martedì 25 febbraio 2014

No dai scherzavo!

"No veramente non mi va, ho anche un mezzo appuntamento al bar con gli altri. Senti, ma che tipo di festa è, non è che alle dieci state tutti a ballare in girotondo, io sto buttato in un angolo, no...ah no: se si balla non vengo. No, no...allora non vengo. Che dici vengo? Mi si nota di più se vengo e me ne sto in disparte o se non vengo per niente? Vengo. Vengo e mi metto così, vicino a una finestra di profilo in controluce, voi mi fate: "Michele vieni in là con noi dai..." e io: "andate, andate, vi raggiungo dopo...". Vengo! Ci vediamo là. No, non mi va, non vengo, no."

Questo pezzo da cineteca di Ecce Bombo di Nanni Moretti credo possa rappresentare la situazione di alcuni senatori e deputati del Pd che ieri hanno votato la fiducia al governo Renzi e che oggi faranno la stessa cosa alla camera. 
In particolare i cosiddetti civatiani, presenti anche al governo in un ministero, che tramite la voce, i post e i tweet del loro leader Pippo Civati in questi mesi hanno sempre attaccato il modo di fare del loro partito e soprattutto del nuovo Vate fiorentino. Mi ricordano quelli che parlano sempre di scioperi e rivoluzioni e poi in piazza non ci scendono mai.
Quindi giunti al momento di direi NO, con la possibilità di  creare uno schieramento di sinistra, vero, capace di abbracciare diverse aree e movimenti schiacciati dal centrismo del partito democratico... a quella festa ci vanno, senza stare neanche tanto in disparte.

18 commenti:

  1. Sarebbe stato uno schieramento funzionante?

    Moz-

    RispondiElimina
  2. E' che essendo intellettuali, sono molto bravi a teorizzare.
    Se però c'è da da passare alla pratica, non ce la fanno. O, peggio, disdegnano di sporcarsi le mani.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' un vorrei ma preferisco stare qui intanto un seggio lo trovo sempre, perché in questo paese il Pd, a meno che la gente non inizi davvero a pensare, arriverà sempre almeno al 20%. Posto assicurato

      Elimina
  3. La citazione morettiana è perfetta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. lo vedo Civati nella penombra che dice vengo... non vengo... dai ci vediamo li... non vengo...

      Elimina
  4. A parole son sempre tutti tanto bravi...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aggiungerei visto l'era digitale...a social network son tutti buoni. :-(

      Elimina
  5. Un pò ci avevo creduto. Solo un pò, senza esagerare, però. Ma se ne andassero tutti a ciapà i ratt !

    RispondiElimina
  6. Altra delusione.
    Ma ormai fa meno male.

    RispondiElimina
  7. Uno schieramento a sinistra?
    Dove lo danno questo film?

    RispondiElimina
  8. Caro Compagno Ernest, non posso che darti ragione, con mio sommo dispiacere.
    Non ce la faccio ancora a scrivere da me, allora ieri ho pensato che sarei passto di qua a provare ad esprimere un pensiero.

    Come ben sai, conosco personalmente Pippo da anni (ah, vorrei ricordare a dalle8alle5 che se c'e' un politico in Italia che si sporca le mani questi e' Pippo, vogliate credermi) e non mi sarei MAI aspettato un suo empasse come quello a cui stiamo assistendo in questi giorni.

    La scelta di indirre un sondaggio in rete (gliel'avro' detto venti volte) e' cio' che di peggio si poteva fare.

    La costituzione italiana prevede che un deputato, una volta eletto, passi cinque anni della propia vita a far si' che le proposte enunziate al proprio corpo elettorale diventino leggi.
    Da NESSUNA parte sta scritto che ogni tott il deputato medesimo debba interpellare i propri votanti.

    Un errore CLAMOROSO.

    Ad ogni buon conto, resta il problema della fiducia, e qui proprio non comprendo, c'erano gia' pronti circa 25 deputati provenienti da Sel, dal M5S e dal Pd disposti a creare un nuovo gruppo parlamentare capeggiato da Pippo, invece nisba, niente di niente.

    Caro Compagno Ernest, sono affranto, in 30 anni di politica attiva non mi ero mai imbattuto in una tale situazione.

    Non so' come andra' a finire, di certo non come volevo io.

    Hasta
    Zac

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Zac
      mi dispiace davvero perché so quanto hai investito in tutto ciò. Non ho mai votato Pd ma alle ultime primarie sono andato a votare Civati perché credevo potesse davvero riportare l'asse a sinistra che ormai è davvero perso.
      Invece davanti alla possibilità di strappare e fare qualcosa anche Civati ha deluso.
      In queste ora sta scrivendo molto su Facebook come se si sentisse in colpa, ed è vero. Ha perso al faccia e credo che la sua carriera finirà all'interno di un partito che sta prendendo una deriva assurda grazie a Fonzie.
      Non capisco poi questa moda dei sondaggi in rete... che tra parentesi possono essere anche sballati. In vari ambienti si sente la voglia di sinistra, anche nel sindacato, invece sembra che chi può fare qualcosa ogni volta rimandi questa voglia giù negli abissi.
      Che dire... credo che finiremo per votare qualche partito che non arriverà più in parlamento, staremo nelle riserve a parlare dei valori che molti continuano a dire che non servono più, che sono vecchi quando invece potrebbero salvare il paese.
      Un abbraccio compagno!

      Elimina

Latest Tweets

 
;