lunedì 31 maggio 2010

Il terrorismo di Isrlaele contro la Freedom Flottilla. 15 morti



QUESTO IL COMUNICATO DEGLI ATTIVISTI
Nel cuore della notte, commandos israeliani hanno abbordato la nave passeggeri turca "Mavi Marmara" sparandole contro (...) Israele ha dichiarato che sta entrando in possesso delle imbarcazioni. Lo streaming video mostra i soldati israeliani che sparano a civili, e il nostro ultimo messaggio spot diceva: 'aiutateci, siamo stati abbordati dagli israelian', continua la nota. "La coalizione formata dal Free Gaza Movement (fg), European Campaign to end the siege of Gaza (Ecesg), Insani Yardim vakfi (ihh), Perdana global peace organisation , Ship to Gaza Greece, Ship to Gaza Sweden, e International committee to lift the siege on Gaza lancia un appello alla comunità internazionale per chiedere a Israele di fermare questo brutale attacco contro civili che stavano tentando di portare aiuti di vitale importanza ai palestinesi imprigionati a Gaza e di consentire alle navi di continuare il loro cammino. L'attacco è avvenuto in acque internazionali, a 75 miglia al largo della costa di Israele, in violazione del diritto internazionale"

BASTA. BASTA. BASTA.
Contro l'arroganza di un governo che dichiara al mondo di non volere la violenza mentre nel frattempo affama e annienta la popolazione della striscia di Gaza.
Basta contro l'arroganza di un potere che arriva persino ad attaccare un convoglio formato da giornalisti, attivisti delle ONG, cittadini inermi, gente comune che voleva solo portare cibo, medicinali, beni di prima necessità.
E chiaramente ora arrivano le solite parole da parte di Israele...

"Durante l'operazione i soldati israeliani hanno fronteggiato dure violenze fisiche . Alcuni passeggeri hanno utilizzato coltelli e hanno tentato di strappare l'arma a uno dei soldati. Di fronte alla necessità di difendere la propria vita, i soldati hanno impiegato dei mezzi anti-sommossa e hanno aperto il fuoco. Questi scontri hanno provocato diversi morti e feriti tra i passeggeri. Almeno quattro soldati sono stati feriti, di cui uno da un colpo d'arma da fuoco, e sono stati trasferiti in ospedali israeliani"

Ci rendiamo conto.
Allora vogliamo parlare di legalità parliamone. Che diritto ha un esercito straniero di salire sopra una nave inerme con soldati addestrati, e sappiamo tutti quanto, per impadronirsi del convoglio? Tutto questo in acque internazionali!!! Quindi eventualmente se qualcuno ha provato a disarmare a mani nude delle forze che non sono governative in questo senso ma di terrorismo puro e chiaro sarebbe stato in pieno diritto!!!
Invece no... non contenti la codardia di un governo del genere e di chi comanda questi soldati ha portato anche agli spari che logicamente hanno lasciato per terra per 15 morti, 15 vite che erano li solo per aiuti e non seminare guerra come fa Israele.
Hanno anche il coraggio di dire di essere attaccati. Ma guardate l'equipaggio della Freedom Flottilla e guardate i reparti di assalto israeliani... direi che non è nemmeno il caso di dare una risposta.
Invece una riposta dovrebbero darla i governi, alcuni stanno facendo qualcosa. Colloqui con ambasciatori o commenti per condannare l'azione di Israele.

Anche la Svezia convoca l'ambasciatore israeliano

Berlino è "molto preoccupata"

I giordani contro Israele: "Chiudete l'ambasciata"

Istanbul, proteste davanti al consolato d'Israele

Madrid chiede spiegazioni

Il Kuwait convoca un Consiglio

Atene convoca l'ambasciatore d'Israele

La Lega araba si riunirà per "adottare una linea comune"

Ue: "Inchiesta su attacco"

Riunione d'emergenza del governo turco

Ministro degli Esteri turco: "Inaccettabile"

E noi?

Non ci sono italiani tra le vittime dell'assalto alla flotta umanitaria al largo di Gaza, riferisce la Farnesina. Continuano comunque gli accertamenti. Gli italiani a bordo delle navi, hanno fatto sapere le fonti, erano meno di una decina e "allo stato attuale non risulta che alcuno di essi sia rimasto coinvolto" nell'assalto israeliano .

Solo queste dichiarazioni. Assolutamente giuste da fare per tranquillizzare parenti e amici su questo non c'è dubbio. Ma dico altre cose no? Già perchè noi abbiamo gli occhi chiusi si era già capito quando B. nel suo viaggio aveva preso per il culo la sofferenza di un popolo dicendo "non ho visto nessun muro" ecco quel muro lo abbiamo anche noi davanti agli occhi senza mai prendere una posizione se non a favore logicamente di Israele.
Ora voglio vedere cosa è capace di dire il signor Obama...
Non c'è tregua, non c'è un giorno che si possa dire il mondo sta invertendo la rotta, non c'è un giorno l'ignoranza e l'arroganza del potere non si faccia sentire, e ogni giorno i popoli liberi vengono schiacciati dagli stivali di governi che si dichiarano democratici per poi mostrare il loro volte reale in una notte in mezzo al mare contro cittadini, volontari, pacifisti, donne e uomini che credono in una sola cosa che questi politici non hanno mai nemmeno visto la libertà.
Israele si deve vergognare, questo è

TERRORISMO DI STATO

Potete seguire gli aggiornamenti qui su Repubblica e qui su Infopal...

