mercoledì 10 dicembre 2014

Giochi e...

Facendo un leggero salto indietro nel passato mi ritrovo a rovistare nei miei giocattoli.
Adoravo i soldatini, eppure lo sapete sono un pacifista e ho fatto l'obiettore di coscienza, però passavo delle ore a sistemare americani contro russi, russi contro tedeschi, tedeschi contro scozzesi e scozzesi contro egiziani. Lo so trattasi di orrore storico ma ero piccolo, concedetemi la licenza.
Poi i playmobil. Nordisti contro sudisti, la banca e il saloon, il galeone dei pirati. Immagino i miei alle prese con le istruzioni per farci trovare, a me e mio fratello, tutto montato sotto l'albero.
Le immancabili macchinine e poi tanta immaginazione che usavamo per inventarci dei giochi.
La mitica pallina di gomma piuma che qualche volta ci è costata qualche ciabatta sul sedere visto che arrivava a colpire qualche quadro con l'immancabile caduta.
Non mi piacevano i Big Jim e nemmeno il Meccano che lasciavo volentieri a mio fratello.
Mi piaceva pareccho invece il Lego. Metri e metri di mattoncini uno sopra l'altro. Questi omini sempre nelle stesse posizioni con lo sguardo e la bocca disegnata.
Semplici... meravigliosi!
Ora... oggi mi sono imbattuto in questa cosa...

... lo strip club! Poltrone zebrate e palo per la lap dance!!!!
Manca il buttafuori e gli omini del lego rissosi e poi siamo al completo.
Magari quelli sono accessori da comprare a parte.
Forse è per questo motivo che hanno sempre avuto il sorriso stampato.


29 commenti:

  1. Forte! Sai che io ultimamente mi sono appassionato ai Lego minifigures dopo che ho trovato quello che mi assomiglia ed ho cominciato a collezionarli soprattutto per fotografarli

    http://www.giuliogmdb.com/2014/11/lo-strano-caso-del-drgiulio-e-mrminig.html

    Lo strip club sicuramente è stato realizzato con personaggi fatti realizzare ad hoc: ci sono siti che te li fanno con magliette o disegni come li vuoi, basta pagare :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bellissima galleria di foto la tua! Si lo strip lego non è della casa originale... ora vado alla ricerca di un Ernest di lego :-)

      Elimina
  2. Quello dello strip club mi mancava.
    Saluti a presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e mai porsi dei limiti... mamma mia.

      Elimina
  3. Chissà forse questi giocattoli soddisfano il bisogno di armi già in età infantile, un po' come prendere la varicella, fatta una volta risolto il problema.
    Mi volevano regalare bambole e io volevo le pistole, costruivo archi e frecce usando le stecche degli ombrelli (micidiali), adoravo le fruste, ingaggiavo feroci battaglie con le cerbottane, ma il mio "giocattolo" preferito era in assoluto il mio coltello!
    Non un temperino, no, un bel pugnale con 15 cm di lama.
    Tuttora giro con in borsa almeno un paio di coltelli a serramanico, prima o poi mi arresteranno.
    Ne ho usato uno anche oggi, ho sbucciato una mela e raccolto erbe in campagna ;D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh io per fare il fucile usavo il metro di mio papà che a volte si trasformava in mitragliatrice... ci nascondevamo sotto il tavolo ribaltabile della cameretta..

      Elimina
  4. Io sono un grandissimo fan dei Lego e ti assicuro che stanno facendo di tutto: dalla casa dei Simpson in scala, fino all'Ectomobile dei Ghostbusters. La mia linea preferita, per ora, è quella natalizia: cercala, che fa squirtare.
    Ma io spero sempre in una cosa: la fusione dei Lego coi Masters of the Universe!!

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per la casa dei Simpson potrei fare una pazzia!

      Elimina
  5. Con tutti i giocattoli il mio gioco preferito era smontarli, per vedere cosa c'era dentro e/o come funzionavano e/o fatti.
    RIcordo un bambolotto, capelli ricci biondi, con un bavaglino dove c'era scritto Pierino, aveva una cordicella dietro, da tirare, per farlo parlare. E' diventato muto nell'arco di una giornata :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. effettivamente smontare e montare era uno di quei giochi preferiti senza scatola e brevetto

      Elimina
  6. Anche a me piacevano i playmobil, mi sembra di ricordare un forte con soldati e indiani... però a ripensarci adesso non erano mica tanto belli. Molto meglio i Lego!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ah è vero il forte!!! l'avevo dimenticato... lo avevo anche io..

