venerdì 23 aprile 2010

La guerra dei finti e la vita dei pochi

Oggi è una di quelle giornate da mille post.
Una di quelle giornate in cui si potrebbe parlare di qualunque cosa, ma anche no.
Anche no perchè assistiamo ad un teatrino della politica che continua a interpretare un copione che esula dalla realtà che viene vissuta dalle persone.
Amarezza è la parola giusta. Perchè parliamo di vite fantasma.

Vogliamo essere chiari, schematici. Ok. Ormai sembra che le giornate si sviluppino su piani diversi.

VITA REALE
Il premier ultimamente ha parlato di classifiche, ma non ne ha citato una importante quella fornita di google. Siamo sesti nella graduatoria dei paesi che hanno rischiesto oscuramenti o rimozioni. Però!


FICTION
Fini si accorge a distanza di 16 anni di essere alleato di un piduista, mafioso, affarista. Ognuno ha i suoi tempi... e i suoi interessi...

VITA REALE
Ad Annozero il sindaco di Adro spiega che i 500 euro promessi ai vigili per portare dei clandestini non sono delle taglie, ma premio di produzione. Premio di produzione, produzione di merce, merce... merce... merce... Ha precisato che lui non è razzista. D'altra parte nel suo programma c'era scritto PRIMA AGLI ITALIANI non agli ALTRI. Ha detto altri, non ha specificato. Lui non è razzista.

FICTION
Bocchino al TG3 della sera dichiara "Un partito non è serio se non ha delle minoranze al proprio interno".... lo ringraziamo per aver firmato ciò che scriviamo da tempo, cioè che il PDL è un partito azienda lontano dall'essere serio visto che prima di ieri non si era mai parlato di minoranze.

VITA REALE
La notte del 3 marzo una bambina nigeriana nata a Monza Ospedale Cernusco sul naviglio...



FICTION
Il Pd dichiara di aver passato finalmente un giorno tranquillo visto che assistono ai litigi del PDL. Ognuno ha i suoi programmi. Al Pd piace guardare.

VITA REALE
La Fiat vuole essere buona e concedere del lavoro, un po' di lavoro a patto che stiamo tutti buoni, che non rompiamo i coglioni con gli scioperi, con i blocchi, a patto che non si chiedano stipendi normali, a patto che si facciano più ore dell'orologio, a patto che gli operai si facciano venire flessibili anche gli arti in modo da farsi infilare negli stippetti per non tornare nemmeno più a casa.
Tutto flessibile tranne lo stipendio dei manager.

FICTION
Bruno Vespa chiama un po' di finiani, quasi tutti visto il numero, un po' di berluscones, dandoci l'anteprima della composizione del prossimo parlamento.

VITA REALE
Comune di Adro.
Una mamma ritiene che sia più educativo per un figlio non assistere ad un gesto di generosità di un imprenditore che paga la mensa per delle famiglie che non possono.
Una mamma ritiene offensivo il gesto dell'imprenditore nei confronti del paese.
Una mamma di Adro dice ad una mamma mussulmana "Quante volte hai chiesto ai miei figli di venire a giocare da voi in casa vostra"
Una mamma mussulmana risponde ad una mamma di Adro "Pensaci bene... perchè tu avresti mandato tuo figlio in casa di un extracomunitario"
Silenzio.
Ma c'è sempre la politica a mettere a posto le cose. Il sindaco di Adro "nessun italiano avrebbe usato i propri figli per cose del genere mandandoli in Tv", già noi li mandiamo ad Amici, a XFactor, da Pupe e Secchioni, a fare giullare dai Talent's o a cantare a 5 anni tra un spot e l'altro. Già è proprio una questione di cultura.

FICTION
I finiani parlano di crisi economica che ora spunta sulle loro labbra magicamente, ma come non sarann diventati anche loro comunisti pessimisti disfattisti...

VITA REALE
Tratto da "Il Fatto Quotidiano" di ieri, senza parole...

