giovedì 17 ottobre 2019

Abisso


Ieri sera tornato a casa ho abbracciato Greta. Lo faccio ogni volta, ma ieri è stato diverso e oggi il pensiero è ancora lì, ancorato a quella sensazione e a quella mamma morta annegata con la figlia nel mare di Lampedusa avvolte in un ultimo abbraccio. 
"Mi chiedo quando sarà che l'uomo potrà imparare a vivere senza ammazzare" diceva Guccini. Purtroppo la risposta ora la sappiamo e ogni giorno abbiamo prove e testimonianze di una civiltà che commette  gli stessi sbagli già fatti nella storia. Guerre, stragi, muri costruiti per respingere, leggi che lasciano fuori gli ultimi e che li costringono a viaggi della speranza senza possibilità.
I deboli come sempre schiacciati dal peso delle decisioni degli uomini di potere e dall'indifferenza della gente. 
La sensazione è che ormai siano tutte notizie di routine, perché intanto non ci riguardano da vicino, non sono cose che accadono sul nostro pianerottolo, nemmeno nella nostra via un luogo che probabilmente ci interessa poco.
In quell'abisso ci siamo anche noi. 


22 commenti:

  1. Verissimo, ci siamo e ci siamo sempre stati.
    Fortunati a doverci occupare di altro, di altri problemi.
    O forse sfortunati anche noi, per i nostri problemi, derivanti chissà anche questi da decisioni di uomini di potere...

    Moz-

    RispondiElimina
  2. Si, siamo dentro l'abisso.
    Asad Haider nel suo "Mistaken identity" sostiene che la funzione principale del razzismo è dividere gli sfruttati, creando una gerarchia del privilegio e spostando l'oggetto del risentimento dai datori di lavoro e dalla classe capitalistica in senso lato ad altri gruppi sociali visti come concorrenti e minacce anzichè come potenziali alleati.
    Letto su Internazionale 4-10 ottobre 2019

    RispondiElimina
  3. Ti capisco bene.
    Anch'io ho abbracciato Lorenzo più forte del solito.
    Lo faccio ogni volta che al tg apprendo di una madre che uccide suo figlio, di una maestra che picchia i bambini, di un pedofilo che li stupra e così via.
    Stavolta, però, i colpevoli siamo tutti noi e forse persino io.
    Quindi l'ho abbracciato forse perché riuscissi a smettere di pensarci. 🖤

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero, è una reazione ormai spontanea e immediata

      Elimina
  4. Tragedie che si potrebbeeo evitare, ma è chiaro che non c'è la volontà.

    RispondiElimina
  5. Lo scrivo spesso anche io, che siamo già nell'abisso, circondati dall'indifferenza.
    Un bacino a Greta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. a partire dal nostro pianerottolo.
      grazie grazie

      Elimina
  6. Com'è profondamente ingiusta la società umana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ingiusta e continua a mettere la testa sotto terra

      Elimina
  7. Questa è una tragedia che, per caso, sappiamo, e chissà di quante non sappiamo.

    RispondiElimina
  8. L'egoismo paga,sulla paura,ignoranza e mancanza di solidarietà di tantissimi italioti,Il Razzista Salvini può vincere le elezioni.
    Ciao fulvio

    RispondiElimina
  9. Quanta ipocrisia.
    ecco il solito che da la colpa a Salvini quando invece è l'esatto contrario.
    Caro Ernest sai quanti bambini muoiono ogni giorno?
    Sai quanti vicino a te in quell'ospedale dedicato ai bambini?
    Ma dubito ti sia mai preso la briga a pensare a loro.
    Come la quasi totalità dei tuoi seguaci.
    Quella mamma è morta cercando una vita migliore ingannata da chi?
    Da chi scappava?
    Chi le ha chiuso il muro?
    Qui tutti quelli che scrivono hanno una porta a casa loro.
    Una porta che non ha la sola funzione di tenere fuori il freddo, gli animali e la polvere.
    Tutte le vostre porte hanno una serratura, magari alcuni hanno anche un antifurto che attivano ogni volta che se ne vanno.
    Come mai?
    Siete ipocriti?
    Siete falsi?
    No siete umani, semplicemente questo.
    Le porte non possono essere sempre aperte, e chi è per le porte aperte senza se e senza ma è un grande farabutto che ha degli interessi.
    chiudi la porta di casa perchè te la sei conquistata, perchè sicuramente in giro è pieno di furbi e malfattori, perchè vuoi ritrovare le tue cose che ti sei conquistato negli anni.
    Ecco, le nazioni hanno lo stesso concetto, ci sono regole, se un tunisino vuole venire in Italia ci sono regole da seguire.
    Le regole non sono più attuali?
    Si cambiano le regole non si infrangono, altrimenti perchè non infrangere quella delle droghe leggere?
    Quelle dello sfruttamento delle donne per l'utero in affitto?
    Perchè non evadere con il plauso di tutti.
    Perchè quando esci con gli amici e si divide, se uno non paga mai fai finta di nulla alla prima volta, forse alla seconda e poi magari chiedi spiegazioni.
    Quel giorno sono morti migliaia di bambini ma per loro non hai abbracciato nessuno come tutti noi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sinceramente da anonima ad Anonimo ,sono una lettrice di questo blog na non sono la padrona di "casa",e non sono nemmeno di quella in cui vivo davvero... nel senso che, credo nessuno e niente sia padrone di nulla al mondo!Ma è un concetto talmente terra terra e semplice che spesso invadiamo le presunte case altrui in maniera anche poco educata,quando invece ci si puo accomodare e discutere con tranquillità...magari ci si può rimanere perfino meravigliati di come il pensiero possa combaciare su alcuni punti,non credi?

