martedì 6 febbraio 2018

E' normale

Tutto rientra ormai nella normalità. Qualche giorno sulle prime pagine dei giornali, indignazione o esaltazione tramite social. Punto. 
Uscire di casa con una pistola carica, salire in macchina, puntare gli immigrati e sparare contro persone e vetrine rientra nella normalità di una società che ha deciso di non leggere certi messaggi. 
Dichiarare solidarietà ad un uomo che spara in mezzo alla folla è ritenuto normale. 
Entrare in una riunione democratica, interromperla e leggere un comunicato fascista, con tanto di divisa squadrista e metodi allegati rientra nella normalità.
Scrivere nel giorno della memoria insulti xenofobi rientra nella normalità.
Una specie di mondo sottosopra dove chi cerca di professare parole di accoglienza, di democrazia, di lotta al fascismo viene tacciato come fuori dalla storia. Superato. 
E' una situazione preoccupante. Dimentichiamo tutto facilmente, abbiamo già messo da parte la testata di un intervistato ad un giornalista e le manifestazioni per ricordare i repubblichini. Ragazzate per molti. 
Le ragioni sono tante e anche i colpevoli, ma fondamentalmente questo è un paese che non ha mai smesso di essere fascista, riprendendo i connotati abbandonati per un attimo già a partire dal 1946.  Siamo quelli del non sono razzista/fascista però... Un mix pericolosissimo in un momento in cui la sinistra perennemente divisa non riesce più a parlare alla gente, e nello stesso tempo la gente non ascolta e ha messo da parte valori fondamentali. Che richiedono impegno e fatica.
Sottovalutiamo la Storia che cerca di insegnarci cose già viste, pagine strappate che fa comodo non vedere. 
E' buio.

24 commenti:

  1. Proprio buio. Visto che l'avvocato del nazista dice: "Ricevo allarmante solidarietà".

    RispondiElimina
  2. Va beh, quando venne Renzi a Massa, in stazione c'erano ragazzo venuti appositamente per insultare lui e noi.
    Normale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ce l ho con Renzi come sai ma non sarei venuto ad insultarvi... poi ci sarebbe da parlare di come sta commentando questi fatti e non solo lui. Rincorrono i voti di destra ormai

      Elimina
  3. Sdogana questo, sdogana quello siamo arrivati a questo punto. Ora che sono fuggiti i buoi ci vuole unità sui contenuti, non di facciata (che sarebbe ancora peggio).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Unità non fa rima con sinistra da anni.

      Elimina
  4. Oggi il titolo di un noto quotidiano italiano è "Vai a vedere che il nigeriano la fa franca". Il giornale, che fu fondato da un "ex" fascista si conferma come uno dei principali fomentatori di odio. Al diavolo la democrazia, certi organi di informazìone andrebbero chiuso. Sallusti doveva finire in carcere e fu salvato da napolitano e nonostante tutto continuano a invitarlo in tv per dire la sua su la qualunque. Quella é gente che starebbe volentieri al posto di traini.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sallusti che dire solo da noi uno così può dirigere un giornale, ma non solo lui

      Elimina
  5. Ma la cosa preoccupante sai quel'è secondo me? Che di immigrazione parlano solo le destre, e lo fanno nel modo che sappiamo. Gli altri preferiscono fare i vaghi, perchè lo sanno bene che fin troppe pance italiane ultimamente ribollono di razzismo, allora è meglio fare i vaghi che avere il coraggio di affrontare in un modo DI SINISTRA la questione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto concordo pienamente, il centro sinistra ha lasciato quell'argomento in mano alla destra anzi lo approccia proprio andando alla ricerca dei voti di destra. Gli immigrati colpiti dal nazista stanno ancora aspettando un politico

