giovedì 29 maggio 2014

Euroscettici?

Ci sono strategie che non si capiscono alla prima. Hanno bisogno di analisi e magari di qualche approfondimento, o forse sono troppo complicate per essere capite da noi poveri cittadini europei.
Quindi ci sarà sicuramente qualcosa di complicato  che non riusciamo a comprendere nelle manovre dei partiti che non vogliono l'Europa unita, il suo parlamento e tutto il resto che però partecipano alle elezioni europee per entrare a Bruxelles. In quel caso l'Euro è ben accetto.

41 commenti:

  1. Non so, per ora tutti i rappresentanti politici che vengono definiti "euroscettici" a me sembrano fascisti, forse ci vedo male io...

    RispondiElimina
  2. E certe volte, dopo analisi e approfondimenti si capiscono ancora meno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. la cosa che fa ridere, mica tanto, è che in generale hanno vinto tutti

      Elimina
  3. E' la poltrona, e relative prebende, che fa la differenza.

    RispondiElimina
  4. Eccerto!
    Sai cosa pensavo ieri sera mentre guardavo Salvini in conferenza stampa con la bionda e figlia di negazionista che è la Le Pen?
    No va, che sarebbero tutti bip...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. gli stessi bip che ho pensato io

      Elimina
  5. per rimanere in casa nostra, che ne dici di quei partiti che hanno nel programma "l'abolizione delle province" e puntualmente si candidano a guidare le province?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si poi le province che dovevano abolire 20 anni fa...

      Elimina
  6. si chiama sabotaggio dall'interno... in fondo i politici italiani ci sono abituati: da sempre si fanno eleggere per sabotare il loro paese... qui hanno in più l'indennità di trasferta...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ah ah quindi sono esperti almeno in questo

      Elimina
  7. Come quelli che dicevano Roma ladrona, e poi hai visto quante che ne hanno fatte...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sono ancora li e se ne guardano bene di lasciare Roma ladrona, ci campano

      Elimina
  8. Vogliono fare gli infiltrati per capire meglio il nemico...ma è un lavoro lungo...ci vogliono anni e tanti eurini per farlo...poveri...che sacrifici!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eh si e poi ci vogliono amici degli amici da portarsi dietro, tante borse e chi li porta... davvero un sacrificio

      Elimina
  9. Qualcosa devono pur fare questi personaggi privi di qualsiasi idea se non quella di apparire, rendersi visibili a tutti i costi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io come al solito preferisco l'essere all'apparire

      Elimina
  10. Dovrebbe funzionare anche a livello nazionale (il sabotaggio interno..) ma i grillini fanno di tutto per evitare di partecipare ad un governo... bah!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sempre diffidato dei sabotaggi interni... :-(

      Elimina
  11. l'Euro per noi è stata una disgrazia superiore al terremoto dell'Aquila...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io credo che il problema sia l'uomo e chi lo ha gestito, non l'euro

      Elimina
  12. La coerenza in Italia non esiste: "roma ladrona" e quelli che lo dicevano in breve fatto uguale, "no alle province" e canditati alle stesse, "se perdo mi dimetto" e poi "stronzi quelli che chiedono le mie dimissioni"... potremmo andare avanti all'infinito.
    Per quanto riguarda l'euroscetticismo vero, vorrei davvero capire sono quali vantaggi e quali pericoli deriverebbero da un'uscita dall'euro al di là della becera propaganda elettorale. Però temo che nessuno sia in grado di valutare con certezza una mossa tanto complessa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giulio hai perfettamente ragione. Credo che nessuno sappia veramente cosa potrebbe succedere senza Euro. La cosa sicura è che i potenti i ricchi cadrebbero in piedi, anzi non cadrebbero... mentre gli altri.

      Elimina
  13. Sanno che l'esercizio del potere è in un'istanza superiore al parlamento domestico.
    Per "esercizio del potere" leggasi: farsi gli affari propri.
    L'euroscetticismo serve per disaffezionare e allontanare i cittadini e quindi lasciarli "trafficare" indisturbati.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Affari è la parola giusta direi.

      Elimina
  14. Il volere confondere le idee ai cittadini, invece di chiarirle, è ipotesi da approfondire. Ci troviamo di fronte ad una melma indefinita e indefinibile dove non c'è più sinistra, destra, bianco,nero, euro, lira e via discorrendo. Nei dibattiti televisivi si parlano uno sull'altro e non si capisce niente.Ma è tattica: "non si faccia capire niente, sopratutto, che non abbiamo niente da dire", questo è il loro motto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io aggiungo che l'italiano in generale non è una cima, non si interessa, non legge e il più delle volte se ne frega.

