martedì 21 gennaio 2014

Che la sinistra via era smarrita

Mi domando seriamente se chi in questo momento si stupisce e urla contro le azioni e le proposte di Renzi si sia mai accorto che il sindaco di Firenze è così, lo è sempre stato e lo sarà.
Ci vogliamo stupire del fatto che vada a parlare con un condannato per evasione che ha drasticamente rovinato questo paese?
Vogliamo stupirci che faccia proposte che non sono di sinistra?
Urlare perché la maggioranza del partito democratico è d'accordo con la sua linea?
Bisogna mettersi l'anima in pace. Il partito democratico non è un partito di sinistra, trattasi del prolungamento della storia delle democrazia cristiana orfana del suo lato destro che sta ritrovando in questi giorni.
Quindi chi pensa di essere di sinistra ed è ancora all'interno di quel partito ne esca oppure rivaluti le proprie idee che probabilmente, anzi direi certamente, non sono di sinistra.
Stesso discorso vale per chi continua a votarlo per poi lamentarsi.
Credo che  a molti, e non parlo solo dei politici, piaccia dire si essere di sinistra senza esserlo. Qualcuno potrebbe direi perché fa figo, io dico perché in questa maniera si prendono ancora i voti di chi gioca a fare il comunista mentre parcheggia il SUV nel box.

21 commenti:

  1. Risposte
    1. La sinistra è davvero un'altra cosa...

      Elimina
  2. non smarrita, direi buttata alle ortiche

    RispondiElimina
  3. Oh.. finalmente sento qualcosa che mi fa capire cosa mi è successo politicamente negli anni passati e cosa sta succedendo ora! No, perchè a giudicare dalle riesumazioni cui sto assistendo da qualche settimana a questa parte ho paura che i cattivi siano a sinistra i buoni a destra, i ladri malfattori sempre in piedi e salvatori della patria e noi ce la becchiamo in cu...(ultima, tragica inoppugnabile verità).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il tuo finale racchiude la storia di questo paese direi... aggiungo che questo popolo sembra aver bisogno ogni volta di una salvatore della patria Berlusconi Grillo Renzi. Che dire...

      Elimina
  4. Che poi, mi sta dando fastidio come Renzi venga dato praticamente già come nuovo governatore d'Italia. Di Letta non si parla più (e comunque nessuno l'aveva votato), mentre Renzi è come se fosse il capo del mondo quando ha "solo" vinto le telefonatissime primarie.
    Oddio, ci vorrebbe un bel colpo di scena. Quanto ci godrei a vederlo messo male di colpo.
    E dovrà ricominciare il suo tour promozionale dstra-sinistra ritornando a fare l'ospitata dalla DeFilippi.

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Letta come Renzi è targato Dc, stessa cosa.

      Elimina
  5. a prescindere dal fatto che la sinistra dei nostalgici purtroppo oggi è finita non vedo niente di strano che Renzi patteggi su cose di vitale importanza per l'Italia (la legge elettorale e l'eliminazione del Senato) con il nemico storico Berlusconi, visto che il Grillo dei miei stivali è disposto, invece che partecipare, a buttare migliaia di voti nel cesso lamentandosi di tuitto e di tutti (ha buttato nel cesso anche il mio e difficilmente avrà un'occasione per farsi da me rivotare). Purtroppo Berlusconi c'è ed è difficile ignorarlo, lui i voti li usa sempre a proposito. Che poi non abbia fatto l'interesse di noi italiani, ma soltanto i suoi, è un altro discorso. Renzi sarà anche un gran chiacchierone ( un balafuss disen a milan) ma lameno qualcosa tenta di farlo evitare che si vada a votare con una legge elettorale impostaci dei GIUDICI.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come ho già detto per me Renzi può fare ciò che vuole... non è il mio segretario non è il mio partito esoprattutto non avrà mai il mio voto... tolto questo direi che sarebbe il caso che questo paese iniziasse a far a meno del Silvio condannato visto che ha danneggiato l italia in amniera irreparabile.
      Andare ad ascoltare il parere di chi ha fatto la sua fortuna come sappiamo... con chi ha emesso leggi vergognose e potrei andare avanti... Renzi poteva fare la sua proposta senza incontrare B. ma evidentemente la sintonia va oltre. Invece ora ci si ritrova di nuovo connle liste bloccate. Che dire... non c'è da meravigliarsi la DC NON CAMBIA MAI.

