martedì 14 dicembre 2010

Una donna tutta d'un pezzo... magari da 100.


'Il gruppo di Futuro e Liberta' per l'Italia e' coeso e compatto ed io votero' la sfiducia al governo Berlusconi per senso di responsabilita'. Siamo una squadra'. Catia Polidori, 2 dicembre 2010.

'La notizia e' del tutto destituita di fondamento. Il gruppo di Futuro e Liberta' per l'Italia e' coeso e compatto'. Katia Polidori, 4 dicembre 2010.

14 dicembre ore 13.04
Catia Polidori, deputata Fli, vota la fiducia al governo, in dissenso dunque dal gruppo finiano, e poi si reca nello studio di Montecitorio dove il premier, Silvio Berlusconi, sta seguendo le operazioni di voto.

Ma non vi preoccupate dopo tornerà online al più presto.

29 commenti:

  1. E adesso sono proprio curiosa di vedere cosa farà Fini.
    A parte fare discorsi pieni di aria fritta, come sinora ha fatto.

    RispondiElimina
  2. @dalle8alle5. guarda come ho detto anche prima fini mi faceva e mi farà sempre schifo, lui e tutti gli zerbini del cavaliere che per anni hanno marciato sulla via di Arcore. Quel parlamento non rappresenta più nessuno, solo mafia e compravendita. Chiaramente almeno dovrebbe avere il buon gusto dimettersi da presidente della camera.

    RispondiElimina
  3. messaggio per il ministero dell'interno che è appena transitato sul mio blog, se cercano delinquenti, maneggioni, fuorilegge, intrallazzoni, affaristi e nemici della democrazia che proprio da quel posto dovrebbero difendere forse è meglio che facciano un passo nel transatlantico forse li trovano ancora....

    RispondiElimina
  4. Ciao Ernest e buon pomeriggio. Da qualche giorno non mi illudevo più ed a guardare i "risultati", ho avuto la conferma.

    Tuttavia, stamattina ho avuto anche l'ulteriore conferma che sono "loro" il Paese irreale mentre quello vero, incaz..to e stufo di questi giochini è passato per quasi 3 quarti d'ora, sotto le finestre del mio ufficio.

    I giovani delle scuole di ogni ordine e grado, tanti, colorati e determinati, hanno sfilato per alcune vie di Roma in un corteo che non ho mai visto così immenso. I TG parlano di 100mila... ma secondo me, difettano e come!!

    A loro, si sono uniti altri 4 cortei provenienti da altri punti di Roma... il Paese reale c'è!! E' solo questione di tempo. Pochissimo!

    RispondiElimina
  5. Preferisco concentrarmi su altre storie da raccontare, per una volta, come quella di Marco Fedi o quella della Mogherini...

    RispondiElimina
  6. il buongusto e il buonsenso: dimettendosi fini farebbe guadagnare 2 voti al fronte contro berlusconi, infatti il presidente della camera non vota leggi e fiducie, dimettendosi il presidente della camera verrebbe scelto tra i deputati del Pdl, salvo che qualcuno all'opposizione non si faccia lusingare dalla proposta...

    RispondiElimina
  7. @laVolpe. si Volpe hai ragione bisognerebbe rimarcare che fa il proprio dovere, ma oggi, anche se era chiaro e non dovevamo aspettare il 14, c'è parecchia rabbia per una democrazia che ci sta sfuggendo per fare posto al denaro, agli affari e alla mafia dal colletto bianco
    un saluto

    @carlo.
    ciao Carlo
    la speranza è proprio in quelle persone che ogni giorno sfilano e continuano a chidere perchè... in quelli che si dannno per arrivare a fine mese. Oggi come ho detto a Volpe c'è tanta rabbia per ciò che stiamo perdendo in un paese reale ormai distante da quello che chiamano parlamento e che non rappresenta più nessuno e non sto parlando solo di Berlusconi.
    un saluto

    RispondiElimina
  8. @barabba marlin. si ottima osservazione la tua, ma sai la sedia non si lascia facilmente... e poi mi sa che proprio l'opposizione potrebbe prendersi il posticino al solo sarebbe il massimo.
    un saluto

    RispondiElimina
  9. Gira la notizia che sia stata minacciata da Berlusconi, che se la Polidori avrebbe votato la sfiducia gli avrebbe rovinato le aziende (Fonte: intervista di Barbareschi al Corriere).
    La aziende di Katia valgono più della democrazia.

    RispondiElimina
  10. @giudaballerino. mah tutto può essere ma secondo me quella anche senza essere minacciata pensa alle sue aziende.
    Un parlamento con più conflitti di interesse che ideali.

    RispondiElimina
  11. Diciamo la verità la Polidori non conta un cazzo, non ci fosse stata lei ci sarebbe stato qualcun altro. Berlusconi ha vinto una sfida ma il declino e la fine sono di per sè inarrestabili, in quesot senso ottenesse o meno la fiducia era uguale. Il problema arriva ora: Berlusconi è cotto, finito ecc. ma siamo pronti noi (intesi come opposizione) ad andare a votare e a vincere?

    Chè se perdiamo, va da sè vince Berlusconi il quale si trascinerà qualche mese al massimo un anno dopo le elezioni e poi andremo ancora a votare ma...saremo pronti a vincere?

    Il berlusconismo è finito ma rischia di rimanere lì ancora a lungo per la nostra assoluta incapacità.

    Siamo pronti a vincere?

