venerdì 28 marzo 2014

Chi è rigido?

Oggi dall'alto dei suoi 495mila euro all'anno il signor Visco Ignazio, governatore di Banca d'Italia, ci spiega che i colpevoli del mancato sviluppo sono le imprese e i sindacati a causa della loro rigidità.
Premettendo che non bisogna essere ottusi e ammettere che alcune volte non sono solo i politici a sbagliare, mi viene in mente però che da anni ormai i lavoratori hanno perso diritti e  forza contrattuale vedendo stracciare i contratti nazionali dal primo Marchionne che capita.
Chi sarebbero i rigidi? Noi? Noi che ci vediamo spostare di mansione da un giorno all'altro?
Noi che ci vediamo disdettare un contratto da un giorno all'altro?
Noi che se non firmiamo un contratto veniamo discriminati?
Noi che non ci vediamo riconosciuti arretrati che ci dovrebbero dare per legge?
Noi che siamo sottopagati?
Noi che abbiamo stipendi fermi da anni?
Noi che l'ultima volta che abbiamo preso un premio di produzione ce l'hanno dato in fiorini?
Noi che dopo anni di lavoro ci vengono a dire che non abbiamo titoli per lavorare?
Noi che veniamo tagliati, messi in mobilità, cassa integrazione, spediti nel giro di poche ore in un'altra regione?
Chi è rigido quindi?

39 commenti:

  1. Se si continua così, temo che rigidi saranno loro, dentro le casse da morto: prima o poi qualcuno la farà, la pazzia, temo!

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo è il paese del silenzio... dove ci si lamenta ma le piazze rimangono vuote e quando si vota la gente si rintrona

      Elimina
  2. Questa di Visco fa il paio con il troppo "choosy" della, non rimpianta, Fornero.
    E induce a dire le stesse cose, al riguardo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahhhh "choosy" come dimenticarlo!

      Elimina
  3. La parola chiave di tutto il tuo post è proprio "dall'alto"...il sig.Visco ha forse perso qualche dettaglio della storia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è sempre una questione di alto e basso... noi sotto e loro sopra

      Elimina
  4. Qualche giorno fa, avevo fatto anche un post su un episodio che interpreto offensivo verso i lavoratori:
    http://websulblog.blogspot.it/2014/03/siamo-felici-di-che.html

    RispondiElimina
  5. Noi che - e non ce lo scordiamo mai - guadagniamo meno del nostro titolare?

    RispondiElimina
  6. Premettendo che il signor Visco Ignazio tutte le mattine nel caffè mette qualcosa di bianco che non è zucchero, mi sento di dire che però ha "ragione" perchè gli italiani pretendono cose assurde come lavoro, casa, diritti, buona sanità, buon governo... sono troppo esigenti, dovrebbero, secondo Ignazio, imparare meglio la goniometria e studiarsi bene gli angoli: quello perfetto che vuole Ignazio misura 90 gradi.
    Un saluto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eh siam gente così pretendiamo vogliamo e chiediamo e se non otteniamo... stiamo zitti :-(

      Elimina
  7. E aggiungerei anche che è colpa di noi pensionati a cui per 3 anni hanno bloccato l'adeguamento della pensione al costo della vita; perché noi abbiamo avuto la sfortuna di superare i 1000 euro al mese!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. appunto... se parliamo di adeguamenti e di blocchi degli stipendi mi sale la rabbia

      Elimina
  8. Visco ha ragione.
    Ci sono troppe rigidità.
    Non si può perdere sempre senza dare segno di vita.
    Tutta questa rigidità è segno di "rigor mortis".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mago siam troppo rigidi io l'ho sempre detto

      Elimina
  9. ...mi son fermata su una parola che sembra quanto mai lontana da tutti noi...
    dirittto...
    non lo so perché ma a me, nel sentirla, viene automaticamente in mente "rovescio"...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. oggi la parola diritto ha quasi perso significato purtroppo...

      Elimina
  10. poverino, rispetto a Moretti è un morto di fame!

    RispondiElimina
  11. Che ad aver lo stipendio fermo devi anche essere fortunato..
    (ansia da futura inoccupata)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. purtroppo e per questa cosa se ne approfittano...

      Elimina
  12. non ne posso più, prima il coglio-coglio coi bamboccioni, poi la goloide con choosy, i ristoranti sono pieni diceva il pluri condannato b.ma questi dove c...o vivono?

    RispondiElimina
  13. Nessun schieramento politico, anche i grillini,, hanno pensato alla classe più tartassata e massacrata dalla Fornero e successori:I PENSIONATI E GLI ESODATI senza tener conto che hanno figli in cassa integrazione,disoccupati e con mutui casa.ONERROSI GRAZIE ALL'EURO.L'economista( ?)MONTI ha perso tutti i voti dei pensionati e così sarà la FINE delle altre forze politiche.PENSIONATI ed aESODATI non VOTO

    RispondiElimina
  14. Le solite risposte neoliberiste dei vecchi politici.... e il loro fallimento lo paghiamo noi. Visco vada s casa.

    RispondiElimina
  15. L'unica rigidità che vedo è quella del grosso palo che ci sta entrando dove non dovrebbe...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ho come la sensazione di avere capito...

      Elimina
  16. rigidi? Come direbbe Totò "ma mi faccia il piacere!!!"
    comunque al Dott. Ignazio va detto che la rigidità non è nulla di fronte alla corruzione e all'abuso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e ma lui quelle parole non le conosce!!!

      Elimina
  17. Sai perchè sono latitante?

    Perchè renderei rigido lui e Moretti e una buona dose di polituncoli da strapazzo, ma scrivendolo rischio di infilarmi di nuovo nei casini del 1968/86, e si, ho passato quasi un ventennio a farmi fare il contropelo dalla digos, ma cazzarola, questi sono peggio di quelli che abbiamo avuto noi.
    Altro che Fanfani e Andreotti, di questo passo renderanno i giovani emuli dei carusi che si calavano nelle cave siciliane per estrarre sale e dei picciocchi sardi che si calavano nelle miniere di carbone...siamo tornati indietro di 100 anni e la reazione è zero.
    Hasta Ernest
    Tina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Tina
      ti capisco il periodo è davvero difficile e a volte viene meno la voglia di lottare e di scrivere... a me spaventano molto i nostri concittadini che non si smuovono anche per cose più piccole. E ci si ritrova sempre tra pochi intimi
      difficile davvero difficile...
      hasta tina

      Elimina
  18. Ha ragione lui. E' colpa nostra. Rigidi nella posa adatta per continuare a prendere calci nel sedere...

    RispondiElimina
  19. Se non scrivi un nuovo post ti buco le gomme dello scooter !
    ;)

    RispondiElimina
  20. Ci sarà sempre qualcuno che sta sotto, Bisognerebbe riuscire a fare in modo che non ci sia qualcuno che sta TROPPO sopra.
    Cristiana

    RispondiElimina

Latest Tweets

 
;