mercoledì 17 febbraio 2010

Cosa diavolo pretendo... ieri ho visto il mio improbabile appartamento parlare barese in tv

Ma... in questi giorni spinto dai continui inviti del ministro Brunetta, sempre attento alle politiche giovanili, ho preso una decisione. Basta affitto! Cerco casa, ma si mi espongo ne compro una... faccio un bel mutuo...
Allora via con le indagini giornalistiche sugli appartamenti liberi accessibili alle mie tasche e al mio conto in banca che rasenta lo zero. Poi un leggero calcolo su quanto potrei spendere di rata di mutuo, appartenendo alla tribù dei mille euro al mese, tenendo conto che dovrei chiedere tutta la somma. Bene.
Sorpresa! Che poi non è neanche una sorpresa... non ci sono banche che danno il 100% (poi magari ne spunta una online da qualche parte). Risposta del direttore della mia banca alla quale devolvo gentilmente il mio misero stipendio da un po' di anni e che altrettanto molto gentilmente mi riconsegna spiccioli di interesse... "eh no al 100% non lo facciamo, ci vogliono almeno dei liquidi"...
Della serie RAGAZZI ALZATE LA TESTA COSTRUITEVI UNA VITA come dicono dal governo USCITE DALLE CASE BAMBOCCIONI e poi arrangiatevi.
Beh ieri sera guardando prezzi delle case a destra e a sinistra capito su un appartamento carino da 150mila euro proprio mentre va in onda....



...tutto gentilmente offerto da i soldi dei contribuenti spendendo proprio 150mila euro, praticamente c'era il mio improbabile appartamento con accento barese in tv... logicamente vi risparmio il seguito della prestazione sanremese di Cassano, ho pietà di voi e del mio blog.
Ma non finisce qui leggo questa mattina su repubblica online...

39 commenti:

  1. Loro sono quelli del buon governo.

    RispondiElimina
  2. La casa
    Sergio Endrigo

    Era una casa molto carina
    senza soffitto, senza cucina;
    non si poteva entrarci dentro
    perché non c'era il pavimento.
    Non si poteva andare a letto
    in quella casa non c'era il tetto;
    non si poteva far la pipì
    perché non c'era vasino lì.
    Ma era bella, bella davvero
    in Via dei Matti numero zero;
    ma era bella, bella davvero
    in Via dei Matti numero zero.

    RispondiElimina
  3. Ah, quanto ti capisco. Io vivo a Roma ormai da quattro anni e ancora non mi capacito di come si possa pagare (mi è capitato di vederlo) un monolocale in periferia 800 euro al mese... anche avere un piccolo buco in affitto te lo rendono inarrivabile... figurati se la casa te la vuoi comprare! Magari se a qualcuno venisse detto che c'è un sacco di gente che dovrebbe far tutto con 1000 euro al mese... chissà

    RispondiElimina
  4. @sciuscia. ah è vero che sbadato l'avevo dimenticato, ho troppe pretese
    @magocamillo. secondo me ora come ora non ci possiamo neanche permettere quella mago!
    @giudaballerino. E' follia al cubo! Il mercato e i prezzi vanno da una parte mente gli stipendi rimangono inchiodati, fermi immobili. Assurdo.

    RispondiElimina
  5. Male, malissimo. Secondo il silvio/brunetta pensiero, se tu davvero volessi, troveresti un lavoro da 10.000 euro al mese, con benefit aggiuntivi, tra cui anche la casa in omaggio.
    Dal che ne consegue che è tutta colpa tua e quindi chi è causa del suo mal etc. etc.

    RispondiElimina
  6. Bel post Ernest!!!
    Però per pietà! per la tappezzeria del tuo appartamento non scegliere gli abiti che indossa la Clerici!
    Ma Cassano chi è? ma manco un Dante Alighieri redivivo meriterebbe una cifra del genere!

