venerdì 14 ottobre 2011

Gliela danno sempre...

Gliela danno sempre a lui.
A volte pagando, spesso.
A volte di sera, poi di pomeriggio, al chiuso delle stanze.
E lui la prende, logicamente, da qualunque parte arrivi, da qualunque area senza distinzione, senza storcere il naso. Si prende tutto e non si butta via niente, perchè si sa ogni lasciata è persa.
Gliela danno punto e basta.
Perchè alla fine poi si divide con tutti, e quelli sotto prendono quel che resta.
E all'estero ridono, ci giocano sopra, ci marciano e si divertono.
E qua silenzio, qua si sopporta, a volte si marcia e pochi si divertono alle spalle dei tanti.
In alcuni casi lo registrano, mentre gliela danno, anche quando la va a chiedere, quando la pretende, quando la compra e non la fattura.
Gliela danno, al rialzo.
Se non la trova lui se la fa trovare dagli amici, vanno a chiederla in giro, vanno a bussare porte a destra e a sinistra. E così anche quando sembra non trovarla spunta all'ultimo per tirare su la giornata e a volte altro, per tenere la spina attaccata alla faccia di tutti.
Gliela danno, anche con lo sconto... che a pagare ci pensano gli altri.

28 commenti:

  1. Ah, parlavi della fiducia...
    Non lo avessi letto nelle "etichette" ero lontano mille miglia...
    Da subito ho pensato a "Porta romana bella", quella dove le ragazzine te la dànno, prima la buonasera e poi la mano.
    Pensa tu, che mente distorta.
    Per questo malpensare mi pesto un callo... e vado, col branco, a pagare.

    RispondiElimina
  2. C'è un fatto che mi rallegra: finché non ha la prova provata di averla, trema.

    RispondiElimina
  3. il problema è che sono tutti della stessa pasta.

    RispondiElimina
  4. Non ha capito che non dirige una SPA e non dovrebbe comprare la maggioranza!

    RispondiElimina
  5. Mi chiedo se gliela danno a lui, o ce lo mettono a noi..

    RispondiElimina
  6. è decisamente un'idiota egocentrico e paranoico, difetti pericolosi per uno con così tanto potere.

    RispondiElimina
  7. Marisa, non credo sia nè un idiota nè un paranoico.
    E' uno molto più furbo di quanto sia tollerabile e la genialità (che oggi è ormai offuscata dalla convinzione di onnipotenza che, considerato lo stuolo di servi e l'evidenza che nessuno riesce ad impedirgli nulla, è anche comprensibile) l'ha avuta soprattutto in passato. Senza questi ultimi vent'anni di televione e di comunicazione non sarebbe mai riuscito a fare tutto questo. E non è neanche paranoico, se pensi a quante cazzate ha fatto senza rendersi conto di quello che rischiava... è proprio la sua convinzione che alla fine il suo potere gli regala sempre una via d'uscita che lo fa continuare a sguazzare senza problemi nei suoi bordelli di ogni tipo. Egocentrico, quello lo è certamente. Ma non è il suo difetto peggiore. Se dovessi scegliere tre aggettivi per definire i difetti maggiormente pericolosi per questo Paese userei "ricco", "colpevole (e quindi bisognoso di salvarsi il culo" e "padrone". E da questi derivano poi potente e corruttore (perchè ricco), politico (perchè in politica ci è entrato per salvare le sue aziende e ci rimane in tutti i modi per salvarsi il culo) e il fatto che è l'uomo con il maggior numero di dipendenti della storia.
    Io della fiducia sono certo, ci sono troppe puttane (di ambo i sessi) in parlamento. Però per sognare, sogno sempre...

    RispondiElimina
  8. "che a pagare ci pensano gli altri"
    Ma poi vogliono essere ripagati, e con gli interessi. O almeno così sperano.

    RispondiElimina
  9. Era peggio quando un ampio blocco sociale lo seguiva nel paese ...