      Elimina
  15. Che cos'è "l'Europa Unita"? è l'unione dei popoli europei o quell'apparato burocratico oppressivo responsabile della crisi politica ed economica dell'Europa? Occorre capirsi sulle parole.
    Quel che a me risulta incomprensibile è come chi dice di voler difendere il lavoro posso al contempo sostenere il principale responsabile dell'attuale stato di cose.
    Capisco ci sia, alla base, una malintesa lettura del capitalismo odierno, o forse questa lettura non esiste proprio...
    Ma è così chiaro come l'euro e un tasso di cambio fisso servono per tutelare la finanza e per comprimere i salari che non finisco mai di stupirmi della potenza dei media e della propaganda.

    RispondiElimina
  16. Ciao Ernest,
    direi che la tua domanda è faziosa.
    Se non credo nel sistema ho due possibilità, combatterlo democraticamente dall'interno o fare atti di terrorismo o violenza per smuovere la gente.
    Direi che chi non crede nell'europa e nella sua gestione altro non può fare che cercare di smantellarla dall'interno o cercare di cambiare le cose partecipando all'attività politica europea.
    Poi parli di vincitori, tu hai vinto col 4%?
    perchè quello che ha vinto non è il tuo partito, non ti rappresenta, non ti assomiglia.
    O lo dici solo quando le cose che fa questo partito ti fanno vergognare?
    La memoria corta è di molti qui.
    Di euroscettici ce ne erano parecchi negli anni passati anche da una certa parte che aveva le maglie colorate ma non di verde.
    Quelli con la maglietta verde da anni sostengono una cosa giusta ma si unificano nelle azioni, l'europa unita non è un europa di popoli ma di economia.
    Questo porta a dei risultati che sono sotto gli occhi di tutti.
    Purtroppo in europa ci fanno fare i burattini, pensa solo alla presunta azione fatta per far dimettere SB.
    A prescindere dal risultato ottenuto... quel giochino, se vero, quanto ci è costato? chi l'ha pagato?
    Ti risulta che ci sia qualcuno che in europa abbia urlato o chiesto spiegazioni?
    ti risulta che qualcuno abbia chiesto di fare indagini in tal senso?
    tanto loro lo stipendio lo prendono e noi a 90° ci siamo già!

    RispondiElimina
  17. Ciao Ernest. Come hai giustamente ricordato ci sono "strategie" che noi comuni mortali non possiamo capire. Però qualcosa, almeno io, credo di averla capita. Intanto sui così detti euroscettici: tanta brava gente che vuol sostituire una moneta con un'altra per non risolvere un fico secco! Perché, per quel poco che capisco, qua non è la moneta che è sbagliata ma il sistema nel quale quella moneta è stata inserita che non và! Togli l'euro, crolla l'Europa ma non il sistema in cui la stessa fino ad ora ha girato e che, ovviamente, ci sbranerebbe.

    Per quel poco che capisco, euroscettico equivale a criminale se prima non cambi il sistema ovvero difendi la tua moneta da quel sistema. Tanto per fare qualche esempio stupido: uno Stato sovrano non può dipendere da una banca privata per stampare moneta, deve averne una sua come l'America, la Cina, l'Australia e tutte le fottute nazioni che stampano moneta di stato. No, noi dipendiamo dalla BCE, associazione a delinquere tra banche private, in combutta con il FMI e la strafottutissima Commissione europea.

    Ancora, le banche devono tornare ad essere ciò che erano prima che la finanza prendesse il sopravvento: da una parte le banche di credito e dall'altra quelle finanziarie. Così io posso scegliere e decidere se depositare i miei soldi da chi fa credito alle imprese e chi, invece, specula nella finanza. Inoltre, chi fa credito d'impresa riceve incentivi e agevolazioni fiscali, chi specula invece lo massacri di tasse!

    Ancora, va bene il libero mercato ma a parità di condizioni con le quali si producono i beni. Per dire, un paese civile non farebbe lavorare i propri cittadini per più di 8 ore al giorno (io, figurati, sarei per massimo 4 ore!!!!), non farebbe lavorare i minori, garantirebbe ai lavoratori dignità, sicurezza e benessere sui posti di lavoro. Qua ci sono stati all'interno della stessa Unione che se ne fottono di tutto questo, sfruttano la mano d'opera per quattro soldi e, poi, esportano i loro prodotti che, ovviamente, costano meno dei nostri. Per non parlare della Cina!

    Però, questi strafottuti stanno litigando per chi deve presiedere la Commissione europea! Sta a vedere che anche il modo in cui votiamo in Europa è un sistema del menga!

    RispondiElimina
  18. in Europa i nostri parlamentari eletti vanno a "svernare" e a portarsi a casa lo stipendio e contano come il due di picche quando la briscola è fiori.

    RispondiElimina

Latest Tweets

 
;