venerdì 28 ottobre 2011

Se qualcuno ha capito me lo spieghi, perchè probabilmente in quel momento ero in bagno

Lavoro. "Dal 2012, un'azienda in crisi, potrà licenziare in modo unilaterale con un indennizzo e senza reintegro. Viene cancellato così l'articolo 18 dello statuto dei lavoratori e irrigidito l'articolo 8 della manovra di agosto. Per rendere "più efficiente, trasparente, flessibile e meno costosa" la Pubblica amministrazione scatteranno meccanismi per la mobilità degli statali, la cassa integrazione con riduzione del salario e "il superamenteo delle dotazioni organiche". Rilanciato, infine, il contratto di apprendistato per favorire le assunzioni di giovani e donne"

E non finisce qui...

"Come ha detto Sacconi, l'obiettivo nostro è incentivare le assunzioni, non i licenziamenti. Ci siamo impegnati a rendere più efficienti gli strumenti di sostegno al reddito, e i dipendenti troveranno nello Stato la garanzia di essere remunerati con la cassa integrazione e di avere il tempo di trovare un altro lavoro"

Come intendono dare lavoro alle persone però non è dato sapere.
Ok.. lo ammetto all'università ho dato Economia Politica come ultimo esame, ok non mi piaceva, ok il professore entrava in aula scriveva alla lavagna cose assurde, ok erano più le volte che facevo finta di andare in bagno per uscire, ok ogni tanto non si riusciva a seguire le lezioni perchè i potenti mezzi dell'università arrivavano solo a 40 metri quadrati, ok non ho ancora capito come ho fatto a superare l'esame...
...e allora qualcuno mi spieghi che cosa c'è in tutto questo di RILANCIO ECONOMICO, PROVVEDIMENTO ANTI CRISI E RASSICURAZIONE ALL'EUROPA.

Perchè io proprio non lo capisco.

56 commenti:

  1. Aumenterà la precarietà e soprattutto i ricatti contrattuali; non favorendo per nulla l'economia e l'occupazione.
    Nel mio blog ho fatto un post ieri sera a riguardo; saluti a presto.

    RispondiElimina
  2. Probabilmente le parole hanno cambiato significato: per "rilancio economico", leggi "affossamento economico", non c'è altra spiegazione.

    RispondiElimina
  3. L'unica cosa che ho capito è che siamo nella merda fino al collo.

    RispondiElimina
  4. Ma è semplicissimo: potendo licenziare come vogliono, assumono se e quando hanno bisogno.
    In teoria.
    In pratica servirà a lasciare a casa la gente senza più aver fastidi legali e risparmiando sugli avvocati e sui consulenti.
    Ah, la cassa integrazione prima di prenderla bisogna pagarla (azienda e dipendenti) per un tot di anni. A meno che lo Stato si auto esenti dai pagamenti.

    RispondiElimina
  5. Tarapia tapioco. Prematurata alla supercazzola o scherziamo!
    No, mi permetta. No, io; eh scusi noi siamo in quattro. Come se fosse antani anche per lei soltanto in due, oppure in quattro anche scribai con cofandina; come antifurto, per esempio.
    No, aspetti, mi porga l'indice; ecco lo alzi così. guardi, guardi, guardi; lo vede il dito? Lo vede che stuzzica, che prematura anche. Ma allora io le potrei dire anche per il rispetto per l'autorità che anche soltanto le due cose come vicesindaco, capisce?

    Penso di essermi esplicato in sintesi ;-)

    RispondiElimina
  6. non riesco proprio a darti alcuna risposta...

    RispondiElimina
  7. a me è sorto lo stesso dubbio: ma sono io che non capisco un cazzo, o questi ci vogliono fregare alla grande?...per fortuna allora non sono l'unico mona!!!
    ma ci prendono per il culo o pensano che veramente siamo tutti mentecatti? raga svegliamoci e facciamo casino che mi sa che è meglio per noi!!! in bocca al lupo a tutti...di questi tempi ce ne vuole eccome!!!

    diego

    RispondiElimina
  8. Se non capisci prova a guardare come fa la svizzera,l'Austria,i paesi nordici in generale!!

