giovedì 26 novembre 2015

Cerco un posto

Cerco un posto dove non si attacchino le sedi della Caritas lasciando scritte fasciste e razziste, dove non si parli di Ius soli e "nostro sacro suolo natio".
Cerco un posto dove i ragazzi non si suicidano perché spinti ad una perfezione alla quale non possono arrivare.
Cerco un posto dove non ci siano 875milioni di armi in mano ai civili.
Cerco un posto dove non si promettano soldi ai ragazzi per nascondere una politica che se ne frega di loro e che invece gli sta togliendo il futuro.
Cerco un posto dove le attività di un teatro che si occupa di carcere, psichiatria, violenza sulle donne e disabilità non vengano tagliate dalle Regioni.
Cerco un posto dove se hai bisogno di cure non si debba sperare di conoscere "qualcuno".
Cerco un posto dove la scuola non debba elemosinare per poter andare avanti e dove la parola insegnamento venga messa su un piedistallo e sorretta.
Cerco un posto dove la gente usi di più il NOI piuttosto che l'IO.
Cerco un posto dove non ci siano cattivi maestri e alunni fantasma.
Cerco un posto dove si dia spazio alla vita quotidiana delle persone e non che sia una minuscola parte incastrata in ore di lavoro.
Cerco un posto dove la parola comunità abbia ancora un senso.
Cerco un posto dove la nuvola si cerca in cielo e non sullo schermo di un telefonino.
Cerco un posto dove si ritorni a fare la fila per una telefonata.
Cerco un posto dove ci si possa fermare davanti ad un vetrina per leggere la prima pagina di un giornale e non l'ultimo modello di scarpe.
Cerco un posto dove non bisogna scrivere su un tabellone che la velocità sulle strade uccide.
Cerco un posto dove se la vogliono la guerra se la vadano a fare i capi di stato in duello, uno contro uno.
Cerco un posto dove la storia non è quella cosa noiosa da leggere velocemente prima di guardare l'ultima puntata di Xfactor.
Cerco un posto dove non chiudano librerie, giornali e dove ci siano code per entrare in biblioteca non al Black Friday.
Cerco un posto e non con google maps, ma con la cartina che non si sa mai come ripiegare.
Cerco un posto dove a 65 anni non si debba ancora cercare un lavoro per arrivare a fine mese.
Lo cerco e se lo trovo non lo Twitterò, casomai ci si vede al solito posto che ognuno di noi ha nella propria città.

27 commenti:

  1. Con la buona volontà di tutti, il mondo può cambiare.

    RispondiElimina
  2. io vorrei anche un posto dove, se una ragazza è in autobus con un passeggino, dentro il quale dorme un meraviglioso bimbetto, la gente non inizi a dire che così non va bene, occupa un sacco di posto e quando scende bisogna PURE AIUTARLA!
    sono reduce da una litigata per questa ragione appena due ore fa, linea 20, fermata via Gramsci, con un paio di persone ......però ce ne sono state un sacco che hanno litigato con me ed aiutato sta ragazza a far scendere il passeggino, con questa meravigliosa creatura che continuava a dormire.
    Emanuela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ecco Emanuela hai proprio colto la lotta tra il NOI e l'Io... della serie devo stare bene IO sull'autobus dell'anziana che sale, della ragazza col bimbo non me ne frega niente, siamo circondati da cose come questa

      Elimina
  3. Cerchi l'isola che non c'è...

    RispondiElimina
  4. Concordo su tutto, tranne che sul NOI e IO: stanno ammazzando le nostre personalità, il nostro essere... dobbiamo dire IO, e solo quando tutti non saremmo omologati, si potrà serenamente parlare di NOI^^

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il NOI che ho messo non si riferisce all'omologazione ma al pensare alla collettività, all'interesse comune, al far fronte ai problemi insieme... oggi siamo pieni di individualismo che è cosa diversa dall'avere ognuno la propria personalità, l'individualismo non sta portando a niente di buono... la sua legge è io sto bene del resto non me ne frega niente

      Elimina
  5. Quel posto che cerchi e che forse tanti cercano,non c'è,non esiste e non è mai esistito.
    Oggi sono pessimista..e non esisterà mai,nonostante gli sforzi di tanti.
    Felice giornata,fulvio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. oggi sicuramente non c'è in linea generale, a volte lo troviamo in qualche realtà, anni fa sicuramente qualcosa di buono c'era ma è stato contaminato e rovinato

      Elimina
  6. si potrebbe iniziare a cercarlo in gruppo

    RispondiElimina
  7. Inutile cercare, un posto così non esiste. Purtroppo.

    RispondiElimina
  8. Vendono isole deserte in mezzo al Pacifico, a prezzi modici. Se hai un po' di soldini da parte puoi comprartene una e andare a stabilirtici.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ora vado ad aprire un finanziamento e vedo cosa posso fare

      Elimina
  9. Anche io ho sempre desiderato che la guerra andassero a farsela da soli, vedrai poi come si fa a non aver più guerre nel mondo! Ovviamente sottoscrivo anche le altre, anche se non dover far la fila per telefonare ha i suoi vantaggi...; -)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non sarebbe male vedere Putin a duello con Obama poi il vincente contro il Califfo e poi ancora il prossimo...

      Elimina
  10. Quando lo trovi fammi un fischio. Con un'unica precisazione: che il NOI deve comunque scaturire da una molteplicità di IO fortemente indipendenti, orgogliosamente autopensanti e differenziati (ma non per questo egoisti e avidi) perché uno dei principali drammi odierni sta proprio nella massificata omologazione pecoreccia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo!! :)
      Viva l'individualismo! :)

      Moz-

      Elimina
    2. Si Zio come ho detto prima la personalità di ognuno di noi è fondamentale e da preservare... l'IO che detesto è quello che spesso troviamo in giro e che se ne frega della collettività (che non esiste più)

      Elimina
  11. Dai, fondiamolo noi! Io a casa mia più o meno ce l'ho... :-)

    RispondiElimina
  12. Tu cerchi Schangrilà, ma ormai tutti sappiamo che è solo un sogno.

    "Cerco un posto dove se la vogliono la guerra se la vadano a fare i capi di stato in duello, uno contro uno."
    Anche perchè se dovessero andare loro, i capi, se ne guarderebbero bene dal dichiarare guerra a destra e a manca.
    Un post bellissimo che racchiude tutti i desideri umani.
    Cristiana
    Cristiana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e si direi che è proprio un sogno... ma nn si sa mai :-)

      Elimina
  13. Ernest, quando hai trovato quel posto, fammelo sapere, perchè anche se sono un pensionato, mi piacerebbe viverci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sarà fatto... ti faccio un fischio

      Elimina
  14. E' un posto che cerco anch'io!
    Nella tua lista di sacrosanti desideri (proviamo a scrivere una letterina al Babbo di rosso vestito?), mi ha particolarmente colpito: Cerco un posto dove si dia spazio alla vita quotidiana delle persone e non che sia una minuscola parte incastrata in ore di lavoro.

    RispondiElimina

Latest Tweets

 
;