      Chi è Salvini?

      È un essere umano come tutti,può sbagliare come tutti e può fare cose giuste come tutti...il problema non è più la politica ci rendiamo conto?

      Il problema sono i nostri animi che criticano le guerre facendosi guerra!

      A me sembrano tutte mosse studiate a tavolino per danneggiare tutta l'umanità ed io che lo penso sono perfino una complottista:-)Già perché non puoi avere un pensiero interiore diverso dalla massa perché questa è subito pronta ad affibbiarti una nuova etichetta!

      Caro Anonimo ...Ernest ha lasciato il tuo commento,non vedo risposta ...spero che diate senso sia tu che lui a ciò che scrivete,non solo per il piacere di fare la voce grossa!



      L.

      Elimina
    2. ma guarda sinceramente, ne ho le tasche piene di gente che commenta e insulta senza manco conoscere chi sei e cosa fai, gente che ripete solamente la solita lezioncina da bulletto social. Quindi non perdo più tempo con queste persone.

      Elimina
    3. Ti ringrazio Ernest e posso comprendere la tua posizione...intanto è ben dimostrabile che "le tue di porte sono sempre aperte al dialogo " qualora lo si voglia davvero!

      Buonaserata!

      Elimina
    4. Se mi dici dove ti ho insultato mi scuserò.
      Non credo di averlo fatto, credo invece di aver detto che siamo tutti pronti a dimostrarci abbastanza ipocriti.
      Ci sono cose che ci colpiscono e altre identiche che non ci provocano reazioni.
      Faccio notare come molti di noi si dicano pronti all'accoglienza e siano contro le regole ma questo ovviamente solo fuori dalle proprie mura, solo se a risponderne è la collettività.
      Ripeto, se mi sai indicare il passo in cui ti insulto .
      Per il resto la lezioncina direi che è in ogni commento.
      Chiaro che se la lezioncina ti trova concorde gongoli, altrimenti lo definisci bulletto?
      Lo trovo poco in linea con la persona che credo tu sia.
      sei arrabbiato? Non riesci a conversare con chi la pensa in maniera diversa da te?
      E quindi in cosa sei diverso da quelli che critichi?
      Sei tra le persone che amano i commenti a favore, che poi mi si deve spiegare che senso ha dire" bravo hai ragione" per un confronto fruttuoso!
      Certo è utile per l'ego, ma tu scrivi per crescere, per approfondire o per gongolare col tuo ego?

      Elimina
    5. Anonima, le porte aperte prevedono uno scambio.
      Ospitare senza rispondere a chi si presenta in maniera critica, a chi non urla "bravo" è come far sbarcare e poi abbandonare.
      Le porte aperte sono altre, e chi predica la porta aperta del proprio paese ma non da soluzioni per il dopo e chiude a doppia mandata la propria porta di casa è ipocrita.
      io credo che un paese debba accogliere per le proprie capacità.
      Se dobbiamo accogliere tutti si deve cambiare qualcosa.
      La prima cosa da cambiare è quella di organizzare dei traghetti regolari dalla tunisia(paese attualmente tranquillo e con il quale abbiamo a livello europeo un florido commercio.
      Tenere la situazione attuale per far lucrare scafisti di vario genere(compresi quelli che noleggiano le imbarcazioni alle onlus!!!!) è demenziale e assurdo perchè serve solo a far morire gente!

      Elimina

Latest Tweets

 
;