mercoledì 20 gennaio 2016

Tic Tac

E con oggi sono 365 giorni senza sigarette, senza quel gesto che ultimamente era diventato troppo naturale. Una conseguenza automatica, un virgola tra le parole caffè e pausa. Non fumavo troppo, passavo anche qualche giorno senza accenderne una, facendone altri invece, quelli più intensi, con la sigaretta in mano.
In realtà non volevo scrivere di questo, ma si sa la natura umana ogni tanto ha bisogno di compiacersi e di condividere i traguardi, se tali sono, con gli altri. 
Oggi volevo dare ragione ad un amico, Carlo, che nel suo blog ci mette in guardia. Da che cosa? Dal silenzio, dal "lasciamo perdere". Quell'atmosfera che purtroppo accompagna spesso i governi che si dicono di centro sinistra (non dico nemmeno più sinistra).
In passato quando al governo c'era lui, sapete chi, i post  intasavano la rete, anatemi contro l'imbonitore di folle. Adesso effettivamente troppo silenzio.
Pensare che il non eletto di Firenze ha portato a termine il lavoro del compare di Arcore, ha modificato leggi contro le quali quelli che ora le votano in parlamento erano scesi in piazza.
Già le piazze... quelle che non occupiamo più, che abbiamo occupato troppo poco in passato, che abbiamo lasciato ad altri.
Carlo ha ragione, dobbiamo riappropriarci degli spazi, occuparli, non lasciarli e non mollare. Io per primo che in questi mesi, per troppe cose, ho scritto meno.
Ora una sigaretta ci vorrebbe ma in tasca ho solo Tic Tac, un po' come il tempo che corre e che noi dobbiamo cavalcare.

25 commenti:

  1. Quando ti viene voglia di una sigaretta, sublimala con un post sulla situazione politica!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sarò fatto e direi che materiale ne abbiamo

      Elimina
  2. Mi auguro che che non sia un Tic Tac alla banana :)

    RispondiElimina
  3. Per le sigarette, bravo. Continua così.
    E il tuo amico Carlo dice cose che molti di noi pensano. Il problema è che lo pensiamo e basta. Non facciamo nulla e continua il silenzio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. vero spesso queste cose si pensano solamente,, dovremmo fare agire e partecipare ma non sembrano verbi di questo tempo

      Elimina
  4. Complimenti per le sigarette, io non ci riuscirei ... a stare senza wine ... e per i politici, io mi sento sempre più anarchico.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. per ora ce l ho fatta ma devo dire che ultimamente ho qualche voglia ma resisto

      Elimina
  5. È vero , un gran silenzio ovunque,assordante!
    Il bimbo, che poi a 40 anni si è adulti sta portando avanti perfettamente ciò contro cui si urlava indignati.mi viene in mente un altro governo di sinistra(si fa per dire) che passò il finanziamento alle scuole private , ricordate i rimborsi a chi ci iscriveva i figli?, senza alcuna riforma seria x la scuola pubblica! E anche lì gran silenzio.
    È qualunquismo dire che sono tutti uguali?
    Allora sono qualunquista
    Ma in altri anni ,di fronte a certi provvedimenti ,leggi, decreti ecc in piazza ci sarebbero state migliaia di persone!
    E ora?
    Emanuela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero emanuela in altri anni molto molto più indietro direi perché poi anche quando c'era Berlusconi non è che ho visto gente in piazza per giorni... ora il silenzio fa paura e sono molti quelli che dicono signorsì...

      Elimina
  6. È vero , un gran silenzio ovunque,assordante!
    Il bimbo, che poi a 40 anni si è adulti sta portando avanti perfettamente ciò contro cui si urlava indignati.mi viene in mente un altro governo di sinistra(si fa per dire) che passò il finanziamento alle scuole private , ricordate i rimborsi a chi ci iscriveva i figli?, senza alcuna riforma seria x la scuola pubblica! E anche lì gran silenzio.
    È qualunquismo dire che sono tutti uguali?
    Allora sono qualunquista
    Ma in altri anni ,di fronte a certi provvedimenti ,leggi, decreti ecc in piazza ci sarebbero state migliaia di persone!
    E ora?
    Emanuela

    RispondiElimina
  7. A me ha sempre inquietato parecchio Renzi, proprio per il suo dirsi di sinistra: almeno in Berlusconi si riconosceva il "nemico", invece lui fa le stesse identiche cose senza nemmeno la rottura di scatole delle proteste pubbliche. Secondo te, ad esempio, si riuscirà ad opporsi e a fermare questa vergognosa ladrata del canone rai in bolletta della luce?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. a me spaventano molto gli italiani che continuano a buttarsi su questi personaggi assurdi, per non parlare della poca partecipazione generale ai problemi di tutti