    RispondiElimina
  7. @dalle8alle5. accidenti sono il solito comunista pessimista-cosmico con fara distruttivo che non vuol seguire entrare nel partito della felicità cosmica!
    @sara. mai e poi mai la tappezzeria! Figuriamoci come il vestito della clerici "stile babbonatale" anche se il rosso è il mio colore preferito.
    Comunque è vero... ma Cassano chi é!?! uno che lavora 40 minuti (come tanti altri sia chiaro) e guadagna quello che noi non riusciamo a mettere da parte in una vita...
    saluti sara grazie

    RispondiElimina
  8. Sei il solito bamboccione comunista...

    RispondiElimina
  9. @alessandroC. oggi vado a denunciarmi ho deciso!

    RispondiElimina
  10. tasto dolente... a me l'altra sera sono uscite delle lacrime quando ho letto che irene pivetti percepirà 700mila euro l'anno sino alla fine della sua vita.
    con reversibilità anche per conviventi, chiaro.

    RispondiElimina
  11. @ed*. belin questa me l'ero persa! 700mila euroooooooooooooooooooooooooo! Avevo sentito che ha diritto ad avere per tutta la vita anche l'ufficio alla Camera... beh ripensandoci mi sembra una cifra giusta, ha sempre lavorato... no davvero non posso pretendere niente ne sono sempre più convinto. Che bel paese!

    RispondiElimina
  12. @mrNick. grazie trovato un altro... anche se messo da un "cugino" doriano on line, ma il succo rimane lo stesso

    RispondiElimina
  13. Io proporrei di trasferirci tutti ad Arcore!

    RispondiElimina
  14. Pensa che a me basterebbero 95.000,00 euro per il mio monolocale da sogno

    RispondiElimina
  15. @tonks. seconda me è da farci un pensierino, trasloco in massa!
    @scusiscende. siamo veramente messi male... noi povere pedine da omologare e da tenere buoni a 1000 euro al mese (per non pensare a quelli che non hanno nemmenno il lavoro o sono precari). Questi mangiano, bevono e ora trombano anche a nostre spese e a noi bloccano i piccoli sogni come il tuo, il mio e di altri come noi.

    RispondiElimina
  16. Ropristiniamo, visto che siamo tutti comunisti, i vecchi e cari espropri proletari

    RispondiElimina
  17. @euterpe. direi anche le cene e i pranzi proletari con tanto di fuga

    RispondiElimina
  18. Anche i corsi di lingue? eppure a sentirli parlare in italiano non si direbbe...


    Un saluto

    RispondiElimina
  19. @cesare. eh già pure quelli, io proporrei una ripassata generale alla costituzione. un saluto a te

    RispondiElimina
  20. benvenuto amico mio! non volevo certo demoralizzarti!!...non arrenderti va tutto bene la crisi è ormai un lontano ricordo..e poi ricordati ci sono sempre appartamenti più accessibili basta spostarsi nella genova che soffre! così non dobbiamo attraversare la city per vederci..ciaoooo

    RispondiElimina
  21. @caroanonimochetihoriconosciuto. lo sai che la nostra amicizia va oltre ogni spostamento! Eh poi non parlare di genova che soffre... il grande fratello ci ascolta.

    RispondiElimina
  22. 34 anni, precaria da 16, mi son sposata a giugno dopo 11 anni di fidanzamento trascorsi aspettando un contratto decente per almeno uno dei due costituenti la coppia.
    Il contratto decente è arrivato per lui. Mutuo. E ora, ora che "la crisi non c'è" (ammesso che ci sia mai stata, visto che a sentir parlare certa gente viviamo nel migliore dei Paesi possibili nel migliore dei mondi possibile!), la sua ditta viene assorbita e lui licenziato. Regolare.

    RispondiElimina
  23. Beh se non hai liquidi per dare un anticipo su un mutuo (vitalizio s'intende) puoi sempre chiedere un prestito, ti è mai capitato?

    -Ho bisogno di un prestito, piccolo.
    -Ma lei non ha soldi!
    -Infatti, per questo ho bisogno di un prestito.
    -Ma se lei non ha soldi noi non possiamo farle un prestito. Torni quando avrà più soldi.
    ---> Trova l'errore <---

    Meno male c'è Cassano. Con la sua presenza al Festival non solo ha lanciato un importante messaggio ai giovani sul valore della cultura e l'importanza dell'istruzione, ma ci ha anche ricordato con le sue DUE pubblicazioni alle spalle, che in questo paese il punto forte è la meritocrazia.