"Caro direttore sono Valentina Beghelli, una cittadina di Ferrara madre di un ragazzo (Alessandro) di 29 anni che nell’agosto del 2008 a causa di un tuffo sbagliato si è lussato quasi totalmente due vertebre cervicali, conseguente ricovero in ospedale con primo intervento e ricovero in rianimazione in coma terapeutico per una settimana, dopo questo ha subito altri 3 interventi conclusi con il blocco di 4 vertebre cervicali con una piastra collegata con cavetti alle vertebre. Nella sfortuna abbiamo incontrato, nell’ospedale pubblico,un medico neurochirurgo traumatologo bravissimo, al quale io devo la vita di mio figlio, che lo
ha fatto uscire dall’ospedale vivo e camminando.
Alessandro aveva appena cambiato lavoro e naturalmente è stato licenziato per mancato superamento del periodo di prova, per cui non è rientrato nella mutua e ha percepito solo i 4 mesi di disoccupazione. A questo punto ha deciso di fare la domanda di invalidità, riconosciuta nella prima visita al 67%, che gli dava la possibilità di avere il ticket per patologia e l’iscrizione alle liste speciali. Dopo 15 mesi è stato convocato ad una seconda visita che che non ha cambiato nulla, poi a distanza di 5 mesia una terza visita che ha avuto il risultato di una diminuzione della percentuale al 50%, con la conseguenza di vedersi togliere l’esenzione del ticket. La conseguenza di tutto questo è che lui a 29 anni si sente un fallito, obbligato a essere un bamboccione che vive sulle spalle dei genitori perché è senza stipendio.
Io e suo padre abbiamo un lavoro da circa 1000 al mese, abbiamo ilmutuo della casa (intestato a lui) da pagare, non siamo in grado di dargli più di tanto, e lui da due anni non esce con gli amici per una pizza o una serata in discoteca perché non ha soldi.
Quando vedo il presidente del Consiglio e i suoi ministriin televisione che dicono che va tutto bene mi viene il vomito, forse va tutto bene per loro visto che si fanno le leggi su misura, addirittura con la nuova legge sull’i nv a l i d i t à adesso si deve fare la domanda in via telematica, che può fare solo il medico previo pagamento di 60 obbligatori altrimenti la domanda non è valida. Ma ci prendono per i fondelli? Quando vedo Brunetta che parla di togliere dei soldi dalle pensioni, e non certo dalla sua e dai suoi amici, per aiutare i bamboccioni ad uscir di casa mi viene una voglia che non posso dire. Sono nauseata di questa politica e di questo governo che pensa solo alle sedie, al bene personale e del premier e
se ne frega di tutti dimenticando che la Costituzione dice che èil popolo italiano ad esseresovrano e non loro. Vorrei sapere come poter dare a mio figlio ancora la voglia di vivere e di sognare, non si può a 29 anni sentirsi così finiti ."

Torniamo a vivere.

29 commenti:

  1. Bellissimo 'sto post.

    Come ha detto anche Fini.

    RispondiElimina
  2. @sciuscia. eh già sciuscia quei post li non si lasciano volentieri.
    ciao grazie

    RispondiElimina
  3. Splendido post, Ernest.
    Complimenti.

    RispondiElimina
  4. la tragedia,
    o la farsa,
    è che per ogni valentina beghelli che giustamente si sente presa per il culo e s'incazza,
    ce ne sono mille altre che guardano estasiate alla figura del leader che viaggia tra ali di zoccole da una delle sue faraoniche residenze all'altra,
    e poi lo votano applaudendo.

    e il pd ancora si massacra pensando di fare riforme con s.b.

    RispondiElimina
  5. Il problema di certe "prese di coscienza" è che sono molto cicliche e molto provvisorie: anche bossi ruppe col nano chiamandolo berluskaiser...
    Ma il sindaco di (L)adro dove li trova tutti quei soldi per la pulizia etnica, pardon, per la polizia etica??

    RispondiElimina
  6. Ieri sera, per l'ennesima volta, mi sono detto: "Bel paese di merda, l'Italia".

    RispondiElimina
  7. @alecava. direi che abbiamo anche sorpassato la merda ormai
    @zio scriba. pensa che ha anche rifiutato i soldi per poter dare i contributi agli extracomunitari in crisi. Ma lui non è razzista!

    RispondiElimina
  8. @ilRatto. il Pd è morto da anni, imbalsamato, vuoto senza idee e con dirigenti che farebbero prima ad aderire al pdl
    @dalle8alle5. grazie mille!

    RispondiElimina
  9. Complimenti per questo bel post! Bravo davvero.

    RispondiElimina
  10. grazie Ernest, questo splendido post e non solo è uno dei motivi che mi fanno sperare in una rinascita della sinistra di questo nostro stupendo e disgraziato paese.

    RispondiElimina
  11. @harmonica. grazie amico mio, teniamoci stretta la speranza e difendiamo la nostra libertà!

    RispondiElimina
  12. @evergreen. grazie mille anche a te

    RispondiElimina
  13. Coraggio Ernest, presto inizieranno i mondiali di calcio e.. gli zombie italioti ritorneranno nelle tombe.
    Non facciamoli pensare troppo, potrebbero disfarsi.

