lunedì 12 marzo 2012

Cazz' guardi! Io conosco un parlamentare.

La storia del mondo è composta da tante, piccole e grandi, concessioni. Privilegi lasciati ai pochi sulle spalle di molti, diritti acquisiti solamente in base alla posizione occupata sulla scala sociale.
Ogni giorno ci imbattiamo in casi simili. Incontriamo i nostri capi per le scale che possono permettersi di non salutarti dall'alto della loro busta paga. Arriviamo nel parcheggio dell'ufficio e ci accorgiamo che come al solito nel posto delle moto ha parcheggiato il suo Suv uno di quelli che "non si possono toccare".  Guardiamo in televisione lo strapagato giocatore di calcio dire "Cazzo guardi?" ad una giornalista e ridiamo, perchè quel cazzo guardi lo ha detto uno che conta, e se lo usa lui è un linguaggio diretto, se a farlo siete voi siete solo dei maleducati sicuramente usciti da una delle tante scuole pubbliche del paese comandate da comunisti.
Oppure per andare sul quotidiano politico basta fare un passo in banca per accorgersi che per avere un mutuo in tempo di crisi ad un buon tasso bisogna essere un parlamentare o comunque essere portati da lui.


Perchè bisogna essere "il top dei top" per certe cose.
Bisogna  tornare a scuola per capire certe cose, riprendendo i vecchi appunti troverete che l'Euribor varia a seconda del lavoro che fate e del potere che avete. Asini!
E allora scoprirete con somma gioia che per voi sudditi ingrati la rata di un mutuo sarebbe 1046 euro, mentre con un amico senatore si abbasserebbe a 818 euro. Straccioni che non siete altro! In ginocchio.
"Perchè ci deve essere sempre un senatore dietro"...
...e quindi conviene camminare con le spalle al muro.

24 commenti:

  1. siamo tutti uguali, uguali un cazzo!

    RispondiElimina
  2. insomma, dire che siamo tutti uguali è mentire sapendo di farlo... e adesso che gli dico ai miei figli?

    RispondiElimina
  3. @guchi. eh eh... bella domanda!

    RispondiElimina
  4. Non riesco a ridere nemmeno se la villanata o il sopruso è di un calciatore.
    Mi incazzo, e basta.

    RispondiElimina
  5. Erne' puoi pure non pubblicarlo, anzi cancellalo proprio questo mio commento, però scusami ma devo sfogarmi.

    A voi politici e tecnici de merda.
    Ma l'anima del li mejio mortacci vostra, perchè nu ve n'annate affanculo invece de rompe li cojioni a me perchè a mi moje su 'na pensione sociale de 262 euri je n'avete levati 22 pure co' effetto retroattivo, dar 2009 in poi?
    Possivo mori' tutti de 'n corpo poplettico.

    RispondiElimina
  6. @ilmonticiano. er mejo commento Aldo! Nun se censura (ho provato in romanesco anche io)
    :)

    RispondiElimina
  7. QUOTO IL MONTICIANO...andrebbero messi tutti al muro!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  8. Abbiamo la classe dirigente peggiore d'Europa, anzi, come amo chimarla, classe digerente.

    RispondiElimina
  9. Senatori dietro... peggio dei vescovi, in fatto di miracoli.

    RispondiElimina
  10. Le banche prestano denaro solo a chi ne ha già. Questo paradosso c'era anche prima che si insediasse il governo che ha "un occhio di riguardo" per i banchieri e i loro interessi.
    Ma le banche a cosa servono? Qual'è la loro "ragione sociale"?

    RispondiElimina
  11. Erny ovazione a "ilmonticiano" niente di più libBeratorio a'rrigà!!! Con me sfondi un portone ormai smontato dai calci ho toccato l'argomento qualche giorno fà!! stj fij de naà mignotta!!! SCUSATE lettori di Ernest,scusa Erny,sai quanto mi prende male!!!_marì

    RispondiElimina
  12. abbiamo la classe dirigente peggiore, probabilmente perché non siamo granché come cittadini. Se fossimo cittadini migliori, avremmo politici migliori

    RispondiElimina
  13. E ogni giorno che passa, quando leggo queste cose, il male che stanno facendo al nostro paese, il futuro che rubano ai nostri figli, mi chiedo,sempre più sconcertato, cosa impedisca alla gente di scendere in piazza con le pistole.Aveva ragione Pasolini quando diceva che il capitalismo è riuscito dove hanno fallito comunismo e fascismo.

