venerdì 8 maggio 2015

5 Stelle profonde

E ora abbiamo anche Grillo-Leaks una pagina dove i dissidenti, o meglio quelli cacciati, del M5s hanno deciso di mettere on line tutto quello che possono sui loro ex capi ed ex compagni, liti, discussioni, insulti e anche numeri di telefono.
Che dire per ora francamente ho guardato poco, nelle pagine di ogni senatore e deputato appare la scritta Coming Soon... una promessa per quello che metteranno.
Due dichiarazioni di Grillo mi hanno colpito però...

"Ma non puoi condividere tutto. Io, quando siete entrati in Parlamento… Mi son messo a ridere due giorni, quando avete votato di votare. Sono uscito, sono andato e ho detto: «È finita!»"

"Non volevano decidere… Quelli dell’assemblea! Ho deciso Io, Io e Casaleggio!"

...mi hanno colpito perché potrebbero essere state pronunciate anche da Renzi.
Forse è questo quello che vogliono gli italiani?
Uno che decida, che prenda decisioni, che se ne freghi se non ha il consenso degli italiani, visto che nessuno dei due ha mai preso voti direttamente per prendere decisioni di governo.
Nel frattempo le aziende chiudono e. le fabbriche licenziano.
La nostra storia passata dice questo e sembra che si voglia mantenere la linea.

27 commenti:

  1. Non è questo che vogliono gli italiani, non in questa misura cafona. Ma è quello che servirebbe, un anno di pura dittatura illuminata :)

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io mi auguro di non viverci mai in una qualsiasi dittatura....

      Elimina
  2. Dunque, cosa ci resta in Italia:
    - il "partito" personale del Bomba;
    - i rimasugli ultradivisi di quello che era il "partito" personale del caimano;
    - il movimento 5 sberloni sul muso del quale hai riportato esempi di come "ragionano" (e le virgolette qui ci stanno tutte);
    - i rimasugli della sinistra non-Bombiana, praticamente tanti partitelli monoindividuo che non riescono a mettersi d'accordo nemmeno sul colore del cielo sereno di giorno;
    - i fascisti in camicia verde di quel pirla di salvini, ben intenzionato a reintrodurre in Italia una versione peggiorata delle leggi razziali;
    - estremisti vari.
    Altro? Non mi pare proprio. Qui in Italia "No Podemos", altro che.

    RispondiElimina
  3. La Storia ce lo insegna: il concetto di un uomo solo e forte al comando è talmente radicato nel DNA degli Italiani che solo pochi se ne sono liberati.
    Comunque, non c'era bisogno di Grillo-Leaks per sapere che aria tira (e ha sempre tirato) nel M5S. Basta saper fare 2+2.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è tutto scritto, basta studiare la storia, già la storia...

      Elimina
  4. Siamo - tutti quanti - il risultato di un ventennio o più di incafonimento generalizzato della popolazione. Ci hanno imbottiti di volgarità televisiva, di tette & culi da tutte le parti, di stravolgimento totale di quello che io ora chiamo il gioco-idiota-con-la-palla, ci hanno riempito le orecchie di toni forti in qualunque ambiente, perfino in politica, convincendoci che così erano "più vicini" alla popolazione; adesso quello che cerca la gente non è un leader capace, ma quello che è in grado di urlare oscenità più forte. Ci stupiamo di grillo-il-grullo & casaPeggio? Ci stupiamo del bischero di Rignano? E di cosa dovremmo stupirci? Quei personaggi sono solo il frutto del deterioramento globale della società italiota.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. no infatti io non mi stupisco più... purtroppo

      Elimina
  5. La storia del M5S è cambiata parecchio negli ultimi mesi. Grillo e Casaleggio si sono defilati e il movimento è in mano a ragazzi preparati, competenti e onesti (Di Maio, Di battista, Fico, Toninelli, etc). E pur avendo sempre votato a sinistra (quella vera, mica il PD), oggi mi sento meglio rappresentato da loro: sono l'Italia che vorrei. Altro che Grillo Leaks...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io francamente ho qualche dubbio che i due capi si siano defilati...

