giovedì 29 aprile 2010

La COOP non sei tu!


DAL CARRELLO DEGLI ACQUISTI...

In una qualunque coop di una qualunque città italiana, col mare, una lanterna e tanto tanto pesto...
"Buongiorno"
"Buongiorno"
"Si accomodi pure"
"Grazie"
"Allora, ho visto il suo curriculum... uhmm"
"Si avrei anche..."
"No no, va bene così. Allora Guardi noi le possiamo offrire un contratto di 20 giorni"
"Ah... solo 20 giorni?!?"
"Beh voglio dire il mondo va in questa maniera."
"Si va beh ma..."
"Vede lei a 33 anni, sono sempre quelli della sua età che fanno problemi, i ragazzi ormai sanno come va il mondo del lavoro, vengono fatti 20 o 30 giorni e via senza lamentarsi, bisogna essere elastici suvvia!"
"Si ma con l'elasticità è difficile mettere su casa, una famiglia e tutto..."
"Il mercato, il mercato signori!"
"Ma c'è la possibilità di essere poi presi in considera"
"Guardi glielo dico tranquillamente, lei potrebbe essere il lavoratore più bravo del mondo ma noi non la assumeremo mai..."

...AL GRANDE FRATELLO COME COLLEGA
Ma in un'altra città incastrata tra i monti, e cosparsa di vicoli...

Dove ti dicono che LA COOP SEI TU!!
Dove ti chiedono chi veramente, col cuore e un attaccamento che non si può trovare altrove PUO' DARTI DI PIU'?
Al posto del televoto hanno messo le schede personali anzi hanno messo il PPVC, “Piano permanente di valutazione competenza”, ma niente telefonate noooooo... solo controllo visivo del caporeparto e se per caso sei uno che rompe i maroni, se sei uno che fa sciopero magari, se sei antipatico, se sei uno che si prende a cuore i problemi dei colleghi o magari hai i capelli di un colore che non vanno bene agli schemi societari... magari potresti rischiare un bel "NON ADEGUATO"... ma niente paura perchè nelle pagelline c'è anche ADEGUATO-BUONO-OTTIMO-ECCELLENTE...

Chissà magari in questi casi il 3X2 funziona, ne mandano via 3 per prendere 2 con la testa bassa...

Quindi VIA ALLA TELEFONATE... anzi ALLE OCCHIATE!!!

36 commenti:

  1. 1. La parola d'ordine nel mercato del lavoro oggi è *flessibilità*. E più flessibile di così... diciamo fino a 90 gradi, please...

    2. Va detto che le schede di valutazione le fanno ovunque. Non mi pare un dramma, né uno scandalo. Semmai bisogna vedere come le compilano e in che termini ne tengono conto.

    RispondiElimina
  2. @il grande marziano. vero per i 90 gradi orami siamo straflessibili per il mercato e la vedo difficile dare altro. Per il resto il punto è proprio quello, chi controlla chi, per fare cosa? Per mettere la gente in condizione di non scassare più le scatole, di non chiedere diritti che sono acquisiti e sacrosanti, per mettere come al solito poveri contro poveri...
    Il paese ha bisogno di politiche e idee per il lavoro non di schedature che come dici te sono anche da altre parti purtroppo.
    E poi mi domando ma le schedature per chi sta a capo di tutte queste grandi aziende piene di debiti e vuote di idee non si fannomai?!?
    un saluto

    RispondiElimina
  3. Chi scheda lo schedatore, vuoi dire? Bè, è noto che in Italia vige la Legge in base alla quale sopra un * di reddito non ti scheda più nessuno. E se per caso qualcuno ci prova, basta che ti dai alla politica.

    (*Compila pure tu il campo )

    RispondiElimina
  4. bravo my friend ben detto! sempre più controllati e giudicati..da chi poi? e questa stradannatissima abitudine che ormai è una regola, quella di scaricare sempre i malanni finanziari delle aziende sui soli che lavorano davvero e che la tirano avanti: gli operaimilleeuro...anzi ormai come diceva nostradamus.."mille e non più mille" dato che ti fanno un mesetto di contratto ti pigli i tuoi mille già liquidati di tredicesima e varie e te ne fili a casa ad aspettare la "chiamata" successiva...cmq vuoi sapere la novità???? inizio a fare il postino!! mister postman!! contrattino di un mese! già firmati una quarantina di moduli salva azienda salva ricorsi salva privacy ecc ecc e già all'attivo ben otto ore (non retribuite ovviamente) di corsi sulla sicurezza..rls..dpi..legge 81 (ex 626)..insomma due coglioni così.....allora penso...che aziende serie ti formano proprio alla grande ma allora ci credono proprio in noi!! poi firmi il contratto..un mese e a casa..cioè quando cominci a malapena a capire dove sei messo ti scade il periodo!!! e via altri baldi giovani disoccupati sono alla porta nuovi moduli da firmare nuovi corsi sulla sicurezza ecc.ecc. così all'infinito...ma a chi conviene???? perdita di carta di tempo di stipendi al personale che deve spiegare tutte ste cose ogni volta..ma che schifo è?...comunque..concludendo..aspetti qualcosa via posta? sappi che non ti arriverà mai niente ho deciso di fare dei bei falò di protesta sul fasce...passo al contrattacco lotta dura senza paura..ciao

