venerdì 6 maggio 2011

6 Maggio su coraggio!




Oggi si sciopera.
Oggi ci si ferma.
Perchè in questo caso chi si ferma non è perduto, ma il contrario.
Che anche se siamo fermi oggi siamo in movimento, le nostre idee sono in movimento.
Oggi ci si fa sentire.
Oggi si grida per svegliare anche gli altri.
Si sta vicini ai compagni.
Si lotta per quello che da diritto è stato trasformato in assurda richiesta.
Oggi si è vivi.
E i vivi si ribellano.
Perchè ribellione è aria... e senza aria si muore.

18 commenti:

  1. i vivi si ribellano: certo!

    RispondiElimina
  2. Io sono contenta che due giorni fa ho detto ad un'assemblea alla Dettori un po'di cose che avevo in riserbo da tempo...

    RispondiElimina
  3. è facile fermarsi per chi un lavoro ce l'ha, ma quelli che sono a casa da mesi, anni ? Quando riusciranno a riveder le stelle e a quali sacrifici ?

    RispondiElimina
  4. E speriamo anche che sia aria nuova.

    RispondiElimina
  5. @enio ma noi facciamo sciopero proprio perchè il governo dia lavoro a chi non ce l'ha e non è che sia così facile per tutti quelli che hanno lavoro rinunciare economicamente ad una giornata.

    RispondiElimina
  6. Dal palco della manifestazione odierna, un lavoratore africano ha esortato alla ricerca della giustizia. Quell'uomo ha il coraggio di chi ha attraversato mezzo mondo per venire a faticare nel mio paese e anche se non ne padroneggia la lingua, ha affrontato il microfono e la piazza gremita. Ho grande ammirazione per lui e per quello che rappresenta.

    RispondiElimina
  7. visto che la manifestazione è per :"acciamo sciopero proprio perchè il governo dia lavoro a chi non ce l'ha" una sola domanda, mi si spiega il seguente dato 28% disoccupazione giovanile 29%
    però aumenta la necessità d'immigrati per coprire posti di lavoro vacanti!
    qualcuno nota qualcosa di strano?

    RispondiElimina
  8. Ho sentito che a Genova alla stazione Principe ci sono state cariche e violenze dei finanzieri sugli studenti. Tutta la mia solidarietà ai ragazzi del movimento!

    RispondiElimina
  9. @ross. si Ross io ero ancora in piazza De Ferrari in quel momento, ho sentito degli scontri più tardi e delle violenze dei finanzieri che come al solito vogliono lasciare il segno nei corti di Genova, vedere alla voce G8.
    Grazie Ross.

    RispondiElimina
  10. Chissà se tra qualche anno la parola sciopero esisterà ancora, me lo chiedo per davvero amaramente

    RispondiElimina
  11. Anche a Torino ci sono stati pestaggi e bandiere bruciate, fotocopia del 1° maggio.
    Che diavolo sta succedendo alla classe operaia?
    Possibile che non si renda conto che uniti si vince?
    Alla Bertone è passato il ricatto Marchionne, ma con un 80% di voti a favore...mi verrebbe da dire "buonanotte mondo".

    RispondiElimina
  12. @tina. io a volte credo che ci siano più poche persone che riescono a parlare alla classe operaia..
    un saluto Tina

    RispondiElimina

Latest Tweets

 
;