giovedì 5 settembre 2019

Trottole

E' un attimo. 
Uno va in ferie non avendo mai ascoltato la voce di Conte e con Giggino ministro del Lavoro mentre pontifica sui progressi del governo e al ritorno se lo ritrova come esperto di Risiko e di capitali del mondo. 
Davvero roba di un secondo, quasi un lampo. Un capitano d'agosto  con tanto di caipiroska in mano mentre canta l'inno di Mameli davanti ad una chiappa, degradato in un mese con tanto di biografia di twitter cambiata alla velocità della luce.
Una sorta di giostra impazzita, dalle video conferenze contro il partito di Bibbiano, ai piedi sbattuti per terra per rimanere ministro, dagli insulti ai nuovi che non sono politici di mestiere al facciamo qualcosa di grande insieme. 
Faccio fatica, lo ammetto, la mia cervicale non riesce a stare dietro a tutti questi valzer, a questa politica da microser. 
Le esultanze per il trasloco dal governo della destra mi fanno un po' ridere francamente (non si può che essere contenti dell'assenza di quella gente nella stanza dei bottoni sia chiaro), ma la sinistra dovrebbe ripartire in maniera seria e farsi nuovamente ascoltare sui posti di lavoro. Non può bastare il cambio alla guida del paese. 
Come mi fanno sorridere quelli che urlano vergogna, dicendo che il Pd è al governo non avendo vinto le elezioni, dimenticando che anche la Lega non le aveva vinte e che anche la maggioranza precedente non si era presentata alle elezioni come alleati. Storia vecchia, già successa in questo paese, ma la gente dimentica facilmente. 
In questa modalità di comunicazioni a colori ora siamo nel governo giallo rosso. Vogliono dimostrare qualcosa? Inizino con l'abolire il Job Act.
Utopia.
Non guarisco mai.
Dimenticavo, qualcuno avvisi Toninelli.

10 commenti:

  1. la sinistra dovrebbe ripartire in maniera seria e farsi nuovamente ascoltare sui posti di lavoro. Non può bastare il cambio alla guida del paese. " Parole sante. E magari abolissero il Job Act, ma sono anch'io un inguaribile utopista. Ad avvisare Toninelli ci penso io :-)))

    RispondiElimina
  2. mi permetto di farti notare una semplice cosa.
    Lo spread(sistema di ricatto verso un paese) è salito da quando si è insediato il governo giallo/verde con punte critiche quando sembrava volessero andare contro l'Europa.
    Poi un riposizionamento alto con continui picchi giustificati dal fatto che alcuni nodi sarebbero arrivati a presentare il conto(IVA ecc)
    Cade il governo, quindi si prospetta una situazione ancora più difficile per evitare infrazioni o altro, il paese in teoria è più debole, escono dati poco confortanti ma ... misteriosamente lo spread scende come se avessimo risolto quasi ogni problema.
    Io trovo questa cosa preoccupante.
    Perchè è evidente che qualsiasi governo non è libero!

    Ma che il PD ha messo un ministro con la 3° media non lo diciamo? Vale solo per gli ignoranti leghisti e pentastellati la critica?

    Concordo pienamente sul fatto che in troppi dimentichino i veri risultati delle elezioni e ignorino come viene eletto il governo.
    Salvini, probabilmente col consenso degli ex alleati, aveva "tradito" l'alleanza per andare al governo.
    Zingaretti(altro plurilaureato) ha dimostrato il valore della parola di un politico(mai governo con 5S)
    Onestamente credo che ogni "tifoso" di partito dovrebbe deprimersi per i propri rappresentanti piuttosto che insultare gli altri.

    Io sono ancora più un inguaribile ottimista, vorrei che si lavorasse per costruire nel lungo e non per guadagnare voti nel breve!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me preoccupano parecchie cose, prima di tutto che da troppo tempo non si parli di lavoro in maniera seria e costruttiva, che non si parli di morti sul lavoro. Solo quest'anno se non sbaglio più di un morto al girono, una strage silenziosa.
      Per il resto il Pd per come continua ad essere oggi non è roba che mi interessa... non credo di aver mai catalogato le persone per il titolo di studio preso, certo in alcuni ministeri mi piacerebbe vedere gente qualificata, ma credo che i livello di un buon politico si debba misurare su altre cose come in passato.
      Di Maio agli esteri mi fa rabbrividire, per non parlare del fatto che abbiamo assistito ad una sorta di contrattazioni in stile metodo Cencelli... ma basta dirlo per carità.
      Non vedere certa gente al governo per me è un sospiro di sollievo come ho detto, ma ben altra cosa è un successo politico, più di tutto mi continua a preoccupare la poca partecipazione della gente in generale che riscontro sui posti di lavoro.

      Elimina
  3. Maurizio Landini, intervistato pubblicamente sui temi caldi del momento, è stato esplicito: per affrontare il governo e ristabilire la socialità del Paese, è necessario mettere al centro del dibattito il tema del "lavoro" anche e sopratutto dal punto di vista legislativo, dal pacchetto Treu al Job Act.

    RispondiElimina
  4. Anche aumentare gli stipendi!

    RispondiElimina
  5. I governi trovano le loro maggioranze in parlamento, è successo con quello giallo-verde succede con questo giallo-rosso ... che di rosso, sappiamo, ha ben poco, essendo il pd un partito moderato e di centro. Un passetto avanti, certo, ma l'opposizione sociale si dovrà fare sentire, a partire dal tema del lavoro e non-lavoro, certo, e l'ambiente. Poi da abolire le molte orrende cose fatte dal governo precedente, e qui servono segnali forti.

    RispondiElimina
  6. Ricordo che la vera sinistra non è in Parlamento, ci sono tante tematiche da affrontare, tra cui il tema lavoro. Non si può vivere come precari tutta la vita.

    RispondiElimina
  7. Di politica si parla troppo, ognuno ha le proprie opinioni e le mantiene. I comuni cittadini dovrebbero chiacchierare meno di politica e farne di più.
    Buon fine settimana.

    RispondiElimina
  8. Ciao,non posso dire come si comporterà questo strano assioma politico,ma se non litigano e sopratutto se il Pd non critica con se stesso,forse potrebbero fare bene.
    Ma intanto un obbiettivo,almeno per un Po di tempo ,lo abbiamo raggiunto relegando il capitano con il rosario e la piccola italiana di antica memoria alla opposizione.
    Ciao.fulvio

    RispondiElimina
  9. Non guarisci mai, dici.
    Sarà che sono malata pure io.
    Intanto, scommetto che entro pochi mesi ci ritroveremo un nuovo arcobaleno, sempre senza che i vertici considerino importante chiamarci alle urne......

    RispondiElimina

Latest Tweets

 
;