    RispondiElimina
  5. Non c'è rimasto più niente delle coop di un tempo, di come erano state concepite, come qualcosa di diverso rispetto agli altri soggetti del mercato. Oggi si comportano esattamente come tutti gli altri, anzi, a volte persino peggio e la precarietà dei lavoratori è diventata un politica imprescindibile dell'azienda.

    RispondiElimina
  6. Non per autoincensarmi (sì, magari un pochettino...) ma sono sempre più convinto che una delle mie invenzioni più (tragicamente) geniali sia proprio la parola LAVHORROR!
    Che schifo di mondiciattolo di merda! E più sono stronzi più ci si adattano e ci sguazzano!

    RispondiElimina
  7. Mi fa male questo post, perchè alla coop sono affezionata, anche nel paesino dove sono cresciuta c'è una coop, improntata ancora oggi come una sorta di grande famiglia. Cosa ben diversa dal Grande Fratello...

    RispondiElimina
  8. A proposito io mi sono arrabbiata quando l'ipercoop delle mie parti rimase aperta per il 2 giugno, ho scritto anche al sindaco PD per protestare: ti ha risposto a te? A me no...
    Oltretutto se hai un moto di coscienza istituzionale passi anche per scema.

    RispondiElimina
  9. Vedo che le modalità sono le stesse ovunque...

    RispondiElimina
  10. Questo il brutto andazzo, ma se non ricordo male tempo fa in uno dei suoi deliri il prof. Tremonti aveva rimarcato l'importanza del posto fisso (dopo averlo massacrato prima) quindi... ci tocca aver fede.
    Tanta fede, lo so...

    RispondiElimina
  11. A proposito della Coop, ti regalo il video, pubblicato in questi giorni, che documenta la prima apparizione di san Precario a Milano. Mi sembra un buon miracolo, da replicare, anche in vista del vicino primo maggio... :)

    RispondiElimina
  12. qui dalle mie parti la coop è come un'istituzione, e quel che è curioso è che la stragrande maggioranza delle persone credono che sia rimasta come quelle di cinquanta anni fa, dove la cooperazione era una parola con un significato ben preciso. adesso stanno facendo concorrenza all'esselunga nelle politiche sul lavoro, assunzioni di ragazzi con contratti a termine, turni di lavoro massacranti, spie nei magazzini dove è successo di esser stati denunciati per aver mangiato una fetta di panettone rimasto invenduto senza chiedere il permesso ai capetti(è successo davvero, in un magazzino coop di sesto fiorentino). e pure qui c'è chi va a fare la spesa alla coop convinto di contribuire alla causa del socialismo. alla coop ci vado anch'io, ma solo perchè qui dalle mie parti hanno il monopolio della grande distribuzione, ma come accade in politica, purtroppo, le differenze che esistevano una volta con gli altri gruppi di vendita, si stanno assottigliando sempre più.

    RispondiElimina
  13. Così va il mondo, cioè male.

    RispondiElimina
  14. Il "Piano permanente di valutazione competenza" andrebbe applicato ai politici, altro che. Ti immagini?

    RispondiElimina
  15. un mondo del lavoro diventato mortificante (in tutti i sensi); che poi ti dicono 20 giorni (schede a parte), ma te li confermano di settimana in settimana, e nel frattempo alimentano la speranza di una continuità per responsabilizzarti, quando invece ti senti solo preso in giro: è successo a mio figlio poco più che vent'enne (l'ho messo incoscientemente al mondo quando avevo la sua età) assunto, in questo modo, da un'altra "grossa distribuzione" e, dalla tensione, di notte aveva gli incubi... ti fanno sentire proprio una merda!

    RispondiElimina
  16. Una volta ho avuto a che fare con un responsabile di 'sta gente: avrei dovuto fare un sito per un gruppo locale di soci. Tempo 3 gg e l'ho mandato aff...

    RispondiElimina
  17. Le schedature per chi sta a capo?
    Sveglia Ernest, la GDO è una slot machine che distribuisce slogans e incamera profitti.
    20 giorni di contratto?
    Mi sono passati davanti centinaia di contratti di 7 giorni e non era un bel vedere, entravano e dovevano passare da me, uscivano e dovevano tornare da me.
    Mi sono incattivita con l'odierna sinistra a furia di vedere sorrisi di circostanza o occhi velati, non parlo di ragazzi di 18 o 20 anni, parlo di chi aveva 30 o 40 anni.
    Domani, festa dei lavoratori, la grande distribuzione organizzata ha vinto la sua battaglia, farà il funerale al lavoratore, sono tutti aperti.
    Che facciamo, continuiamo a dirci che è colpa del califfo o ci guardiamo negli occhi e ammettiamo che è anche colpa nostra che non sappiamo più difendere nemmeno i diritti più elementari. ?
    Buona giornata Ernest

    RispondiElimina
  18. Intanto scusate per il ritardo della pubblicazione dei commenti... il mio computer ieri ha cioccato!!!