    RispondiElimina
  24. Ernest ho visto che si è aggiornata l'età sul tuo profilo...devi mica dire qualcosa che non hai detto?! Sara

    RispondiElimina
  25. Gli italiani sono con le pezze al culo altro che Clerici , Cassano e quel pubblico di mangiapane a ufo !!

    RispondiElimina
  26. Noi ad uno che è ha collezionato sei bocciature tre elementari e medie (peggio di quel trota del bossi junior), che ha scritto più libri di quanti ne ha letti (e se ne vanta pure) ma la Clerici dice che è tanto un bravo ragazzo gli molliamo 150.000 euri sull'unghia perchè ci venga a dire di pirsona pirsonalmente quanto è cretino.

    Carissimo, mi sa che nella vita abbiamo sbagliato tutto, dovevamo non studiare, non leggere niente e metterci in mutande a dare calci ad un pallone o a benedire il dio Po.
    Allora sì che ci saremmo potuti permettere anche un mega attico con vista in pieno centro.

    RispondiElimina
  27. Eh già, se va bene (ma deve andare proprio bene!) oggi come oggi ti danno l'80%. Ma lo fanno per te, per noi contribuenti onesti (e coglioni) che siccome ci vediamo scritto tutto in busta paga non possiamo avvalerci di scudini e scudetti. E dispiace...

    RispondiElimina
  28. La presensa di Cassano è stata vergognosa!

    Grazie mille per il commento, CIAO!!!

    RispondiElimina
  29. Non essere tanto egoista e ingrato, suvvia: stanno lavorando anche per te!!

    RispondiElimina
  30. @viviana. è davvero incredibile come siano distanti anni luce da quello che è il paese reale, da quella che è la vita di tutti noi. La tua storia sta proprio a testimoniare come raccontina balle per nasconderne altre... la crisi non c'è, siete pessimisti, siete disfattisti, quando poi le cose che accadono sono queste. Un saluto e tenete duro

    RispondiElimina
  31. @valentina. ciao. Eh già valentina quando ci si presenta in banca a parlare si da il via a dialoghi tratti dal teatro dell'assurdo in stile totò e peppino. Però i nostri soldi quando li versiamo non fanno schifo... su cassano direi che hai capito come la penso e sottoscrivo quello che hai detto. Un saluto

    RispondiElimina
  32. @sara. ehmm... il profilo non mente e l'anno in più ce l'ho ma il messaggio di ingresso non cambia perché è iniziato tutto da li. un saluto

    RispondiElimina
  33. @reanto. ma no va tutto sempre bene... e poi c'è CARLA BRUNI!!!

    RispondiElimina
  34. @silvana. mi sa che hai proprio ragione silvana non abbiamo capito niente, quello che viene fuori ormai è chiaro in quasi tutti i posti di comando ci sono personaggi da telenovela o film horror e noi invece si arranca... in silenzio naturalmente perché il re non vuole essere disturbato. un saluto

    RispondiElimina
  35. @chit. si i nostri sono legittimi impedimenti imposti per non avere uno stipendio degno di questo nome
    @lario. grazie a te

    RispondiElimina
  36. @saamaya. si è vero devo ringraziari il partito dell'amore (molesto) per tutto quello che mi permette di fare e non fare

    RispondiElimina
  37. Non puoi negare che ti colorano la vita, pensa se tutto fosse normale, col salario del giusto valore, senza la bolla sul mattone...ma che noiaaaa.
    Non ho aperto il video, non voglio vedere sanremo nemmeno per sbaglio.
    Machec@@@o ha da spartire il "cafoncello" del pallone con la fiera dei fantasmi?
    Tina

    RispondiElimina
  38. @tina. è vero sono un ingrato che no riesce a capire che tutti i giorni cercano di colorarmi la vita!

    RispondiElimina

Latest Tweets

 
;