martedì 6 luglio 2010

Quei cachi ancora appesi




Treno soppresso per guasto sulla linea.
Treno in ritardo di 20 minuti.
Trenitalia si scusa con la gentile clientela ma il treno subirà un ritardo di circa un'ora.
E' il capotreno che vi parla ci scusiamo ma l'aria condizionata non è in funzione su questo treno.
Ci scusiamo ma per questo viaggio il servizio bar non sarà disponibile.
Finestrino rotto
Porta che non si chiude
Cuscini bucato
Cuscino talmente sporco che nemmeno gli scarafaggi ci passano sopra.
Treno che lascia in pendolari a terra
Tratta Genova-Torino come se fosse una Grimaldi extra lusso.
E poi la chicca solita dell'altoparlante... il treno num novec è in part dal bin vent grazi per l'ascolto...


Beh non potevano mancare all'appello della corruzione le nostre amate ferrovie. Quelle dei dirigenti con stipendi d'oro, quelle delle liquidazioni di faraoni che prendono per un anno, a volte anche meno, di lavoro.
In questo caso come si dice... cornuti e mazziati. Si perchè la procura di Napoli ha emesso 5 ordinanze di custodia nei confronti di ex dirigenti di Trenitalia e imprenditori colpevoli secondo i pm di "pilotare in modo sistematico e seriale" gli appalti. Parliamo di 10milioni di euro, manutenzione delle carrozze già proprio quelle che dove siedete ogni mattina e di qui conosciamo lo stato, per questi oltre a ottenerlo in maniera decisamente poco chiara il lavoro viene da chiedersi come le facevano e soprattutto se lo facevano.
Si parla di "sistema criminale"..."ancora a tutt'oggi operativo" dove "più che la libera concorrenza viene in rilievo un mercato manipolato ed egemonizzato da un cartello di imprese amiche". Tutti questi grandi manager fautori del mercato, della concorrenza assieme agli imprenditori sempre pronti a sbandierare il vessillo del capitalismo poi si trasformano in fautori di un solo interesse, il loro. Quindi in questo caso niente più mercato, niente più gara d'appalto, niente più concorrenza. Solo qualche incontro privato, qualche bella spintarella dal politico di turno o magari da qualche altro prelato che di questi tempi viene sempre bene è la gara è fatta... a senso unico si capisce.
Viene da chiedersi chi sarà il prossimo... protezione civile, grandi emergenze, case regalate a destra e manca e ora i treni che solitamente sono in ritardo ma su queste cose non vogliono stare dietro.
Era il 1996 e per Elio questa era la Terra dei cachi... che sono ancora li appesi all'albero.

34 commenti:

  1. che fine facciamo fare ai serial killer? 3) sistema criminale, sistema italia! paese di cachi… paese di m… Io a volte non credo o non riesco a immaginare che un'intera categoria di persone possa essere così stupida! Voi come lo chiamereste uno che sappia o che comunque immagini di essere beccato e continua imperterrito ad agire in maniera fraudolenta? A meno che non sia un Lupin della truffa, dell'appalto truccato, santiddio ci vuole proprio una bella faccia tosta a pensare che la si possa scampare sempre!

    RispondiElimina
  2. blogger oggi scrolla... appena guarito appariranno i commenti mi auguro! :(

    RispondiElimina
  3. Inoltre tutto questo si paga in termini di sicurezza: tanto se succede un incidente si può sempre appioppare la colpa al macchinista!

    RispondiElimina
  4. Stato, parastato, sanità, chiesa :corruzione e disonestà in tutto e per tutto!
    E pensare che uno degli strumenti di indagine, anche in questo caso, è stato l'uso delle intercettazioni..
    Ernest,tu m'insegni..se son rose fioriranno, se son cachi...

    RispondiElimina
  5. Le nostre tristezze quotidiane, la nostra rabbia di tutti i giorni.

    RispondiElimina
  6. e poi i soldi mancano sempre e soltanto per l'operaio...

    RispondiElimina
  7. i commenti continuano a non apparire abbiate fiducia... anche se io ne ho sempre meno su sta piattaforma!

