sabato 3 dicembre 2016
Tutto tace o almeno sembra. Credo di poter dire che è stata una campagna referendaria terribile, con politici di entrambe gli schieramenti impegnati ad evitare di parlare di contenuto, importantissimo, per buttarla sul "o con me o contro di me". Una campagna che rappresenta pienamente ciò che la politica italiana è diventata, in mano a personaggi che preferiscono evitare i contenuti al caldo della loro demagogia. Pochi quelli che hanno provato a portare la discussione sui contenuti, ancora qualche giorno fa su Facebook si potevano trovare post di esponenti del Si è in particolare de Pd mettere in guardia quelli del No per un possibile governo della destra. 
Se il vento che soffia in Europa dovesse arrivare anche qui, molto probabile, immaginate un governo di destra con i poteri conferiti dalla riforma cosa potrebbe fare.
Le domande da porsi sono differenti però. In un referendum del genere bisognerebbe solo parlare di contenuto e poi questo governo cosa ha ancora di sinistra? Anzi cosa ha mai avuto?
Ho sentito più volte accuse del genere "Votate come La Russa... come Salvini... etc ". Mai citare ad esempio l'Anpi schierata per il No, senza guardarsi nemmeno in casa dove c è gente come Alfano Verdini e company.
La cosa triste è che se questa riforma l'avesse fatta Berlusconi avremmo visto gente che ora milita nel Si strapparsi le vesti. Ma questo è diventato il nostro paese.
Io voterò No come sapete ed è inutile che vi citi tutte le ragioni, che non dipendono solo dagli artefici della Riforma, voterò No perché il problema di questo paese nn è la Costituzione e nemmeno la velocità del iter di una legge. No, il problema sta alla base, quelli che votano, e nelle stanze del potere, chi viene votato. Con questa Costituzione sono state fatte anche leggi fondamentali per la nostra democrazia il resto è aria fritta.

9 commenti:

  1. Condivido in pieno, il Pd, se è mai stato di sinistra, con Renzi ha toccato il fondo: mai nascoste origini democristiane, con il suo governo ha fatto molte cose che Berlusconi si sognava di fare (ma aveva l'opposizione del Pd) e non è riuscito a fare. Questa controriforma costituzionale è molto simile a quella da lui tentata, infatti, sarà votata da molti uomini di destra ... che aggiungere? Qualche bestemmia sarebbe utile, ma non voglio esagerare nel blog di compagni autentici.

    RispondiElimina
  2. Voterò NO, come l'Anpi, molti costituzionalisti, Magistratura democratica, Fiom e altri. Appunto...

    RispondiElimina
  3. E che sono anche le ragioni del mio NO.Un abbraccio

    RispondiElimina
  4. Io ho votato come Lidia Menapace, mi sembra un'ottima compagnia

    RispondiElimina
  5. Ho espresso il mio NO.
    Adesso sono qui che incrocio le dita....

    RispondiElimina
  6. Un italiano qualunque5 dicembre 2016 09:12

    A bocce ferme, cioè a scrutinio avvenuto, adesso possiamo festeggiare la vittoria del NO. E faccio presente che ho votato dopo essere andato a guardarmi gli articoli della Costituzione e le supercazzole con scappellamento bilaterale con cui tentavano di sostituirli: non ho votato "come" Tizio o Caio o "contro" Pinco e Pallo, non ho votato contro il bischero ex-capo del governo, non ho votato perché il tale o il tal altro partito mi ha detto di votare così. Questa era una schiforma che incideva pesantemente sulla Costituzione, e come tale l'ho rigettata, punto.

    RispondiElimina
  7. E' vero, la campagna referendaria è stata una delle peggiori a cui ho mai assistito. Ma oggi, il giorno dopo, io me lo godo, ne assaporo tutti i risvolti, mi congratulo con me stesso e con chiunque, per suoi motivi legittimi, ha votato NO.

    Perché chi semina vento, oggi ha raccolto tempesta. Ed il Premier ha seminato tanto vento, prima colpevolizzando le opposizioni, poi imponendo, poi terrorizzando e, infine, provando a "comprare" adesioni alla sua causa.

    Ha seminato vento ed ha raccolto tempesta, ora si togliesse dai maroni e ricominciamo a fare politica, possibilmente per il Paese intero e non per i soliti furboni.

    Ciao Ernest, congratulazioni a noi per la scelta fatta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Carlo
      io spero davvero si possa fare politica, sono sempre in attesa che a sinistra si smetta di fare piccoli fortini per una minima differenza e si inizi davvero a dare un'alternativa alla gente che lotta e si augura che questo diventi un paese serio...
      un saluto

      Elimina

Latest Tweets

 
;