giovedì 30 settembre 2010

Il buio oltre la siepe




Il paese soffre davvero.
Non io in questo momento perchè per adesso un lavoro ce l'ho, per adesso, ma molti troppi sono veramente al limite. Si sta davvero giocando sulla pelle di persone che hanno la sensazione di essere in un vicolo cieco, che magari giustamente si aspetterebbero dalla politica delle risposte che più o meno condivise, delle prese di posizione, dei tentativi di risolvere la crisi di un paese, risposte che dovrebbero essere immediate.
Invece da mesi assistiamo ad un misero teatrino tra quello di sopra nel video scopertosi paladino della giustizia e l'imperatore che gioca col giocattolo chiamato Italia e un'opposizione che dovrebbe presentare proposte concrete invece di litigare sul fatto se conviene o non conviene schiacciare l'occhio ad esempio a uno come Rutelli.
Abbiamo ascoltato tante cose, come i fuori onda, visto piantine di case che nessuno di noi potrebbe mai permettersi, sentito dichiarazioni di Fini del tipo "il mandante delle porcate è Silvio", altrettante risposte dall'altra parte, minacce di dimissioni, di crisi, di mancata fiducia in virtà di una giustizia che va difesa per rimanere poi spettatori di paganti di dichiarazioni del genere firmate dal Robespierre mancato Bocchino..."Noi sulla legalità non arretriamo di un millimetro. Siamo disponibili a votare il lodo Alfano costituzionale. Siamo favorevoli al provvedimento, ma non a mettere in mezzo altre cose che possano arrecare danni ai cittadini".
E' brutto davvero brutto vedere che esiste un muro tra paese reale e politica, una siepe oltre la quale sembra esserci il nulla, il vuoto tra iproblemi nostri quotidiani e chi avrebbe il dovere di risolverli. Non si assume più, si licenzia, si fanno solo contratti a termine, tempo determinato, ti prendono ti assumono per un po', il giorno prima dicono che sei indispensabile e il giorno dopo in un corridoio ti danno il ben servito, qui a Genova anche la Fincantieri sembra in pericolo. I dati sono sempre più preoccupanti...


...siamo come quei pupazzi con la carica che di fronte ad un muro cercano sempre di andare avanti rimanendo fermi, in attesa che arrivi una mano per metterli sulla strada giusta.

23 commenti:

  1. Sai io penso che comunque non ci si possa aspettare un cambiamento/miglioramento della classe politica, disgiunto, anzi consequenziale a un cambiamento del nostro modo di vivere. Siamo dentro ad un sistema dove il consumismo è elevato a virtù...
    Ieri passando lungo il torrente ho visto un'amica con il suo bimbo di 4 anni, lui giocava a tirare i sassi nel torrente e si divertiva un mondo. In una bella giornata si sole ci sarebbe dovuto essere pieno di genitori e bambini lungo il torrente, a due passi (due!) dalla città: invece c'erano solo loro. C'è qualcosa che non va e non è colpa solo della politica...

    RispondiElimina
  2. berlusconi è morto,
    adesso dobbiamo trovare il modo di farlo sapere anche agli italiani.

    RispondiElimina
  3. La situazione è moooolto più brutta di come la raccontano i cosiddetti dati pubblici, che sono "gestiti" e resi noti da chi ha in mano il potere.
    Non so per quanto la gente potrà ancora farcela a campare senza un lavoro sicuro, una tutela, degli ammortizzatori sociali e, last but not least, nessuna prospettiva in cui sperare.

    RispondiElimina
  4. L'immagine dei pupazzi a carica è tremendamente efficacie. Gli italiani sono proprio così.

    RispondiElimina
  5. La cosa peggiore è che non si vede luce. Ogni tanto mi metto a pensare a come potrebbe migliorare qualcosa, ma niente, buio pesto.

    RispondiElimina
  6. Azz che dire, qui si fa quel che si può. Speriamo che si possa tutti insieme presto. ;)

    RispondiElimina
  7. @laVolpe. si speriamo

    @CoB. a volte sembra davvero così

    @giudaballerino. :) si mi immagino proprio un popolo del genere

    @dalle8all5. è proprio quello il punto di queste cose quelli non ne parlano più se non a grandi lineee

    @ilRatto. difficile... trovarli gli italiani

    @sara. si sara è vero la classe politica è specchio del paese e viceversa, sembra però che la vadano a finire sempre quelli che poi si dimenticano dei veri problemi
    un saluto

    RispondiElimina
  8. E' tutta colpa della Germania, hanno disoccupati in meno perché li spediscono in Italia.
    Bisogna chiudere le frontiere.
    Scusa se la butto sullo scherzo, è una forma di autodifesa..

