lunedì 20 settembre 2021

Siamo stati

Una foto di 28 anni fa ha una potenza difficile da descrivere. Un pugno nello stomaco o una carezza da far venire i brividi.  

In pochi attimi riesce a riportarti indietro nel tempo, facendo luce in quegli angoli che ormai sembravano bui. Parole, sguardi lontani nel tempo, ma sempre nostri. Qualche capello in meno, il segno del tempo che ha trovato modo di lasciare una traccia sulla  pelle, ferite e gioie come mandanti. 

Quindi siamo stati giovani anche noi. Quando scuotiamo la testa guardando gli adolescenti, quando li critichiamo,  temporaneamente abbiamo cancellato quegli anni in cui eravamo dall'altra parte. 

Una foto, si. Che ti ricorda di essere stato sul cofano di una macchina di notte sulla neve, perché non avevamo le catene ed era l'unico modo per tornare a casa. Di avere bevuto un po' troppo e non ricordare nemmeno il locale della sera prima. Di avere sentito il cuore a mille per quella ragazza senza la quale pensavi di non poter vivere. Di aver pensato di sapere tutto. Di avere paura di non sapere niente.  Di avere scavalcato cancelli nonostante i divieti. Di avere fumato, di avere marinato, o tutte e due le cose contemporaneamente. Di aver corso a mille all'ora dopo aver fatto un casino pazzesco. Di aver pianto senza fine per una risata stupida o per essere stato lasciato dalla ragazza. 

Per Rimbaud "quando hai diciassette anni non fai veramente sul serio". 

Chissà. 

21 commenti:

  1. Hai proprio descritto benissimo le follie che abbiamo fatto e pensato quando eravamo dei giovani folli.
    Ma adesso?
    Adesso siamo solo folli
    😀

    RispondiElimina
  2. Non ho mai fatto nulla di tutto ciò, ma giuro che, a mio modo, me la son spassata. 😅
    Non credo di avere foto dei miei 17 anni, però. Ho sempre odiato farmi fotografare. 😬

    RispondiElimina
    Risposte
    1. amo le foto, quelle vere però devo dire. Il digitale alla fine spersonalizza, tenere in mano un'immagine della nostra adolescenza alla fine aiuta a tornare un po' lì rimanendo qui.
      Un'età meravigliosa.

      Elimina
  3. Che splendida età! Si è eroi, ma al tempo stesso fragilissimi. E poi si guardano i ragazzi di oggi, credo che lo faccia ogni generazione e inevitabilmente si dice :noi eravamo diversi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si a volte sembra strano aver avuto 17 anni. Ora credo dovremmo ascoltare di più i ragazzi

      Elimina
  4. Una foto di 28 anni fa ti render conto di quanto sei ...anziano :))

    RispondiElimina
  5. Fatto un po' di tutto ma, paradossalmente, fatto di peggio dai cinquanta in poi.. ahah.. a scoppio ritardato! Forse per recuperare un'adolescenza abbastanza inquadrata.. chissà se ho messo la testa a posto ora in pensione! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ogni età alla fine ha le sue spinte eccessive. Poi davvero la cosa bella è viverle e ricordarsele un po'

      Elimina
  6. si potesse tornare indietro, magari se ne combinerebbero di più e in modo diverso.

    RispondiElimina
  7. La cosa che mi colpisce è che, nonostante i capelli grigi, mi sembra che gli altri siano tutti cresciuti mentre io sono restato quello di tanti anni fa. Forse per questo mi sento vicino ai giovani e... non vorrei tornare giovane con tutte le ansie e le incertezze che il futuro loro riserva.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si anche io mi sento vicino ai giovani, poi la schiena mi ricorda che non è così :)

      Elimina
  8. Io mi sono tanto divertita, ho fatto di tutto o quasi e non ho rimpianti. Bellissima età, te ne accorgi solo quando ce l'hai alle spalle...

    RispondiElimina
  9. Questi ricordi lasciano sempre un segno. Nel mio caso afferrano lo stomaco e lasciano un groviglio in gola. Sono rievocazioni che suscitano uno stato d'animo intonato a una vaga tristezza. La tristezza di non poter più rivivere quei momenti, ma solo ricordali per l'appunto.


    Adoro la tua scrittura.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie grazie gentilissima
      Non possiamo riviverli già, ma ricordarli e farsi trasportare un po' la si

      Elimina
  10. A quell’età ci si sente onnipotenti, capaci di trasformare il mondo. Anni belli, complicati, esaltanti, anni che passano e che non tornano più.
    sinforosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si vero, e basta poco per riportarti indietro

      Elimina

Latest Tweets

 
;