    Mi sembra ovvio che qualsiasi datore di lavoro ci pensi sù 10 volte prima di assumere se poi non può licenziare!!!!...ovvio no?
    Al contrario se può licenziare assumerà con più disinvoltura perchè sa che se il lavoro per l'azienda viene a mancare potrà tranquillamente licenziare!!!!....Capito??
    Ecco perchè dove si può licenziare con facilità la disoccupazione è pari a zero!!!
    E il Paese si rilancia!!!!!!!!!Capito???

    RispondiElimina
  9. Secondo voi...esiste un padrone che ama licenziare??
    Sarebbe un masochista!!!!!
    Al padrone piace assumere perchè se assume si vede che gli affari vanno bene!!!!!!
    OVVIO NO?????

    RispondiElimina
  10. Ma è possibile che gli operai italiani siano più stupidi degli operai svizzeri??????
    RISPOSTA:SI LO SONO.

    RispondiElimina
  11. lICENZIARE NON è OBBLIGATORIO PER NESSUN DATORE DI LAVORO,SE IL LAVORO C'è!!!!....SE NON C'è è giusto che lo possa licenziare l'operaio!!!!non è sua moglie!!non si è sposato con lui.

    RispondiElimina
  12. Il lavoro purtroppo è stato ucciso. Non solo in Italia, bien entendu, ma proprio nel Belpaese ci sono i peggiori magnaccioni. La gente viene schiavizzata, impoverita, ammalata. E bravo il nostro Nano piduista e i suoi collaboratori psicopatici e puttane! Ce l'ha fatto davvero a distruggere per l'eternità il Belpaese, ridendo con la sua maschera da buffone carnascialesco!

    RispondiElimina
  13. Tornate a scuola!....leggete di più!!!.....Capirete.

    RispondiElimina
  14. @anonimo. Ma pensa te, dovevo frequentare di più Economia non ci sono dubbi. E io che pensavo si rilanciasse il paese con politiche sugli stipendi per incentivare i consumi, quindi i profitti per le aziende, gli sgravi fiscali per chi investe e assume etc... invece la soluzione è liberi di licenziare per riassumere e poi licenziare e poi riassumere e poi licenziare. Che spettacolo che ricambio! Che paese!
    Giusto per dare qualche dato in Svizzera la disoccupazione è tra il 4 e il 5%, Austria al 4,3% e via di seguito, meglio del nostro (8,6% nei giovani è ancora più alto) logicamente ma non pari a zero. Altrimenti parliamo di aria fritta.

    http://www.europarlamento24.eu/tasso-di-disoccupazione-in-lieve-calo-a-gennaio-2011/0,1254,72_ART_1385,00.html

    RispondiElimina
  15. Ciò che va migliorato è un sistema con la disoccupazione per tutti anche per i precari...2 anni almeno con stipendio del 60%.

    RispondiElimina
  16. Amentare gli stipendi?????...Scordatevelo per almeno 10 anni!!!
    NON SI PUO'.

    RispondiElimina
  17. In realtà è tutto il contrario. È sempre il comtrario di quanto vanno affermando. Con tutti i governi è sempre stato il contario di quello che hanno desiderato i cittadini. E i bugiardi guadagnano un fior di stipendio mensile per dire queste bugie.

    RispondiElimina
  18. eppure è semplicissimo...
    seguite il mio esempio perché sembra complicato ma non lo è...
    oggi un datore di lavoro ha 10 dipendenti...
    domani, potendo licenziare senza problemi, ne manda a casa 5...
    "chiede gentilmente" ai restanti di lavorare... diciamo il doppio e magari con una piccola riduzione di stipendio perché "c'è la crisi".
    A conti fatti l'azienda spende la metà di prima in retribuzioni (se non di meno) è continua a guadagnare come prima
    più rilancio economico di così secondo me si muore

    per l’anonimo delle 15:37
    1) bisogna avere gli ammortizzatori sociali che hanno i paesi nordici
    2) bisogna avere i redditi dei paesi nordici (perché con i redditi italiani ci vivi si e no 6 mesi senza lavoro e solo perché ci sono degli stracci di ammortizzatori sociali)
    3) nonostante si possa licenziare liberamente perché assumere se posso far lavorare in nero?
    4) il tuo ragionamento presuppone che ci sia lavoro per tutti altrimenti quelli che in tempi normali non lavorano devono aspettare un periodo di crisi in modo che i datori di lavoro licenzino per poi poter assumere di nuovo…ma se c’è crisi non si assume, si licenzia quindi quelli che oggi non lavorano non lavoreranno neanche in tempo di crisi

