mercoledì 3 novembre 2010

Il teatro dell'assurdo


Attori:
Minzolini, nei panni de "Lo Zerbino di Corte"
Belpietro, nei panni de "Il Paladino della Verità"
Feltri, nei panni de "Il Gossipparo"
Capezzone, nei panni de "La Banderuola"

SECONDO ATTO - "Quando cantavo contro i napoletani ero solo un tifoso del Milan..."

Attori:
Bruno Vespa, nei panni del plastico di sè stesso
Matteo Salvini, nei panni di uno che non riesce nemmeno a prendersi sul serio

TERZO ATTO - "Si, ma forse, però!" (parte corale)

Attori:
Il PD, nei panni di... non è dato sapere.

QUARTO ATTO - "Ora basta, ma ancora un po' non è male!"

Attori:
I Finiani, nei panni della Premiata ditta non ci muoviamo di qui


QUINTO ATTO (Monologo Finale) - Apertura del Forum della famiglia

Attore:
Silvio Berlusconi, nei panni di... qualcuna

23 commenti:

  1. Non so se è una mia invenzione di stamattina o se ci era già arrivato qualcun altro, comunque propongo di chiamarlo tutti Coso Nostro. (Ma non è male neanche Nano figlio di Putnana, e quella è certamente mia...)

    RispondiElimina
  2. Il Forum della famiglia dice no al premier
    "Dopo Ruby, la sua presenza ci imbarazza"

    Hai letto questa?
    Se ne accorgono adesso!!!!!!
    Cristiana

    RispondiElimina
  3. Va in scena da 16 anni...il biglietto è stratosferico e la farsa non fa nemmeno ridere!Anzi...
    Grazie ancora Ernest!!!! un caro saluto! Sara

    RispondiElimina
  4. Petrolini! Ci vorrebbe Petrolini! A buttarla in satira neanche Vauro riesce più a stare dietro alle cose. Solo che é triste vita reale!

    RispondiElimina
  5. Semplicemente meraviglioso.
    Post veramente notevole.
    L'ultima frase e' degna di Groucho Marx.

    Ciao,
    Zac

    RispondiElimina
  6. Curioso di vedere Vespa con il plastico di sè stesso :O

    RispondiElimina
  7. Ho appena finito di vedere Milan-Real Madrid e stavo pensando che, non riesco più a fare il tifo per quella squadra. Non tanto per il fatto che il calcio di oggi è solo moneta sonante ma soprattutto perchè è la squadra creata a immagine e somiglianza del papi

    RispondiElimina
  8. E poi chissà dietro le quinte. Meglio non immaginare.

    RispondiElimina
  9. SESTO ATTO
    attori: un tot di cittadini italiani che ne hanno due palle da 1 mc cadauna dei precedenti attori.

    RispondiElimina
  10. C'è poi l'uomo delle pulizie Bertolaso che non spazza bene, anzi… il suggeritore Ratzi che ha perso il foglietto su cui son scritti i precetti cattolici e il pubblico che invece che lanciare pomodori marci e sedani appuntiti porge delicatamente rose profumate e le proprie figlie su piatto d'argento! :(((((((((

    RispondiElimina
  11. Già non mi piacciono i teatrini con marionette e pupi, ma questo fa veramente schifo.
    E oltre allo schifo, rompe pure le palle!

    RispondiElimina
  12. Dimmi quando va in scena. Così mi volto dall'altra parte.

    RispondiElimina
  13. mi stupisce come non ci sia stato spazio per emilio..facciamogli fare qualcosa se no s'incazza nel fuori onda

    RispondiElimina
  14. @odin. uhmm... alora mi sa che dovrai restare voltato per parecchio! :(

    @gattonero. che sono ormai a terra da tanto!

    @petrolio. il quadro è proprio quello

    @Mr.Tambourine. troppo gentile!!!! :))))

    @dalle8alle5. e la commedia non finisce...

    @alberto. beh, le escort!

    @stefania. esatto!

    @inneres auge. ti capisco, porta a questo

    @cogito ergo vomito. uno spettacolo mediatico da picco di ascolti

    @ZacForever. grazieeeeeeeeee! Davvero davvero...

    @adriano Maini. si questi ormai anticipano la satira

    @magocamillo. con troppi spettatori!

    @sara. Grazie a te Sara ancora auguriiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii!!!!

    @cristiana. si viene da pensare "perchè prima non vi imbarazzava!!!"

    @ZioScriba. spettacolare Zio! :)))))) due genialate!!!!

    RispondiElimina
  15. il primo atto si preannuncia un capolavoro della comicità di tutti i tempi

    RispondiElimina
  16. Hannibal Lecter al convegno dei vegetariani. Mi piace quel commento, che ho letto nell'articolo sul forum della famiglia, dove dice che l'imbarazzo non è sufficiente, ma bisogna essere scandalizzati: eh!. Tre tra i "giornalisti" più ipocriti che si siano mai visti che fanno un convegno sulla libertà di stampa ha sempre la stessa connotazione: eccheca...! Se non fosse tragico sarebbe veramente una comica.

    RispondiElimina
  17. La musica di fondo: Stornelli goderecci...

    questi vermi hanno superato ogni fantasia possibile, anche quella pedopornografica.

    Splendido post Ernest ;-))

    RispondiElimina
  18. @roby bulgaro. vogliono appropriarsi di ciò che in realtà combattono come appunto la libertà di stampa, dicono che lottano per quella e poi....

    @Tina. si davvero Tina.
    Grazie mille!!!
    Buona giornata

    RispondiElimina
  19. Che dire? Non saprei, non riesco a scrivere molto fra un conato di vomito e l'altro

    RispondiElimina

Latest Tweets

 
;