    RispondiElimina
  19. @ilgrandemarziano. eh eh quanto è vera questa cosa, e l'incazzatura è tanta a tal punto da non riuscire a riempire il campo...
    @Matteo. esatto è un adeguamento verso il basso nel silenzio assoluto
    @ZioScriba. Lavhorror è tanto terribile quanto vera Zio incredibilmente Vera!!!
    @Sara. capisco Sara ma la realtà del grande commercio è questa mentre ci vogliono raccontare che sono sempre bravi e buoni, per quanto riguarda le feste è assurdo davvero assurdo, e naturalmente figurati se quelli rispondono
    @maraptica. il nulla avanza ovunque

    RispondiElimina
  20. @chit. già ricordo bene ci prendono anche per il culo

    RispondiElimina
  21. @ross. hai ragione ross si dovrebbe mettere un giorno per ricordarlo sempre San Precario... un miracolo da replicare davvero
    Grazie per il video, un saluto :)

    RispondiElimina
  22. @harmonica. hai detto tutto harmonica e lo hai detto benissimo, ed è davvero una realtà terribile che tra parentesi viene anche coperta
    @alberto. molto molto male
    @ReAnto. bisognerebbe proporlo davvero, e ci sarebbe davvero da ridere, anzi da piangere

    RispondiElimina
  23. @angie. è vero ti fanno sentire un merda, ti degradano, ti fanno sentire in debito come a dire "per favore datemi un posto di lavoro" ed è davvero terribile...
    Aggiungo che tuo figlio è fortunato ad avere una madre così, che ragiona e pensa in questa maniera... il paese si può salvare in questa maniera.
    un saluto

    RispondiElimina
  24. @dalle8alle5. e hai fatto assoluamente bene! Si meritano solo quello
    un saluto

    RispondiElimina
  25. Le feste? Beh se ancora non lo sai, sappilo:
    Coop di una qualsiasi città del regno sabaudo, resterà aperta il primo maggio. I lavoratori che intenderanno prestare la loro opera saranno volontari, è stato affisso un bel cartellone segna nomi e vuoi sapere chi è il primo che si è segnato come volontario? Ovviamente il delegato sindacale.
    Mah! Minu, minuziosamente ben informata

    RispondiElimina
  26. La COOP sei tu, chi t'incula di più?

    RispondiElimina
  27. @minu. grazie minu per la segnalazione... la rabbia sale ancora di più quando proprio quelli che dovrebbero tutelarci fanno cose del genere! E capita spesso, anzi troppo.
    un saluto

    RispondiElimina
  28. @sciuscia. direi che la nostra posizione è sempre quella con tanti...

    RispondiElimina
  29. Se la coop sono io... per citare nanni moretti... come sono fatto male, come sono fatto male...

    RispondiElimina
  30. Si è perso il mio commento tra le corsie della COOP?
    Buon pomeriggi Ernest.

    RispondiElimina
  31. @Tina. incredibile secondo me blogger inizia seriamente a cioccare... mi è arrivato ora insieme.

    RispondiElimina
  32. @tina. hai perfettamente ragione amica mia, hanno ditrutto e calpestato il lavoratore e i diritti, lo hanno deriso e denigrato, lo hanno messo in un angolo, e con il lavaggio del cervello mediatico hanno messo in testa alla gente che ci fanno un favore se ci fanno lavorare... ed è anche vero che una parte di quella che abusa del nome sinistra ha messo il lavoro nemmeno all'ultimo posto del programma, questo deve assolutamente cambiare, assolutamente!
    Buon pomeriggio a te Tina

    RispondiElimina
  33. Leggetevi questi:

    http://lavoratori-unicoop.blogspot.com/2008_02_01_archive.html

    http://lavoratori-unicoop.blogspot.com/2008/05/lo-strano-caso-del-licenziamento-alla.html

    RispondiElimina
  34. @harmonica. grazie... non ci sono parole!!!!

    RispondiElimina
  35. @cugi. GRANDEEEEEE! ti chiamo perchè via post è troppo lunga

    RispondiElimina
  36. che schifo!!!
    non si può andare avanti così ...
    i giovani non possono vivere in questo stato ... anche perché non si è giovani per sempre e non si può passare di 20 giorni in 30 o viceversa... nessuno avrebbe più un futuro....
    è assurdo!!!

    RispondiElimina

Latest Tweets

 
;