    RispondiElimina
  12. @silvano. hai ragione la rabbia è ancora più grande a pensare che ci sarebbe stato qualcun altro da comprare perchè ormai quella non è più politica, ma affari che viaggiano attraverso i conflitti di interessi e il fango da versare addosso a chi non si piega.
    Rivoglio gli ideali, e gli argomenti, rivoglio un partito che mi propone delle scelte.
    Dobbiamo chiederlo dobbiamo volere una sinistra vera che non scenda a patti con i vari belzebù del momento e che non debba avere paura di andare al voto come il pd, io sarei anche pronto a vincere come te e molti altri
    il problema è rappresentato da coloro che parlano in nostro nome ma non rappresentano nemmeno loro stessi.
    un saluto

    RispondiElimina
  13. Non faccio nessuna fatica Ernest a credere a quanto dice giudaballerino (grazie) e questa notizia, vera o non vera che sia, è comunque la prova più lampante che il conflitto d'interesse è una delle maggiori piaghe del nostro panorama (una parola così bella non merita di stare in questo contesto) politico!
    E, inoltre, non ho mai avuto dubbi sull'esito del voto di oggi! Comunque il sito in manutenzione, sicuramente a causa delle massacrate che starà avendo, la dice lunga!
    A presto Ernest, ciao

    RispondiElimina
  14. @nico. amico mio si lo sapevamo ma ogni volta che arriva la conferma la rabbia sale nel frattempo ci stanno togliendo la democrazia da sotto il naso
    un saluto

    RispondiElimina
  15. aveva anche lei i suoi interessi da preservare e miss CEPU l'ha fatto in maniera egregia e superlativa, non permettendo all'idiota di turno, ex fascista ex pDL di dare una mano ai sinistri. Tanta è la somiglianza di questi ultimi al partito di Silvio che non si capisce perchè si meravigliano se si sceglie l'originale.

    RispondiElimina
  16. Il comportamento della signora è normale: siamo in Italia Ernest!

    RispondiElimina
  17. D'accordo Ernest, ci stanno togliendo la democrazia da sotto il naso.
    Ma qualcuno si meraviglia, costernato, che ci siano manifestazioni "contro".
    Ecco come la rabbia si trasforma in depressione.
    Ciao!
    Lara

    RispondiElimina
  18. l'unica risposta giusta è arrivata dalle piazza.

    RispondiElimina
  19. Io comunque tutta questa faccenda l'ho avvertita come una perversione necrofila. Non mi aspettavo niente da questa giornata.

    RispondiElimina
  20. A me non interessa cosa faranno, cosa hanno in mente… perché da quelle menti nulla di buono può venire. Son sempre più convinta che non abbiano proprio la consapevolezza del nostro FUTURO e della REALTÀ. I metodi, i simboli, i mondi son completamente opposti e costituiscono un baratro che difficilmente si potrà riempire. L'ideologia è morta? Con cosa vogliono sostituirla? Con la compravendita, con l'unico valore importante del denaro e del potere? Si va verso il NULLA. La piazza avrà potuto, forse, commettere errori ieri, ma io non posso che giustificarli! Siamo neri dalla paura e dalla povertà!

    RispondiElimina
  21. guarda un po' la striscia di foto che ho postato nel mio blog,

    black "blog"?

    ciao

    RispondiElimina
  22. Pezzo da 50.
    In Centesimi si intende.
    Anch'io ho letto delle minacce alle sue aziende da perte del pedonano.
    Se hai delle aziende e prevedi che qualcuno possa affossartele, non ti candidi con il futuro colpevole.
    Viceversa, se hai delle aziende che dipendono dalla tua presenza o meno, nella stanza dei bottoni, allora si chiama "rischio d'impresa".

    Ti dirò, caro Ernest, ma sai che io preferisco così.
    Più se le danno, più arriveranno spaiati a primavera.
    E ti ricordo che senza la destra, in questo paese, i conservatori NON vincono le elezioni. Casini o non Casini.
    Che poi se lo sfiduciavano avremmo già un nanobis.

    Ciao,
    Zac

    RispondiElimina
  23. Il gruppo di Futuro e Liberta' per l'Italia e' coeso e compatto ed io votero' la sfiducia al governo Berlusconi per senso di responsabilita'. Siamo una squadra'. Catia Polidori, 2 dicembre 2010.


    Il 3 approvarono i finanziamenti a CEPU.

    Sarà un caso.

    RispondiElimina
  24. Stiamo davvero messi male :(

    RispondiElimina
  25. @baol. direi peggio..

    @sciuscia. questa è la democrazia italiana.

    @zacForever. eh caro Zac mi sale una profonda tristezza sentendo una sinistra che ha paura del voto quando dovrebbe sperare ogni secondo in una possibilità per mandare via quell'uomo.
    un saluto

    @ilRatto. visto... senza parole.

    @petrolio. si petrolio nerissimi

    @sara. si sara anche io non mi aspettavo niente ma ogni volta che si assiste allo spettacolo indegno di quella cosa chiamata parlamento sale l'amarezza ancora di più

    @harmonica. si e qualcuno come a genova ci ha messo del suo, vedere dal Ratto.

    @lara. eh già!

    @berica. :)

    @Inneres. :(

    @@enio. la norma è l'ad personam!

    RispondiElimina
  26. la sequenza del ratto è una palla colossale e solo un decelebrato col cervello spento che segue solo le logiche del partito può credere ad una panzana così evidente.
    Tu ci credi?

    RispondiElimina
  27. Si sarà formata al Cepu forse...

    Certa gente dovrebbe stare fuori dall'Italia altro che da Montecitorio.

    RispondiElimina

Latest Tweets

 
;