martedì 20 luglio 2010

Un'avventura a gonfie vele


Eccomi.
Tanto per iniziare è andato tutto bene, ma credetemi in questo "tutto bene" non si riesce a racchiudere quello che i ragazzi e anche noi operatori abbiamo vissuto.
Ringrazio tutti voi per i commenti che avete lasciato, non ci sono parole per dirvi grazie ancora una volta, pubblico una parte di fotografie (430 in tutto) di questa splendida avventura.




Sto ancora ballando, niente mal di mare ma ora parecchio "mal di terra" della serie se mi accuccio ho l'impressione di essere ancora sul brigantino e ogni tanto mi manca il terreno sotto i piedi, ma pare che sia una cosa normale.


E' stato davvero difficile abbandonare quella nave e quell'equipaggio. Uomini, ragazzi splendidi che hanno saputo e sanno accogliere nella maniera migliore, e credetemi quasi inimmagginabile, chi ha bisogno di aiuto.
L'impatto con il mare e con la nave personalmente è stato difficile, nel senso che dopo qualche ora si ha l'impressione di non poter scappare, assaliti da una voglia incontenibile di camminare, poi però una volta passata la nave incomincia ad entrare dentro e rimane davvero.



I ragazzi hanno incominciato la loro vita sul brigantino logicamente con tutte le attenzioni del caso, lavorando sull'orientamento, esplorando i vari locali, stiamo parlando di scale, scalette, porte piccolissime a rischio testate (il sottoscritto ne ha preso parecchie) che all'inizio si sono presentati come ostacoli mentre alla fine sono diventati simpatici compagni di viaggio.


Giusto per la cronaca la prima notte passata nelle cabine a prora preso dalla smania di vedere il mare che era al livello dell'oblò ho centrato lo sportello dritto in mezzo alla fronte... un dolore che non vi dico... ma pare che faccia parte delle caratteristiche del marinaio prendere colpi sulla nave.
Giornate splendide vissute davvero come un equipaggio...
...sveglia alle 6.45 per preparare la colazione...
...8.30 riunione ai cerchi assieme al secondo comandante...
...pulizia della nave, ponte, cabine, bagni etc...
...attività varie tipo issare le vele (questa qui sotto è stata issata dai ragazzi), nodi, teatroterapia, orientamento sulla nave, lettura di racconti sul mare....


...preparazione del pranzo...
...apparecchiare la mensa...
...pranzo...
...lavaggio piatti...
...piccolo relax...
...altre attività organizzate da noi o dall'equipaggio...


...a volte il bagno (acqua spettacolare all'Elba, siamo stati a Portoferraio e Porto Azzurro)...


...preparazione cena e via di seguito per arrivare alla sera quando il tempo veniva decidato all'animazione...

Insomma ero partito scettico, con un po' di paure sull'accessibilità e sono tornato contentissimo per aver visto i nostri ragazzi autonomi in un ambiente particolare, felici di aver fatto un'esperienza del genere (come ad esempio quella di essere saliti sulla riva imbragati naturalmente, nella foto sopra potere vedere l'albero dove si sono arrampicati). Avreste dovuto vedere con che impegno i ragazzi hanno preso i compiti da eseguire sulla nave, attenti ai turni, alle scadenze, mai prese come un cosa noiosa ma come dovere da fare per il bene del gruppo. Sorrisi che difficilmente si dimenticano una volta visti.
Contento di aver trovato un'equipaggio e un comandante di una umanità incredibile. Ho sentito storie bellissime e anche tristi, storie di vita, di mare, ho sentito parlare siciliano, napoletano, romano, dialetti del sud fantastici, e un genovese unico a bordo come macchinista felice di sentir dire "belin".
Abbiamo assistito a spettacoli naturali che non si riescono neanche a descrivere...

...e a schifezze che l'uomo riesce a costruire in mezzo a un paradiso...


Persone e volti indimenticabili per i ragazzi e per noi, come il Nostromo di Napoli bravissimo a ballare latinoamericano, il direttore di Messina con la battuta pronta e il responsabile tecnico sempre di Messina a fare da spalla in ogni occasione, tre amici inseparabili.
Un'avventura da ripetere, sicuramente faticosa per noi operatori e per i ragazzi ma talmente bella e talmente particolare che la stanchezza non è mai salita a bordo.