    RispondiElimina
  10. non so quale altro disastro dovrebbe fare un governo per essere sfiduciato. francamente, non mi viene in mente nulla di peggio...

    RispondiElimina
  11. Non ci sono più parole per una simile vergogna.

    RispondiElimina
  12. E in questi casi, GLIELO DANNO.
    Cristiana

    RispondiElimina
  13. ..che vergognosi!!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  14. se non gliela danno tornano nel tombino da dove sono usciti

    RispondiElimina
  15. Mi sa che la perculizzazzione degli italiani diventerà presto disciplina olimpica :(

    RispondiElimina
  16. Mi conforta pensare che gliela diano sempre meno.E sempre più a caro prezzo.Paga,paga,Silvietto,ma tanto, prima o poi, chi di fiducia ferisce di fiducia perisce.

    RispondiElimina
  17. Rassegnati Ernest, questo arriva alla fine della legislatura, ma non per la fiducia che compra, ma per i pezzenti che vogliono garantirsi il vitalizio dopo 5 anni di legislatura, tutti i peones parlamentari mirano a quello e possono fare lo sforzo di sentirsi dare delle merde dalla gente se la contropartita sarà di 3600 € mensili, tornano nell'anonimato dal quale sono scaturiti e sanno che li scorderemo, il loro attuale lavoro consiste nel fare da stampalla al califfo.

    Per il resto...quoto Mago Camillo.

    RispondiElimina
  18. Era scontato: hanno da conservare scranni e benefici!

    RispondiElimina
  19. ... e che c'erano dubbi? purtroppo ormai la sua libertà non ha prezzo (ed il gioco è tutto lì),lui acquista e noi paghiamo alla faccia di chi l'ha voluto e votato.
    Va beh,un altro boccone di fiele!!
    Ciao
    Francesca

    RispondiElimina
  20. Inevitabile....senza di lui tutta quella gente non torna al governo. Il voto contro di qualche giorno fa era solo un segnale per spaventarlo un po e spingerlo a un rimescolamento degli equilibri (e delle cadreghe ovvio) ma tanto lui sa che li tiene tutti per i coglioni :-/

    RispondiElimina
  21. Infatti secondo me finché non ci decideremo a far tornare la politica un mestiere come un altro, e non un refugium peccatorum, dove chi vi si imbarca ha finito di preoccuparsi perché diventa un intoccabile vita natural durante, non andremo da nessuna parte.
    Per come è il sistema adesso, la carriera politica è un poderoso attrattore per farabutti, criminali e squali di ogni tipo. (Che -per inciso- vanno anche ad infangare la rispettabilità di quei pochi che ancora ci credono e si dedicano alla politica con passione)
    Finché non cambierà questo, anche se dovessimo liberarci del merdanano, non ci libereremo di gente con la moralità di filibustieri, pronti a cambiar casacca e vedere anche la propria madre al miglior offerente.
    Perché sono loro, alla fine, che fanno e disfano gli equilibri politici.
    In un paese serio, un Berlusconi si sarebbe trovato terra bruciata attorno dopo le prime cazzate infilate.
    Qui no. Qui, chi ha salvato lui, potrà salvare uno anche peggio di lui, se dovesse convenirgli.
    FINCHÉ NON CAMBIERÀ LA CONCEZIONE DELLA POLITICA COME È ORA, NON CAMBIERÀ NULLA, fidatevi.
    Fidatevi che con una politica senza privilegi osceni e senza garanzie di impunità legali a 360° vi si dedicheranno solo persone che hanno davvero voglia di fare qualcosa per la Res Publica e non solo per il loro culo.
    Il problema è tutto lì.

    RispondiElimina
  22. se parli della gnocca di berlusconi è l'unica cosa che gli invidio, tanta e di buonissima qualità

    RispondiElimina
  23. Comunque aspetto sempre che prima o poi tiri le cuoia. Ci sarà sempre un calice pronto con un ottimo spumante in frigo!

    RispondiElimina
  24. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina

Latest Tweets

 
;