giovedì 17 marzo 2011

Sta a noi come riempire quei puntini...

E pensare che una volta a sentire la parola unità avremmo pensato immediatamente al fritto della settembrata del PCI sostituita ora con l'improponibile Festa democratica. Comunque qui non si tratta di nazionalismo nè di patriottismo col paraocchi no, qui il problema è ricordare la storia, la nostra storia ciò che è successo, ciò che dobbiamo portarci dentro e che ci dovrebbe avvertire cercando di non farci commettere più errori.
Si tratta di belle facce o magari brutte (lo so ne mancano tante ma non ce la facevo più, anzi se volete aggiungere ne sarei felice, inoltre nella maggiorparte dei casi gli accostamenti sono casuali anche se devo dire che certi contrasti fanno capire molto la natura del nostro paese e ciò che di buono è riuscito a fare assieme al marcio che ha prodotto), si tratta di avvenimenti positivi e a volte negativi , di persone che hanno lasciato il segno nella felicità e anche nella tristezza, per ricordare sempre da dove veniamo ma soprattutto che intenzioni abbiamo per i prossimi anni...
















































...per il resto solo tanti puntini che dobbiamo riempire, come? Sta a noi scegliere...

26 commenti:

  1. Bel gioco ... c'è troppo Berlusconi e manca Gino Strada.

    RispondiElimina
  2. Su certi accostamenti ci sarebbe da ridere, ma il Pirandello che è in me mi suggerisce di piangere.

    RispondiElimina
  3. Ernest ma è un'Italia solo di uomini? A parte due o tre signore che te le raccomando!
    Hai messo anche il porco e San'Antonio!

    RispondiElimina
  4. Ha ragione alligatore, c'e'troppo nano.
    Se non mettevi Enrico, Dario e Pierpaolo mi incazzavo di brutto.

    Manca Mattei.

    Gran bel lavoro, caro Compagno Ernest, gran bel lavoro.

    Ciao
    Zac

    RispondiElimina
  5. manchiamo noi che siamo la storia

    RispondiElimina
  6. e ci avrei messe Rosaria Lopez e Donatella Colasanti nel bagagliaio dell'auto dove le aveva chiuse una ammazzata nel corpo, l'altra nell'anima

    RispondiElimina
  7. Nel bene e nel male, l'Italia, una. Ammiro questa bella carrellata.

    RispondiElimina
  8. cazzo che lavoro! bravissimo e mi scappello a te ernest!
    mi pare ci sia tutto, del meglio e del peggio.

    RispondiElimina
  9. mancano Dario Fo e Franca Rame, e non ho visto, ma forse l'ho perso, Mimmo Modugno che canta Volare

    RispondiElimina
  10. e la Milly Gabanelli e la Litti che mi rappresentano miliardi di volte più delle troie di reame

    RispondiElimina
  11. @amanda. grazie per le indicazioni che mancano come ho detto questo è un post in progress, direi che noi ci siamo, dario fo c'è manca la grandissima franca rame, come avevo detto ad un certo punto sono andato in tilt...

    @robydick. grazie roby ripassare tutti quei volti è come fare un viaggio

    @alberto. grazie Alberto, la storia.

    @zacforever. vero vero Mattei Grazie!

    @sara. no no che soli uomini, ho messo quello che mi è venuto in mente e come avevo preannunciato ci sono delle mancanze e se ho omesso alcune donne importanti sono doppiamente colpevole ma Ernest sta invecchiando :)
    Beh il porco direi che negli ultimi 30 anni ha occupato parecchie fasi della nostra storia.
    un saluto

    RispondiElimina
  12. continuate ad aggiungere...

    RispondiElimina
  13. Bravo.
    Aggiungerei Federico Aldrovandi.
    :)

    RispondiElimina
  14. Bella carrellata di personaggi che in un modo o nell'altro, chi più chi meno, hanno segnato buona parte di questi 150 anni. Senza dimenticare le parole di quella splendida canzone di DeGregori

    La storia siamo noi, nessuno si senta offeso,
    siamo noi questo prato di aghi sotto il cielo.
    La storia siamo noi, attenzione, nessuno si senta escluso...

    Buon 17 marzo a te ed a tutti i tuoi lettori Ernest!?! ;-)

    RispondiElimina
  15. ..azz... c'è anche Augusto dei Nomadi.. bravo.

    RispondiElimina
  16. Complimenti Ernest, hai fatto un gran lavoro con tutte quelle immagini: e copiaeincolla a tavoletta. Guardandole, tante emozioni, sensazioni. Grazie. ciao, buona festa.

    RispondiElimina
  17. cavolo, bel lavoro. l'alto tasso di fetenti presenti nelle foto, ci distingue dalle altre nazioni, altrochè...

    RispondiElimina
  18. Immagino la faticaccia che hai fatto. Lo spirito c'é ed é chiarissimo: andare verso un Paese unito nel progresso sociale, economico, democratico e civile. E le scelte delle foto corrispondono a legittima soggettività.

    RispondiElimina
  19. Un abbraccio per la bella carrellata.
    Viva l'Italia, viva la Resistenza, viva la Costituzione.

    RispondiElimina
  20. complimenti ernest! mi è piaciuta molto la vicinanza fra peppino impastato e marco pantani, parrebbe non essere casuale, mi piace che ci siano faber, guccini, rino gaetano e in grande augusto daolio, ho notato anch'io che le donne scarseggiano (maria motessori potrebbe essere un'aggiunta, così come anche teresa de sio)...però un omaggio me lo potresti fare: manca claudio lolli!!! :-) grazie compagno, ti abbraccio

    RispondiElimina
  21. Molto bella questa grande carrellata di immagini.Adesso dobbiamo scrivere il futuro e in meglio,non quello attuale .Saluti a presto

    RispondiElimina
  22. Il mio amato Paso c'è! ***** Ho dato una scorsa più volte ma è difficile individuare qualcuno che manchi, poi te ne viene in mente un altro e dimentichi colui/lei che avevi pensato... uff! C'è Anna Magnani? C'è la Vitti? C'è la poetessa Antonia Pozzi? c'è la Callas? c'è la pittrice Carla Accardi? della partigiana Teresa Noce? :) Bel collage Ernest! ****

    RispondiElimina
  23. L'ho visto oggi; è un grand'insieme

    RispondiElimina

Latest Tweets

 
;