33 commenti:

  1. Quando si ritorna con il cuore pieno di belle sensazioni e con la certezza di aver condiviso momenti unici non può che essere così.
    Complimenti ancora a te e tutti coloro che al tuo fianco hanno condiviso quest'avventura regalando a persone meno fortunate di noi momenti che non dimenticheranno.
    E fare qualcosa per il prossimo è ciò che in fondo rende le belle persone anche grandi!!
    Bravi ancora, tutt* e.... bentornato!!! ;-)

    RispondiElimina
  2. Bentornato, sono proprio contenta che sia stato così bello per te e per i ragazzi.

    RispondiElimina
  3. Hai anche appreso che esiste il brigantino.

    RispondiElimina
  4. @chit. grazie ancora, hai perfettamente ragione. Un'esperienza del genere rende le sensazioni ancora più vere, tutto ciò è emerso anche dalle parole dei ragazzi, che da subito si sono sentiti accolti nell'equipaggio
    un saluto

    @dalle8alle5. grazie davvero, un'avventura da ripetere assolutamente
    un saluto

    RispondiElimina
  5. @gap. eh eh esatto :)!!! Prima la chiamavo barca e le cime corde... mi ha lasciato anche termini nuovi. Grazie un saluto!

    RispondiElimina
  6. Foto bellissime, ma non quanto le tue parole. Siamo cmq felici che tu sia tornato! Un saluto

    RispondiElimina
  7. @maraptica. grazieeee!!! Felice anche io di ritrovarvi e di ringraziarvi per i vostri commenti. Si ha difficoltà a trovare le parole adatte per descriverer un'avventura del genere.
    Un saluto e ancora grazie

    RispondiElimina
  8. bentornato. dopo un'esperienza del genere, mi immagino la tua contentezza nel rituffarti dentro il berlusconismo...
    Ciao.

    RispondiElimina
  9. @harmonica. grazie amico...direi che mi hai letto nel pensiero!!!

    RispondiElimina
  10. Ciao Ernest! mi sei mancato! mi è capitato più e più volte di pensare a voi, alla bella avventura che stavate vivendo, insomma credo che siano molti i lettori del tuo blog che hanno avuto una partecipazione emotiva a questa fantastica impresa: complimenti a tutti! e bentornato!

    RispondiElimina
  11. @sara. ciao sara!!!!!!!!
    anche voi mi siete mancati, come mi è mancato scrivere sul blog, ho pensato molto al post da scrivere su questa avventura con la paura che le parole non potessero descrivere quello che abbiamo provato sulla nave. Sono davvero contento di avere condivisio con voi questa avventura.
    Un abbraccio e grazie davvero!

    RispondiElimina
  12. Wow...ma dov'eri su un galeone di una flotta del 500?
    Bellissimo, beato te...

    RispondiElimina
  13. Fra il racconto che sembra davvero srotolarsi dalla mente al ritmo delle onde, le emozioni che traspaiono da certi dettagli descritti e le fotografie mozzafiato non so decidere cosa sia più prezioso. Dev'essere stata proprio un'esperienza formativa e appagante, per tutti, ed è bello ritrovarti così contento. :)

    RispondiElimina
  14. @inControcorrente. eravamo sul brigantino "Nave Italia", una nave a vela olandese usata per anni nei caraibi per i turisti, ora viene usati per progetti del genere.
    un saluto grazie!!!

    RispondiElimina
  15. Sai come mi sento? Come sei avessi seguito il vostro viaggio da lontano,seguendovi, tappa dopo tappa, sulla riva, sul tuo scooter preso in prestito.
    Bellissime parole e splendide foto..
    Questo sì che è un viaggio..un viaggio alla scoperta delle meraviglie e delle fatiche della vita degli uomini di mare e viaggio spirituale..
    Vera spiritualità che esula da qualsiasi credo religioso.
    Empatia...
    Donarsi agli altri per stare più simpatici anche a sè stessi.

    "Ragione e passione sono timone e vela della nostra anima navigante"..

    Ed ora.. Ernest.. a vele spiegate nel web!

    Bentornato !!!!!!

    RispondiElimina
  16. @grace(ma nana). carissima grace come posso ringraziarti per queste parole. Come ho detto prima sono davvero felice di avervi portato con me in quest'avventura, è una cosa che ha colpito molte persone che sapevano di questo viaggio. Hai proprio ragione quando dici un viaggio alla scoperta delle meraviglie, li sopra venivano in mente quei navigatori che partivano solo con una bussola (o forse senza quella) e dovevano lottare col mare, farselo amico, venivano in mente quelle fatiche da fare insieme. Quanto hai ragione!"Donarsi agli altri..."
    Ed ora nuovamente qui con voi pronto a navigere per la rete anche qui insieme!!!
    un abbrraccio

    RispondiElimina
  17. @ross. grazie mille ross. Si sono davvero contento perchè è una di quelle situazioni in cui funziona tutto, in cui si vivono emozioni indimenticabili che non si scordano mai. Che poi sono quelle che ci fanno sperare ed andare avanti.
    un abbraccio!