    RispondiElimina
  19. cOMUNQUE SIA SVIZZERA CHE AUSTRIA HANNO MOLTI DISOCCUPATI IN MENO,PROPRIO PERCHE SONO LIBERI DI LICENZIARE!!!
    QUINDI GLI OPERAI HANNO MOLTE PIU OPPORTUNITA' DI LAVORO CHE NON DA NOI.

    RispondiElimina
  20. pRIMA DI ARRIVARE AL REDDITO DEI LAVORATORI NOIRDICI......BISOGNA RIUSCIRE AD AVERE LA LORO PRODUZIONE,IL LORO TASSO DI ASSENTEISMO...DI MALATTIA....INSOMMA ESSERE EFFICENTI COME LORO!!!
    POI...OVVIAMENTE LO STIPENDIO SALE!!!ANCHE DA LORO E' STATO COSI'!!!NON è CHE SONO NATI COSI' CON LO STIPENDIO ALTO!!!!HANNO DOVUTO CONQUISTARLO CON IL LIBERO MERCATO CON LE LORO CAPACITà...LAVORANDO ANCHE CON LA FEBBRE!!!!SE ANCHE NOI FACCIAMO COSI'...ALLORA è GIUSTO CHE LO STIPENDIO AUMENTI!!!
    MA DOBBIAMO ESSERE ALMENO BRAVI QUANTO LORO.

    RispondiElimina
  21. Forse....è meglio che ritorni in bagno!!...quando si parla di cose serie.

    RispondiElimina
  22. PER FINIRE QUELLI CHE IN TEMPO NORMALE NON LAVORANO,SIGNIFICA CHE NON SONO BRAVI!!!!RICORDA CHE PER AVERE UN LAVORO DEVI ESSERE PIU BRAVO DEL COLLEGA!!!O ALMENO BRAVO QUANTO LUI!!!ALTRIMENTI RESTI A CASA!!PERCHE TI DOVREBBERO PAGARE SE NON SEI ALL'ALTEZZA O SE SEI SCARSO SUL LAVORO?...QUANDO A PARITà DI STIPENDIO POSSONO AVERE UN DIPENDENTE BRAVO!?

    RispondiElimina
  23. Mentre sono in bagno, leggete qualcosa...

    http://www.cafebabel.it/article/31974/benessere-scandinavia-rovescio-mito-realta.html

    Può sempre servire.

    RispondiElimina
  24. STANNO COMUNQUE SEMPRE MEGLIO DI NOI!!!!

    RispondiElimina
  25. funziona così in italia, i profitti sono privati, i debiti pubblici. così il rischio di impresa passa dall'imprenditore al lavoratore, ma allora i padroni dell'impresa devono essere gli operai che, oltre a lavorare, si fanno carico pure del rischio d'impresa.

    RispondiElimina
  26. cari anonimi... il fatto è che si vuole precarizzare tutto, rendere debole e ricattabile la base. La tutela del posto di lavoro ( a meno di mancanze gravi del lavoratore)è importante quanto il lavoro stesso! Se poi volete schiavi... allora è un'altra cosa!

    RispondiElimina
  27. inoltre... esiste ancora il contratto in prova... se uno ha dei dubbi... assume in prova! Non vi bevete tutte le minchiate di Sacconi

    RispondiElimina
  28. e per finire... mettete i vostri nomi e le vostre facce... e poi andate a parlare con chi è rimasto senza lavoro.. perchè il loro "padrone è andato ad aprire una fabbrica in Serbia o in Cambogia.. ditegli quello che state scrivendo qua.. diteglielo!

    RispondiElimina
  29. Ma cosa state dicendo? La possibilità di licenziare quando un'azienda va male permetterà ai padroni di disfarsi di chi ha problemi di salute( donne in maternità, operai che avendo lavorato per decenni in condizioni malsane soffrono di una patologia, donne che si assentano per malattia dei bambini).
    Vi ricordate di quanto avvenuto in luglio a Bergamo? No? Ve lo ricordo io allora: http://milano.repubblica.it/cronaca/2011/07/13/news/licenziata_mentre_in_coma_crea_intralci_alla_produzione-19079829/

    Meditate gente meditate.

