lunedì 4 giugno 2018

Anni di schiaffi

Ne abbiamo viste parecchie. 
Il 1994, la discesa in campo del cavaliere nero. Davanti un abisso senza fine. L'inizio dell'impero e lo shock di essere usciti dalla prima repubblica per entrare nella cosiddetta seconda fatta di personaggi imbarazzanti. 
Poi un'altalena di governi dal centro destra al centro sinistra passando per i tecnici. I fascisti sdoganati. La Lega che dal cappio in parlamento passa all'attacco dei giudici. Un sinistra sempre più ridotta al lumicino e un partito democratico che in maniera inarrestabile decide di rincorrere la destra,  scimmiottandola, dando il via libera alla sua vittoria. Renzi che altro aggiungere. 
Poi Grillo che dai MeetUp con tanto di banchetti nei suo spettacoli (?) passa alla piattaforma digitale, dando via libera alla democrazia 2.0, ovvero prendiamo milioni di voti ma decidiamo in 40mila su un sito. Una cosa del genere. Insomma i puri come si definivano loro, quelli che se hai già fatto politica, anche se magari sei stato bravo, sei un corrotto del sistema e quindi con te non parliamo, casomai in streaming. 
Ora. Giugno 2018. La sensazione è quella di aver fatto un giro di 360 gradi dopo aver preso lo schiaffo del soldato e dover indovinare chi ce lo ha dato. Perché probabilmente non lo abbiamo ancora capito. Di certo c'è che i puri non lo sono più, anzi non lo sono mai stati, lo streaming è solo su Netflix, fanno patti con chiunque come da manuale della Democrazia Cristiana. Quelli del cappio in parlamento con tanto di sentenza di sequestro dei conti hanno capito che l'argomento "meridionali" non poteva essere portato avanti ancora per molto, e poi per governare serve tutto il paese. E chi se ne frega della Secessione chiesta per anni, dell'ampollina sulle sorgente del Po e Borghezio col cappello da Unno. Basta. Ora nel mirino meglio mettere i migranti, d'altra parte un partito nazione ha bisogno di un nemico comune. Trovato.
Il resto ce lo mettono come sempre gli italiani, un bel mix. Inutile citarli tutti, in particolare però una menzione va fatta per quelli di sinistra che hanno dato il voto ai pentastellati innalzandoli sull'altare del nuovo partito comunista. Ecco. E come non citare quelli per i quali la parola d'ordine è lasciamoli lavorare.
Mi sa che lo schiaffo ce lo siamo dato da soli. 

28 commenti:

  1. Tutto nasce da quella bella idea che ebbe quel magistrato poi entrato in politica con le sue "mani pulite". Poteva farsi i ca$$i propri? No, eh? Così spianò la strada al nanerottolo, e da lì a tutti i suoi degni emuli inclusi quelli attuali (uno dei quali, va detto, senza il nanerottolo non esisterebbe). I vecchi politici erano dei magna-magna corrotti, ma ERANO politici, almeno.

    N. B.: Attenzione che il fiume Po non ha l'apostrofo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. beh indimenticabile quel momento, io però aggiungere che gli italiani mettono parecchio del loro in tutte queste vicende

      Elimina
    2. In effetti i nostri politici non sono mica marziani: sono italiani come quelli che li votano.

      Elimina
  2. Io sono tra quelli del "vediamo cosa succede", visto che comunque pare essere una novità, fortemente voluta, e di certo non è che sarà come si vede su FB, dove la gente profila chissà quale scenario assurdo.

    Passando ad altro, credo che Grillo & co.abbiano fatto peggio di Silvio con l'informazione: hanno colpito internet e inculcato nella gente che tutto il resto, oltre al web, dice fandonie. Ci si deve informare sulweb, in modo libero, che giornali e tv (in mano, appunto, ai grandi pilotatori) sono fonte di bugie.
    Ma ecco che abbiamo fatto nascere assurdi complottari e complottisti...

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Moz mi spiace ma il "fortemente voluta" direi di no come compagine di governo, visto che si tratta di due forze che si sono presentate con altri schieramenti una addirittura da sola da "duri e puri", mentre adesso stanno facendo la stessa cosa che per anni hanno denunciato.