    RispondiElimina
  18. Ti sei rigenerato.
    Conserva nel cuore questa esperienza..poi magari quando ti senti un po' giù, tirala fuori.
    Ti aiuterà a risollevarti
    Bentornato!

    RispondiElimina
  19. oh, no Ernest c… sei tornato a fare? Scherzo, cioè mica tanto per te, però! sarebbe stato bellissimo rimaner lì! là! in giro! che meraviglia! che begli scatti di vita in mare! bello bello bello bello…
    bentornato, ti faremo sentire comunque uno dell'equipaggio, o della ciurma piratesca! :*

    RispondiElimina
  20. A rieccoti! un dubbio: ma di solito non sono delle minorenni un po' sprovvedute a far le regate intorno almondo su barchette che poi finiscono regolarmente alla deriva? :-))

    RispondiElimina
  21. @reanto. grazie mille farò assolutamente così!
    un saluto

    @petrolio. avere quel mare davanti mi ha lasciato davvero delle sensazioni difficili da descrivere! Mi sento già parte di un nuovo equipaggio qua con voi!
    un saluto e grazieeeeee!

    @tyler Dyrden. eh eh... effettivamente!!!

    RispondiElimina
  22. Ed ora torni a parlare di tante belle cose: tipo il premio di statista dato a Cesare

    RispondiElimina
  23. bello, bello, bello!
    e grazie di non avere postato tutte le quattrocentotrenta foto! :) (scherzo, neh!)

    RispondiElimina
  24. Grande Ernest,il tuo entusiasmo fa bene al cuore.Trasmetti
    la felicità di quei ragazzi per questa esperienza straordinaria e la loro riconoscenza ti accompagnerà per sempre.
    Cristiana

    RispondiElimina
  25. @cristiana. grazie mille cristiana, questa volta li ho visti davvero felici.
    un saluto

    @vittoriobond. eh eh temevi un post kilometrico!!! :)

    @inneres auge. davvero! Un incubo...

    RispondiElimina
  26. caro amico mio, una cosa te la voglio dire prima di dirti il resto. la tua assenza si sente, e alla grande! l'assenza è un assedio, tanto per citare il grande piero ciampi.
    fatta questa doverosa e veritiera considerazione, ti dico anche che fra fotografie e brevi frasi provenienti dal di dentro hai permesso di gioire insieme a te dell'esperienza che hai vissuto, sorridendo e commuovendosi al pensiero, spesso anche oltre li racconto, di quello che hai vissuto e di come certi rapporti umani ti segnino l'esistenza in positivo. sono la linfa che ci consente di superare lo schifo che si prova a contatto, anche solo televisivo, di certi personaggi, sui quali però la marcatura stretta deve continuare.
    sono contento per te, per quella persona che sei.
    a presto

    RispondiElimina
  27. Che meraviglia! Deve essere stata una bellissima avventura. Non vorrai farmi concorrenza? Le tue foto sono stupende.
    :)

    RispondiElimina
  28. @Nico. Amico mio non so come ringraziarti per queste parole, non lo davvero... Allora lo faccio dicendoti che anche voi mi siete mancati. Quello che ho scritto e' proprio quello che avevo dentro, difficile da descrivere probabilmente, credo che per molto porterò con me questa esperienza, i volti dei ragazzi e la spontaneità delle equipaggio, le nostre fatiche e le nostre gioie.
    Grazie ancora amico mio!!!

    RispondiElimina
  29. @Stefania248. Si e' stata davvero una grande avventura... Grazie per le foto ma quei paesaggi mi hanno proprio aiutato!!!
    Un saluto

    RispondiElimina
  30. Insomma, non solo sei sopravvissuto...ma sei pronto a rifarlo ;-))

    Splendide immagini Ernest.
    Non sono troppo presente in quanto ho il pc in panne.

    RispondiElimina
  31. @princi. grazie a te Princi!!!

    RispondiElimina
  32. uhhhhhhhhhhhhhh letto tutto d'un fiato. Bello bello bello questo viaggio fatto con i "tuoi" ragazzi! Le foto sono spettacolari e all'Elba ci sono stata 3-4 volte, quindi conosco benissimo il mare, le spiagge, i tramonti...

    RispondiElimina

Latest Tweets

 
;