martedì 15 giugno 2021

In seconda

Avanzato, intermedio, base, in via di prima acquisizione. No tranquilli non è una nuova filastrocca tipo dire, fare, baciare, lettera o testamento. Sono i giudizi della scuola elementare. 

Già perché siamo arrivati alla prima pagellina, scuola finita e il prossimo anno si va in seconda. Fortunatamente è stato un anno sempre in presenza, credo sia davvero doveroso ringraziare tutti gli insegnanti che hanno portato a termine un anno così difficile. Chi si è reinventato a distanza, chi invece ha continuato fisicamente insieme ai bambini e i ragazzi con tutte le difficoltà che purtroppo sappiamo. 

Però davvero, magari sono io che non capisco, o forse inizio ad essere vecchio. Ma quei quattro aggettivi non li comprendo. Sia chiaro a me interessa solamente che Greta abbia una valida istruzione, che imapri a relazionarsi bene con gli latri, a stare in gruppo, mettersi all'ascolto. Non bado al giudizio finale, puntualizzando sul significato. Ma vorrei capire le ragioni del passaggio a questi termini lasciando le votazioni. 

Qualcuno potrebbe dire per evitare che i bambini siano messi di fronte a voti che possono turbare. Non so, francamente mi pare che la maggior parte di noi sia venuta su con giudizi differenti senza avere in prenotazione poi una serie di sedute dall'analista. 

Forse stiamo esagerando?

19 commenti:

  1. Sento odore di ipocrisia. I voti non hanno mai "ammazzato" nessuno se sono dati da insegnanti preparati e consapevoli.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non so davvero da dove derivi tutto ciò, magari c'è stata una levata di scudi di qualche associazione che si ricorda di esistere solo per queste cose

      Elimina
  2. Sì, stiamo esagerando.
    È vero che i voti creano inutili competizioni tra i bambini, ma allo stesso tempo aiutano a capire dove migliorarsi. Io non ci vedo nulla di male nei nostri vecchi metodi di valutazione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io credo che le competizioni possano venire fuori come è normale ma poi stia a noi genitori far capire che quello non è importante. Rivoglio i buoni vecchi numeri :-)

      Elimina
  3. Stai tranquillo che prima che Greta finisca la quinta Primaria cambieranno ancora e ancora; tu non hai idea quante riunioni si fanno, si sono fatte e si faranno per decidere quali siano i termini più idonei per valutare un alunno. Siamo confusionari anche in questo, fa parte del nostro DNA di italiani.
    sinforosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. me lo immagino e sicuramente hai ragione prima di arrivare in quinta avremo altri termini meravigliosi, ipotizzo un "non ce la fa", "ce la fa", "nn si può sentire", "forse". :-)

      Elimina
  4. Ogni anno tirano fuori qualche novità, preferisco la cara e vecchia scuola.

    RispondiElimina
  5. Se non fossero i genitori a preoccuparsi tanto dei voti, probabilmente i bambini non farebbero tragedie. Lo so che è un discorso trito, ma quando andavamo a scuola noi e c'erano i voti, non mi sembra che avessimo problemi particolari... Alla fin fine un voto è semplice da comprendere per tutti, mentre certi giudizi... mah!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. lo credo anche io... se poi vogliamo aggiungere quello che viene scritto nelle chat dei genitori.

      Elimina
  6. sì, secondo me si sta esagerando e da parecchi anni.

    RispondiElimina
  7. Sicuramente è tutto più complicato di un tempo!

    RispondiElimina
  8. Si sta esagerando. E mi piacerebbe tanto sapere le motivazioni degli "esperti" che hanno portato a scrivere queste classificazioni.

    RispondiElimina
  9. Arrampicarsi con novità di ogni genere giustifica le spese scuola. Anche Genitore 1 e Genitore 2 rientra nella casistica delle barzellette di Aggiornamento.. preparati a revisioni incredibili!!

    RispondiElimina
  10. Sarà provvisorio come altre volte.

    RispondiElimina
  11. Pare una cosa sempre più astrusa, ma alla fine non importa, l'importante è che crescano e imparino. E questo mi pare che in molti casi succeda.

    RispondiElimina

Latest Tweets

 
;