    RispondiElimina
  9. La verità è che abbiamo politici che ancora parlanmo di complotti "demo-pluto-giudaico-massonici" quando contesti il loro modo di governare.

    RispondiElimina
  10. Ernest scusa come vuoi che si occupino dei nostri problemi con tutto l'impegno che devono riversare per occuparsi dei "loro" problemi? Eh, voglio dire, tra case da gestire, cognati ingombrati etc.

    RispondiElimina
  11. tra un po' ci finirà la carica e nessuno di loro (sempre che ce ne siano) avrà l'intenzione di girare quella chiavetta! :/

    RispondiElimina
  12. Ogni giorno che passa quel muro si alza sempre più. Il dialogo tra eletti ed elettori è interrotto da tempo.
    Restano i fanatismi, ma anche lì non c'è dialogo; sono proclami unilaterali, accolti da applausi scroscianti dai seguaci e da proteste vibrate quanto inutili da parte degli altri.
    Gli insulti alle parti avverse sono ormai istituzionalizzati; anzichè indignazione suscitano soltanto ilarità...
    La barca Italia sta affondando, ma i salvagente sono limitati ai politici e ai grand commiss; gli altri, il popolo che li ha mandati per governare ed amministrare, sta annegando, e loro se ne fregano altamente.
    Che amarezza, che sgomento, che rabbia!

    RispondiElimina
  13. Salve, vi chiediamo di diffondere la notizia a questo link: http://fogliaonline.blogspot.com/2010/09/magliano-sabina-scorie-nucleari-la.html
    per sensibilizzare tutti riguardo questo grave problema e cercare di evitare il peggio.
    Grazie e scusate il disturbo.

    RispondiElimina
  14. la farsa continua ernest, e tutti noi ci siamo dentro fino al collo, come ha detto inneres.
    quel video girato tempo fa è ridiventato attuale...ma non pare freghi nulla a chi, come hai detto in un altro blog, non intende assolutamente mollare il potere.

    RispondiElimina
  15. Non voglio più fare ipotesi, sono reduce da annozero e vedere la faccia di la russa mi faceva pensare che non sono sicuri, sentendo come interrompeva e con quali argomenti mi ha convinta che se non ci diamo una mossa a mandarli via, si radicalizzano.
    Tina

    RispondiElimina
  16. La situazione italiana è gravissima e gli italiani sono ipnotizzati dal grande fratello mediatico, l'europa nel breve potrebbe obbligarci ad altri sacrifici per via del nostro debito pubblico e questi ulteriori sacrifici li pagheranno totalmente i cittadini. Non c'è niente per stare allegri e fiduciosi ...

    RispondiElimina
  17. Un'estate di commenti, di dietrofront, di musi lunghi, di inciuci... e poi alla fine gli hanno votato pure la fiducia... Fini ed il suo partito sono destinati a prendere lo 0,000001% dei voti alle prossime elezioni.

    RispondiElimina
  18. @CogitoergoVomito. si quello potrebbe essere il loto destino oppure dare vita ad un partito di centro con quelli che sono sempre pronti a riformare la vecchia Dc

    @nientebarriere. si il punto è che Europa o no sono sempre le solite classi (perchè esistono ancora) a rimanre al palo

    @Tina. quando mettono in campo La Russa vuol dire che sono in difficoltà, quello è il disturbatore di ruolo
    un saluto

    @nico. si la sensazione è proprio quella, non vogliono mollare il potere

    @inneres. sommersi

    @gattonero. vero

    @petrolio. semrpe li fermi

    @sara. eh già quelle sono le loro priorità, noi non siamo neanche in agenda

    @magocamillo. sottoscrico sia il commento ironico sia l'altro
    saluti mago

    @foglia. ok

    RispondiElimina
  19. nerono in confronte era un dilettante ! Secondo me però cantava meglio...

    RispondiElimina
  20. @giardigno65. decisamente meglio e poi lui ha apicella!

    RispondiElimina
  21. siamo in una situazione in cui ci auguriamo che si vada ancora più a fondo per avere la scintilla di reagire. perlomeno è quello che penso.

    RispondiElimina
  22. @harmonica. e credo che tu abbia ragione

    RispondiElimina

Latest Tweets

 
;