    RispondiElimina
  30. @nino p. Non ti arrabbiare Nino, in fondo lo sappiamo che se le cose vanno male in questo paese la colpa è dei lavoratori. Tutti col SUV, con i conti in nero, con le ville, tutti evasori fiscali... brutti sporchi e pure cattivi aggiungerei.

    RispondiElimina
  31. Ma voi sinistri non avete bisogno di studiare economia politica, nè di sforzarvi per trovare soluzioni a questa come a qualunque altra crisi o problema economico...voi avete la bacchetta magica!
    Perchè rinunciare a 4,5 milioni di statali o innalzare l'età pensionabile o licenziare quando non ci sono più ordinativi?
    Con la bacchetta magica tutti i disoccupati possono diventare statali oppure tutti possiamo andare in pensione a 50 anni oppure, anche se non ci sono ordinativi, tutti possono restare in azienda ed essere pagati anche di più, perchè no.
    I ricchi cattivoni possono pagare tutto e, poi, quando i soldi finiscono e anche i ricchi sono diventati poveri, un bel colpo di bacchetta magica ed ecco altri soldi dal cielo!

    RispondiElimina
  32. parliamo, imprechiamo, scongiuriamo etc., però, non siamo capaci di ribellarci,giusto per puntualizzare, i nostri politucoli, col nanolosco in primis, che vi piaccia o no il termine, violentano il popolo giorno dopo giorno...e noi buoi e pecoroni, tutti in fila a 90°...svegiatevi, la legge è una...occhio per occhio etc....tutto il resto sono solo chiacchiere e con le chiacchiere non si muove nulla!

    RispondiElimina
  33. I ricchi cattivoni non pagano mai niente... è sempre la povera gente a farlo... sempre!
    Non fate le vittime che se ogni tanto tocca piangere pure a voi non succede niente!

    Scusa lo sfogo Ernest..ma.. non ho resistito

    RispondiElimina
  34. C'è veramente da chiedersi come hai potuto superare l'esame di economia visto che non capisci cose così elementari. Probabilmente hai goduto di quel "6 politico" in voga anni fa che a tanti ignoranti ha consentito brillanti carriere. Qualcuno è finito pure nella nostra classe politica abbassandone la media; ma non dalla parte verso la quale sei critico ma a sinistra dove la spocchia, atteggiamento di presunta superiorità intellettuale endemico tra gli ignoranti, domina incontrastrata.

    RispondiElimina
  35. Nei vari commenti viene detto :"l'operaio viene licenziato,l'operaio viene risarcito,l'operaio...etc.".
    IO allargherei il discorso così :Il professore viene licenziato per chiusura istituto scolastico,il reparto bersaglieri per fine missione estera viene licenziato,il personale sanitario licenziato per chiusura ospedale,gli impiegati della posta di Siracusa mobilitato a Domodossala,etc..La questione interessa tutti non solo gli operai.

    RispondiElimina
  36. E Infatti certe cose le lascio all intelligenza di quelli che ancora dopo anni di prese in giro credono al miracolo italiano con tanto di scrivania, calamaio e plastico di un paese che non esiste.

    RispondiElimina
  37. ..ma i sinistri ...non sono gli incidenti?????? Per favore "bacchette magiche"? Basta "attaccare" il cervello...

    RispondiElimina
  38. ciccioformaggio28 ottobre 2011 18:42

    Ma questi stronzi di berluscones e razzumaglia varia dopo aver portato il paese allo sfascio, hanno ancora il coraggio di ragliare?

    RispondiElimina
  39. Noto che qualcuno, non contento di averci regalato un siffatto governo, ha ancora il coraggio di parlare.

    RispondiElimina
  40. Anche il mio ultimo esame è stato economia politica.Una materia che ancora adesso mi sa di allucinazione.Per il resto non ci vuole la laurea a capire che ci stanno prenendo per il culo.

