lunedì 30 maggio 2011

Non si sa mai... io faccio un Back Up

Premetto che non che segue le teorie dei complotti.
Strani giorni mi verrebbe da dire.
Questa volta non per quanto riguarda la politica che in queste ore ci regala un'attesa elettorale (ho qualunque cosa incrociato).
No parlo del nostro campo, di internet, della rete, dei blog, delle connessioni, di noi insomma.
Dico strani giorni perchè ultimamente, e parlo da profano sia chiaro, mi sembra di aver colto pericolose coincidenze.
Casi e situazioni che mi inducono a pensare che nuvole grigie si stanno addensando sopra alla rete.
Prendiamo alcuni casi.
Blogger ultimamente sta dando i numeri. Qualche settimana fa non permetteva quasi a nessuno di accedere al proprio blog, arrivando anche ad annullare alcuni post con commenti logicamente, credo poi restituiti in un secondo momento.
Passata la tempesta, tutto bene ma... tre o quattro giorni fa qualche amico blogger faceva sapere che i problemi non erano totalmente spariti, si accedeva al blog ma non si poteva pubblicare, cosa che peraltro è capitata anche a me.
Ancora oggi ho letto ci sono problemi.
Che dire? Problemi tecnici irrisolvibili e voglia di disincentivare la gente a scrivere le proprie idee.
Ma andiamo oltre.
Blocco di skype per circa 24 ore (credo ora non ricordo più o meno), non di tutti gli account ma un bel po' di persone sono rimaste disconnesse.
Anche qui che dire?
Per non parlare del eG8 organizzato dai cosiddetti grandi, dove quel mezzo Napoleone di Sarkozy ci fa saper che siamo della gente da civilizzare.
E poi ieri sfogliando l'ultimo numero dell'Internazionale leggo...

Internet in pericolo

e poi...

Il web non conosce favoritismi
né privilegi. La rete è neutrale,
per questo un’email spedita
da Obama viaggia alla stessa
velocità di tutte le altre. Ma le
cose potrebbero cambiare

Come potrebbero cambiare?
Già perchè negli Stati Uniti sta prendendo campo un'idea, come dire, per spezzare le ali della libertà spiegate dal web. Insomma una rete divisa per classi. La regola fondamentale finora su internet è sempre stata quella dei pacchetti di dati che passano da un router all'altro, dal server fino alla destinazione finale. Senza distinzione e discriminazione di contenuto o creatore. Insomma una democrazia vituale che di solito però non fa rima con guadagno e soprattutto con "interessi dei potenti". Quindi ecco la soluzioni creare due corsie, una preferenziale che vada al massimo della velocità e più affidabile logicamente a pagamento con una banda più larga con tanto di connessione migliore.
E gli altri?
La risposta pare che sia stata CHISSENEFREGA.
Quale il pericolo?
Mancanza di spazio per gli artisti indipendenti, per i blogger, per i dissidenti politici e per difensori
di cause sconosciute che per avere un po' di posto al sole dovrebbero scendere a patti con i gestori o sganciare il grano.
Insomma l'OMOLOGAZIONE AL POTERE.
Buon Back Up a tutti!

27 commenti:

  1. Dipingi un quadro terrificante, ma non così inverosimile... Bisogna tenere le antenne dritte. Buon backup!

    RispondiElimina
  2. Per quanto riguarda blogger ciò che si è verificato, come lo descrivi tu, ho osservato che "questa anomalia" è venuta fuori utilizzando il browser firefox, mentre nulla è successo sia con explorer che con il chrome, che hanno funzionato correttamente con la piattaforma blogger. Può darsi che sia stata una prova generale fatta solo col firefox.

    RispondiElimina
  3. Io non ho avuto problemi però ho notato il casino. Che dire, restiamo tutti con la banda dritta

    RispondiElimina
  4. Ormai è certo che non possiamo che stare all'erta in ogni campo.
    Ma, per quanto successo a blogspot, penso e spero che abbia ragione Riverinflood.
    Ciao Ernest,
    Lara

    RispondiElimina
  5. stare allerta non è mai sbagliato, ma su blogger vorrei tranquillizzarti. è in corso un pesante aggiornamento della piattaforma, che l'altra volta è fallito addirittura. ora ci stanno riprovando, con ancora qualche disagio. diciamo che "la scusa è buona", forse, ma appunto aspetterei che finiscano queste operazioni prima di trarre conclusioni.