    RispondiElimina
  14. Che ne dici di questo ?

    da Repubblica.it


    Alla vigilia del 25 aprile scoppia il "caso Salerno". Il presidente della Provincia Edmondo Cirielli, l'ex deputato di An oggi Pdl e presidente della commissione Difesa della Camera, "cancella" dal manifesto celebrativo la Resistenza e la lotta di liberazione dall'occupazione nazifascista. A Salerno campeggiano i manifesti della Provincia ma su di essi non c'è nessun riferimento - come fanno notare esponenti locali del centrosinistra - alla Resistenza partigiana e alla lotta al nazifascismo, bensì un elogio all'esercito americano "per l'intervento nella nostra terra che ha sancito un'alleanza che ha garantito un luogo periodo di pace e di progresso economico e sociale senza precedenti e che ha salvato l'Italia, come l'Europa, dalla dittatura comunista".

    RispondiElimina
  15. Non sarò l'ultimo ma vengo dopo i precedenti blogger a ringraziarti sinceramente per aver scritto lucidamente e perfettamente tutto il marcio che sta distruggendo il nostro Paese.
    Quanto hai detto era quello che mi ballava in testa da ieri ma che non avrei mai saputo descrivere così bene.
    Grazie Ernest.

    RispondiElimina
  16. Io ho seguito Annozero ma ogni volta che parlava quel sindaco e alcuni suoi concittadini provavo vergogna per essere connazionale di certa gente. Dovevo cambiare canale.

    RispondiElimina
  17. Vita reale: festeggeremo il 25 aprile con un debito pubblico al 115%. Eureka...

    RispondiElimina
  18. Amaro, realistico e bello.

    RispondiElimina
  19. @magocamillo. Sempre che non eliminino anche il pensiero prua o poi
    @harmonica. Che e' proprio quello che vogliono fare anche a livello nazionale e che hanno tirato fuori anche l altra sera da vespa... Vergognoso!!!
    @Matteo. La stessa cosa per me, un fastidio incredibile
    @triboluminescienza. E son soddisfazioni!

    RispondiElimina
  20. @Tina. Insomma quello che ho provato vedendo ieri sera quelle immagini

    RispondiElimina
  21. @ilmonticiano. Davvero Felice di condividere con te questi pensieri, un grazie per le tue parole
    a presto

    RispondiElimina
  22. Concludi bene il tuo bellissimo post: torniamo a vivere.
    Il difficile comincia quando devi convincere chi invece vive in questa continua, mostruosa abnorme fiction e che non se ne rende conto, protetto in una fantasmagorica bolla di sapone dove tutto va bene, il nanentto-re li protegge e gli uomini e le donne sono tutti bellissimi, sani e gran fichi-e.
    ma in una giornata come questa, vigilia di una delle più belle feste dell'anno voglio essere ottimista e pensare che ce la faremo. Buona Liberazione Ernest e un forte abbraccio.

    RispondiElimina
  23. Mi piace questo post Ernest. Non so da dove iniziare...ecco da "Oscuramenti e rimozioni", non lo sapevo! Per fortuna ti leggo!
    Sara

    RispondiElimina
  24. @luz. Una festa che ci fa ricordare da dove veniamo, che dovrebbe farci tornare alla mente che non e' così scontato potersi muovere liberamente, parlare, vivere... La libertà va sempre tenuta stretta e bisogna resistere sempre.
    Grazie luz, buon 25 aprile e un abbraccio anche a te

    RispondiElimina
  25. @Sara. Grazie mille Sara! Purtroppo e' vero noi in quelle classifiche non manchiamo mai!
    Un saluto

    RispondiElimina
  26. Mi unisco ai complimenti per come hai sviluppato questo post. Davvero efficace.

    [OT]
    Mi piacerebbe conoscere il tuo parere sull'iniziativa della nave dei diritti di cui ho parlato qui. Ci tengo a sapere che impressione ti fa, visto che abiti anche nella città protagonista di questo sbarco... Grazie. :)

    RispondiElimina
  27. @ross. Grazie mille ross
    e grazie per la segnalazione, un'iniziativa Davvero importante alla quale dobbiamo assolutamente partecipare!

    RispondiElimina
  28. Bel post Ernest, complimenti. Logico e geniale al tempo stesso l'invito finale!? ;-)

    RispondiElimina
  29. caro ernest, visto che si parlava di geografia quando sono partito, il primo tuo post che mi è saltato all'occhio al mio rientro è appunto questo, con una cartina mondiale iniziale di un significato profondo...e mi è andato bene, credo che questo sia uno dei tuoi post più belli! vita reale e fiction! esattamente quello che stiamo vivendo, e me ne sono accorto oggi dopo essere rientrato...tante cazzate...schifani che parla a favore dei lavoratori, che a guardarne la faccia tosta si rabbrividisce...la realtà di adro che ben descrivi. come hanno già detto altri, persone come te fanno sentire sempre meno soli. grazie.
    un abbraccio amico mio abitante vicino alla bella boccadasse creuza de ma' :-)

    RispondiElimina

Latest Tweets

 
;