    RispondiElimina
  8. E resteranno lì per anni e anni.
    Quando qualcosa non funziona come dovrebbe e nessuno cerca di risolvere il problema i motivi sono solitamente tre: incompetenza, menefreghismo o corruzione.
    Per l'ultima ci sono le galere, per le altre due non c'è niente da fare.
    In Italia, intendo.

    RispondiElimina
  9. direi che continuano ad avere problemi i commentatori provenienti da blogger...

    RispondiElimina
  10. @dalle8alle5. direi che quelle tre cosine che hai elencato stanno monopolizzando il nostro paese da parecchio!

    RispondiElimina
  11. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  12. e poi i soldi mancano sempre e soltanto per l'operaio...

    Harmonica

    RispondiElimina
  13. niente da fare non compaiono...

    RispondiElimina
  14. che fine facciamo fare ai serial killer? 3) sistema criminale, sistema italia! paese di cachi… paese di m… Io a volte non credo o non riesco a immaginare che un'intera categoria di persone possa essere così stupida! Voi come lo chiamereste uno che sappia o che comunque immagini di essere beccato e continua imperterrito ad agire in maniera fraudolenta? A meno che non sia un Lupin della truffa, dell'appalto truccato, santiddio ci vuole proprio una bella faccia tosta a pensare che la si possa scampare sempre!

    petrolio

    RispondiElimina
  15. provo a farli comparire con il copia e incolla

    RispondiElimina
  16. Inoltre tutto questo si paga in termini di sicurezza: tanto se succede un incidente si può sempre appioppare la colpa al macchinista!

    sara

    RispondiElimina
  17. Stato, parastato, sanità, chiesa :corruzione e disonestà in tutto e per tutto!
    E pensare che uno degli strumenti di indagine, anche in questo caso, è stato l'uso delle intercettazioni..
    Ernest,tu m'insegni..se son rose fioriranno, se son cachi...

    Grace (ma nana)

    RispondiElimina
  18. @sara. esatto poi alla fine il punto è quella e il dito sappiamo tutti su chi viene puntato

    @grace. eh... se pensiamo a tutto quello che sarebbe rimasto coperto senza le intercettazioni, c'è da piangere

    @petrolio. credo proprio che ormai queste persone diano per scontato che è meglio delinquere intanto prima o poi ci scappa un condono, un legittimo impedimento accompagnato magari da una bella candidatura

    RispondiElimina
  19. Le nostre tristezze quotidiane, la nostra rabbia di tutti i giorni.

    il giardino di enzo

    RispondiElimina
  20. @il giardino di enzo. ed è davvero terribile convivere con una quotidinità del genere
    un saluto

    RispondiElimina
  21. Spero che si sistemi presto sta menata dei commenti.

    RispondiElimina
  22. Su questi treni schifosi mia sorella pendolare si è beccata dei pidocchi talmente schifosi che nemmeno una tinta all'ammoniaca glieli ha debellati. Io uso poco il treno, quando mi capita metto un fazzoletto oppure non appoggio la testa. Anche lei fa così, ma li ha presi lo stesso.
    Aggiungo però che la colpa di questi treni schifosi non è solo dei delinquenti che lucrano sugli appalti: è anche il singolo, puzzone, maleducato, incivile, che non rispetta la cosa pubblica perchè è così pirla da pensare che non l' abbia pagata lui.
    Perchè in Svizzera i treni sono BELLISSIMI?
    Non nascondiamoci sempre dietro il governo ladrone, guardiamo ogni tanto anche i cittadini ladruncoli.
    E i ferrovieri stronzi: l'altro pomeriggio una povera anziana non è riuscita ad aprire quella cacchio di porta e il treno è partito, lasciandola sulla pensilina, mentre, che io sappia, il capotreno o non so chi ha il dovere di dare una controllata, prima di far ripartire il treno.

