo fa profitti si mantiene e si amplia, se non li fa muore.
      Nell'aiutare la moria c'è il fare norme senza senso che spesso bloccano le attività.
      Poi i centri sportivi fatti di corsa per gli eventi con progetti fallimentari e lacunosi sono dovuti ad altro.

      Elimina
  3. E non sarà l'ultima volta in cui capiranno qualcosa troppo tardi. O più che altro, che saranno costretti a tirar fuori la testa dalla sabbia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. questi la testa la mettono sempre più giù

      Elimina
  4. Sarò un malpensante, uno che cavalca il facile luogo comune dell’italietta corrotta e degli appalti puzzolenti (anch’io come Berica ho ripensato a certe oscene risate, e mi son detto, pur provando dolore per il doverlo dire, stavolta, forse, ridono gli onesti!), ma in casi come questi le parole che mi vengono in mente per associazione di idee sono sempre le stesse: “greppia”, “mangiatoia”, ecc.
    Leggo da qualche parte che per le iniziative di (pre) sostegno a questa (ipotetica) candidatura erano già stati scialacquati 15 milioni. Trenta miliardi di vecchie lire! Per fare cosa? Commissionare slogan banali, abbozzi di progetti e consulenze più o meno gonfiate? Ma quanta gente mangia su queste cose? (E sto parlando di "mangiate" lecite e legali, sia chiaro, il che forse è persino un’aggravante a tanto sperpero!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ecco appunto 15 milioni per la candidatura, queste cose devono finire, se uno vuole fare una manifestazione sportiva si fa con quello che si ha e che aggiungo dovrebbe già essere a norma (comprese infrastrutture delle città)

      Elimina
  5. Forse bisogna vedere anche chi gestisce gli impianti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ti faccio alcuni esempi... qui a Genova ci sono delle società di calcio che tengono in gestione impianti non ci fanno niente e dovrebbero anche essere tenuti a farlo a quanto mi risulta

      Elimina
  6. Quando si parla di impianti a norma in occasione di ospitare manifestazioni sportive a carattere mondiale non credo si parli di norme per la sicurezza ma di campi a norma come terreni e misure.Per quanto mi riguarda credo che non siamo in grado di accollarci milioni di debiti per una manifestazione sia pur importante ma finanziariamente distruttiva per le già esauste casse dello stato.

    RispondiElimina
  7. Sempre stato contro ... e per gli impianti non a norma, non parlerei solo di quelli sportivi (ma anche scuole, edifici pubblici, luoghi d'incontro ...).

    RispondiElimina
  8. il bullismo prolifera solo perchè l'omertà impedisce di punire i bulli. Nella mia città sono arrivati ad incappucciare un ragazzo su un pulman di città, menarlo e lasciarlo dolorante al suo posto, minacciandolo di stare zitto. Se si continua così, dove vige la legge del più forte presto torneremo al medioevo.

    RispondiElimina

Latest Tweets

 
;