giovedì 5 novembre 2015

Figlio unico

Pare che in Cina a partire da quest'anno si possa di nuovo parlare di fratelli e sorelle.
Già perché dal 1979 è in atto la politica del figlio unico, nome che ci fa venire in mente la peggiore distopia orwelliana.
Una cosa del genere per noi, "abituati" alla democrazia, suona come una follia ma purtroppo si tratta di realtà per alcuni stati che spesso dimentichiamo essere delle dittature.
36 anni di impossibilità di scelta, di famiglia imposta per una decisione così intima e personale che non dovrebbe mai rientrare nelle strategie di un governo.
Storicamente i regimi totalitari hanno sempre amato prendere decisioni al posto dell'individuo, entrare nelle case delle persone, magari giustificando tali provvedimenti per questioni economiche o di stato.
A volte, davvero, avere un fratello o una sorella non è una cosa scontata.

21 commenti:

  1. sono tante le decisioni così intime e personali che non dovrebbero fare parte delle strategie di governo, ma invece ne fanno parte, eccome! E non vengono giustificate solo da un punto di vista economico o di stato, ma addirittura etico.......e si impongono sulle nostre coscienze, dicendo " ci pensiamo noi, voi non siete in grado".
    me ne vengono in mente molte e , sono sicura, anche a te.
    un abbraccio, in special modo alla piccolina. Il " mio piccolino" domani compie tre anni!!!
    Emanuela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. me ne vengono in mente parecchie, libertà negate in nome di cosa poi... un abbraccio Greta ieri 15 mesi :-) si cresce e si cammina

      Elimina
  2. Io sono per l'estinzione della razza umana, basta figli e quindi pure fratelli. Siamo troppi e siamo troppo inadatti XD

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. oh mamma... sai che noia poi!

      Elimina
    2. Non ci sarebbe più nessuno che potrà annoiarsi^^

      Moz-

      Elimina
  3. Volendo fare l'avvocato del diavolo: che soluzioni proporresti per limitare i danni in una nazione di un miliardo e mezzo di persone che vive in un territorio in grado sì e no di sostentarne una da quattrocento milioni? Non che io sia completamente d'accordo col regime totalitario cinese, ma - anche se non sono cristiani - i cinesi sembrano aver preso troppo sul serio l'invito a "crescere e moltiplicarsi". Non che il resto del pianeta sia messo meglio: dieci miliardi di persone su un mondo che ne può sostentare sì e no due... ma i cinesi sono al top nella classifica della sovrappopolazione. (Io direi: che decidano loro, ma che venga loro insegnato a valutare bene l'opportunità di quello che stanno facendo. Il regime cinese, invece, ci va giù duro e impone.)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. capisco quello che dici...ma in realtà il dato della fecondità era già in diminuzione nel 1978 data di istituzione della politica del figlio unico, dopo ha continuato a diminuire in maniera costante nessun salto... questo potrebbe voler dire solamente una volontà di controllo totalitario sulla vita delle persone più che una presa di coscienza rispetto al problema che poni
      un saluto

      Elimina
    2. Infatti: come ho detto io un governo furbo avrebbe fatto in modo che la popolazione ne prendesse coscienza; ai regimi totalitari interessa soltanto starsene avviticchiati alle loro poltrone a spese della popolazione. E che la Terra sia brutalmente sovrappopolata è un dato di fatto; ci sono anche tante altre popolazioni che dovrebbero prenderne coscienza. Arrivare a un punto di stabilità: tot ne nascono, tot ne muoiono. Ma sarà difficile farlo capire a tutti gli affetti da sindrome del "crescete e moltiplicatevi"...

      Elimina
  4. Troppe libertà negate e penso che il 1984 di Orwell è molto attuale guardandoci in giro.
    Saluti a presto.

    RispondiElimina
  5. Vedi Ernest le dittature, credo che tu lo sappia bene, sono comunque e dovunque la rovina dell'umanità. Noi, fanciulli dell'era mussoliniana, dovevamo crescere a forza di "libro e moschetto". Ricordo le prime due righe di una canzonetta di quei tempi: "colonnello non voglio pane, voglio piombo per il mio moschetto..." Ma ti rendi conto?
    Un salutone,
    aldo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. per fortuna non ho vissuto quel periodo... ma l ho studiato e i mia nonna me lo ha raccontato. La speranza è che non torni più...

      Elimina
  6. Risposte
    1. beh mi tocca associarmi a MikiMoz a all'Alligatore :D

      Elimina
    2. eh ma ragazzi poi neanche più blog...

      Elimina
  7. Credo che la sovrappopolazione sia un bel problema, che andrebbe risolto, non in maniera autoritaria, ma diffondendo cultura contraccettiva. No al controllo delle nascite autoritaria, come all'oscurantismo sulla contraccezione, per esempio in Africa, da parte del Vatikan.

    RispondiElimina
  8. Considerando che in Cina, tradizionalmente, sono i figli a doversi far carico dei genitori quando diventano vecchi, e uno da solo non ce la fa, il regime si è accorto di aver fatto una cazzata.
    Pagata dai cinesi, però.
    Come in tutte le dittature.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e che è durata parecchi anni direi

      Elimina
  9. Qui da noi il figlio unico non è stato imposto, ma se lo impongono in parecchi per questioni economiche. Purtroppo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. esatto Alberto, diciamo che qui non hanno fatto una legge ma ci sono arrivati soprattuto per alcune classi

      Elimina
  10. in Italia si sopperisce al figlio unico per necessità importando STRANIERI

    RispondiElimina
    Risposte
    1. in realtà non è vero... ci sono quartieri e "classi" perché esistono ancora che si possono permettere 3 o 4 figli con tanto di macchina pulmino, va così questo paese

      Elimina

Latest Tweets

 
;