59 commenti:

  1. il governo italiano approva, anche se non lo dice...poveri noi

    RispondiElimina
  2. @harmonica. non ci sono parole e come ricevere un quintale di cemento addosso e rimare li vivo senza poter fare niente.

    RispondiElimina
  3. Non so nemmeno come commentare. Sul mio blog mi sono limitata ad aggiornare quanto già avevo scritto con una nuda cronaca di ciò che sta accadendo, perchè se ora cedessi alla rabbia bruciante che sento mi risulterebbe molto difficile seguire con lucidità e in modo utile le cose.
    Dico però che è in momenti come questo che capisco di essere una persona che vuole la pace, ma non una pacifista: la violenza dei ragazzi che stanno lanciando sassi contro le sedi israeliane, come in una terza intifada, non sono in grado di condannarla.

    Aggiungo solo di tenere d'occhio le manifestazioni che per questo pomeriggio si stanno organizzando in molte città a sostegno degli attivisti ora in stato di fermo e di tutta la popolazione di Gaza privata degli aiuti umanitari. Per ora ne sono previste a Roma, Napoli, Genova e Padova. Partecipate numerosi, se potete.

    RispondiElimina
  4. @ross. dire che non posso aggiungere altro al tuo commento hai detto tutto te. Posso solo dire che concordo assolutamente con tutto quello che hai scritto, la rabbia è davvero tanta e quelle pietre come dici tu non si possono davvero condannare.
    Anche io esorto a partecipare alle iniziative se ci saranno nelle vostre città, dobbiamo far sentire in qualche maniera la nostra presenza e la nostra protesta per un libertà, per dei diritti e per delle morti di persone libere.

    RispondiElimina
  5. ma qui da noi è meglio indignarci perchè la coop non vende qualche pompelmo per un giorno...

    RispondiElimina
  6. @ed*. esatto qui sembra di essere nella sfera di Truman Show... prima o poi ci cade sulla testa un faretto

    RispondiElimina
  7. Concordo con Harmonica. Ho appena saputo del fatto dal TG3: non ho parole...

    RispondiElimina
  8. @inneres auge. ora sono arrivate le dichiarazioni di Frattini, che logicamente ha aspettato che gli altri governi dicessero qualcosa. Logicamente neanche un'accusa a Israele ma una dichiarazione sul generale.
    Una notizia allucinante. Qualche giorno fa sul blog di Ross si parlava di questa importantissima iniziativa e oggi questo...
    Sulla nave c'erano anche dei deputati tedeschie e spagnoli. I nostri al massimo salgono su un aereo di stato con nani e ballerine.

    RispondiElimina
  9. ci si sente murati vivi!!!

    buon inizio settimana ^________^

    RispondiElimina
  10. Mi dispiace dirlo ma la reazione di israele è ampiamante giustificabile

    RispondiElimina
  11. @anonimo. devi essere una persona di profondi valori se pensi che uccidere persone che portano viveri, medicinali e segnali di pace attaccati in acque internazionali sia ampiamente giustificabile! Poi per essere meno ipocrita togli almeno quel mi dispiace... dovresti solo vergognarti.

    RispondiElimina
  12. ---Non c'è tregua, non c'è un giorno che si possa dire il mondo sta invertendo la rotta, non c'è un giorno l'ignoranza e l'arroganza del potere non si faccia sentire, e ogni giorno i popoli liberi vengono schiacciati dagli stivali di governi che si dichiarano democratici per poi mostrare il loro volte reale in una notte in mezzo al mare contro cittadini, volontari, pacifisti, donne e uomini che credono in una sola cosa che questi politici non hanno mai nemmeno visto la libertà.---

    Hai scritto una cosa bellissima nella sua drammaticità.
    Sembra una poesia. Di un un dramma senza fine.

    RispondiElimina
  13. E' fuori luogo quanto é successo. Tra l'altro avrebbero potuto cmq fermare la nave costringendola a fare dietro front senza bisogno di salirvi a bordo e soprattutto senza dover sparare. Un atto cmq illegittimo, vergognoso e che dimostra come oramai ci si trovi di fronte ad una guerra totale senza quindi più regole minime di civiltà.

    RispondiElimina
  14. @sara. come sempre ti ringrazio sara per le belle parole che hai scritto. La drammaticità di un evento del genere ci dovrebbe portare ad una riflessione globale sulla direzione che sta prendendo la società mondiale, oltre i nostri confini, una direzione che va da parecchio tempo in senso contrario rispetto a quella dei popoli.

