giovedì 17 marzo 2016

Humana natura

Leggendo le vicende brasiliane non posso che riflettere sulle continue illusioni che viviamo. Personaggi o movimenti che sembrano presentarsi come speranza, rivoluzioni soffici che possono aprire strade diverse, poi una volta nella stanza dei bottoni indossano i panni usati di chi avevano contestato in piazza, oppure svaniscono nella stessa maniera in cui si sono affacciati alla ribalta.
Il dubbio sulla colpevolezza è concesso a tutti, ma in questo caso, come già successo nel nostro paese, la politica si sostituisce alla giustizia porgendo un'uscita di sicurezza per non affrontare l'aula del tribunale o l'arresto.
Noi ci siamo passati e ci stiamo passando. Spesso, anche il sottoscritto, ce la prendiamo col nostro paese ma intorno poi non abbiamo esempi migliori. La natura umana spesso va oltre le bandiere, i confini e gli ideali, i risultati sono questi.
Mi auguro che il popolo brasiliano non stia  solo a guardare come invece abbiamo fatto e facciamo noi.

23 commenti:

  1. Non so cosa dire. Hai ragione, ormai dovremmo essere esperti di 'doppie facce', per non dire doppie personalità.
    Mi sembrava una persona onesta, mah.
    Cristiana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. difficile davvero difficile, per ora cmq ho letto alcuni articoli sulla vicenda, vedremo cosa succederà sicuramente non mi piace chi usa la politica per evitare il giudizio

      Elimina
  2. Che i brasiliani non siano lobotomizzati come noi e' lapalissiano, sto giro non gliela fanno passare.
    E pensare quanta fiducia avevo riposto prima in Lula, sin dai tempi del world social forum svoltosi in Brasile, poi nella Roussef.

    D'altronde, per un breve periodo avevo anche definito Maifredi un ottimo allenatore...

    Hasta
    Zac

    RispondiElimina
    Risposte
    1. vero ricordo l'ondata di consensi... cmq dai Manfredi a Bologna non fece male poi dopo mamma mia da mettersi le mani nei capelli...
      ciao Zac

      Elimina
  3. Per quanto ormai si dovrebbe essere disincantati, io riesco ancora a essere delusa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io pure e non solo da cose come queste...

      Elimina
  4. Non conosco così tanto i brasiliani, come popolazione intendo. Soffrono di pecorite come noi o sono più permalosi, diciamo come un tasso? Lasceranno correre come facciamo noi o rovesceranno il governo a forza bruta? Boh. Spero per loro che siano dei tassi e non delle pecore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vedremo ciò che succederà nei prossimi giorni... ciò che bisogna tenere a mente è che la dittatura spesso è dietro l angolo

      Elimina
  5. Per uno che hanno in Brasile noi ne abbiamo almeno mille, ma forse molti di più. Cosa faranno in Brasile non lo so; cosa non faranno in Italia è chiaro, perché agli italiani basta non toccare il kampionato di kalcio e per il resto va tutto bene. Sia come sia, il paradiso non esiste da nessuna parte, ogni paese ha le sue magagne e se le gestisce come meglio crede.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. perché l'uomo lo è a prescindere fai confini e dalla nazionalità... in alcuni casi ci sono stati periodi o nazioni che di fronte alla corruzione si sono mossi

      Elimina
  6. Non conosco direttamente il caso Lula dal punto di vista giudiziario, mi informerò, di certo condivido con te il discorso del perdere qualsiasi spinta innovativa una volta entrati nella stanza dei bottoni. Non è una cosa di sempre (penso ad Allende, per fare un nome), ma una cosa figlia della nostra epoca, senza più ideali, con politici uguali, sputati uguali. Per fare degli esempi nostrani: che differenza tra Veltroni e Fini? Nulla, praticamente nulla, appena entranti (anzi, già sulla soglia), hanno buttato a mare il loro passato (buonino o orribile che fosse), e sono diventati dei servitori dello status quo (e qui, e qua) ... aveva ragione Trockij: la Rivoluzione è permanente o non è!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. vero aveva ragione Trocckij e infatti ricordiamo tutti com'è finito....

      Elimina
  7. Scommetto che José Mujica lo puoi rigirare come un calzino e sempre trasparente lo trovi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. concordo, mi sembra una mosca bianca

      Elimina
  8. Come Amanda anch'io metterei la mano sul fuoco per José Mujica. Purtroppo è una mosca bianca. E comunque qui in Italia siamo specialisti per parare il culo ai politi indagati.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si diciamo che lo abbiamo praticamente messo in costituzione il salvare il politico

      Elimina
  9. Ho visto un'immensa folla in piazza e non c'era bisogno di contarli( ah le nostre statiche del ...) per sapere che erano tanti. Mi ha allargato il cuore e portata ad una immediata riflessione "mai vista tanta gente in piazza in Italia"... però ho sempre e solo sentito parlare di numeri. I Media (tv, quotidiani ecc.) ... questi nostri sconosciuti...
    Ciao Ernest.
    Francesca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. questo paese ha ingoiato delle cose assurde, leggi da dittatura e il silenzio si sente ancora
      un saluto a te :-)

      Elimina
  10. Me lo auguro anch'io caro Luca, anche se ormai come dici tu le. speranze che nel mondo di oggi la gente impari a non farsi fottere dai media è purtroppo molto poca...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è una lotta contro mulini a vento forza 18...

      Elimina
  11. Sto cercando di capire cosa sta avvenendo in Brasile e, quindi, cerco di tenere a freno l'ovvia delusione. Di certo, però, è che noi, inteso come popolo di una nazione che da sempre è governata da corrotti della peggior specie, abbiamo mandato giù di molto peggio. Molto ma molto peggio e senza muovere un dito... cosa che i brasiliani non sembra vogliano fare.

    Da noi, al contrario, cerchiamo di imitare i farabutti seduti in Parlamento e nel Governo.

    Ciao Ernest, buona serata

    RispondiElimina

Latest Tweets

 
;