      Elimina
  6. bisogna prendere atto che probabilmente la Sinistra appartiene al passato, magari non ci piace, ma è così.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se per Sinistra intendiamo il vecchio Pc è chiaro... io credo che invece la sinistra sia li a portata di mano, i problemi che affliggono il mondo e il nostro paese potrebbero essere risolti da provvedimenti di sinistra. Il problema è che la gente è attirata da altre sponde e gli interpreti a sinistra latitano

      Elimina
  7. Se non sbaglio Rizzo ha resuscitato il PCI. Allora adesso so dove andare oppure SEL se non si fonde col pd.
    Un salutone,
    aldo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh Aldo fatico a darti una risposta.
      credo che Sel stia tramontando... che Civati giochi a fare il rivoluzionario e che io e te probabilmente alle prossime elezioni si andrà al mare :-(

      Elimina
  8. Ribadisco che ci vuole una vera sinistra, più vicina alle persone.
    In questi anni ho visto solo una frantumazione e molti egoismi, adesso è l'ora di tornare alle origini, ma ovviamente adattata ai giorni nostri.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si spera ma direi che per adesso mancano gli uomini

      Elimina
  9. Condivido ogni virgola.

    Faccio solo due appunti, fermorestando che condivido poco del programma renziano, all'epoca mi riconobbi in 16 dei suoi 100 punti programmatici:

    a)e' riuscito in un mese a defenestrare Cuperlo e Fassina, che, credimi, sono due personaggi lontanissimi dalla sinistra per come la intendo io.
    b) e' riuscito a prendersi l'attenzione mediatica, che giocoforza era da ventanni nelle mani del nano e troiame al seguito.

    Cio' non toglie che io non mi riconosca nei suoi programmi, ma almeno non sono piu' costretto a sopportare i sermoni delle Finocchiaro, dei D'Alema, dei Fassino e delle Bindi.

    Non e' poco.

    Hasta
    Zac

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Zac
      eh eh lo so che sei ben lontano da Renzi :-)
      vero in poco tempo ha messo alla porta questi personaggi.
      Il problema rimane però ciò che è il pd cioè non un partito di sinistra e quindi non ci possiamo aspettare decisioni di sinistra, bisogna mettersi il cuore in pace e capire che il Pd non è altro che il prolungamento della costola di sinistra della democrazia cristiana.
      Solo uscendo da li si può fare qualcosa di sinistra e non come sta facendo Civati che francamente mi sta deludendo commentando ogni volta i provvedimenti con i "ma" e "i però".
      Sulla questione mediatica hai ragione, ma proprio perché Renzi è un prodotto del belusconismo, e andando a parlare col nano gli ha ridato importanza.
      Che dire.. siamo sempre messi male a prescindere da ciò che succede compagno.
      Hasta

      Elimina
  10. Io, sarà che vedo troppi telefilm, mi sono proprio immaginato un piano partito dal famoso incontro ad Arcore...pensa te come sto messo :-/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ah ah attenzione che potresti anche avere ragione... l'incontro col delfino. Mamma mia un horror!

      Elimina
  11. Ciao Ernest,
    la mia primissima impressione su Renzi è che appunto non si trattasse altro che del delfino di Berlusconi. Non ho ancora tutti gli elementi per poterlo gridare a gran voce ma da allora Renzi non è riuscito a farmi ricredere,eppure cosa vuoi che gliene freghi a lui del parere dei singoli quando gli si stanno spalancando tutte le porte possibili e immaginabili? Certo,non mi dimentico mica di Berlusconi..praticamente io sono nata con lui! Ho 22 anni e Berlusconi è stata per me una figura irremovibile! Peggio di Babbo Natale: almeno raggiunta una certa età smetti di crederci e non ti aspetti più ritorni...e invece con Silvio,non si può dire lo stesso!

    RispondiElimina

Latest Tweets

 
;