      Elimina
  6. xpisp(Stefano)7 febbraio 2018 17:49

    Sai cos'è la cosa preoccupante? il tuo omettere fatti accaduti nella tua città.
    Infatti abbiamo visto perquisizioni nelle abitazioni di chi ha letto i propri deliri irrompendo in una riunione definita pubblica.
    Aspettiamo la stessa solerzia per quelli che manifestando contro i fascisti hanno distrutto delle vetrine e assalito un disabile reo di indossare pantaloni mimetici e, orrore tra gli orrori, una bandiera ITALIANA.
    Di questo fatto ti sei casualmente distratto e casualmente non ricordato di menzionarlo.
    Poi vuoi la visita dei politici a persone solo perchè di colore?
    Ricordi visite alle vittime di clandestini?
    Ricordi visite alle vittime di kabobo?
    mi chiedo come mai non ti sia accorto del solito stile violento e discriminatorio degli antifascisti della tua città.
    Immagino poi la tua rabbia e sdegno se ad essere colpito fosse stato un uomo di colore da 4 manifestanti di casa pound.
    Immagino la rabbia nel notare lo scarso risalto dato alla notizia, scarso perchè oramai certi gesti violenti e fascisti non fanno più notizia.
    AH.. no questi erano antifascisti!
    I soliti mezzi degli antifascisti, un pò come quando il tuo amico David Grieco raccontava di quando da giovane andava a stuzzicare i fascisti per poi tirarseli dietro nella trappola preparata...per suonargliela.Questo giusto per dire che i violenti sono tristemente diffusi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda io nn ometto niente e ho avuto modo di parlare delle cose che citi anche in altre sedi... ma francamente nn ho più voglia di risponderti se continui a nn accorgerti di quanto sia preoccupante la situazione.

      Elimina
  7. xpisp(Stefano)7 febbraio 2018 18:27

    La situazione non è preoccupante per un coglione che va in giro a sparare.
    E' preoccupante perchè questo aveva un'arma nonostante pare(notizie riportate) fosse chiaramente instabile!
    E' preoccupante che ci sia un'atteggiamento differente a seconda di chi fa cosa.
    Se sei violento, per me puoi essere verde, a pois o blu ma devi essere punito.
    Invece per te se uno ha un colore bisogna togliere i diritti CIVILI, negli altri casi..."sono ragazzi".
    E' preoccupante perchè tra meno di un mese andremo a votare e non c'è una scelta giusta, ci sono solo scelte sbagliate e questi idioti(di destra e sinistra) in queste situazioni sguazzano.
    Purtroppo non ti rendi conto che proprio attivando trattamenti differenti si arriva alla loro consacrazione!
    E' preoccupante, ma a te va bene evidentemente, che venga concesso a persone che NON hanno diritto di restare in Italia di consumare servizi e beni per far ingrassare i soliti noti e poi creare giustificazioni per i soliti idioti.
    Ecco cosa è grave!
    ma comprendo che quando la puzza arriva da casa propria si preferisce urlare contro gli altri!
    E comunque hai omesso, se la vittima di genova fosse stata nera e a picchiare fossero stati fascisti ne avresti parlato eccome!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Davvero nn ne ho voglia... io nn ho problemi a parlare di certe cose e chiaramente per fortuna la rete nn è il solo canale per discutere quindi nessun problema a dire che qualche assurdo personaggio che conosce solo la violenza come mezzo di comunicazione ha picchiato quel ragazzo e aggiungo che nn mi è nemmeno piaciuto il disaccordo sulla manifestazione tra Anpi e movimenti quindi ripeto nessun problema... ma qui lo ripeto e chiudo, perché davvero nn ha senso, siamo di fronte a gente che pubblicamente professa razzismo e fascismo, tra l altro piccolo particolare vietati dalla costituzione, e nessuno dice nulla... e questo è pericolosissimo anche per quelli che continuano a dire che sono ragazzi che il fascismo nn esiste che nn siamo razzisti ma...

      Elimina
    2. xpisp(Stefano)8 febbraio 2018 07:25

      il razzismo lo crei!
      amplifichi il problema creando lo scontro sociale.
      pensaci, chi ne guadagna da questa emigrazione volutamente incontrollata?
      ci stanno trasformando sempre più in schiavi sotto controllo.

      PS
      sono felice che ti vanti di avere una costituzione che vieta un pensiero politico.
      significa 2 cose, uno che non è democratica e due che ritiene i mezzi democratici incapaci di contrastare le derive sbagliate, quindi è pure incompleta visto che purtroppo abbiamo estremismi neri, rossi e bianchi

      Elimina
  8. Gruppi sparsi dei centri sociali del Nordest sotto le bandiere di Aktion, intonano cori come «quanto è bello far le foibe da Trieste in giù» e se la prendono con i giornalisti. È partito così dai giardini Diaz il corteo antifascista, promosso dai centri sociali a cui hanno aderito tutti i partiti a sinistra del Pd. Da Liberi e Uguali, presente con 15 parlamentari, a Potere al Popolo, il nuovo contenitore che ingloba Rifondazione comunisti. E poi ci sono le bandiere dell'Arci, quelle di Amnesty, il partito comunista dei lavoratori e gli ex rifondazione con Paolo Ferrero. Ci sono anche i radicali di più Europa con il segretario Riccardo Magi.

