martedì 6 ottobre 2015

Abbiamo perso la camicia


Lo sapete sono un non violento. Però credo che ci siano dei limiti nella vita oltre i quali davvero si debba reagire e fare qualcosa. Di solito, bisogna dirlo, questi esempi non arrivano mai dal nostro paese dove per riempire le piazze bisogna aspettare il mondiale vinto dalla nazionale o un concerto gratuito.
Questo signore nella foto è il responsabile delle risorse umane, titolo che mi fa già rabbrividire, della Air France. Assieme al direttore generale aveva appena comunicato il taglio di 2900 LAVORATORI dell'azienda. La reazione dei dipendenti ormai la sapete, manager in fuga, vestiti strappati e poi questa triste foto in cui si vede la reale dimensione di un uomo che riesce ad essere solamente forte al riparo nel suo ufficio dove con il click di un tasto può cancellare la vita di 3mila persone.
Perché se di violenza dobbiamo parlare, dobbiamo farlo anche di quella che tutti i giorni i lavoratori devono subire sui posti di lavoro, con orari assurdi e paghe imbarazzanti (non parlo solo dell'Italia), della violenza che milioni di disoccupati e precari devono subire dopo l'ennesimo rifiuto di un curriculum o di una proposta di lavoro indecente che devi prendere per forza "perchè non puoi lamentarti" ti dicono.
Guardando in casa nostra, sono passati in sordina troppi licenziamenti, abbiamo lasciato le piazze vuote, dando sfogo alle chiacchiere che una volta erano da bar e adesso sono quelle fatte in rete. 
Esistono posizioni sui luoghi di lavoro che a prescindere dalla crisi sono sempre al sole, stipendi e premi che troppi manager, anche pubblici, si portano a casa mentre all'ultimo dei lavoratori viene chiesto di fare sacrifici.
Quell'uomo in fuga senza camicia rappresenta un po' la nostra situazione, solamente che al posto del manager senza camicia potremmo esserci noi inseguiti da chi ci ha preceduto e conquistato i diritti per i quali noi abbiamo smesso di lottare.

17 commenti:

  1. Troppo facile far andare in malora una azienda, licenziare dipendenti e per questo incassare anche qualche bel bonus... Chi gestisce una azienda è giusto che guadagni bene ma quando l'azienda va in crisi dovrebbe anche essere il primo a perdere il posto visto che la responsabilità non comporta solo onori ma anche oneri. Cosa che è stata dimenticata da troppo tempo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. il video che circola in rete oggi la dice tutta... una dipendente di Air France che dice tutto quello che è successo negli ultimi anni... tagli e risparmi sulle spalle della gente e questi che continuavano a prendere soldi e bonus... che altro aggiungere

      Elimina
  2. Oggi come oggi le piazze dovrebbero essere piene, visto che hanno cancellato gli ultimi diritti rimasti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io credo che purtroppo non le vedremo mai più le piazze piene

      Elimina
  3. Prima che si ripiglia dallo spavento!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. probabile che si sia ripreso guardando la sua busta paga

      Elimina
  4. Eh, sì, la cosa più spaventosa è che le ribellioni sono episodi isolati... siamo tutti troppo rincoglioniti per incazzarci.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e molti hanno un piccolo posto al sole che credono un regno

      Elimina
  5. Ho molto apprezzato la reazione dei Francesi e mi son chiesta quando vedremo in Italia qualcosa del genere.
    Poi mi son risposta da sola: mai.
    E questo è il problema, pure grosso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e aggiungo che da noi la polizia avrebbe pure caricato

      Elimina
  6. Il responsabile delle risorse umane fa sempre più spesso uno sporco mestiere, quello del tagliatore di teste. Mi chiedo che coscienza abbiano figuri di tal fatta. Questa me la segno, abbiamo lasciato le piazze vuote, dando sfogo alle chiacchiere che una volta erano da bar e adesso sono quelle fatte in rete.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. un lavoro da brividi, le persone vengono trattate come numeri senza il pensiero a quello che ci sta dietro... grazie

      Elimina
  7. Non amo particolarmente i francesi, ma ho sempre ammirato la loro indole rivoluzionaria.
    Non sono un violento di natura.... ma quando ho letto la notizia visto foto e filmati, non nascondo di aver sogghignato di piacere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. noi abbiamo Marchionne e lo idolatriamo... assurdo

      Elimina
  8. Non c'è bisogno di scendere in piazza, ci stanno pensando i Renzie' s a preservare i nostri diritti :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. chiedo aiuto agli alieni allora... :-)

      Elimina
  9. Su Libero e le sue opinioni, stendo un pietoso velo.Forse Marino, alla faccia di tutti, ha tentato di cambiare ma poi si è perso,forse perché poco aiutato.
    Oggi è caduto sullo scontrino,cosa che già aveva fatto,durante la sua illuminata carriera di medico.Oggi di lui si parla,ma non è,certamente,il peggiore nel vergognoso caravanserraglio politico italiano,dove ladri,inqusiti,condannati e cialtroni conquistano giornalmente comode poltrone e protetti dagli amici non le mollano mai.
    Ciao,fulvio

    RispondiElimina

Latest Tweets

 
;