lunedì 20 ottobre 2014

Gratta e vinci l'educazione

Me lo ricordo come se fosse ieri. Da piccolo quando accompagnavo i miei genitori in edicola a prendere il giornale, mi guardavo attorno attirato dalle bustine con dentro giocattoli e quant'altro. Non ero uno che chiedeva sempre ma come tutti i bambini avevo le mie esigenze.
A volte venivo accontentato, quasi sempre, a volte no, come è giusto che sia con tanto di spiegazione sul perché non chiedere sempre ciò che si vede in vetrina.
L'altro ieri in un edicola ho assistito ad una scena da nuovo millennio. 
Una bimba entra con il padre...
"Papà guarda che bella questa bustina, la prendiamo?"
"Aspetta... prima giochiamo", dirigendosi verso il video poker, "e se vinciamo compriamo."
Educazione da gratta e vinci.


37 commenti:

  1. Ormai la gente s'affida solo più al gioco d'azzardo per avere qualche speranza di vivere (e chi gestisce il gioco d'azzardo, lo stato in primis, ci marcia, altroché se ci marcia). Degrado totale della società; chissà quanto dureremo.
    (N. B.: occhio allo strafalcione nel titolo!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo con quello che dici... nel caso specifico mi domando veramente che insegnamento si dia al proprio figlio dando una risposta del genere...
      Grazie per la dritta sull'errore :-)

      Elimina
  2. Io come sai sono un amante del Gioco, ma quelle stupide macchinette rovinafamiglie andrebbero abolite con una legge urgente: una legge di due righe e mezza, confezionabile in mezza giornata e applicabile nella mezza giornata successiva.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Zio se poi penso che in Tv passa anche al pubblicità per invitare a giocare...

      Elimina
  3. La cosa grave è che in edicola abbiano il videopoker! Oo

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh ma ormai cosa vuoi che vendano i giornali? :-)

      Elimina
  4. Invece della certezza dei diritti, la fatalità della fortuna.
    Come siamo arrivati fin qui?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mi vengono in mente un po' di cose...

      Elimina
  5. penso che sia un chiaro segno dei tempo in cui viviamo, questo accanimento per il gioco. le persone ricercano il colpo di fortuna, magari quello tanto grande da cambiargli la vita (illusione, naturalmente) perchè probabilmente sono convinte di non poter cambiare le cose altrimenti. ed è veramente triste questa situazione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si vero... ci si butta su macchinette e quant'altro... e troppo spesso si buttano risposte ai bambini così senza pensare al danno che magari stai facendo in quel momento..

      Elimina
  6. Il titolo "Gratta e vinci l'educazione" mi sembra invece perfetto.La cultura e l'educazione sono solo questione di soldi..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Soldi che tra parentesi non spendono...

      Elimina
  7. E comunque credo, che non tutti i genitori siano così altrimenti siamo senza più speranze.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo credo anche io... ma ce ne sono tanti purtroppo mi vengono in mente parecchi esempi

      Elimina
  8. Dovrebbero fare anche il pagamento delle tasse con i videopoker: sicuramente ci sarebbero schiere di giocatori incalliti felici di finanziare lo Stato anche al posto mio... :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ah ah attenzione che potrebbero prenderti in parola!

      Elimina
  9. Educazione moderna ;)
    A presto... Dream Teller ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. decisamente troppo moderna, grazie a presto!

      Elimina
  10. Da brivido.
    Se proprio vuoi sputtanarti i soldi almeno fallo come si deve, seduto al tavolo con gli amici, un bichhiere di qualcosa di buono e un grande posacenere, poi gioca due centesimi o due miloni, vedi tu, ma almeno se non sei tu a vincere lo farà qualcuno che conosci e vedi in viso.
    Se ci si deve affogare meglio farlo nel mare che in una pozzanghera

    RispondiElimina
    Risposte
    1. certa gente sottovaluta quanto possano essere delle spugne i bambini rispetto a quello che diciamo e insegnamo

      Elimina
  11. anche io credo che non tutti i genitori siano così. Per fortuna. Non mi sento di giudicare, solo mi viene dentro una tristezza infinita. ....Io andavo da sola, a 8 anni, a comprare il quotidiano al mio babbo in edicola, la domenica mattina. Costava 70 lire (....e questo te la dice lunga sui miei anni....) e le bimbe di otto anni giravano il quartiere da sole.Emanuela
    ps- anche a me spiegavano che non sempre si può ottenere tutto ciò che si vede in vetrina!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si chiaro difficile giudicare... dico solo che si va troppo veloce sempre e quindi anche le risposte ai bambini troppo spesso rientrano nella frenesia della giornata, facendo dei danni a volte

      Elimina
  12. Una risposta agghiacciante, che promuove il vizio, o comunque l'azzardo, a risorsa: deleterio per lo spirito e il portafoglio!
    Fata C

    RispondiElimina
  13. Risposte
    1. Eh già... siamo anche in questa situazione perchè ci siamo dimenticati di ciò che sta alla base dell'educazione

      Elimina
  14. Speriamo ce ne siano ...non troppi, così. Un brivido mi percorre la schiena.

    RispondiElimina
  15. dimmi che l'ha fatto di nuovo, si è mangiato il commento :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oops Amanda! ho controllato ma non lo trovo... ora sono curioso cosa avevi scritto?

      Elimina
    2. dicevo una cosa tipo: si attraversa col rosso col bambino per mano, ci si gioca la casa col bimbo al seguito, ma un NO detto quando serve, quello non si dice mai

      Elimina
  16. Come dice Alberto è vero che non tutti i genitori sono così, ma il condizionamento mediatico di speranze ne lascia davvero pochine. Anche se quando ai concerti di Lolli vedi ragazzi di 20 anni pensi che forse non è tutto perduto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si Nico concordo... non è tutto così. Qui a Genova abbiamo ancora sotto gli occhi l'impegno e la presenza dei giovani per la propria città invasa dal fango. Però diciamo che cattivi maestri in giro ce ne sono tanti...

      Elimina
  17. Purtroppo il gioco ha rovinato molte famiglie.

    RispondiElimina
  18. naturalmente lui però era un padre eterosessuale, perchè è la cosa che più conta nell'educazione dei figli!

    RispondiElimina

Latest Tweets

 
;