    RispondiElimina
  23. Su questi treni schifosi mia sorella pendolare si è beccata dei pidocchi talmente schifosi che nemmeno una tinta all'ammoniaca glieli ha debellati. Io uso poco il treno, quando mi capita metto un fazzoletto oppure non appoggio la testa. Anche lei fa così, ma li ha presi lo stesso.
    Aggiungo però che la colpa di questi treni schifosi non è solo dei delinquenti che lucrano sugli appalti: è anche il singolo, puzzone, maleducato, incivile, che non rispetta la cosa pubblica perchè è così pirla da pensare che non l' abbia pagata lui.
    Perchè in Svizzera i treni sono BELLISSIMI?
    Non nascondiamoci sempre dietro il governo ladrone, guardiamo ogni tanto anche i cittadini ladruncoli.
    E i ferrovieri stronzi: l'altro pomeriggio una povera anziana non è riuscita ad aprire quella cacchio di porta e il treno è partito, lasciandola sulla pensilina, mentre, che io sappia, il capotreno o non so chi ha il dovere di dare una controllata, prima di far ripartire il treno.

    Pimpa

    RispondiElimina
  24. @pimpa. Hai ragione concordo con quello che hai scritto. Tutto comunque parte dall'uomo, anche quei dirigenti sono uomini, messi da politici, votati dal popolo comunque, e la gente che sale non sta certo a montecitorio. Tolto questo direi che ormai sono anni che i treni sono in queste condizioni, parlano di investimenti ma vorrei proprio sapere dove vanno a finire questi soldi di certo non sulle tratte, e non sulle carrozze... qualcosa mi fa venire in mente l'Alta velocità.
    un saluto

    continuo a copiare e incollare i vostri commenti perchè blogger non mi funziona

    RispondiElimina
  25. A me qui sembra che i cachi non rimangano neanche più appesi, ma che siano già belli che marci da un pezzo, e che ci stiano piovendo in testa uno dopo l'altro.

    RispondiElimina
  26. L'amica Dalle8 dice che ci sono le galere per i truffatori, credo che per un momento abbia scordato che abbiamo un certo Alfano che provvede a vomitare Lodi pro truffatori, sono arrivata alla conclusione che bisognerebbe sostituire il lodo con un nodo, anzi, tanti nodi, poi tirare la corda.
    Buon pomeriggio Ernest, vedo che anche tu hai problemi con i commenti, non è che ci stanno selezionando ;-))

    RispondiElimina
  27. ma tanto qua in italia saper truffare, magari con classe, è considerata un'arte, eh ernest? :-(
    poi mi domando se viene fuori davvero tutto quello che dovrebbe venir fuori!

    RispondiElimina
  28. c'è proprio un problema ai server, visto che nemmeno le pagine principali si aggiornano regolarmente

    RispondiElimina
  29. Che mi dici sul treno che mi porterà a Genova il 20 luglio?

    RispondiElimina
  30. @russo. Amico mio quello e' un treno che non e' non sara' mai in ritardo, che non ha bisogno di rotaie e di stazioni, che viaggia grazie agl'ideali di liberta' e giustizia che portiamo dentro e che ci porterà ancora una volta a manifestare e chiedere giustizia ricordando a tutti e a quelli che vogliono rimuovere quei giorni
    un abbraccio russo!

    RispondiElimina
  31. ernest, volevo avvisarti che blogger ha nel marasma di ieri cancellato il tuo commento sul post degli eritrei mentre cercavo di risponderti. Mi spiace anche se ho capito che ieri blogger deve aver dato parecchio i numeri.

    RispondiElimina
  32. @loris. ciao loris, grazie per la segnalazione. Ieri blogger ha dato davvero i numeri nel forum c'erano parecchi messaggi di segnalazione errori ma il problema è durato parecchio, infatti ho copiato e incollato i commenti per evitare di perderli.
    Grazie un saluto

    RispondiElimina
  33. @ross. speriamo ross, però la sensazione è che facciano cadere quelli piccoli e quelli grossi rimangano sempre li tranquilli...

    @tina. ciao Tina
    dopo il delirio di ieri oggi pare che vada tutto bene, problema tecnico sembra di blogger, viene da pensare quanto siano fragili i nostri blog e come si possono ad esempio fermare
    buona giornata tina

    @nico. davvero chissà quante cose non sappiamo, questo d'altra parte è il paese dei misteri.
    un saluto

    RispondiElimina

Latest Tweets

 
;