martedì 14 aprile 2015

Abbandoni



Sarà che sono vicino alla soglia dei 40 e sono diventato padre.
Sarà che tutte le volte che guardo le rughe di mio papà e la sua stanchezza che lui non ammette mai divento ogni giorno sempre più fiero dell'uomo che è.
Sarà perché ho impresso nel mio DNA la gratitudine verso i miei genitori che ancora oggi ad ogni chiamata sono pronti ad essere davanti alla mia porta... ma una storia del genere io non la posso davvero concepire, a prescindere dall'argomento della lite o del tono.

29 commenti:

  1. A chi lo dici caro amico! Pienamente d'accordo con te :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. davvero assurdo un comportamento del genere
      a presto :-)

      Elimina
  2. Vebbè, dai, solo un mentecatto vigliacco fa quelle cose.

    RispondiElimina
  3. Ciao Ernest,
    senza arrivare a questi estremi, tanto grossolani da risultare assurdi, ci sono tante situazioni degradanti nelle famiglie, dove affettto, rispetto e dovere vengono dopo la comodità e la convenienza, anche quando si tratta del legame più sacro che la Natura ha posto tra gli esseri umani.
    Marilena

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hai ragione io ne ho visto parecchie storie del genere, situazioni di abbandoni che francamente non riesco davvero a comprendere

      Elimina
  4. Le brutture morali vanno sempre oltre l'immaginazione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si riescono sempre a superare il limite....

      Elimina
  5. Anch'io ho un bellissimo rapporto con i miei e comprendo lo sdegno e l'amarezza espresse idelle tue parole.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ogni volta che guardo i miei mi rendo conto di quanto sono fortunato

      Elimina
  6. Era peggio se lo mollava su un cavalcavia siculo..

    RispondiElimina
  7. la compassione forse dovrebbe andare oltre le storie personali, a volte ci sono seminatori di vento che poi raccolgono tempesta, a volte ci sono caratteracci che non fanno che peggiorare con l'età, a volte ci sono semplicemente figli degeneri che mostrano il "meglio" si se stessi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ci sono tutti questi personaggi che citi e ce ne sono tanti, purtroppo c'è anche questa incredibile realtà

      Elimina
  8. Sai, io comincio a dubitare fortemente di tutte le notizie "choc" (o per meglio dire: sciocche) che ci ammanniscono i media. Vero che homo homini lupus, ma ormai notizie come queste mi sembrano false come una moneta da tre euro: dei tiraclic, insomma. Di solito quando avvengono liti tra parenti non si concludono in maniera così ridicola: finiscono con uno dei contendenti che spara all'altro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma si puoi avere ragione, la stampa ci sguazza con le storie e vuole vendere ma io francamente penso che la società in cui viviamo sia sempre più individualista anche all'interno delle parentele, questo mi spaventa molto per il futuro e notizie del genere purtroppo non fanno sobbalzare sulla sedia stanno diventando realtà

      Elimina
    2. Appunto: come ho detto, di solito liti tra parenti finiscono a fucilate. E Homo homini lupus non è un detto nato con i media moderni, ma molto, molto prima. Insomma, casi di follia umana si sono sempre verificati, liti tra parenti pure ("Parenti serpenti" è un altro detto molto più antico della stampa), però adesso i media ci marciano, contribuendo (come nel caso delle profezie autoavveranti) a peggiorare la situazione. Il neurone solitario dell'italiano medio legge una "notizia choc(ca)" e ci casca con tutte le scarpe. Una bella moratoria nei confronti dei media sarebbe, a questo punto, davvero l'ideale, perché libertà di stampa non vuol dire libertà di sparare cagate a nastro solo per aumentare vendite, ascolti e clic, a seconda della tipologia del media.

      Elimina
  9. Come Ermannus diffido dei titoli dei giornali da molto tempo...i rapporti tra genitori e figli sono talmente complicati e difficili che è impossibile entrare nel merito. Ci sono vecchietti terribili e figli indegni, figli adorabili e vecchi saggi...le combinazioni sono infinite ma la parolina magica dovrebbe essere, se ben ricordo, rispetto. Detta quella, le cose vanno in genere abbastanza bene. Ti abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. vero e purtroppo il rispetto credo che non si veda più da parecchio tempo dalle parti della nostra società e questo mina parecchio il futuro purtroppo

      Elimina
  10. io rimango basita e sarei felice di constatare che si tratta di notizie fasulle, ad uso e consumo dei giornali.Purtroppo temo che non sia così....e questo mi mette addosso soltanto un'angoscia senza fine.
    Emanuela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anche a me mette angoscia e come ho detto prima mi spaventa molto il futuro vedendo quello che succede in giro

      Elimina
  11. Ripropongo anche qui il mio commento di qualche tuo post fa: Storie pazzesche dell'argentino Damián Szifron, era un film recente che analizzava , secondo me bene, quel livello di stress, di insoddisfazione dell'uomo moderno, in quasi tutte le società ormai (dicesi globalizzazione). Il detto, fermate il mondo voglio scendere, credo oggi sia di stringente attualità. E bisogna avere il coraggio di riproporlo, testardamente, coraggiosamente ... noi vogliamo far scendere le persone da questo mondo, per impedire che facciano scendere dalla macchina signori e signore (magari pure rompicoglioni, perché anche loro vittime della società asfittica del produci-stress, ma non per questo da lasciare in strada). Podemos, podemos ...

    RispondiElimina
  12. Sì l'avevo letta sta cosa, e mi è sembrata veramente una cosa assurda! Tanto è vero che inizialmente pensavo fosse uno dei soliti scherzi giornalistici, che non si fanno scappare una notizia del genere anche senza verificarla. Anche se in poche parole, bello quello che dici di tuo papà. E come hai letto nel mio post sui fazzoletti, anche nei confronti del mio provavo i tuoi sentimenti. Grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nico una cosa davvero agghiacciante solo a pensarci!

      Elimina
  13. sta storia mi fa ricordare la barzelleta che mi raccontava mio padre: Un tizio si inerpicava su ua collina con un sacco in spalla sudando e sbuffando, lo posa in terra per riposarsi un pò, quando una voce proveniente da dentro il sacco gli dice: Figlio mio, riposati, mi sono riposato anch'io quì quando andavo a buttare mio padre....."

    RispondiElimina

Latest Tweets

 
;