      Elimina
  8. Complimenti! No, non per aver raccolto il mio invito ma per aver smesso di fumare! Quando lo feci io, anni fa, resistetti la metà del tuo tempo, poi ricominciai con i sigari. Fumo molto meno di quando fumavo sigarette e concedo qualcosa al mio piacere. Perché detto tra noi fumatori o ex tali, se si riesce a farlo in modo controllato, rimane un gran bel piacere, come il bere un buon vino o il mangiare una pietanza gustosa... è chiaro che, come per ogni cosa, l'esagerazione porta, prima o poi, a qualche guaio. Mi fanno ridere coloro che, apostrofandomi con severità, mi ricordano che il fumo fa male... e poi vivono in città dove l'inquinamento atmosferico è micidiale; consumano alimenti, dalla carne alle verdure, dalla pasta ai dolci, bombardati con ogni sorta di sostanza chimica e non fanno nulla, neanche con i loro singoli comportamenti o scelte, per cambiare questo stato di cose.

    E vengo al secondo punto della tua riflessione. Sento sempre più gente lamentarsi, sul treno, per strada, tra gli amici... ma nessuno muove un dito per cambiare lo stato delle cose. E quando gli ricordi che possiamo fare qualcosa, ad esempio modificando le nostre abitudini indotte, ti guardano con uno sguardo ebete, si rintanano nei loro loculi e si stordiscono davanti ad un televisore.

    Questa è la società in cui viviamo, dove solo qualche piccola esile fiammella di ribellione ancora luccica. Dobbiamo farlo diventare un fuoco, Ernest. Perché se è pur vero che noi (almeno io) abbiamo già superato i due terzi della vita concessa, rabbrividisco a pensare a come sarà l'esistenza delle generazioni future. Ed io, detto con sincerità, non ho figli da destinare a questa condanna e potrei anche fregarmene.

    Ieri il nemico era il pregiudicato, oggi è il bimbominchia. Fanno parte di un sistema in cui ci siamo anche noi, sommersi! Essi sono, perché noi consentiamo che siano. Non è necessario fare barricate! Basterebbe cambiare il nostro stile di vita, liberarci dal conformismo e dall'omologazione in cui ci hanno confinati, e loro non avrebbero più alcuna forza o ragione di esistere.

    Ciao Ernest, buon pomeriggio a te.

    RispondiElimina
  9. Io manco il tic tac, niente, e non rompo le balle a quelli che fumano. Ormai sono quasi sette anni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come scrivevo a Ernest, mi ricordo benissimo dei tuoi post sull'argomento, 7 anni, sei un grande! :-)

      Elimina
    2. Bravo Alberto piano piano tolgo anche il Tic Tac :-)

      Elimina
  10. Anch'io ho smesso e non rompo le balle a quelli che fumano. Perché ho smesso per necessità, ma se potessi fumerei ancora, eccome!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non mi sogno minimamente di rompere le balle a quelli che fumano... a parte mio padre :-)

      Elimina
  11. Caro amico mio, innanzitutto devi assolutamente compiacerti di te stesso, è già un anno che non fumi, mica 2 giorni! Di Alberto mi ricordo benissimo i suoi post, quindi fai bene anche tu a ricordarlo! :-)
    La cosa che mi fa più incazzare è che la bella parola "sinistra", nel suo significato più bello, ormai sta dietro la nebbia fitta fitta e non si riesce nemmeno più a vedere! Puoi solo cercarla dentro di te, ma non basta purtroppo.
    Come dicevo a Carlo anche io ho sentito l'esigenza di riscrivere di politica. Perché un'altra cosa che mi dà fastidio è che il tuo concittadino esimio, che mi piaceva una volta e che ora risolve tutto con la rete, debba essere considerato sinistra, quando invece sono proprio le maggiori priorità della sinistra che non riesce a coniugare.
    Non sono più tornato a Genova purtroppo. Ma se torno, ti assicuro che sarai il primo a saperlo.
    Un abbraccio
    Nico

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh si dai per ora resisto :-) per il resto mi fa male non vedere una reale forza di sinistra nel panorama politico, il brutto è che i problemi che ci sono andrebbero affrontati con soluzioni di sinistra e invece siamo qui ad ascoltare le parole di un neo berlusconi...
      Se passi di qui mi raccomando dimmelo :-)

      Elimina
  12. le contestazioni sono alla copertura che deturpa non allo scolmatore !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ed è quello che ho scritto..- ed è ancora peggio perché si tratta di una cosa temporanea, qui siamo di fronte a gente che vive nella bambagia che non sa cosa vuole dire ritrovarsi il negozio allagato, vivere con la testa in su per paura della pioggia. A me francamente questa gente inizia a darmi parecchio addosso, se poi aggiungiamo che molti di quelli che vivono in quella zona si fanno vedere solo d'estate...

      Elimina

Latest Tweets

 
;