      Elimina
  3. Ci sono stati degli errori in passato, ma Potere al Popolo potrebbe essere la base per ripartire.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ho votato Potere al Popolo ma credo che si debbano trovare soluzioni aggreganti in qualche maniera, lasciando fuori l'anima democristiano e filo margherita del centro sinistra e proporsi con delle idee chiare che partano dal lavoro e dai diritti

      Elimina
  4. Come sempre riesci a fare un quadro perfetto della situazione. Quanto mi piacerebbe vedere per una volta un quadro più allegro, ma temo che manchi del tutto la materia prima.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io vorrei un quadro più allegro ma mi pare di essere in mezzo ad una natura morta.
      grazie a presto

      Elimina
  5. C'è anche gente di sinistra che ha vergogna di dire che ha votato 5 stelle. Un po' come una volta certi non dicevano che votavano democrazia cristiana. Io spero ardentemente che si diano la zappa sui piedi: non mantenendo i mari e i monti che hanno promesso e facendo scelte sbagliate. Nel secondo caso ci andiano di mezzo tutti noi. E allora parecchi si ricrederanno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quando voti e te ne vergogni è un grosso problema a prescindere.

      Elimina
  6. Più che schiaffi, ci siamo fatti delle cose ben più turpi, ma non si possono scrivere!

    RispondiElimina
  7. Un detto napoletano dice più o meno così: per farmi il segno della croce, mi son accecato l'occhio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E ma qui son in parecchi direi

      Elimina
    2. Una amica blogger dice come saluto: teniamoci stretti.

      Elimina
  8. ... una menzione va fatta per quelli di sinistra che hanno dato il voto ai pentastellati...
    Basterà questo schiaffo per svegliarli dall'incantesimo?

    RispondiElimina
  9. Intanto chiedo scusa ma credo che Blogger abbia dei problemi, non mi ha più segnalato i commenti via mail. Ho letto su qualche forum che ad altri è successo, spero si risolva presto la situazione. A voi succede?

    RispondiElimina
  10. A parte che a tutti quelli che inneggiano ai "grandi politici della prima repubblica" vorrei ricordare che la merda che stiamo spalando l'hanno creata loro(baby pensioni e sperpero incredibile) leggere che la politica della lega era "contro i meridionali" mi fa capire che questi politici ce li meritiamo, anzi troppo bravi!

    RispondiElimina
  11. Io concordo con Moz vediamo cosa faranno. Ci sono nel programma alcuni punti interessanti o se vuoi "di sinistra". La scelta di abbandonare la sinistra ed il PD (che oramai di sinistra non è più) è proprio perché i partiti, gli altri partiti hanno dimostrato di non avere neanche più nei programmi qualcosa legato al sociale. Magari anche questo esecutivo deluderà ma il programma ripeto ha molti punti interessanti, poi se non sapranno o vorranno metterli in atto allora sapremo giudicarli.

    Sulla questione blogger, è un problema di molti, non mio perché i miei commenti si pubblicano subito senza approvazione quindi non so dirti se ora sia in via di soluzione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mah... questo governo ripeto mi sembra un pericoloso mix.

      Blogger ad oggi ha ancora problemi, speriamo.

      Elimina
  12. Anche io "vediamo cosa sanno fare"... intanto flat tax al 2020 e quota 100 una bufala... si comincia bene.. se poi a gennaio aumenta l'iva, si scenderà in piazza.
    Ma non noi. Quelli che li hanno votati.