    RispondiElimina
  41. vuoi sapere cos'è il rilancio economico,il provvedimento e... bla bla bla? solo l'ennesima, e purtroppo non ultima, cazzata!!
    Francesca

    RispondiElimina
  42. Ciao Ernest. Ho letto dei commenti qua da te che sono un'insulto all'intelligenza di chi legge! Mi chiedo perché certi "anonimi" non vanno ad affermare quello che scrivono, tra coloro che sono senza lavoro! Veramente tipico del "machismo" di destra che attraversa il Paese, fare gli "smargiassi" a questo modo!

    Scusa lo sfogo ma vorrei tanto confrontarmi a quattr'occhi con certa gente! Mi piacerebbe che venissero a raccontare le loro "ragioni" quando siamo in piazza a manifestare! Invece, si nascondono dietro l'anonimato per sfogare le loro frustrazioni da perdenti.

    Detto questo, lasciamo perdere tutte le favole che racconta quel saccone di m@r#a e guardiamo alla sostanza: diamoci da fare da oggi e fino al 2012 o sentiremo, altrimenti, una gran stretta alle palle! Da fare male!

    RispondiElimina
  43. All'esame di Economia Politica non ci sono nemmeno arrivato. Quindi non ti posso dire. Abbiamo fatto un post, nella loro diversità, simile. E non è la prima volta che succede. Dobbiamo preoccuparci?

    RispondiElimina
  44. Io ho una proposta: andare casa casa da tutti quelli che sappiamo che hanno votato il nano e guardandogli negli occhi dire loro:

    E così con Berlusconi dovevamo stare tutti meglio. Hahahahahahahahahahahahhahaha.

    E andare via

    RispondiElimina
  45. E' solo un altro oscuro passo dei reazionari oggi al governo in Italia!

    RispondiElimina
  46. Cavolo che battaglia.

    Ernest, posso darti la mia versione.

    Nel 1996 o 98 (non ricordo la data esatta), il califfo fece il seguente discorso:

    "noi renderemo l'Italia un paese appetibile per gli investitori stranieri, il mondo del lavoro Italiano è troppo ingessato, faremo tutte le riforme idonee a renderlo più elastico e attrarre così i capitali stranieri".

    Subito dopo partino alla riscossa per la crociata contro l'articolo 18, ma batterono le corna contro un certo Cofferati detto il Cinese.

    A San Giovanni ero una dei 3 milioni calati come falchi e pronti a dare battaglia.

    Negli anni 2000 ci è calata sulle croste la legge 30 o legge Biagi, 32 metodi di precariato e sai cosa mi ha fatto imbufalire?

    Che subito dopo c'è stato il governo Prodi e quella porcata non è stata abrogata.

    Concludendo, questa schifezza dell'articolo 8 e la libertà di licenziare senza obbligo di riassumere è il progetto che il califfo aveva illustrato e che sta pre realizzare, a furia di scrivere di cosa c'è dentro le mutande del califfo ci si scorda cosa si era ripromesso.

    Non scordarne un'altra.

    "Non permetteremo che si tolga ai figli della classe media per darlo ai figli degli operai".

    Traduci in, foraggiamo le scuole private e sotterriamo le scuole pubbliche.

    Sai che sono una di quelle che ha vinto il biglietto della lotteria chiamata PENSIONE, potrei fregarmene, non ci riesco e continuo a partecipare alle manifestazioni, ma ora mi sto scocciando, serve muoversi.

    Mi pare che siamo arrivati a un punto nodale, fare una scelta, o li mandiamo via, anche in orizzontale se è il caso, o in orizzontale ci finiremo noi per fame, almeno chi rischia di restare a casa perchè un sacco-ni di merda ha deciso di esaudire i vecchi desideri del suo padrone.

    RispondiElimina
  47. Leggendo i commenti a questo post mi sembra evidente che non ci rendiamo conto di un dato di fatto fondamentale:
    La situazione in cui ci troviamo attualmente è una derivata della "globalizzazione", intesa come abbattimento delle barriere che ostacolavano lo spostamento di merci e di persone.
    Il motivo per cui è stata scatenata la globalizzazione è che le persone nelle posizioni giuste possono guadagnare molti soldi spostando merci e persone da una parte all'altra del globo.
    Purtroppo per noi ci troviamo in una specie di "mercato unico" dove il nostro "lavoratore" si misura con un "lavoratore" che costa un decimo, che accetta orari e condizioni ambientali che per noi sarebbero impensabili, eccetera.
    Allo stesso modo un tondino di ferro usato in edilizia e prodotto in Italia si misura con un tondino di ferro prodotto in Asia. Se produrre e trasportare il tondino dall'Asia costa meno che farlo qui, le nostre acciaierie chiudono.