    RispondiElimina
  6. Questa cosa che più paghi più hai è valida da sempre.
    Anche su Internet: se hai una asdl "a pedali" ci metti una vita a mandare e ricevere posta, a navigare, a fare download/upload.
    E le adsl "a pedali" sono quelle che costano meno.

    RispondiElimina
  7. Questa volta non si potrà tornare al famigerato ventennio.

    RispondiElimina
  8. Su Blogger il problema è di scala mondiale.Nelle prossime sttimane ci sarà un aggiornamento radicale della piattaforma.Invece vorrei soffermarmi sulla libertà delle rete;stiamo veramente attenti con varie scuse in primis sul copyright ,vogliono censurare la rete.Bisogna difendere la libertà d'espressione ;restiamo vigili.Salutoni a presto

    RispondiElimina
  9. anch'io tendo a pensare male, pur non volendo. mi stupisce che Internet sia ancora, tutto sommato, un posto libero. vien da chiedersi per quanto lo sarà ancora.

    RispondiElimina
  10. Buona idea Ernest.
    Bisogna pensar sempre male , coi tempi che corrono e stare in stato d'allerta.
    Cristiana

    RispondiElimina
  11. Su blogger concordo con roby, io tra l'altro non ho avuto problemi pur usando Firefox.
    Per il resto tutti i sensi apertie vigili, sempre.

    RispondiElimina
  12. A me ha dato problemi anche con Chrome. Poi la loro è la democrazia del profitto, altro che libertà.

    RispondiElimina
  13. De 'sti tempi, ottima scelta, Ernest!

    RispondiElimina
  14. ennò, i post spariti non sono tornati, nè tantomeno i commenti.
    baci.

    RispondiElimina
  15. Beh...non è un'ipotesi inverosimile!

    RispondiElimina
  16. embè ci si sta rendendo conto che è veramente un'arma letale nelle mani di chiunque… a pensar male…

    RispondiElimina
  17. Pensa che da me i commenti anonimi spesse volte non li pubblica, è già successo con SaR e lauro79.

    RispondiElimina
  18. Ciao Ernest e buona serata! Rete o non rete... oggi è una giornata da festeggiare! Se, poi, riusciamo a brindare anche nel virtuale, meglio ancora! Da domani, lavoreremo per difendere anche questo!!

    p.s.: comunque, anche io che non sono della piattaforma, in qualche blog di "google" ho avuto qualche problemino a lasciare commenti!

    RispondiElimina
  19. Per ora pochi problemi, ma lo spazio libero della Rete fa paura a molti. Stiamo in campana ...

    RispondiElimina
  20. Ernest...siamo i rompiscatole per antonomasia e non siamo quelli che postano ricette, siamo quelli che postano pensieri autonomi e questo da fastidio...non è la rete...è il sistema che ci fa il contropelo...hanno cpito che loro per noi valgono quanto uno sputo.
    Notte buona amico mio ;-))

    RispondiElimina
  21. Io ho avuto problemi con Explorer mentre andava bene con Firefox. Ma di fare un back-up m'è passata la voglia: pure sparisse il mio blog non è tutto 'sto danno. Vorrà dire che torneremo al ciclostile :)

    RispondiElimina
  22. Lo spazio libero qui è una grande cosa, lotteremo (in tal caso) anche per questo.

    RispondiElimina
  23. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  24. Non metterei in relazione i recenti disservizi di Blogger con i tentativi di controllo della Rete (molto prosaicamente, prima della censura a qualsiasi azienda del settore interessano i soldi, e Google non ne ha di certo guadagnati con l'ultimo crack della piattaforma), ma è indubbio che il mondo della (contro)informazione sul web sia spesso osservato minacciosamente da chi detiene il potere e, almeno in Italia, la proprietà e il comando su tutti gli altri mezzi di comunicazione. Lasciando da parte le ipotesi di grandi complotti, ché altrimenti poi si diventa paranoici, occorre stare all'erta.

    RispondiElimina

Latest Tweets

 
;