    RispondiElimina
  13. Ho sempre votato a sinistra (mai PD che sinistra non è), ma già dalla penultime elezioni ho iniziato a capire che quella sinistra in cui credevo non esisteva e non esiste più. Ho comunque ripiegato su un partito di sinistra che è stato una grande delusione … e dunque ho dovuto ricapitolare. Ho scelto il M5S non perché io ci creda ma perché mai come adesso il Paese aveva bisogno di un voto certo che puntasse al governo e visto che Potere al popolo al governo non ci sarebbe mai andato, la mia scelta è andata in altre direzioni. Non amo Grillo, Di Maio ecc… ma non sono le persone a dovermi piacere, ho guardato ai programmi, allo spirito dell’entusiasmo e alla forza del cambiamento. Certo l’allearsi con Salvini mi fa accapponare la pelle, Salvini è anni luce lontano dalle mie idee ma quale era l’alternativa? Un governo tecnico? no grazie, andare subito al voto? per ritrovarci nella stessa situazione o peggio con Salvini da solo al governo? E dunque eccoci ad oggi, no, non mi vergogno della mia scelta, l’ho ponderata attentamente e male che vada posso solo pentirmene ma non più di tutti quei voti dati a quella sinistra di questi ultimi decenni che non sono serviti a nulla se non a farmi capire che è tutto uno schifo….d'altra parte a votare bisognava pure andarci.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Francesca apprezzo la tua onestà ma chiaramente non condivido il pensiero come ben sai. Ciò che mi ha sempre spaventato del M5s è proprio quello che sta succedendo, oltre al fatto che si sono presentati come i paladini del nuovo mentre in questi mesi hanno fatto le stesse cose che faceva la Democrazia Cristiana 40 anni fa. Sono anni che insultano a prescindere chi ha fatto politica anche solo per qualche mese e poi ora sono al governo con Belzebù come si diceva anni fa. Io ho sempre pensato che se è un politico è bravo lo può fare anche per tutta la vita.
      L'abbraccio a Salvini sarà devastante soprattutto per i diritti che ancora rosicati esistono ancora in questo paese. Capisco la delusione verso la sinistra sia chiaro, non capisco invece il fatto di dire quella forza non può a prescindere arrivare al governo. Abbiamo idee e valori di sinistra? cerchiamo di dare il nostro appoggio a forze o associazioni di sinistra rimanendo noi stessi di sinistra, dare il mio voto a della gente che poi lo usa per fare governi con fascisti, leghisti, razzisti, personaggi rimasti al medioevo che vedono solo la famiglia del mulino bianco francamente non mi sembra la soluzione migliore anche perché è la stessa cosa che ha fatto il Pd con i voti dei suoi elettori facendo inciucio col Berlusca.
      Io piuttosto davvero preferirei non votare.
      Mi auguro tu possa cambiare idea e che finalmente prima o poi si riesca ad avere una forza di sinistra di riferimento.

      Elimina
  14. Parlare in rete di politica non è semplice soptattutto quando c'è di mezzo una tastiera e le parole potrebbero diventare fiumi. Quello che è certo che l'ideologia di sinistra sarà sempre nel mio essere ma di fatto non c'è una sinistra. Quella pseudo sinistra appena mandata a casa ha osato nefandezze che neanche il "nano malefico" ha osato fare. Detto ciò io non vedo alternative e siccome votare per me è un dovere una scelta andava fatta. Sofferta, col naso tappato, senza grandi illusioni ma con la speranza di vedere un briciolo di positività per questo paese. Se falliranno avranno perso la loro occasione ma io credo che peggio di quello che è stato fatto non potranno fare( almeno me lo auguro). Quando trovi una Sinistra degna di essere chiamata tale sarò felice di appoggiarla ma al momento vedo solo dei sopravvissuti attaccati al minimo sindacale... non prendiamoci in giro.
    Vedi Ernest, quando sei nata col PCI, quando hai creduto, sognato... e poi scoperto che quel che ne è rimasto è una cozzaglia di arrivisti, beh non è facile ma ammiro il tuo voler ancora sognare. Io ho qualche anno e qualche ... ferita in più.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I governi che in questi anni hanno governato hanno fatto robe imbarazzanti questo è vero, non il ho votati, li ho contrastati con i pochi mezzi. Questo governo sta già facendo male, siamo costretti a sentire la frase "chiudiamo i porti", è un governo in perenne campagna elettorale... i danni che farà li sconteremo soprattutto sui diritti, lo sconteranno i più deboli.
      Non c'è una sinistra? Vero in parte direi, perché alle elezioni uno schieramento di sinistra c'era, magari potevano non essere apprezzato totalmente ma Potere Al Popolo si è presentato. Io credo che oltre al discorso di una mancanza di una forza di sinistra capace di raggruppare più elementi credo che manchino proprio le persone, i cittadini, le gente... vedo sempre meno partecipazione e voglia di delegare ma allo stesso tempo poi richieste e continue richieste. E' un po' come il discorso del sindacato, tutti ad attaccarlo ma poi agli scioperi non viene nessuno, le assemblee spesso sono vuote e la gente di ferma solo per il problemino personale.
      Viviamo in un mondo di alibi ai mio avviso.

      Elimina

Latest Tweets

 
;