    RispondiElimina
  15. C'era anche una giornalista torinese: a Palazzo Nuovo, sede delle facoltà umanistiche di Torino, presidio alle ore 16:30
    Ciao, Ernest (bella risposta all'anonimo... manco la fantasia di un nome inventato!)

    RispondiElimina
  16. @il rockpoeta. Questa operazione rappresenta tutta la politica israeliana e del suo governo. Mostrare al mondo intero che loro possono fare quello che voglio perchè intanto hanno il capitale dalla loro parte, gli Stati Uniti, le lobby potentissime, il cosiddetto "buon occidente"... al di là di ogni legge, trattato o dignità umana che ogni persone dovrebbe avere a prescindere dall'incarico ricoperto.

    RispondiElimina
  17. @angie. ciao Angie grazie per aver aggiunto le informazioni sulla giornalista torinese. Colgo l'occasione per segnalare che a Genova il presidio sarà oggi alle ore 18.00 in Piazza De Ferrari.
    Per quanto riguarda l'anonimo direi che la tua aggiunta sul "nome non-inventato" è in linea con la mia risposta. Cos'altro dirgli...
    un saluto angie

    RispondiElimina
  18. Aggiungo al post le ultime dichiarazioni del sottosegretario agli esteri del governo italiano Alfredo Mantica (PDL)...

    "una voluta provocazione"..."Non ho ancora elementi sufficienti per capire cosa sia successo ma la questione era nota da giorni. Questa vicenda si può classificare come una voluta provocazione: aveva un fine preciso, politico"..."era un'illusione pensare che Israele non reagisse visto che il principio della rappresaglia israeliana è un principio conosciuto nel mondo"

    Tenete bene a mente queste dichiarazioni che fanno capire quale sia la vera posizione del nostro governo (lo sapevamo già), tra qualche minuto saranno smentite come al solito...
    Naturalmente non ci sono parole.

    RispondiElimina
  19. Siete una schifosa banda di antisemiti, attaccare in questo modo un paese desideroso di pace come Israele! (spero si percepisca l'ironia)

    RispondiElimina
  20. @alecava. si ale direi che si capisce decisamente... anche perchè pace non fa rima con israele.

    RispondiElimina
  21. ...ed anche in questo caso, come per Piombo fuso, si declasserà tutto a "uso spropositato della forza". Tutto sarà dimenticato ed i rapporti economici internazionali saranno salvi.

    RispondiElimina
  22. @minuccio. purtroppo ho la sensazione che finirà un'altra volta in questa maniera.

    RispondiElimina
  23. Devo avere qualche problema con Firefox e dunque scrivo con Chrome.

    Quello che è successo è incredibile, inaccettabile. Il Medioriente è una polveriera che può saltare da un momento all'altro. Israele si fa forte e agisce in quell'area a piacimento impunemente solo perché da decenni ha centinaia di armi atomiche, e non dimentichiamoci che in passato ha utilizzato sui civili palestinesi armi all'uranio impoverito. Israele con questi gesti è il primo antisemita di se stesso ...

    RispondiElimina
  24. @niente barriere. Può essere che firefox ogni tanto dia i numeri con blogger a volte succede anche a me.

    Quello che hai scritto è da sottolineare più volte, hai perfettamente ragione. Aggiungo che si fa forte anche del solito schieramento di forze occidentali pronte a reggere la sua politica.
    un saluto

    RispondiElimina
  25. Caro Ernest come al solito racconti ciò che vuoi e una folla di pacifisti col bastoine è pronto a seguirti.
    1° le dichiarazioni di Frattini sono decisamente differenti da quello che dici tu, condanna l'uccisione di civili che, dice lui, "non ha giustificazioni", invita alla calma per preservare quel poco di buono che c'è del lavoro fatto, allinea la posizione del governo a quella dell'Europa, auspica che al + presto vengano portati rifornimenti e quel che serve a Gaza e solo rispondendo ad una domanda di un giornalista da notizie su italiani, per chi volesse informarsi basta vedere il video a disposizione sul sito della farnesina, ma si sa c'è chi sulla pelle degli altri fa politica...vero!!!!
    2° I buoni pacifisti che dicono di non poter condannare le pietre ecc.
    Complimenti all'ignoranza e ai saldi principi, a parte il fatto che questa faida dura da così tanto tempo che dire chi ha ragione di reagire è assai difficile, forse l'unica via pacifica per risolvere questo problema è pretendere atti pacifici da tutti e non giustificare atti violenti di NESSUNO.
    3° Strano che su tante navi in una sola ci fossero pacifisti armati, come minimo erano sciocchi, a Israele non bisogna dare il minimo pretesto e invece l'hanno dato.
    Fatta questa considerazione puramente di forma, la sostanza è che deve essere fatta un'indagine da europa , usa e lega araba che verifichi quel che è successo(non ci sono molti dubbi direi) e che di conseguenza metta in ginocchio israele per quello che ha fatto, ma POLITICAMENTE e non con sassi o altro.