    E, nota bene, lo spostamento di merci e persone ce l'hanno venduti come un grande progresso di civiltà. Vedi alla voce "quanto siamo fortunati di avere persone che sono disposte a fare i lavori che gli Italiani non vogliono più fare".

    Risultato: NESSUN GOVERNO italiano è in grado di invertire il processo, da cui E' IMPOSSIBILE "creare" posti di lavoro in Italia. Almeno fintanto che gli Italiani non si saranno abbastanza impoveriti da "equalizzare" il loro tenore di vita con quello dei loro "concorrenti" sul mercato. Ovvero, fino a quando fare un tondino di ferro in Italia costerà meno che farlo in Asia.

    Anni fa si poteva pensare di puntare sulla "conoscenza", cioè abbandonare il tondino di ferro per progettare strumenti sofisticati. Purtroppo non è fattibile, primo perché l'Italia ha 10 volte gli abitanti della Norvegia a parità di superficie e quindi è difficile dare da mangiare a tutti con l'elettronica. Poi ci vuole tempo per sviluppare la tecnologia. Ma la ragione più importante è che siccome sono decenni che tutti producono elettronica in Asia, gli Asiatici hanno avuto il tempo di assimilare e quindi adesso sono in grado non solo di montare gli Iphone ma anche di progettarli. Noi siamo buoni solo a comprarli.

    L'unica cosa che ritengo fattibile è quella di rallentare la caduta spendendo con criterio le risorse che abbiamo accumulato in passato. L'esito sarà lo stesso ma il processo meno traumatico.

    RispondiElimina
  48. Caro Ernest, vedo come sempre che le stesse cose che fanno incazzare te fanno incazzare anche me. Così come leggere di persone vere, sì, persone, che vengono considerate semplici pedine del Risiko, io ne assumo 10, poi ne licenzio 5, poi faccio questa strategia, poi quest'altra, muovo questo di qua e ne tolgo uno di là...eccetera eccetera...mi viene solo il voltastomaco! Per fortuna le piazze stanno ricominciando pian piano a riempirsi, anche grazie a certa gente!
    Un abbraccio, ciao

    RispondiElimina
  49. Questo governo dovrebbe ripassare grammatica e aritmetica, essendo debole sia negli articoli che nei numeri.

    RispondiElimina
  50. Ma smettila di sparare cazzate, anonimo dei miei coglioni.
    Schiavista.
    Paraculo.
    inetto come tutti quelli che non hanno il coraggio di firmarsi.

    E vattene in Svizzera,
    poi vediamo se ti accolgono a braccia aperte, oppure, come farei volentieri io, ti prendono a calci nel culo.

    "Non c'e' peggior specie dell' ignorante che crede di essere colto"

    RispondiElimina
  51. @ Zacforever

    Vuoi un paio di piedi per aumentare i calci in culo degli anonimi?

    Questi sono peggio del tizio che una tantum bazzaga il mio blog e quello di Carlo ;-))

    RispondiElimina
  52. Io l'esame di economia non l'ho fatto, frequentavo l'università accanto e sono uscita con un'attestato di "disoccupazione intellettuale".
    Forse sono troppo intellettuale per capire l'economica, che è un giochetto da prestigiatori in fondo. Però capisco quando ci prendono per il culo. Alcuni almeno lo fanno con nome e cognome. Non è consolante ma sai a chi sputare in faccia.

    Gli unici anonimi che posso sopportare sono i Vendicatori (come in V per Vendetta, intendo)

    RispondiElimina
  53. O_O

    diventa tutto sempre più assurdo...

    RispondiElimina
  54. Hanno parlato di rilancio, mica di dove volevano rilanciarci. La mia personale idea è che vogliano rilanciarci nel cesso e che ci stiano anche riuscendo discretamente bene :-/

    RispondiElimina

Latest Tweets

 
;