    RispondiElimina
  14. Per una volta mi permetti di dire soltanto, terra terra e semplice semplice, un bel KESKIFO?

    RispondiElimina
  15. p.s.
    MONTICIANO FOR PRESIDENT!!!!

    RispondiElimina
  16. Allora chiamiamola pure classe indigesta!!

    RispondiElimina
  17. Monticiano mitico! Il nostro Trilussa, col dialetto ha rafforzato le 'benedizioni' che ogni giorno mandiamo a questi maledetti cialtroni.
    E qui si parla solo di lire e di cafonerie: se andiamo a toccare la sanità altro che "corpo poplettico" si beccherebbero!

    RispondiElimina
  18. senatori si nasce ... io non lo nacqui

    RispondiElimina
  19. Ciao Ernest e buon pomeriggio. Forse, se la smettessimo di ridere per quell'uscita del calciatore anzi, meglio ancora, se ci indignassimo con lo stesso, probabilmente smetteremmo anche di tollerare i "trattamenti" di favore che sappiamo esistere ma non contrastiamo. Ricordo che una volta, tanto tempo fa, "il calcio" era un fenomeno della domenica pomeriggio e basta. Poi, magari, c'erano le discussioni che duravano una settimana, fino alla domenica successiva. Oggi, è il rimbambimento quotidiano attraverso il quale dimenticare quei piccoli o grandi sopprusi... anche ridendo dell'arroganza di un calciatore strapagato che non si fa 8 ore in fabbrica è 3 da pendolare ma è comunque un mito, un esempio, un eroe da imitare. Vedi, Ernest, io non so se restituire ai cittadini il potere di decidere, se chiedere agli stessi di partecipare alla gestione degli interessi e del bene pubblico, se sottoporre il proprio operato al giudizio dei cittadini, sia antipolitica. So, però, che quei cittadini che ridono del "calciatore" e si limitano ad esprimere "frustrazione" per i sopprusi, ci hanno portato allo sfascio! So, di certo, che quei cittadini che considerano un calciatore strapagato un mito, un modello da imitare, ci hanno portato alla rovina! Allora, dico che in attesa di quella "sinistra" che non c'è più, i cittadini che "non ridono" devono organizzarsi e mettere la parola "fine" a tutto questo. Non so se questo modo di pensare sia antipolitica... ma è necessario! Vitale, direi. E, personalmente, se in un Movimento colgo l'occasione per fare tutto questo... beh, io l'opportunità la colgo, prendo nuovamente in mano le sorti della mia vita e... poi vediamo se questa è antipolitica.

    Per ultimo, concedimi un cenno di solidarietà al mitico Aldo! Non sei solo nelle tue speranze: io, tutte le sacrosante mattine, il primo pensiero lo rivolgo a loro, a quelli che hanno stravolto il mio quotidiano e vanificato il mio futuro. Schiatteranno, prima o poi!! Sarà una gran festa, celebrata al pari di quella che facemmo per la fine del Cainano!

    RispondiElimina
  20. La colpa è anche nostra, siamo cittadini silenti in questa società ingiusta.

    RispondiElimina
  21. Altre volte ho accennato a un ritorno di Medio Evo, ma forse il paragone più calzante é con le defunte repubbliche banana.

    RispondiElimina
  22. GRAZIE DI ESISTERE ALDO, SE NON CI FOSSI BISOGNEREBBE INVENTARTI ;-))

    Ernest...e dopo l'intervento di Aldo che altro si può dire? ... ci si può solo inchinare e applaudire a scena aperta ;-))

    RispondiElimina

Latest Tweets

 
;