    RispondiElimina
  26. è la nostra politica piaciona, stare con tutti e non salvare nessuno ...

    RispondiElimina
  27. @xpisp.
    Partiamo dal fatto che io e te non ci conosciamo quindi non sai cosa dico di solito.
    Se tu mi avessi letto un po' di più, ma magari hai qualcosa da fare di meglio ci mancherebbe, sapresti che dico quello che penso non essendo legato a nessun partito, e se lo fossi direi cmq quello che penso, e non dovendo dipendere da nessun capetto di qualunque tipo. Su questo blog si discute apertamente, cercando di firmarsi il più delle volte magari con un nick, e si parla male anche della sinistra (aggiungo prutroppo perchè vorrei che ne esistese una).
    Seconda cosa imapara a conoscere, certamente non direttamente, le persone che scrivono qui sopra. Fai un giro sui loro blog e poi dimmi se trovi qualche violento pericoloso comunista armato di bastone.
    1° punto
    Forse dovresti rileggere il post e rileggere anche tra le righe. Il mio commento alle parole della Farnesina è riferito al fatto che la nostra politica estera non esiste, come al solito si rimanre in attesa degli Stati Uniti oppure del resto delle'Europa. Poi guarda se devi cercare qualcuno che sulla pelle degli altri fa politica vai ad Arcore magari l'indirizzo lo sai anche e rigurdati le lacrime di coccodrillo di silvio mentre piange per i poveri clandestini mentre ora li manda a marcire nelle galere di Tripoli. Per non parlare del suo viaggio in Israele quando è riuscito anche a scherzare sul muro. Non aggiungo altro.
    2°. Qui nessuno ha esortato a atti violenti. Vorrei vedere te in un paese occupato da forze straniere, senza cibo, senza acqua, nella maggiorparte dei casi senza luce, in una condizione che se per caso fai un movimento sbagliato ad un posto di blocco di sparano attendere una nave carica di cibo, viveri e beni di prima necessità... e poi sapere che quella nave con sopra anche giornalisti LIBERI (non quelli che leggono le veline de arcore) e deputati che credono in quello che fanno (e non portavoce imbarazzanti) è stata attaccata.
    3°. Beh direi che se credi a una forza che attacca in mare internazionale... allora probabilmente amnesty effettivamente fa guerriglia... medici senza frontiere sono pericolosissimi per la democrazia e via di seguito.
    E' vero io racconto quello che voglio... perchè penso col mio cervello e ho imparato a non credere ai governi ma agli uomini.

    RispondiElimina
  28. Sto andando alla manifestazione in piazza San Babila qui a Milano, ore 18.

    RispondiElimina
  29. @giardigno65. esatto mai ragionare col proprio cervello..

    @alberto. bravo alberto, qui anche qui a Genova ci sarà tra poco in Piazza De Ferrari.

    RispondiElimina
  30. @Ernest
    Comunisti??? ho riletto 20 volte e non ho trovato la parola comunista...strano!Evidentemente hai voluto dare un colore, e nel proseguio lo rimarchi, politico ai miei pensieri, così è + facile trovare appoggi.
    Pensi con la tua testa? Non direi, se Emergency, senza certezze, dichiara che i suoi sono innocenti tu gli credi senza dubbi, io sono portato a credergli col dubbio che l'uomo sbaglia anche se veste i panni di un volontario sanitario in zona di guerra.
    sul secondo punto forse rileggiti tu le tue e le altrui dichiarazioni dove si "comprende e condivide" il lancio di sassi nei paesi occupati... quindi comprendi anche il soldato israeliano che spara per vendicare l'amico morto, lo zio ucciso, la nonna ammazzata e così via, perchè in quel paese dubito si possa trovare, da una parte e dall'altra chi non ha qualche rancore motivato.
    Io invece non condivido nè l'operato degli israeliani ne quella dei palestinesi, Gandhi ha insegnato veramente poco.
    3° credo che a prescindere da ciò che c'era, e l'ho scritto ma ... è comodo non leggere, l'atto israeliano è inequivocabile, ho detto poi che da un punto di vista di forma portare armi leggere durante una missione ampiamente contrastata da israele è sciocco.
    Il governo Italiano si allinea all'europa che fino a prova contraria dovrebbe (???) avere una voce univoca, certo se frattini avesse fatto dichiarazioni forte che mettono in imbarazzo l'europa saresti qui a criticare anche quelle.
    Scusa ma non è ai giornalisti che bisogna dire le cose forti in questi casi ma bisogna dirle tutti insieme, come Europa che sarebbe ora fosse un unione politica e non solo economica.
    PS
    ogni uomo ha la sua visione, io cerco di vedere tutte le visioni e farmi la mia idea... un pacifista su quella nave può essere obbiettivo? tanto quanto un soldato israeliano...ovviamente.
    PPS
    forse non è chiaro che l'europa e gli usa stanno cercando di smorzare l'attimo di rabbia visto che turchia e lega araba potrebbero, giustamente, prendere in considerazioni atti decisamente pericolosi da cui difficilmente si torna indietro...non per nulla si chiama diplomazia.

