martedì 27 marzo 2012

Con tante scuse a lor signori

"Ci scusino Lor Signori se non siamo pronti a cotanti provvedimenti. Devono sapere Lor Signori che noi basso popolino dinnanzi a codeste meritevoli manovre per salvare il paese ci ritroviam spiazzati. D'altra parte noi poveri dei bassi  abbian fatto scuole diverse, frequentavamo corsi con miseri professori di secondo piano che al posto del doppio petto si mettevano felpette da mercato di periferia.
Ci scuseranno ancora Loro Signori per non apprezzare queste azioni ma sian fatti così forse non capiamo, perchè si sa che cose di conti e di lettere devono essere lasciati a chi ci sa fare e a noi forse competon solo mestieri di fatica e sudore. Non sia mai che Voi, illustrissimi, proviate codeste avventure che mal sopporta l'animo umano. Ma non Ve ne facciamo una colpa perchè con noi la natura è già stata buona dandoci il permesso di poter mirare la Vostra grandezza e saggezza al sommo governo del nostro paese.
Per cui se qualcuno di noi ha gridato a volte e disturbato il Vostro lavoro, se qualcuno di noi ha osato fare rimostranze su dazi, leggiucole, regolamenti o quant'altro, se Vi hanno dato noi per le strade delle città i nostri vecchi che frugano nella spazzatura, i bambini ai semafori, i padri che vagano alla ricerca di un lavoro, noi Vi preghiamo di chiudere un occhio nella vostra tanta e immensa magnanimità, capendo che il popolino fa così tanto per fare, si lamenta, ma alla fine è solo tanto folclore che a volte cerca di rallegrare le giornate di Lor Signori. 
E se per caso nel Vostro far di conto Vi rimanesse qualche soldo pensate a noi, affacciateVi al Vostro balcone e lanciatelo poi proprio li sotto troverete chi Vi aspetta con ciò che giustamente Vi spetta..."








17 commenti:

  1. anche caramelle e cioccolata vanno bene!

    RispondiElimina
  2. Quante delusioni, in così breve tempo.
    Cristiana

    RispondiElimina
  3. E sempre allegri bisogna stare
    che il nostro piangere fa male al re
    fa male al ricco e al cardinale
    diventan tristi se noi piangiam,
    e sempre allegri bisogna stare
    che il nostro piangere fa male al re
    fa male al ricco e al cardinale
    diventan tristi se noi piangiam!

    RispondiElimina
  4. Anche il gesto dell'ombrello, da parte mia.

    RispondiElimina
  5. sono più bravi degli altri anche a far sentire in colpa... che tristezza :(

    RispondiElimina
  6. Per darci in pasto a chi, al Trio Lescano (Bersani, Casini, Alfano)?
    Sono peggio degli altri, proprio!

    RispondiElimina
  7. Pero' gli vogliamo bbene lo stesso, specialmente ed ancor di piu' se ssi tolgono tutti dalle palle!!Meglio Stanlio e Ollio che tirano su il morale!...

    RispondiElimina
  8. Il geniale Totò ci ha insegnato l'unica risposta possibile (e l'unico atteggiamento esistenziale), sempre e comunque!

    RispondiElimina
  9. Ormai non vedo che l'ora che questo governo vada a casa!

    RispondiElimina
  10. Altri pensieri di magocamillo
    ----------------------------------------------
    Disperato si getta dal balcone,
    un'altra vittima della crisi

    Quattro morti in meno di un mese in Puglia. L'uomo, 44 anni, era un imbianchino e non riusciva a mantenere la famiglia. E' morto in ospedale

    RispondiElimina
  11. Dimenticavo il link:
    http://bari.repubblica.it/cronaca/2012/03/27/news/crisi_disperato_gi_dal_balcone-32294585/?ref=HREC1-4

    RispondiElimina
  12. Io ieri continuavo a fargli "ciao " con la manina, ma pare non abbia inteso...

    RispondiElimina
  13. Posso capire, ma che mi dici sul come mai ci si é arrivati ?? vogliamo rapidamente dimenticare???

    RispondiElimina
  14. Ah, ah, ah, sembra Berlusconi quando diceva di aver bevuto l'amaro calice della poltica per amore dell'Italia... è vero, nel nostro paese non c'è limite al peggio. Impariamo da Totò (memorabile quella scena).

    RispondiElimina
  15. Totò OK, più qualche pomodoro e verdure varie. Se poi c'è in mezzo una palla di cannone, pazienza, ce ne faremo una ragione. Ce ne siamo fatte tante, di ragioni, che una in più manco ce ne accorgiamo.
    Temo che fra poco non sarà più una battuta.

    RispondiElimina
  16. nessuno piangerà caro Monti, se ne ne vai a fare in culo con tutti i tuoi tecnici... per fare quello che stai facendo tu bastava il peggior Tremonti e lo squallido Silvio.

    RispondiElimina

Latest Tweets

 
;