      Elimina
  6. Gli italiani vogliono quello che votano. Oppure dobbiamo rimetterci a discutere il concetto di democrazia, magari confrontando i testi di qualche filosofo sull'argomento.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. scusa Sara... quindi Renzi no, visto che è stato eletto solamente da un partito che ha un numero decisamente piccolo di iscritti...
      Se poi guardiamo indietro negli ultimi anni cmq hanno scelto l'uomo forte... almeno secondo quelli che votano, che ormai sono molto molto pochi.

      Elimina
    2. Ma infatti io parlavo del concetto di democrazia, insomma,quale democrazia? Una domanda da scienze politiche.

      Elimina
    3. concetto che qualche politico ha decisamente dimenticato direi...

      Elimina
  7. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  8. Sai Ernest, a circa 85 anni (spero di arrivarci) ne ho viste veramente di cotte e di crude e, credimi, non dirò mai neppure sotto tortura, si stava meglio quando si stava peggio. Quello che combinano o hanno combinato i politicastri nostrani da oltre venti anni ad oggi è talmente vergognoso e nauseante da far crepare gli umani di rabbia.
    Io, per ovvii motivi mi devo calmare ma sapessi che sforzo faccio.
    Ciao,
    aldo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ti capisco Aldo, noi per fortuna non sappiamo cosa vuol dire essere veramente sotto una dittatura... per il resto hai ragione

      Elimina
  9. In questo momento siamo in dittatura, mascherata da una falsa democrazia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. a me pare che sia più una democrazia abbandonata...

      Elimina
  10. Abbiamo il governo che ci meritiamo.
    Anche io ho fatto la cazzata di votare pd alle europee, ma è stato un fraintendimento momentaneo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. oh mamma! :-) va be dai se perdonata!

      Elimina
  11. Già, credo che l'autobiogrfia di una nazione non sia stata solo Mussolini: poi ci sono stati democristiani di ogni ordine e grado, poi Berlusconi, adesso Renzi... non c'è limite al peggio. Almeno io ho avuto la soddisfazione di non votarli mai, votando da sempre solo e sempre comunista.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. un elenco davvero da brividi quello che hai fatto

      Elimina
  12. Si Ernest, credo che gli italiani vogliano questo, l'uomo forte al comando. Come affermato più sopra, è nel nostro dna. Se guardiamo alla nostra Storia, non possiamo negarlo. Abbiamo vissuto il ventennio fascista. Insieme a Spagna, Grecia e Germania, siamo gli unici in Europa ad aver sostenuto una dittatura. Peraltro, in Spagna e Grecia è il popolo che ha deciso di liberarsene. In Italia, invece, c'è voluto l'intervento di eserciti stranieri per aiutare una minoranza, molto minoranza di italiani, a liberare il Paese dal nazifascismo. E' destino anche questo, in fondo: che sia sempre una "minoranza" a sacrificare se stessa ed a lottare per il bene di tutto il Paese.

    Non contenti, per più di 40 anni gli italiani hanno votato sempre e soltanto lo stesso partito. Altro caso unico in Europa. Poi sono arrivati i "leader" forti: Craxi, poi il nanopriapo che ha imperversato per un ventennio. E siamo arrivati alla Storia attuale. Credevamo di esserci liberati da questa ossessione per l'uomo "forte" e, invece, è arrivata questa ridicola caricatura fiorentina di statista.

    Dovrei fare anche un lungo discorso sul fatto che gli italiani ignorano (nel senso che sono zappe ignoranti) il vero significato del termine "democrazia". Che non è affatto la "legge della maggioranza" come tanti pretendono sia, come la spacciava il nanopriapo e come va cianciando il ridicolo fiorentino e la sua corte di tirapiedi.

    Ma ci siamo già detti tutto: siamo minoranza. E fiera di esserlo.

    Ciao e buona giornata.

    RispondiElimina
  13. quelli cacciati dal M5S sono come tutti i cacciati, continuano tranquillamente a prendere il loro maxi stipendio fregandosene di tutti e sopratutto di quelli che li hanno votati

    RispondiElimina
  14. Io sogno sempre un Presidente del Consiglio Norvegese..

    RispondiElimina

Latest Tweets

 
;