    RispondiElimina
  31. Direi di più, più che di Stato (d'Israele) questo è un vergognoso esempio di terrorismo internazionale!!

    RispondiElimina
  32. Quello che hai scritto è la verità pura e semplice ed io concordo e condivido le tue idee.

    RispondiElimina
  33. Non posso che essere d'accordo: terrorismo di stato!
    Ps: che ne dici di uno scambioo link?

    RispondiElimina
  34. @xpisp: non si tratta di dare ragione a monte a questa o a quella fazione. Il giusto in una guerra è un concetto che perde significato. Quello di cui sono convinta è che se c'è una parte da sostenere, in questo momento, è quella di chi sta subendo un sopruso: quella del popolo palestinese che da quarant'anni resiste con i mezzi che può all'occupazione e ai massacri compiuti dall'esercito di uno stato che è ormai fuori da ogni controllo, da ogni diritto e da ogni legalità. Popolo palestinese che è composto da donne uccise dai cecchini mentre vanno al mercato, da bambini malnutriti o nati deformi o con un tumore a causa del fosforo e dei metalli tossici delle armi impiegate dai soldati israeliani, e da uomini che rischiano la vita lavorando per giorni interi nei tunnel di contrabbando per aggirare l'embargo. Non da terroristi di Hamas.
    La comprensione che ho espresso per la reazione a caldo all'attacco compiuto la scorsa notte su un gruppo di civili in missione umanitaria deriva dal fatto che credo (magari sbagliando, secondo le tue convinzioni: è legittimo) che avere a cuore la pace non significhi non poter provare una rabbia bruciante, e non lottare senza riserve per la difesa della propria vita e della propria libertà. Il che non equivale a fomentare lo scontro sostenendo che spaccare la testa a sassate a un'altra persona è una cosa buona, o ad affermare che è il metodo migliore per risolvere un conflitto.
    Nella risposta data a Ernest l'esempio che fai della vendetta per il parente o l'amico ucciso sinceramente mi sembra fuori luogo, perchè quella che è in atto fra Israele e la Palestina non è una faida tra gruppi, a carattere personale, ma una guerra. Sono due cose un po' diverse.

    Sorvolerò sulla gentilezza con la quale mi hai dato dell'ignorante, giudicandomi in base a ben tre righe di un commento.
    Saluti.

    RispondiElimina
  35. Quello d'Israele da popolo martoriato sta diventando un'altra brutta copia di stati canaglia.

    RispondiElimina
  36. Per tutti quelli che giustificano Israele, credo di essere la più vecchia tra coloro che lasciano commenti, non sono la più saggia di sicuro no, ma sono quella che i fatti medio orientali li conosce meglio di chi ha trenta o 35 anni.
    Israele fin dal 1967 con la guerra dei 6 giorni ha attuato una guerra espansionistica senza farne mistero, ha detto chiaro che si fermerà solo quando l'ultimo Palestinese sarà affogato nel fiume Giordano.
    Impedisce di far arrivare latte per i neonati che hanno intolleranza al latte materno e i suoi militari se ne vanno in giro con magliette raffiguranti una donna incinta sotto tiro di mitra e la scritta:
    Con un colpo ne ammazzo due.
    Il fosforo bianco dello scorso anno lo vete scordato?
    Li vogliono cancellati come popolo, a questo punto, con tutta la tolleranza che fino a ieri ho avuto, dico chiaro, che se sganciassero una tomica su israele spazzandoli via dalla faccia della terra...in medio oriente ci sarebbe un minimo di tregua.
    Sarò fetente, anzi, senza sarò, ma li sto odiando solo perchè con il loro agire, mi stanno facendo rivedere l'olocausto sotto una veste diversa e questo non lo perdono a questi assassini cromosomici.
    Scusami Ernest, se lo reputi eccessivo, cancellalo pure, non mi offendo, ma quando leggo che ammazzare gente che porta aiuti mi girano le nocciole in maniera esponenziale.
    Notte buona amico mio

    RispondiElimina
  37. E' allucinante quello che l'esercito israeliano ha commesso. E altrettanto allucinante è la presa di posizione del governo italiano di fronte a questo massacro. Sono davvero disgustato

    RispondiElimina
  38. Che gli israeliani siano capaci di tale scempi la cosa non mi è nuova, ma non riesco a rassegnarmi al silenzio di questo schifoso governo e delle altre grandi autorità mondiali. Proprio non ci voglio e posso credere.