    Ecco come si risponde ad un gesto di un singolo demente con purtroppo parecchi estimatori.
    Qui abbiamo diversi gruppi che non solo sfilano con bandiere rosse proprio oggi
    giornata in cui si ricorda che una parte del paese ha sofferto tra l'indifferenza e la complicità del resto del paese.Si ricordano profughi arrivati per sfuggire, loro si, alla morte per essere trattati dai padri di coloro che oggi parlano di accoglienza come dei bastardi.
    Bandiere rosse accompagnate da cori simpatici che evidentemente non sono stati zittiti dallo sdegno dei restanti.

    Mi chiedo cosa avreste commentato se a sfilare fossero stati quelli di casapound il 27 gennaio inneggiando alle camere a gas.
    Ma comprendo, la loro cattiveria è nera quindi condannabile, se ad essere irrispettosi e deficienti sono i "compagni" ... sono solo compagni che sbagliano come negli anni '70!

    Lo so Ernest, non hai voglia di parlare perchè ti toccherebbe, per onestà intellettuale, attaccare i "compagni"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Senti te lo dico una volta sola e per tutte non me la menare a me con ste cose perché caschi male. Quelli che inneggiano alle Foibe li avrei mandati a quel paese fossi stato li. Quindi evita di dire certe io quando devo mandare a quel paese chi sta a sinistra lo faccio nn ho problema... poi se si vuole parlare di foibe bisognerebbe studiare la storia è parlare con chi le ha vissute, io L ho fatto anche grazie al mezzo teatrale. Quindi qui nn attacchi
      Quelli di Casapound e amichetti vari sono illegali come tanti altri che inneggiano al fascismo ma nn lo capirai mai
      Saluti

      Elimina
    2. no lo capisco bene, sono illegali perchè loro non hanno libertà di pensiero idiota come altri di altri colori!
      Sono illegali perchè siamo pronti a lottare per i diritti di chiunque ma pronti a negarli a quattro idioti
      Hai accuratamente evitato di parlare dell'accoglienza di quelli che sono scappati dalle foibe, dei profughi.
      Di come sono stati accolti, insultati e ghettizzati.
      Caro Ernest mi dispiace ma no, condannerai in privato ma qui NO.
      Ci sono stati molti eventi preoccupanti di chi crede di avere la verità in mano(gli stessi che decidono chi può o meno festeggiare il 25 aprile) ma tu continui nel tuo silenzio assenso.
      Il pericolo è un assassino mancato(per fortuna) e non gruppi di persona che invocano e usano la violenza REALE.

      Elimina
  9. Italiani... brava gente...mah
    Stiamo pagando il prezzo di vent'anni di diseducazione italiana. Anni in cui tette e culi erano le cose più importanti. Niente formazione, niente senso dello stato, niente appartenenza alla comunità, niente educazione al senso civico solo un orticello verde privato per ognuno.
    Il mantra "così fan tutti" ormai è la giustifazione per eccellenza che non giustifica niente ma serve per sentirti con la coscienza a posto se ti beccano con le mani nella marmellata. Abbiamo genitori che sono fans dei loro figli, non più educatori ma solo tifosi pronti a "castigare" chiunque osi invadere il loro nucleo... da qui la legge del taglione è solo piccola conseguenza, purtroppo mi aspetto di peggio.

    RispondiElimina
  10. Perdonami Ernest ma mi è sembrato, probabilmente mi sbaglio, che ben pochi giornali abbiano dato notizia della giornata della memoria per le foibe(che in fondo dovrebbe essere un ricordo duplice sia come carnefici che come vittime).
    Devo poi osservare che mentre corriere e pochi altri giornali riportavano la notizia dei coretti schifosi di macerata, Repubblica non ne parlava!ma posso sempre sbagliarmi

    RispondiElimina
  11. l'Accoglienza è uno dei valori fondanti della sinistra italiana fin dal primo dopoguerra

    https://it.wikipedia.org/wiki/Treno_della_vergogna

    da chi parla di diseducazione vorrei sapere se conosceva questi fatti

    RispondiElimina
  12. Questa sinistra è una vergogna, un cumulo di gente che fa discorsi sconnessi e cose a caso...Ma una cosa la so: fascisti e razzisti mai!

    RispondiElimina

Latest Tweets

 
;