giovedì 28 marzo 2013

Si, ma esattamente per domani cosa vuoi fare?

Perché bisognerebbe che questa gente si rendesse conto che per la maggioranza delle persone è importante domani. Il conto che bisogna pagare, l'affitto.
Domani hai un colloquio di lavoro? No...
Domani riesci a prendere i soldi in banca? Siamo in rosso...
Domani facciamo la spesa? Non mi hanno dato lo stipendio questo mese...
Domani posso fare il pieno? La benzina costa troppo.
Domani posso prendere l'autobus? No c'è sciopero.
Domani posso andare a scuola? No c'è sciopero.
Domani vado al collocamento? Lascia perdere.
Domani vado a chiedere un mutuo? Hanno detto di non presentarti nemmeno.
Domani devo pagare le tasse? Non so cosa dirti.
Domani devo andare a fare un esame in ospedale? Lo hai prenotato 5 mesi fa, sei già guarito o peggio.

"Noi abbiamo un progetto politico a 30 anni per il Paese, siamo disposti a prenderci le nostre responsabilità, riprenderci il nostro Paese: abbiamo credibilità perché non sono 20 anni che parliamo senza realizzare nulla di quello che viene promesso nelle competizioni elettorali"

E chiaro che certe prese di posizione di alcuni partiti sono dovute all'avvento dei 5stelle, ma si vogliono risolvere le questioni o fare dei bignami di filosofia politica? Francamente di  insulti e parolacce abbiamo fatto il pieno anche nella prima repubblica.
Quindi sinceramente... ma di cosa stiamo parlando?

10 commenti:

  1. Il problema è proprio che parlano, parlano, parlano.
    Fatti: zero.

    RispondiElimina
  2. Di fascismo, principalmente. Cambiagli nome, ma siamo sempre lì.

    RispondiElimina
  3. Prima, seconda, terza repubblica...è ora che i signori a roma si prendano le loro responsabilità dato che da un mese tutti si beccano un lauto stipendio!!!

    RispondiElimina
  4. Domani speriamo non sia Cipro.

    RispondiElimina
  5. te lo dico io di cosa stiamo parlando, caro compagno Ernest:

    stiamo parlando di una pattuglia di persone incapaci catapultate all'interno dell'aula (avendo ottenuto alle primarie in rete non piu' di cento voti a testa parenti compresi), che si sono improvvisamente sentite al centro dell'universo.

    per usare una metafora, e' come quando pippo mangia un'arachide e dopo un secondo e' superpippo.

    Speriamo che le arachidi finiscano presto, che a me e' gia' bastato il tunnel della gelmini....

    Hasta
    Zac

    RispondiElimina
  6. Sono troppo preso dall'angoscia procuratomi dal brusco richiamo alla realtà che già le prime righe di questo post mi hanno procurato, per avere voglia di fare ritorsione di insulti ai M5S.

    RispondiElimina
  7. Non è tempo questo di piani trentennali, quando domani, proprio domani, non si sa da che parte girarsi.

    RispondiElimina
  8. quì non importa chi ci governerà nei prossimi sei mesi ma come riuscirà a rimettere la barca Italia in mare per farci riprendere a navigare... il governo degli Zombi, quello di Monti è miseramente fallito, speriamo Napolitano non voglia reiterare l'esperienza con qualcun altro!

    RispondiElimina
  9. Quelli del progetto politico a 30 anni sono proprio come dice @Zac: SuperPippi (o SuperPippe?) che si sono montati la testa...
    Ma anche quell'altro che "non ha perso" - ma neanche ha vinto, cavolo!! - con le preclusioni assolute e monomaniacali che in questo momento non si possono né si debbono fare, perché siamo al 25%-25%-25%, ha veramente scassato le fanerogame!! Dice che glielo chiede l'elettorato: ma da quanto non lo ascolti, caro mio, il tuo elettorato, rinchiuso a fare Comitati su Comitati solo ed esclusivamente con i tuoi sodales??
    Lo hai mai ascoltato un dialogo come quello riportato nel post, che è tutt'altro che immaginario???

    Bravo Ernest!

    RispondiElimina

Latest Tweets

 
;