    RispondiElimina
  39. il governo italiano, per bocca di Frattini ha condannato Israele... comunque sti israeliani è meglio lasciarli perdere sò peggio dei terroristi talebani

    RispondiElimina
  40. @@enio. non so come mai ma ho ancora in mente le dichiarazioni del sottosegretario "sui pacifisti provocatori" e non ho ancora visto eventualmente le sue dimissioni. La violenza di israele ha solo una cosa di differente da quella dei talebani, è tutelata dall'occidente.

    RispondiElimina
  41. @la Volpe. hai ragione in questi momenti ci vorrebbe davvero solo silenzio. Colpire persone che portano messaggi di pace...

    RispondiElimina
  42. @maraptica. l'Italia in politica estera ha sempre fatto vedere come ci si accoda bene agli altri, poi quando il governo apre bocca escono fuori parole come quelle di Mantica.

    RispondiElimina
  43. @giudaballerino. un disgusto infinito.

    RispondiElimina
  44. @Tina. Ciao Tina.
    Figurati se ti censuro, non lo faccio mai a meno che non si vada davvero olte. Pubblico il tuo commento anche se non concordo con te sulla bomba, ma ti conosco abbastanza per capire che le tue parole sono provocatorie e di rabbia per aver visto in tutti questi anni l'escalation di morte provocate da uno stato che viene tutelato e che può fare quello che vuole al di la di ogni legge o trattato.
    Inoltre hai anche ragione quando dici che si dimenticano di tutte le alte nefandezze fatte dal governo israeliano, vengono messe dietro l'angolo e dimenticate.
    Tutto questo è assurdo. Se mi fermo a pensare che stiamo parlando di persone che volontariamente volevano solo aiutare gli altri continuo a non crederci e senza pensare che ci sono persone e testate giornalistiche anche che danno ragione a israele.
    Assurdo.
    Buona giornata amica mia

    RispondiElimina
  45. @il monticiano. ciao Aldo, direi proprio che Israele è entrata di diritto da un po' di tempo in quegli Stati. Un saluto

    RispondiElimina
  46. @ross. beh direi che parole migliori non si potevano scrivere. Alcune affermazione non si riescono davvero a comprendere di fronte a tragedie del genere.

    @Pape Satan Aleppe. Esatto. Per lo scambio link certamente, grazie!

    @magocamillo. non avevo dubbi mago!

    @chit. esatto anche quello.

    RispondiElimina
  47. @Ross
    Ho trasceso e ho dato titoli senza averne nessun diritto.
    Trovo però ignorante , anche se comprensibile, il voler rispondere alla violenza con la violenza, specialmente perché la violenza non colpisce mai un obbiettivo preciso ma si “spara” nel mucchio e di solito chi ci va di mezzo è un innocente da una parte e dall’altra.
    Ti chiedo quindi scusa a te e a chi ho compreso per quest'esternazione fuori luogo.

    @Tina
    pensa che ricordavo che la guerra dei 6 giorni fosse la risposta ad un attacco dei paesi islamici(Egitto se ben ricordo) ad un micropaese appena nato.
    Pensa che prima degli israeliani i palestinesi erano maltrattati da tutti i loro attuali "fratelli".
    Se vuoi parlare di storia racconta pure tutto, raccontiamo che da una parte e dall'altra ci sono state mille occasioni perse, mille tregue infrante per mantenere il potere personale, pensiamo alla gente che muore di fame ma ricordiamoci che il loro leader storico ha lasciato una fortuna in eredità... anomalo.
    Israele ha pesantissime responsabilità, ma purtroppo la situazione creatasi a causa d'israele(tina cominci a condividere i pensieri di Hitler? Anche lui aveva le sue buone ragioni... che a freddo non sono sembrate così valide per realizzare meno di quanto tu, fortunatamente solo spinta dal momento quasi ti auguri.
    Purtroppo l'imbecille che cerca di giustificare l'ingiustificabile c'è sempre, direi però che le dichiarazioni del ministro, nel loro essere diplomatiche, sono implacabili e nette.
    Quando dice che la morte dei civili è un FATTO grave dice tutto, purtroppo chi ascolta con rancore non comprende, probabilmente la posizione netta che si aspettavano i pacifisti della domenica era una dichiarazione di guerra.
    Data la situazione ... direi che camminare come se si fosse in un campo minato sia d'obbligo.
    I commenti li rimanderei a freddo quando il timore di un esplosione incontrollabile in medioriente è ridotta, ora è molto calda la situazione e placare gli animi e tenere bassi i toni è INDISPENSABILE.

    RispondiElimina
  48. @chit. esatto anche quello.