      Elimina
  7. Anch'io ho fatto l'obiettore di coscienza. Altri anni, altri ideali e modi di manifestarli, 16 mesi della mia vita regalati al servizio civile..Oggi chi sacrificherebbe il proprio tempo per un ideale? Oggi ci si diverte con i fucili a pallottole di gomma, o a spruzzo, si gioca a fare la guerra a pagamento. Il gioco con la lap dance e le poltrone zebrate è sintomatico di quali attività vengono consigliate ai ragazzini per il loro avvenire di sicuri guadagni..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. dopo gli Odc è arrivato il servizio civile... qui da noi ad esempio è stato utilizzato parecchio, ora direi scomparso. Molti enti negli anni hanno usato gli obiettori per coprire carenze di personale facendo fare lavori da veri e propri dipendenti... la mia è stata un'esperienza meravigliosa, mi ha cambiato, è servita e mi ha anche fatto trovare lavoro

      Elimina
    2. concordo Hide... io l'ho schivato il militare, con uno stratagemma sessantottesco... 15 giorni a caffè e banane... dimagrimento spettrale e tremolio... riformato. Ai miei tempi fare l'obbiettore era proibitivo...

      Elimina
  8. ossignur non c'è più (neppure) il Lego di una volta. Me lo immagino mio nonno Valentino classe 1987, che giocava al Lego con me, cosa direbbe se vedesse questo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. no decisamente non c'è più... eravamo più semplici, al massimo dovevamo costruirlo noi il CLUB :-)

      Elimina
  9. Ti si apre un'era davanti, ora. Vedrai quante scoperte farai con la piccola Greta! In fondo, gira e rigira, i giocattoli per i maschietti sono sempre quelli, ma per le femmine c'è da sbizzarrirsi.
    Ciao Ernest!
    Cristiana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. effettivamente non vedo l'ora di nascondere i regali e poi metterli sotto l'albero... e magari vestirmi da babbo natale :-)

      Elimina
  10. Le mie fotografie, tutte incorniciate ed appese in corridoio.......sono state abbattute da quel pallone di gommapiuma, che si comprava convinti che non facessero danni (....BALLE!!....) e che non rompessero le......scatole ai vecchietti del piano di sotto....sai com'è, tre figli in tre anni........più gli amici!!!!!!, e Silvia che girava solo con i pattini a rotelle ai piedi!!!!!
    Usare i soldatini? FONDAMENTALE, come usare le pistole di legno, con il tappino rosso in cima. Si gioca " alla guerra", la si finge, la si pratica per gioco e si capisce che resta così.
    I playmobil? Dici bene....ho ancora l'incubo delle istruzioni per montarli,io che di istruzioni non capisco una cippa.....Si montavano e si nascondevano dai vicini di casa, in attesa che arrivasse babbo natale.....Sai cos'è? Tutto ciò era meraviglioso. E mi sa che ti troverai a fare lo stesso per Greta.....ad inventarle e volerle regalare LA MAGIA.Emanuela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sono bellissimi ricordi... a volte non sembrano nemmeno così lontani... era un tipo di giocare differente ci prendevamo il tempo per la costruzione dell'ambiente...
      Già adesso con Greta cerchiamo di farla giocare :-)

      Elimina
  11. che orrore ! come siamo caduti in basso.... (sotto l'ombelico) !!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e ma secondo me possiamo anche puntare più in basso...

      Elimina
  12. Obiettore di coscienza pure io .... ma mi sono divertito anche a giocarea Risiko. Lego non mi sono mai piaciuti invece, questa versione per adulti (spero sia per adulti), la lascio a te che ci giocavi da piccolo ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ecco io non capisco perché a me a Risiko mi capitava sempre la carte dei 24 territori...

      Elimina
  13. Non ci posso credere... !!! ..mi hai fatto venire in mente le ora montare i go-down che poi andavano giù in trenta secondi!! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. per non parlare dei primi videogiochi che ci mettevano ore e ore per caricare

      Elimina
  14. Scrivo da una città fortemente militarizzata e con il primato dei locali lap-dance...
    mi colpisce sempre come la realtà sia più stupefacente della più fervida fantasia. E' un giocattolo vero? Reparto regali di natale?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si è un giocattolo vero ma direi che è per collezionisti (almeno mi auguro) non è prodotto direttamente dalla lego... direi reparto tristezza. :-)

      Elimina

Latest Tweets

 
;