lunedì 22 settembre 2014

Sotto il vestito... Silvio

La mia è sempre stata un famiglia di operai. Il mio bisnonno ha lavorato in porto in mezzo ai "carbunin" poi nelle officine, mio padre invece all'Italsider. Uomini di lavoro, dalle mani consumate dalla fatica, con la schiena a pezzi ma sempre pronti a darsi da fare per gli altri.
Il primo vecchio socialista che verso la fine della sua vita non poteva neanche sentire parlare di Craxi, mio padre invece iscritto alla Fiom, comunista.
Ho imparato a dare il giusto valore al lavoro e ai diritti dei lavoratori.
Ogni anno girare per gli stand della Festa de l'Unità con mio papà era motivo di orgoglio. Sopra il mio divano, oggi, su una mensola tengo la punta delle bandiera che il mio bisnonno aveva fatto fare nelle officine e che ogni volta portava in giro nei cortei. Sopra c'è scritto Pace e Lavoro.
Oggi assistiamo ai video messaggi in stile berlusconiano del presidente del consiglio Renzi, testimoni dello smantellamento della sinistra, ascoltiamo l'ex sindaco di Firenze insultare la Cgil.
Sia chiaro l'ho già detto altre volte e lo ribadisco, il sindacato ha sbagliato parecchio, sbaglia ancora e al suo interno ci sono delle caste che andrebbero abbattute. Non si comporta da sindacato quando cammina a braccetto col governo di turno, dimenticando il vero senso della parola lotta. 
Sappiamo però che dietro ad una sigla ci vogliono le persone, e queste ultimamente anche nei posti di lavoro latitano, di disinteressano, non lottano. Colpa anche delle troppe delusioni che il centro sinistra e lo stesso sindacato hanno regalato.
Ma la Cigl è anche fatta di persone che ogni giorno vanno a difendere diritti che i datori di lavoro vogliono calpestare, singole persone che si siedono ai tavoli delle trattative con dirigenti che si aumentano lo stipendio mentre dall'altra parte tagliano sul costo del lavoro dei dipendenti.
Il pensiero di Renzi lo conosciamo. Uno che sta con Marchionne ha una targa che non possiamo dimenticare e in questi giorni abbiamo l'ulteriore prova. Parliamo di  uno che trova come alleato Brunetta per la riforma del lavoro. 
Il pensiero va a quelli che ora sostengono Renzi e che in passato sono scesi in piazza per difendere i diritti che ora il presidente del consiglio, con l'aiuto di Silvio e company, vuole smantellare in nome della creazione di posti di lavoro.
Strana teoria quella dei meno diritti uguale più posti di lavoro, già sentita in passato.
Si la Cigl ha sbagliato è vero, e sbaglia a non portare la gente in piazza per più giorni, ha sbagliato e sbaglia a non proclamare lo sciopero generale, sbaglia quando discrimina al suo interno, sbaglia a stare insieme a Cisl e Uil che firmano qualunque contratto a prescindere. Ma se penso alle lotte di Landini e della Fiom e a quel tipo di sindacato, penso che rimanga uno dei pochi punti di riferimento in questo momento.
Ma la gente è contenta perché Renzi ha ridato il nome alla Festa de l'Unità e nel frattempo parla come Berlusconi, si muove come Fini e propone provvedimenti come Brunetta.
L'Italia è anche questa.

38 commenti:

  1. ..."parla come Berlusconi, si muove come Fini e propone provvedimenti come Brunetta". E' proprio così.Non si può certo pretendere che sia un tipo di sinistra, forse, un tipo sinistro..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sostanzialmente è il prodotto di tutto quello che è successo negli ultimi anni e francamente è allucinante

      Elimina
  2. Grande confusione sotto il cielo ma non è quella là cui si riferiva Mao.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io credo che la maggior parte degli italiani alla fine si meriti tutto questo...

