mercoledì 20 gennaio 2010

Lentamente muore la democrazia... il processo breve passa al senato

Via libera di Palazzo Madama, in prima lettura, al disegno di legge sul processo breve, che passa ora all'esame della Camera. L'Aula ha approvato il provvedimento con 163 voti favorevoli, 130 contrari e 2 astenuti. Protesta dell'Idv, scontro con alcuni deputati del Pdl: sono intervenuti i commessi, poi seduta sospesa dal presidente Schifani. All'esterno sit-in di protesta del 'popolo viola'. Alle 16 la relazione del guardasigilli Angelino Alfano sull'amministrazione della giustizia a cui seguirà il dibattito.
Repubblica



"Assistiamo a un revisionismo reazionario che apre la strada alla democrazia autoritaria, da noi e nel resto del mondo. Uno di quei cicli storici che dimostrano che anche la libertà ha le sue stagioni.[...] C'è stata una mutazione capitalistica, una rivoluzione tecnologica di effetto obbligato: ricchi sempre più ricchi, poveri sempre più poveri ed emarginati. È questa la ragione di fondo per cui la Resistenza e l'antifascismo democratico appaiono sempre più sgraditi, sempre più fastidiosi al nuovo potere. Padroni arroganti e impazienti non accettano più una legge uguale per tutti, la legge se la fabbricano ad personam con i loro parlamenti di yes-men." Giorgio Bocca...

...qui ci stanno eliminando piano piano...

"L'indifferenza opera potentemente nella storia. Opera passivamente, ma opera", Antonio Gramsci...

...e noi non possiamo più rimanere indifferenti.

12 commenti:

  1. I giochi sono già fatti da tempo.
    Solo ora si cominciano a vedere le conseguenze.
    Tempi molto bui ci aspettano.
    Dopo il brutto tempo, diceva mia madre, viene sempre il bello.
    Nella vita purtroppo, il tempo bello non viene mai da solo, dobbiamo prima costruircelo noi, con le nostre mani.

    RispondiElimina
  2. Ma se ci stufassimo veramente di sopportare che alternative abbiamo oltre al voto ed alle manifesatzioni per esprimere dissenso e fermare questo scempio?

    RispondiElimina
  3. Ha già rilasciato la prima intervista.

    "contro di me solo plotoni di esecuzione".

    Mi basterebbe un tir a tutta velocità o uno spegnimento dei motori dell'areo mentre vola con la sua coorte dei miracoli.
    Scusa Ernest, ma guardandolo e sapendo cos'è mi dico che molte donne avrebbero dovuto morire prima della pubertà, o almeno non nascere, noi diamo si la vita, ma generiamo troppi mostri.
    Tina

    RispondiElimina
  4. Questa cosa mi rattrista alquanto.

    RispondiElimina
  5. Al momento, l'unica alternativa che abbiamo è emigrare.

    RispondiElimina
  6. @magocamillo. concordo mago, il problema è che sembriamo davvero un popolo che non reagisce più, che sta fermo a prendere colpi da una parte e dall'altra
    @euterpe. purtroppo il popolo italiano non è un popolo che fa rivoluzioni
    @tina. siamo davvero accerchiati da mostri
    @lindalov. una tristezza infinita che ormai sembra entrata nell'abitudine
    @dalle8alle5. chiediamo asilo politico

    RispondiElimina
  7. oh mio dio: quando ho letto "lentamente muore" sono stato colto da un piccolo malore.
    non ci provare mai più a scrivere certe cose!

    e la frase di gramsci era un chiaro accenno all'omosessualità latente di matteotti.

    RispondiElimina
  8. @essere disgustoso. ok ed* te lo prometto non lo farò mai più, magari cambio parole le nascondo e dico che una cosa che assomigliava ad un paese sta andando giù come Apollo Creed colpito da Ivan Drago... uhm gramsci chi?!? sono persone pericolose quelle.

    RispondiElimina
  9. Ce l'hanno fatta finalmente, che bastardi.

    RispondiElimina
  10. @absinto. ci corrodono lentamente

    RispondiElimina

Latest Tweets

 
;