    RispondiElimina
  49. prova commento (sono Ernest) blogger sta dando i numeri

    RispondiElimina
  50. prova commento blogger non sta funzionando

    RispondiElimina
  51. @xipsp.
    Credimi stai sbagliando strada. Da queste parti non facciamo coalizioni per difenderci, non ci chiamiamo via blog per avere rinforzi, come ti ho già detto qui si discute. Non si pretende di avere la ragione a prescindere ma si difendono le proprie idee. Che è chiaro che possono essere anche sbagliate.
    Non è solo questione di pensare con la propria testa ma è una questione di scelta, io decido di credere ad Emergency perchè guarda caso è composta da persone che non hanno niente da guadagnare, non sono nei posti di guerra per difendere oleodotti, interessi, petrolio o altre cose, ma sono li per salvare vite umane. E io sinceramente credo a persone del genere. Stessa cosa vale per la Freedom Flottilla.
    Per quanto riguarda il commento mio e di ross sulle reazioni israeliane direi che ti ha riposto già ross e non aggiungo altro. Leggendo quello che hai risposto mi ha fatto piacere leggere le tue scuse. E su Tina la risposta la puoi avere leggendo quello che scrive sul suo blog e tutte le lotte che ha fatto in questi anni sempre dalla parte dei più deboli.
    Le Armi?!?!? Allora come ho già detto (e lo sostengono anche gli israeliani, unica notizia che sappiamo perchè è in atto un censura pazzesca) l'aggressione è avvenuta in acque internazionali fregandosene completamente delle leggi, quindi eventualmente una qualsiasi nave che venisse attaccata senza motivo avrebbe tutto il diritto di difendersi (e sto parlando in generale). Nello specifico... il governo Turco aveva dichiarato di avere controllato tutto il carico: niente armi. Aggiungo vogliamo credere a gente che attacca pacifisti in questa maniera o alle Ong, a un governo, a giornalisti, a scrittore presenti sulla nave, deputati... direi che dopo un blitz del genere basta un attimo per infilare qualche arma su una nave per giustificare poi l'assalto. Che differenza c'è tra un pacifista e un soldato? Beh direi che uno dei due deve rispondere a superiori, nella maggiorparte dei casi non dire la verità, coprire il segreto di Stato... chi sarà più obiettivo?!? mah...
    Per quanto riguarda la posizione del governo non forse sarò fissato io ma noi riesco a togliermi dalla testa le dichiarazione del sottosegretario Mantica, e naturalmente non ho ancora visto le sue dimissioni.
    Oggi il pensiero va sempre di più ai popoli che vengono sopraffatti dalla politica guerrafondaia dei governi.

    RispondiElimina
  52. Vedi Ernest, mi sono letto anche qualcosa sul "il giornale" e devo dire che mi sono vergognato di leggere alcuni commenti fortemente filoisraeliani e filoviolenza.
    Detto questo vengono posti alcuni dubbi sul "pacifismo" di alcune delle ONG.
    Anzi specificatamente su una.
    Viene anche detto che israele aveva chiesto d'ispezionare il carico, cosa che è stata negata.
    ora io paese in guerra, posso aver timore del "cavallo di troia"?
    Vorrei poi ricordare che i primi affamatori del popolo palestinese è una certa hamas, organizzazione che + e + volte ha dimostrato di essere + interesata ai missili che al pane.
    Dubbi, solo dubbi che impongono passi lenti e indagini approfondite da parte dell'ONU(che è stata molto + prudente del nostro governo ma...questo non raccontiamolo).
    Sulle tue convinzioni/spiegazioni del perchè credere di + ad un operatore di emergency(che potrebbe benissimo essere comunque un infiltrato) e un governo che è in guerra.. tutti hanno motivazioni, alcuni economici e altri + alti (magari sbagliati).
    Vorrei porti una domanda, il kamikaze che si fa saltare che interesse ha nel farlo?
    Le tue motivazioni mi convincono poco, la storia ci racconta cose ben diverse.
    Giusto per far salire la temperatura... Il 18enne della RSI che interesse aveva nel difendere la patria dagli invasori stranieri? Eppure era dalla parte sbagliata...no?
    Tu ragioni da persona onesta e le persone oneste sono quelle che vengono usate sia dai governi che dai "falsi pacifisti"..purtroppo(o per fortuna in altri casi) il nostro mondo non è bianco o nero e nelle sfumature di grigio si trovano tante risposte... a volte meno simpatiche.
    Detto questo, anche se quella nave fosse stata colma di pericolosi fondamentalisti, Israele non aveva nessun diritto di fare quello che ha fatto, lo avesse fatto in acque israeliane probabilmente il discorso sarebbe + complicato e difficile.

    RispondiElimina
  53. @ xpisp

    No, niente rivalutazione delle ragioni del nazista, ma vorrei essere letta nel senso giusto, mi scuso per l'atomica citata, ma per il resto, la storia guardiamola fin dal suo nascere, nel 1886, anno più, anno meno, in Polonia, quando i capi religiosi hanno deciso di realizzare lo stato di Israele in Palestina.

    Il mio commento, per tornare al nazismo

    [[Sarò fetente, anzi, senza sarò, ma li sto odiando solo perchè con il loro agire, mi stanno facendo rivedere l'olocausto sotto una veste diversa e questo non lo perdono a questi assassini cromosomici]].

    non significa altro che, stanno facendo di tutto per farmi scordare le vittime dell'olocausto, farmi scordare il diario di una adolescente che sognava dentro una soffitta e ci ha lasciato una pagina di storia diretta infuntabile.