      Elimina
  3. Risposte
    1. Siamo oltre ormai... praticamente non ce ne accorgiamo nemmeno

      Elimina
    2. Siamo oltre ormai... praticamente non ce ne accorgiamo nemmeno

      Elimina
  4. delle riforme di tale portata a suon di decreto legge delegittimando un parlamento che già si delegittima per le "qualità" di chi vi siede, magnifico

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Direi precisamente in linea con tutto quello che rappresenta Renzi

      Elimina
  5. E' lo sbaglio che ha fatto la sinistra prima dell'arrivo di Renzi, insomma.

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La sinistra ormai è sinonimo di sbagli... ma questa da anni non è più sinistra

      Elimina
  6. Risposte
    1. In questo momento penso a tutti quelli che hanno votato Renzi e che per anni sono scesi in piazza contro le minacce di Berlusconi

      Elimina
  7. ma ha ancora senso parlare di sinistra? Sarà che io, data la mia età, l'ho vissuta davvero.......Emanuela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma io penso che invece il problema sia proprio l'opposto... non si parla più di sinistra e guarda dove siamo arrivati.
      Il capitalismo ha fatto è sta facendo dei danni allucinanti...

      Elimina
    2. intendevo dire che se ne " sente "parlare, da chi non sa neppure di cosa si tratta e finisce lì. Siamo arrivati che io, che per andare a lavorare prendo il bus, sento dire " Questo governo di sinistra......" e mi si accappona la pelle.Emanuela

      Elimina
    3. ah ok... capito... hai ragione il Pd non è pi di sinistra da parecchio. Renzi è solamente il tratto finale di una caduta terrificante

      Elimina
    4. contenta di essermi spiegata. Renzi è la deriva e la mia non è "nostalgia"dei tempi belli. il PD mi fa ridere ( di tristezza, per il soltio...Meglio ridere che piangere). Ho vissuto anni meravigliosi, che hanno coinciso con la mia adolescenza. Meravigliosi perchè pieni di idee, di entusiasmo, di appartenenza, di partecipazione. Posso solo augurarmi che il mio nipotino Unai e la piccola Sofia possano ritrovarsi a vivere anni così, pieni di illusioni sicuramente, ma con il mondo in mano e la possibilità di renderlo migliore di quello che troveranno. Dalle un bacio grande, a questa piccola, grande donna, con la fortuna di due grandi genitori ( mica capita a tutti, purtroppo....)Emanuela

      Elimina
  8. Ciao Ernest,
    è lacerante assistere allo svuotamento della sinistra ad opera della maggioranza di un partito che avrebbe dovuto essere il promotore del bene comune e raccogliere l'eredità più alta della politica del passato. Un disegno troppo alto per troppi italiani pronti a correre dietro al pifferaio di turno.
    Speriamo che Greta e la sua gnerazione abbiano o sappiano fare di meglio!
    Ci terrei che tu contraccambiassi l'iscrizione al mio Schiaccianoci, sempre che ti vada l'idea.
    Ciao:-))
    Fata C

    RispondiElimina
    Risposte
    1. fatto!!!!
      La speranza non sparisce mai...

      Elimina
  9. Bisogna rimettere al centro il lavoro, bisogna che lo facciamo noi altimenti altro che ombrelli di Altan nel culo, OMBRELLONI!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero... quello al lavoro ci pensa ma nella maniera sbagliata

      Elimina
  10. "... parla come Berlusconi, si muove come Fini e propone provvedimenti come Brunetta."
    Sono d'accordo: è la creatura di Frankenstein!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Basta guardarlo nei comizi... uguale a Fini. Il ragazzo ha studiato.

