venerdì 7 aprile 2017

Un post inutile

Questo è uno dei tanti post inutili scritti sulla violenza che ormai ci circonda. Non parlo solo degli ultimi attacchi americani in Siria e nemmeno della vergognosa strage di bambini. Ogni giorno nel mondo si muore perché l'uomo continua a percorrere la strada della guerra, dei missili e delle armi. 
Gli ultimi fatti fanno parte di un disegno delirante a cui stiamo assistendo, in cui non si capisce chi sia contro chi. Unica costante la morte di cittadini inermi, di bambini per colpa di folli che sono al governo.
Mi spaventa molto la totale assenza di un movimento pacifista che pare ormai aver messo nel cassetto le bandiere multicolore che andavano di moda anni fa. 
Un panorama desolante quello che abbiamo attorno. Putin che continua a fare il dittatore e stringere mani ai democratici, la Gran Bretagna che è sempre più isola, Israele che esulta ogni volta che parte un missile, l'Isis che non vede l'ora di avere una risposta bellica americana, la Turchia che mette il bavaglio a chi alza la testa, l'Onu che non ha più senso, l'Unione Europea in balia del vento che tira e poi Trump che ha vinto le elezioni dicendo di non voler fare più il gendarme del mondo (neanche lui ci credeva) e poi in pochi secondi lancia 59 missili.
Ma va tutto bene.

21 commenti:

  1. Secondo me è proprio tutto iniziato dall'11 settembre e da quelle bandiere multicolore.

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. l'America è sempre stata così, ha sempre voluto fare il gendarme del mondo, la storia si ripete e chi ci rimette sono sempre i popoli. Chi bombarda dicendo che lo fa per la democrazia alimenta solamente il fuoco degli integralismi, basta andare a vedere cosa sta succedendo in Afghanistan... non aggiungo altro

      Elimina
  2. Ognuno dovrebbe starsene a casa propria.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è nel DNA della politica americana...

      Elimina
  3. Beh cambiano gli scenari, ma le strategie son sempre le stesse. Finte prese di posizione, simulazioni di pace tra stati, tolleranze intollerabili... Così alla fine un Trump pare pure legittimato a iniziare un attacco simile. Pensato e voluto e orchestrato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io credo che alla fine qualcuno abbia usato Trump come veicolo per arrivare alla casa bianca, quelli che sono dietro di lui sono ancora più pericolosi di lui

      Elimina
  4. Il movimento pacifista è troppo concentrato a cercare i pokemon.

    RispondiElimina
  5. Mai come adesso il mondo rischia una terza guerra mondiale, troppe persone poco affidabili detengono il potere nel mondo.

    RispondiElimina
  6. Non è inutile il post, chi come noi crede nel dialogo Pacifico deve far sentire una voce anche minima o lieve. Il tuo Post è Utile.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie, ma davvero la sensazione è quella di non poter far nulla

      Elimina
    2. Dal tuo post è nato questo mio post breve breve ...

      http://www.sullamaca.it/appelli/pace/

      Elimina
  7. Ma che ti lamenti? Potrebbe andare peggio Oo

    RispondiElimina
  8. A me spaventa questa indignazione generale per i bambini uccisi col gas... mentre fino a poco tempo fa, un ospedale al giorno ad Aleppo con bambini uccisi da bombe "normali" non ha mai suscitato tutto questo levare di scudi.. follia ipocrita.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quello che dici purtroppo è vero. Ormai si viaggia per informazione a spot mentre il mondo è in guerra da sempre

      Elimina
  9. Fa paura la violenza. E fa paura, forse più, l'assuefazione alla violenza.

    RispondiElimina
  10. E dietro tutto questo, Ernest, ci sono enormi interessi economici. I quali ci sono sempre stati. Il così detto "potere economico" non è un caso che venga definito in questo modo! E' un "potere" ed è dietro ogni singolo fatto che accade, dall'attentato terroristico alle guerre locali in Africa, dai 59 missili lanciati da un folle presidente americano al bavaglio imposto dalla Turchia ai dissidenti. C'era dietro la prima guerra mondiale e anche dietro la seconda. C'era ai tempi della guerra d'indipendenza americana e pure dietro l'unità d'Italia. C'era pure quando le tribù preistoriche se le davano di santa ragione tra loro.

    C'è sempre stato un fottutissimo potere economico a decidere le sorti degli individui, dei singoli stati e di interi continenti. Però, una volta, c'era anche un "potere politico" che in qualche modo cercava di bilanciare lo strapotere economico. Visti i risultati che la storia ci ha tramandato, purtroppo con poco successo. Ma c'è stato! La stessa Unione europea, nelle intenzioni dei padri costituenti, doveva essere un'entità politica che avrebbe dovuto unire gli stati europei allo scopo di creare benessere per tutti i cittadini europei e scongiurare le guerre che avevano dilaniato per secoli il nostro continente.

    Però, non è stato così e pure stavolta, con l'Unione europea, è il "potere economico" che ha prevalso e che condiziona tutta la nostra vita, nei modi che conosciamo benissimo.

    Ma quel che è peggio è che quei dittatori, quei folli capi di stato, quegli strafolli capi di nazioni, stanno lì perché c'è una popolazione altrettanto folle e strafolle che li ha eletti, li sostiene e ne condivide le idee.

    E' il mondo intero che è impazzito Ernest, c'è poco da essere "pacifisti". Che fine faremo? Mette i brividi solo provare a immaginarlo. Saremo capaci di fermarci prima del baratro? Nonostante tutto, me lo auguro.

    Ciao Ernest.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Carlo
      si hai ragione le motivazioni alla fine sono sempre e solo economiche... oleodotti, petrolio, interessi finanziari e potremmo andare avanti per ore.
      Ora tocca alla Corea, mentre Cina e Russia sono alla finestra. La sensazione come ho scritto sopra è che Trump sia stato un veicolo per arrivare alla casa bianca, quelli che sono vicino a lui fanno davvero paura. Persone alle quali non affideresti nemmeno la macchina...
      Anche io me lo auguro ma ogni giorno sono sempre più pessimista

      Elimina

Latest Tweets

 
;