    Spero di essermi spiegata, anch'io sto aspettando a fare un post sul tema, se lo facessi ora ne verrebbe fuori un manifesto di incitazione alla violenza e non è questo che voglio, ma da qualsiasi parte la giro, credimi, non trovo uno straccio di ragione che mitighi il fiele che sto masticando da due giorni.
    Nasser li ha attaccati, se scorri indietro la storia, capisci che c'era più di una ragione per farlo? con questo non giustifico nessuna carneficina e loro dopo sono passati in Libano, del paese più europeizzato ne hanno fatto un ricettacolo di istigatori alla guerra santa, il Partito di Dio, loro stanno mostrando di non essere diversi da Hitler, pazzi e crudeli e senza uno straccio di ragione alla quale appigliarsi. Per Inciso, Gaza è in palestina o in Israele? capisci che hanno sequestrato latte in polvere per neonati intolleranti al latte materno?
    Buona giornata
    Scusami Ernest, ma inceve di calmarmi sto lievitando.

    RispondiElimina
  54. @Tina. Ti se spiegata Tina e anche molto molto bene! Prima su Matrix qualcuno ancora parlava di cosiddetti pacifisti. Allucinante!
    Buona notte Tina

    RispondiElimina
  55. @Ernest non mi sembra così allucinante, ovvio se vuoi avere certezze...hai ragione tu ma anche Tina ha usato la storia e i ricorsi storici.
    Ora se lo fa Tina è tutto ok, se lo fa il giornale analizzando cosa ha fatto una delle organizzazioni presenti no.
    In Matrix ho visto un Caruso perdere + e + occasioni per rispondere a chi difendeva Israele.
    L'Annunziata è stata molto + equilibrata e + efficace.
    Un altro punto su cui sono in disaccordo con voi, la generalizzazione, i palestinesi non sono vittime(o almeno non vittime solo d'israele)e gli israeliani non sono bestie.
    Mi spiego, i palestinesi sono vittime sia della repressione israeliana ma anche di una politica di violenza fatta da chi loro hanno votato, se voti un partito(???) che non riconosce Israele come pensi di poter vivere in pace?
    Gli israeliani sono stretti tra un governo che fa scelte che definire discutibili è poco e un popolo che ogni tanto lancia missili, ogni tanto fa saltare qualche kamikaze, ecc.
    Insomma io vedo parecchie vittime di una stupidità diffusa, stupidità portata da posizioni ferme da ogni parte... noi che viviamo in una situazione privilegiata dovremmo riuscire ad essere + obbiettivi...altrimenti come possiamo criticare chi è in mezzo a sto casino?

    RispondiElimina
  56. @xisp. ciao
    qui non mi sembra che la questione sia il Caruso della situazione che vince o non vince un dibattito. Io credo, e ripeto questo è un mio pensiero anche se te continui a dire "voi", accusando me di generalizzare quando invece lo fai tu nei nostri confronti, che uno stato che si vuol definire tale non possa fare atti di terrorismo per sconfiggere quelli che lui chiama nemici. E questo vale per tutti.
    Poi come ho già scritto ognuno decide di credere a ciò che vuole, io credo ai pacifisti, a coloro che non hanno niente da guadagnare, tutto qui.
    Come ho scritto anche nel post o in qualche commento l'arroganza dei governi schiaccia la libertà dei popoli.

    RispondiElimina
  57. @Ernest ciao
    il voi lo uso quando leggo non solo un tuo commento ma + d'uno che dice cose simili.
    Uno stato non dovrebbe essere da sempre in guerra e se ti cadono missili un giorno si e uno no sei in guerra.
    Detto questo credo che quando ho detto che attaccando in acque internazionali Israele si è giocato qualsiasi possibile giustificazione credo di aver detto tutto.
    Tu continui a "nasconderti"(scusa il termine) dietro la frase ad effetto "niente da guadagnare"
    ma è una colossale balla.
    1° l'organizzazione accusata da israele ha dimostrato di essere invischiata col terrorismo(o resistenza che si voglia chiamare)
    2° cosa aveva da guadagnare israele con una manovra simile? isolarsi ancora di +? sei troppo acuto per non notare che anche israele non aveva nulla da guadagnare con un'azione simile
    3° i pacifisti avevano almeno un razzo esplosivo(vedi filmati) direi che mal si accosta a dei pacifisti che NON devono dare neanche UN pretesto a chi sui pretesti vive per provocare ritorsioni.
    4° chi ci guadagna? a provocare disordini ci guadagnano gli islamici meno moderati che con una mossa sola hanno sputtanato israele e guadagnato punti in una turchia sempre meno lontana dall'estremismo... vedi un pò tu, se ragioniamo con il discorso di chi ci guadagna...sharon è la vittima, io non lo credo però seguendo il tuo modo di ragionare.
    ciao

    RispondiElimina

Latest Tweets

 
;