      Elimina
  11. La Cgil? è un gruppo di potere, è un'organizzazione decotta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sara sai come la penso ne abbiamo già parlato... in parte ti do ragione lo sai. Però dico questo, anche Landini è decotto?
      Anche il modo di fare sindacato della Fiom è decotto?
      Poi mi sento di dire una cosa... la Cgil non è fatta solamente dei vertici, è composta anche da persone, delegati e rappresentanti che si danno da fare... se devo fare un esempio rispetto alla vicenda lavorativa che ci ha interessato nell'ultimo anno... senza la CGIL ora lavoreremmo di più e saremmo pagati di meno.
      CISL e UIL avevano firmato subito un contratto vergognoso... la CGIL ha chiesto, ripeto ha chiesto con un referendum, ai suoi iscritti.
      Poi mi domando... l'alternativa quale sarebbe?
      Io sui posti di lavoro vedo tanta gente che se la prende col sindacato... è vero! però vedo anche tanto individualismo... gente che per venire in piazza devi inginocchiarti... gente che pensa solo al suo praticello...
      Nn so, io capisco quello che dici sia chiaro... ma credo anche che si debbano fare delle distinzioni.
      Di sbagli la CGIL ne ha fatto e anche troppi come ho scritto prima... vorrei anche io un sindacato più incazzoso... ma senza?
      E poi veramente se chiediamo coerenza al sindacato mi domando come si possa sostenere uno che ora sta cercando di mettere in atto quello che Silvio non è riuscito a fare.

      Elimina
  12. sono passati tanti anni e poi diciamocelo, ognuno ha il governo che si merita.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si però io mi sono anche stufato...

      Elimina
  13. "Si la Cigl ha sbagliato è vero, e sbaglia a non portare la gente in piazza "
    "la Cgil non è fatta solamente dei vertici, è composta anche da persone, delegati e rappresentanti che si danno da fare... "

    Ciao Ernest,
    Parto da queste tue frasi.
    La CGIL sbaglia, come hanno sbagliato tutti i sindacati, a difendere tutti senza distinzioni.
    Non credo il sindacato debba, come gli avvocati dei film americani, difendere il proprio assistito anche quando questi è colpevole.
    Se fai così metti tutti sul medesimo piano.
    Il diritto al lavoro va anche guadagnato, se uno se ne infischia, se uno ruba, se uno fa male il suo lavoro perchè deve essere difeso?
    Invece in questi anni abbiamo assistito tutti a casi eclatanti famosi e credo che molti abbiano potuto assistere a qualche caso nella propria esperienza personale.

    Sul fatto che il sindacato sia fatto di uomini che s'impegnano.... scusa ma scegli un metro e usalo per tutti.
    se un partito me lo giudichi per i folcloristici idioti che tanto bene vengono in tv.... perchè poi non devo giudicare un sindacato ad esempio dalle ruberie denunciate ieri?
    Perchè non devo giudicare il fatto che è uno scandalo aver tolto il falso in bilancio e scoprire che i sindacati ne sono sempre stati esenti?
    Cos'è, il falso in bilancio di una media impresa è meno scandaloso di quello di un sindacato?
    Il fatto che un'impresa tenga gente in nero è scandaloso se lo fa un sindacato....va bene?

    Anche ora con la strenua difesa dell'Art.18 oramai svuotato dalla Fornero, vogliamo dire che se ci fossero giudici del lavoro seri e se i colleghi invece di chiudere gli occhi di fronte a comportamenti gravi denunciassero chi ruba, imbroglia o altro a nessuno darebbe fastidio?
    Dobbiamo cambiare noi per primi la mentalità.
    come si deve chiedere scontrino, fattura, ecc per combattere nel nostro piccolo l'evasione, così si deve denunciare il collega che sta a casa in falsa malattia, quello che ruba il gasolio dal camion, che arrotonda in maniera illecita, ecc perchè sono i primi ad insultare chi lavora bene!
    Ancora congratulazioni
    Ste

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Stefano e grazie per le congratulazioni... :-)
      Intanto ti assicuro che non sempre va così... nn sempre si difende a prescindere. Mi è già capitato più di una volta di parlare a delle persone che pretendevano determinate cose e farle desistere... quindi in molti casi i cosiddetti colpevoli rimangono tali. Certo ci sarà che fa sindacato in un altra maniera ma c'è anche chi lo da bene te lo assicuro...

      Francamente non credo di usare due misure... per me il falso in bilancio è un reato punto...e chiunque se ne avvantaggi commette un reato... ma in questo paese qualcuno ha fatto in modo che non lo sia più...
      Se ti riferisci al giudizio mio sul Pd stai sbagliando... più volte nei miei post ho detto che anche nel pd ci sono persone valide e non solo nell elettorato, io stesso speravo in Civati, ma se questo loro valore poi si nasconde all'ombra del nuova papa Renzi è tutto inutile... poi veramente te lo dice uno che in piazza ci è andato per manifestare contro i provvedimenti di Berlusconi e company.... non riesco proprio a capire come certa gente che prima contestava certi provvedimenti ora appoggia quelli di Renzi...
      Sulla parte finale concordo... un reato è un reato, l'evasione è evasione che sia il piccolo e il grande. Fatto sta che il grande la maggior parte delle volte se la cava grazie all'aiuto della politica....


      Elimina
  14. Renzi non ha nulla a che vedere con la sinistra.
    Saluti a presto

    RispondiElimina
  15. Ancora una volta, e lo so che mi ripeto, il pensiero di Luciano Gallino su queste tematiche è illuminante.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. la sinistra in quel partito non c'è più da anni...

      Elimina
  16. Ciao Ernest. Già da tempo, pur muovendo critiche alla politica del momento, mi dico e dico che è la politica che questa società si merita. Dico anche, ed è motivo di scontro se trovo qualcuno che afferma il contrario, che il Partito Democratico non è e non rappresenta la sinistra italiana, neanche lontanamente. Non lo è per gli uomini che lo rappresentano già da tempo, non lo è per gli ideali socialisti che quel partito ha tradito, non lo è per il tipo di politica che sta facendo. Però, è il partito che si meritano quelli che tifano per lo sbruffone che oggi alberga a Palazzo Chigi, come ieri lo era il nanopriapo per il quale stravedevano le folle. Perché, in fondo, siamo (sono, cazzo!!) un popolo di sbruffoni e nanopriapi!!! E adesso, se qualcuno si offende, si offenda pure!

    Sui sindacati, stesso discorso. Partiti e sindacati sono un'istituzione democratica e rappresentano dei valori e delle funzioni importanti. Se sono quello che sono, è per gli uomini che li rappresentano, votati da noi.

    Vedremo che fine farà lo sbruffone toscano. Mi auguro una pessima fine, peggio di quella che toccò al pregiudicato nazionale quando uscì da Palazzo Chigi. Molto peggio!

    Capiremo come andrà a finire dopo l'8 novembre, giorno in cui Cgil, Cisl e Uil e altre 14 sigle sindacali a loro collegate, hanno chiamato il pubblico impiego allo sciopero generale. Dai medici agli insegnanti, dai ricercatori al comparto sicurezza, sono tutti chiamati in piazza. Mi auguro ci siano anche i tanti precari ed i tanti pensionati che vivono di stenti. Non ricordo più da quanti anni non accadeva! Ecco, quel giorno, guardando la piazza in cui sarò anche io, capirò se questo governo verrà spazzato via o se andrà avanti con le sue pseudo riforme.

    In ogni caso, ciò che avverrà e quello che si merita questo Paese.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Carlo
      io ho paura che ci terremo ancora per molto il Toscano... anche perchè alla fine questo paese è un paese democristiano... non ne usciamo da questa cosa.
      I prodotto del berlusconismo è servito... e la sinistra del pd non esiste più da parecchio.
      Mi fanno ridere quelli che per anni hanno marciato nelle piazze contro i provvedimenti di berlusconi e ora appoggiano quelli di renzi...
      mah... contenti loro

      Elimina
  17. Renzi ha studiato bene come infinocchiare molti italiani...purtroppo,di sinistra non ha proprio nulla anzi...quando si incontra con alcune persone che notoriamente sono di destra... gioca in casa!!!!!!!
    Agli italiani fa male tutto ciò????????? A me sì...
    un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credo che tutto ciò agli italiani piaccia... purtroppo

      Elimina

Latest Tweets

 
;